43.323.942
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SI PERDE ''UNA CARTA'' E IL MARITO STRANGOLATORE TORNA LIBERO.

sabato 25 maggio 2013

REGGIO EMILIA - Si terra' il 13 giugno a Reggio Emilia, con rito abbreviato davanti al giudice Angela Baraldi, l'udienza del processo per omicidio volontario a Ivan Forte, 27 anni, reo confesso dell'assassinio della compagna Tiziana Olivieri, 41 anni, uccisa nella loro casa a Fontana di Rubiera il 19 aprile 2012.

L'uomo circa tre settimane fa e' stato scarcerato per decorrenza dei termini di custodia cautelare, a causa di una carta rimasta 'infrattata' sotto la massa dei fascicoli della cancelleria, ed e' tornato a casa della famiglia a Castrovillari (Cosenza), con l'obbligo di firma tre volte al giorno nella caserma dei Cc.

Il ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, ha disposto un'ispezione negli uffici giudiziari reggiani, data l'enormità dell'accaduto: un efferato assassino liberato perchè a palazzo di giustizia, nel marasma più totale, smarriscono documenti processuali e - giustamente - gli avvocati difensori ne approfittano facendo liberare il loro assistito.

Ad ogni modo, nella prima udienza si costituiranno parte civile la madre e il fratello della vittima, mentre il legale di Forte ha chiesto che il processo - inizialmente disposto per il 15 luglio in Corte d'assise - venga condizionato ad una perizia psichiatrica.

Ivan Forte strangolo' la compagna e insceno' un incendio nella loro stanza da letto per sviare le indagini. In casa al momento del delitto c'era il loro figlioletto di 11 mesi, che dormiva. Forte lo porto' fuori di corsa dicendo ai vicini e ai vigili del fuoco di essere riuscito a salvare lui ma non Tiziana dal fumo. Le indagini dei carabinieri pero' smontarono la ricostruzione e il giovane confesso' il delitto. 

Redazione Milano


SI PERDE ''UNA CARTA'' E IL MARITO STRANGOLATORE TORNA LIBERO.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
RIFORMA DELLA SCHIFOSA LEGGE FORNERO SULLE PENSIONI? A SETTEMBRE... CANCELLAZIONE FINANZIAMENTO AI PARTITI? A SETTEMBRE.

RIFORMA DELLA SCHIFOSA LEGGE FORNERO SULLE PENSIONI? A SETTEMBRE... CANCELLAZIONE FINANZIAMENTO AI
Continua

 
CI RISIAMO: NORDAFRICANO PUGNALA PER STRADA UNA GIOVANE DONNA ITALIANA. ACCADE IN  LIGURIA.

CI RISIAMO: NORDAFRICANO PUGNALA PER STRADA UNA GIOVANE DONNA ITALIANA. ACCADE IN LIGURIA.


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI

19 gennaio - ''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa
Continua

AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO

19 gennaio - Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a
Continua

CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN

19 gennaio - BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre
Continua

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua

THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO

17 gennaio - LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale
Continua
Precedenti »