69.961.062
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UN SIRIANO (ARRIVATO DALL'ITALIA) E UN IRAKENO, I TERRORISTI ISLAMICI CHE HANNO TENTATO LA STRAGE A LONDRA NELLA TUBE

lunedì 18 settembre 2017

LONDRA - Ha un nome e un volto, almeno sulla stampa britannica, un dei due arrestati per la bomba sulla metropolitana di Londra di venerdì: si tratta di Yahya Faroukh, 21 anni, rifugiato siriano, che ha vissuto in Surrey con i genitori affidatari, i pensionati Penelope e Ronald Jones, la cui casa è stata perquisita sabato. A casa dei Jones avrebbe vissuto anche l'altro arrestato, colui che materialmente ha messo la bomba sul treno della District line: si tratterebbe di un 18enne iracheno.

Ieri la polizia ha perquisito anche la casa di Heathrow, a pochi passi dalla recinzione dell'aeroporto principale di Londra, dove Faroukh si era trasferito a maggio. L'uomo è stato arrestato a Hounslow, ovest di Londra, davanti a un fast food. Il ragazzo era arrivato in Gran Bretagna nel 2013, passando dall'Italia, e affidato ai Jones, che hanno un'esperienza quarantennale nell'accoglienza di ragazzi in difficoltà. Le foto sui social media lo mostrano in posa davanti al London Eye, mentre fuma una sigaretta sul molo di Brighton pier, in un centro commerciale e alla National Gallery. A maggio Faroukh ha postato un foto con una valigia in mano davanti alla casa dei Sunbury-on-Thames dei Jones, quando ha traslocato. 

Il Daily mail scrive che proviene da Al Harah, vicino Damasco, un'area relativamente risparmiata dalla guerra civile. Sarebbe fuggito via Egitto e il 23 novembre 2013 ha postato una foto sulla sua pagina Facebook che raffigura un peschereccio in pessime condizione con la didascalia "la barca che abbiamo preso dall'Egitto all'Italia".

Pochi giorni dopo era a Croydon, sud di Londra, dove hanno sede le autorità per l'immigrazione britanniche. E' stato collocato dai Jones e ha cominciato a studiare al West Thames College. Dal suo profilo Facebook risulta che ha lavorato per i promoter Dope Diamond Entertainment e BSQ London. Su Instagram scriveva di "fumare erba ogni giorno" e sosteneva che "per vivere meglio servono erba, vodka e droghe".

Postava anche immagini anti-israeliane proclamando "fermiamo il terrore israeliano in Palestina". Mohammed Konbus, che ha incontrato Faroukh nel suo viaggio in fuga dalla Siria ha detto al Daily mail che non era radicalizzato: "era una persona molto sensata e molto matura. Sono sorpreso che sia collegato a tutto questo".

A Natale 2015, Faroukh era in Scozia a casa di un cugino, anche lui rifugiato. Ma il 29 giugno, 11 settimane fa, il padre in Siria è morto. Per Faroukh è un lutto tremendo e il ragazzo posta su Facebook molte foto del padre. I vicini di Staines, nei pressi di Heathrow, dicono al Daily Mail che è un ragazzo gentile e tranquillo, che aveva però l'abitudine di restare sveglio tutta la notte con gli amici. 

Intanto la rete tv Itv ha ottenuto un video delle telecamera di sorveglianza davanti alla casa dei Jones nel Surrey, nel quale si vede un giovane lasciare la casa a testa bassa alle 6.50 di venerdì mattina, un'ora e mezza prima che un bomba artigianale scoppiasse su un treno fermo alla stazione della tube di Parsons Green, ferendo 30 persone. Si tratterebbe del 18enne arrestato sabato a Dover mentre tentava di lasciare la Gran Bretagna. Il giovane arrestato era stato affidato ai Jones ed era considerato "problematico". Sarebbe arrivato in Gran Bretagna a 15 anni dopo la morte dei genitori in Iraq e la sua famiglia non voleva che fosse affidato a una coppia cristiana.


UN SIRIANO (ARRIVATO DALL'ITALIA) E UN IRAKENO, I TERRORISTI ISLAMICI CHE HANNO TENTATO LA STRAGE A LONDRA NELLA TUBE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ITALIA   BARCONI   TERRORISTI   ISLAMICI   BOMBE   METROPOLITANA   LONDRA   STRAGE   FERITI   GRAN   BRETAGNA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA LEYEN LA NUOVA CAPA DELLA COMMISSIONE UE LA CAMPIONESSA DEL ''RIGORE'' E DEI ''TAGLI'' SI PAPPERA' 2.332.500 DI STIPENDI

LA LEYEN LA NUOVA CAPA DELLA COMMISSIONE UE LA CAMPIONESSA DEL ''RIGORE'' E DEI ''TAGLI'' SI

lunedì 22 luglio 2019
E' un fatto abbastanza risaputo che l'Unione Europea ami sprecare i nostri soldi, e sono davvero tanti, dato che l'Italia dà alla Ue sei miliardi di euro più di quanti ne riceva, e
Continua
 
INCHIESTA / ABBIAMO FATTO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SU ECONONIA SICUREZZA E LAVORO: L'ITALIA VA IL DOPPIO DELLA GERMANIA

INCHIESTA / ABBIAMO FATTO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SU ECONONIA SICUREZZA E LAVORO: L'ITALIA VA IL

lunedì 22 luglio 2019
Fatto il giro di boa dell’anno, è tempo di bilanci per la politica economica del governo e, di riflesso, per l’economia del paese. Come ormai saprete, non passa giorno che i media
Continua
ACCORDO M5S-LEGA SU SICUREZZA: ''SEQUESTRO E CONFISCA NAVI CHE ENTRANO IN ACQUE ITALIANE A FRONTE DIVIETO''

ACCORDO M5S-LEGA SU SICUREZZA: ''SEQUESTRO E CONFISCA NAVI CHE ENTRANO IN ACQUE ITALIANE A FRONTE

giovedì 18 luglio 2019
Le navi confiscate perché entrate in acque territoriali italiane a fronte di un divieto di ingresso delle autorità potranno essere vendute. Lo prevede una riformulazione di vari
Continua
 
FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG OGGI IN PRIMA PAGINA: ''SALVINI VUOLE RIPRISTINARE LA GLORIA E L'ONORE DELL'ITALIA''

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG OGGI IN PRIMA PAGINA: ''SALVINI VUOLE RIPRISTINARE LA GLORIA E

martedì 16 luglio 2019
BERLINO - Fa una certa impressione, se si pensa che oggi campeggiava sulla prima pagina del principale quotidiano tedesco. "Con le sue politiche, il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini,
Continua
SOCIETA' MULTIRAZZIALE PROVOCA SOLO DANNI. L'ESEMPIO? PARIGI MESSA A FERRO E FUOCO DA BANDE DI MUSULMANI ALGERINI

SOCIETA' MULTIRAZZIALE PROVOCA SOLO DANNI. L'ESEMPIO? PARIGI MESSA A FERRO E FUOCO DA BANDE DI

lunedì 15 luglio 2019
LONDRA - Per capire il perche' la societa' multirazziale provoca solo danni basta guardare cosa succede in Francia dove immigrati musulmani di seconda e terza generazione trovano sempre delle scuse
Continua
 
INCHIESTA /  ABBIAMO FATTO LA ''SPENDING REVIEW'' ALLA UE COMINCIANDO DAL PARLAMENTO CHE COSTA 2 MILIARDI DI EURO L'ANNO!

INCHIESTA / ABBIAMO FATTO LA ''SPENDING REVIEW'' ALLA UE COMINCIANDO DAL PARLAMENTO CHE COSTA 2

lunedì 15 luglio 2019
Una strana cortina pare scesa sull’unione europea: provate a digitare sui motori di ricerca “sprechi ue”, “sprechi dell’unione europea”, “inchiesta sugli
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA FRANCIA DICHIARA GUERRA AI MOTORI DIESEL DI AUTO E CAMION, SUPER INQUINANTI: NUOVA TASSA FINO A 10.500 EURO-ANNO

LA FRANCIA DICHIARA GUERRA AI MOTORI DIESEL DI AUTO E CAMION, SUPER INQUINANTI: NUOVA TASSA FINO A
Continua

 
SOLIDARNOSC SCENDE IN PIAZZA A VARSAVIA CONTRO LA UE: GIU' LE MANI DALLA POLONIA! ABBIAMO GIA' BATTUTO L'URSS, ATTENTI!

SOLIDARNOSC SCENDE IN PIAZZA A VARSAVIA CONTRO LA UE: GIU' LE MANI DALLA POLONIA! ABBIAMO GIA'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!