68.249.034
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI

lunedì 24 settembre 2018

"Sicurezza e Immigrazione, alle 12.38 il Consiglio dei ministri approva all'unanimita'! Sono felice". Con un post su Facebook il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo SALVINI, ha annunciato l'ok del Cdm al decreto. Per Salvini e' "un passo in avanti per rendere l'Italia piu' sicura, per combattere con piu' forza mafiosi e scafisti, per ridurre i costi di un'immigrazione esagerata, per espellere piu' velocemente delinquenti e finti profughi, per togliere la cittadinanza ai terroristi, per dare piu' poteri alle Forze dell'Ordine". In principio dovevano essere due decreti, immigrazione e sicurezza, poi come ricordato dal premier Conte " sono stati accorpati in un unico testo". Il vicepremier ha spiegato che "l'obiettivo e' riorganizzare l'intero sistema di riconoscimento della protezione internazionale per adeguarla agli standard europei".

Nella parte che riguarda l'immigrazione viene regolata la richiesta d'asilo da parte dei migranti che approdano in Italia: "Prevista la sospensione della domanda in caso di pericolosita' sociale o in caso di condanna in primo grado", ha detto Salvini. Saranno concessi permessi speciali ai migranti, per chi versa in gravi condizioni di salute, chi proviene da paesi colpiti da calamita' naturali, all'immigrato che si e' distinto per spiccato valore civile, e per chi si ritrova nei centri di prima accoglienza la permanenza va da 90 a 180 giorni. Il premier Conte ha assicurato che "non si scardinano gli impegni internazionali e le tutele, dobbiamo continuare a tutelare il sistema di protezione ma si deve regolare meglio. Mettiamo ordine in un sistema di accoglienza indiscriminata. Non cacciamo, dall'oggi al domani, nessuno". 

Sul fronte della sicurezza arrivano piu' poteri alla polizia locale "con l'estensione dell'uso della pistola elettrica", inasprimenti della pene per chi occupa abusivamente le case, stretta antiterrorismo, pagamento degli straordinari alle forze dell'ordine. "Si tratta del decreto legge piu' condiviso, piu' modificato, piu' aggiornato nella storia di questo governo", ha concluso il ministro Salvini che ha assicurato "il decreto ora arriva tranquillamente all'attenzione del Parlamento che potra' esaminarlo e migliorarlo, il testo non e' blindato".

E ora, i temi principali affrontati dal decreto:

STRETTA SUI PERMESSI: Viene abrogato il permesso di soggiorno per motivi umanitari, sostituito da 'permessi speciali'. Sei le fattispecie previste: vittime di grave sfruttamento, motivi di salute, violenza domestica, calamita' nel paese d'origine, cure mediche, atti di particolare valore civile.

PIU' REATI PER REVOCA ASILO: Il decreto amplia la possibilita' di negare o revocare la protezione internazionale per i reati di violenza sessuale, lesioni gravi rapina, violenza a pubblico ufficiale, mutilazioni sessuali, furto aggravato, traffico di droga. E' prevista inoltre la sospensione della domanda d'asilo in caso di pericolosita' sociale o condanna in primo grado.

PIU' TEMPO NEI CPR: La durata massima di permanenza nei Centri per il rimpatrio passa da 3 a sei mesi per facilitare l'espulsione degli irregolari. Il decreto prevede anche il "completamento, adeguamento e ristrutturazione" dei centri gia' presenti sul territorio e la "costruzione" di altri. Salvini ha detto piu' volte che la sua idea e' di realizzarne uno in ogni regione. Nel caso di sovraffollamento dei Cpr i migranti in attesa di identificazione possono essere trattenuti anche in "strutture diverse e idonee nella disponibilita' dell'autorita' di Pubblica Sicurezza".

3,5 MLN SU FONDO RIMPATRI: Per potenziare le attivita' di rimpatrio, il decreto stanzia 500mila euro per il 2018 e 1,5 milioni per il 2019 e 2020.

SISTEMA SPRAR: Il decreto riserva esclusivamente ai titolari di protezione internazionale e ai minori non accompagnati i progetti di integrazione ed inclusione sociale previsti dal sistema Sprar. I richiedenti asilo troveranno invece accoglienza solo nei centri ad essi dedicati (i Cara).

VIA CITTADINANZA PER REATI TERRORISMO - C'e' poi la revoca della cittadinanza italiana a carico dei condannati per reati di terrorismo. 

Roberto Calderoli, vice presidente del Senato, alla notizia dell'approvazione del decreto sicurezza avvenuta questa mattina con voto all'unanimità del Consiglio dei ministri, ha dichiarato: "Bene l'approvazione all'unanimità in Consiglio dei ministri del decreto Sicurezza. Complimenti al governo e al ministro Salvini. Condivido in pieno le parole del ministro dell'Interno, Matteo Salvini, quando afferma che si tratta di un passo in avanti passo in avanti per rendere l'Italia più sicura, un passo in avanti per combattere con più forza mafiosi e scafisti, per ridurre i costi di un'immigrazione esagerata, per espellere più velocemente delinquenti e finti profughi, per togliere la cittadinanza ai terroristi, per dare più poteri alle Forze dell'Ordine''. E' quello che chiedono i cittadini, è quello che voglio i cittadini. Dalle parole ai fatti, bene cosi!''.

Redazione Milano


DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI POPOLI E ALLE AUTONOMIE''

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI
Continua

 
MANOVRA DEL CAMBIAMENTO, SALVINI: ''L'ITALIA MERITA LAVORO CORAGGIO FIDUCIA E SPERANZA!'' DI MAIO: ''GIORNO STORICO!''

MANOVRA DEL CAMBIAMENTO, SALVINI: ''L'ITALIA MERITA LAVORO CORAGGIO FIDUCIA E SPERANZA!'' DI MAIO:
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »