55.026.421
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON VENGONO DIVULGATE)

lunedì 31 luglio 2017

LONDRA - E' passato poco piu' di un anno da quando i cittadini britannici hanno votato per uscire dalla UE e tutte le previsioni catastrofiche fatte all'indomani di questo storico referendum non si sono affatto verificate.

A tale proposito e' interessante notare come la BMW abbia deciso di produrre la versione elettrica della Mini ad Oxford, un gesto che molti hanno visto come un segnale di fiducia verso l'economia britannica e soprattutto negazione della presunta "pericolosità della Brexit propagandata dai suoi detrattori.

La BMW aveva l'opportunita' di produrre questa auto elettrica in Germania o in Olanda e invece ha scelto la Gran Bretagna e tale decisione ha assicurato il futuro di questo storico impianto automobilistico che impiega 4500 persone piu' l'indotto.

Molti temevano che l'imminente fuoriuscita della Gran Bretagna dalla UE avrebbe portato la BMW a investire altrove ma cosi' non e' stato e un portavoce della casa automobilistica tedesca ha dichiarato che sono stati molti i fattori che hanno spinto a questa decisione e investire a Oxford si e' rivelato la migliore opzione possibile.

La BMW vuole che almeno il 15% delle auto vendute ogni anno dal 2025 siano elettriche e questa decisione riflette in pieno questa visione per il futuro e molti osservatori credono che questa versione elettrica della Mini sara' un enorme successo.

Questo non e' un caso isolato, lo scorso ottobre la Nissan aveva dichiarato di voler continuare a produrre auto in Gran Bretagna anche se in quel caso ci sono state voci che il governo britannico abbia offerto alla societa' giapponese dei sussidi, decisione ovviamente perfettamente lecita, per incentivare gli investimenti produttivi che creano prima di tutto nuovi posti di lavoro, ma assolutamente vietata, secondo le stupide e arbitrarie imposizioni della Ue agli stati membri. 

Come e' facile immaginare questa notizia sia stata ampliamente riportata in Gran Bretagna e molti non si sono lasciati scappare l'occasione per dimostrare che nonostante la Brexit l'economia britannica va a gonfie vele usando questa notizia come prova per dimostrare questa tesi.

In Italia invece questa storia e' stata completamente censurata perche' non solo demolirebbe le menzogne montate ad arte dai giornali di regime riguardo i benefici della UE ma avrebbe conseguenze imbarazzanti anche per il governo visto che la BMW non ha pensato neanche per un secondo di investire nel nostro paese.

Noi ovviamente non ci stiamo e abbiamo riportato questa notizia perche' riteniamo che il popolo abbia il diritto di sapere.

 

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON VENGONO DIVULGATE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

LONDRA   BREXIT   UE   BMW   INVESTIMENTO   GRAN   BRETAGNA   POSTI   LAVORO   NISSAN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua
 
INCHIESTA / MEDICI INGEGNERI ARCHITETTI: ITALIA ULTIMA IN EUROPA PER STIPENDI E COSI' LA NOSTRA MEGLIO GIOVENTU' NE VA!

INCHIESTA / MEDICI INGEGNERI ARCHITETTI: ITALIA ULTIMA IN EUROPA PER STIPENDI E COSI' LA NOSTRA

martedì 12 dicembre 2017
Nel 2016, ben 124.000 italiani sono emigrati all’estero e di questi il 39% aveva tra i 18 ed 34 anni, per la maggior parte con titolo di studio qualificato. Come mai una simile emorragia di
Continua
SCONTRO FRONTALE UNGHERIA - UE: PARLAMENTO DI BUDAPEST VOTA RISOLUZIONE CONTRO L'INACCETABILE IMPOSIZIONE DI MIGRANTI

SCONTRO FRONTALE UNGHERIA - UE: PARLAMENTO DI BUDAPEST VOTA RISOLUZIONE CONTRO L'INACCETABILE

martedì 12 dicembre 2017
BUDAPEST - Il parlamento ungherese ha approvato oggi la risoluzione che condanna la decisione del Parlamento europeo sulla riforma del sistema di asilo. Lo riferisce l'agenzia slovacca "Tasr" citando
Continua
 
CATALOGNA: I SONDAGGI DANNO LA VITTORIA AL BLOCCO DI PARTITI INDIPENDENTISTI. RAJOY CHE FARA'? UN BEL GOLPE FRANCHISTA?

CATALOGNA: I SONDAGGI DANNO LA VITTORIA AL BLOCCO DI PARTITI INDIPENDENTISTI. RAJOY CHE FARA'? UN

martedì 12 dicembre 2017
BARCELLONA - La trategia repressiva decisa dal governo Rajoy contro la Catalogna si sta trasformando in un boomerang micidiale per Madrid. Il gruppo di partiti indipendentisti molto probabilmente
Continua
IL MINISTRO DELL'INTERNO TEDESCO ACCUSA LA CHIESA CATTOLICA: NASCONDE CLANDESTINI CHE INVECE DEVONO ESSERE ESPULSI

IL MINISTRO DELL'INTERNO TEDESCO ACCUSA LA CHIESA CATTOLICA: NASCONDE CLANDESTINI CHE INVECE DEVONO

martedì 12 dicembre 2017
BERLINO - Il ministro dell'Interno tedesco, il cristiano democratico Thomas de Maizière (della Cdu, partito di orientamento cristiano simile alla vecchia Dc italiana), in un'intervista
Continua
 
TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA. GOVERNERA' DA SOLA

TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA.

lunedì 11 dicembre 2017
AJACCIO - I nazionalisti in Corsica hanno stravinto le elezioni amministrative e, con in mano le chiavi della nuova "collettività territoriale unica" chiedono ora al governo di "fare bene i
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MATTEO SALVINI E UMBERTO BOSSI TROVANO ''LA QUADRA'' PER DARE A LEGA E CENTRODESTRA LA SPERANZA DI VINCERE LE ELEZIONI

MATTEO SALVINI E UMBERTO BOSSI TROVANO ''LA QUADRA'' PER DARE A LEGA E CENTRODESTRA LA SPERANZA DI
Continua

 
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!