64.785.800
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INCHIESTA ESPLOSIVA DI RUSSIA TODAY: PATTO TRA COSA NOSTRA E MAFIA NIGERIANA PER FAR SPACCIARE DROGA AI MIGRANTI

lunedì 10 luglio 2017

LONDRA - Anche i bambini sanno che in Sicilia non si muove foglia che la mafia non voglia e quindi non e' affatto una sorpresa che la mafia siciliana sia coinvolta con gli sbarchi degli immigrati africani che arrivano a decine di migliaia in Sicilia, portati da navi Ong che possono scaricarli perchè il governo Renzi già nel 2015 propose alla Ue - e ottenne ovviamente l'immediato via libera - di portarli tutti in Italia, quelli che partivano dal Nord Africa.

Diverse inchieste giudiziarie negli ultimi tempi hanno rivelato che molte cooperative coinvolte nel business dell'accoglienza sono gestite da organizzazioni criminali che si arricchiscono a spese dei contribuenti ma c'e' un altro aspetto poco noto e molto inquietante che dovrebbe scandalizzare tutti quanti.

Alcuni giorni fa Russia Today ha fatto una inchiesta in cui ha rivelato come moltissimi di coloro che sbarcano in Sicilia vengano costretti a spacciare droga.

A tale proposito la mafia siciliana ha fatto un accordo con un'organizzazione criminale chiamata Black Axe con la quale obbliga tutti gli immigrati nigeriani a spacciare droga per loro e chi si rifiuta viene torturato.

Per Cosa nostra questa collaborazione con Black Axe e' importantissima perche' significa avere manodopera abbondante e a basso costo che la mette a riparo da eventuali arresti visto che per uno che viene arrestato molti altri africani sono pronti a prenderne il posto.

Ma lo spaccio di droga non e' l'unico business che cosa nostra controlla tramite gli immigrati, ricordiamo illegali, nessuno dei quali con diritto di asilo in Europa. come ha ribadito la Ue al termine del vertice voluto oltre tutto dal goveno Gentiloni, svoltosi a Tallinn fra i ministri dell'Interno Ue, avente come tema unicamente la gravissima emergenza-africani in Italia. 

Tornando all'inchiesta, comunque, alcuni operatori dei centri di accoglienza hanno detto ai giornalisti di Russia Today che molte adolescenti nigeriane si prostituiscono regolarmente quando escono dai centri di accoglienza e ovviamente anche in questo caso Cosa nostra guadagna da questa attivita' illecita.

Qui c'e' il link dell'inchiesta fatta da Russia Today, per chi volesse verificarne i contenuti:  https://www.rt.com/news/395150-mafia-migrants-italy-drugs/

Questa storia fa nascere molti interrogativi e saremmo curiosi di sapere se il governo Pd e' al corrente di questa situazione e se intende agire per contrastarla.
Inoltre, ci domandiamo come mai nessun giornalista italiano abbia mai pensato di fare un'inchiesta simile.
Noi abbiamo riportato questo articolo perche' attendiamo risposte in merito.
GIUSEPPE DE SANTIS - Londra

INCHIESTA ESPLOSIVA DI RUSSIA TODAY: PATTO TRA COSA NOSTRA E MAFIA NIGERIANA PER FAR SPACCIARE DROGA AI MIGRANTI




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI DEMOLITO IN DICEMBRE

IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI

giovedì 15 novembre 2018
ROMA - SENATO - Da oggi, è legge. Con 167 voti favorevoli e 49 contrari il Senato ha approvato il Dl Genova in un clima di grande tensione. Con Forza Italia che ha accusato il ministro delle
Continua
 
LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E FRAGILISSIME

LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E

giovedì 15 novembre 2018
BERLINO - Si moltiplicano gli allarmi in Germania per la fragilità delle banche tedesche. Oggi, è l'autorevole quotidiano Handelsblatt a criverne in un lungo articolo di prima
Continua
SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO DI STATO AMERICANO

SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO

mercoledì 14 novembre 2018
La conferenza internazionale di Palermo sulla Libia è stata un grande successo, (a dispetto dell'ostracismo della stampa italiana che lo ha apertamente trascurato -ndr). Gli Stati Uniti hanno
Continua
 
QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN PICCHIATA E PIL -0,2%''

QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN

mercoledì 14 novembre 2018
BERLINO - Sta andando molto peggio di quanto invece aveva previsto il goverrno Merkel per quest'anno. Nel terzo trimestre del 2018, il prodotto interno lordo della Germania ha registrato una
Continua
SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE IN ITALY'' (ADDIO UE)

SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE

mercoledì 14 novembre 2018
Cresce in Italia la diffidenza e il rancore nei confronti dell'Unione europea, con quasi sei italiani su dieci (58%) che si sentono maltrattati dalle politiche comunitarie rispetto agli altri Paesi.
Continua
 
POLIZIA LOCALE DI MILANO SCOPRE DORMITORIO-LAGER (CON 25 AFRICANI DENTRO) IN UN PALAZZO. L'APPARTAMENTO E' DI UN CINESE

POLIZIA LOCALE DI MILANO SCOPRE DORMITORIO-LAGER (CON 25 AFRICANI DENTRO) IN UN PALAZZO.

martedì 13 novembre 2018
MILANO - Venticinque letti ammassati in un quadrilocale dalle pessime condizioni igieniche che ospitava migranti, molti clandestini in Italia. .È quanto trovato gli agenti del Nucleo reati
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
VERTICE UE SUI MIGRANTI A TALLIN, ITALIA PRESA CALCI: ''ALTRO CHE DISTRIBUIRLI NELLA UE, VANNO TUTTI RIMPATRIATI''

VERTICE UE SUI MIGRANTI A TALLIN, ITALIA PRESA CALCI: ''ALTRO CHE DISTRIBUIRLI NELLA UE, VANNO
Continua

 
DECAPITATA LA STATUA IN MEMORIA DEL GIUDICE GIOVANNI FALCONE.

DECAPITATA LA STATUA IN MEMORIA DEL GIUDICE GIOVANNI FALCONE.


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!