69.433.230
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

RENZI HA FATTO LIEVITARE IL DEBITO PUBBLICO ITALIANO DI 147,7 MILIARDI DI EURO E IL DEFICIT E' CRESCIUTO DEL 12,6%

giovedì 29 giugno 2017

A sentire il mantra del segretario del pd, Matteo Renzi e del fido scudiero Padoan, l’Italia è un paese sano, con un debito pubblico domato ed ottime prospettive di crescita, proprio come la folgorante vittoria dello stesso partito alle ultime amministrative, secondo Renzi. Come dite? Veramente il pd le elezioni le ha perse? Sì, avete ragione, così come il pd, i conti pubblici, li ha devastati. Non ci credete? Bene, date un’occhiata a questa semplice tabellina:

Anno

Debito pubblico

PIL

Rapp. Debito/PIL

2011

1.897.179

1.580.220

120%

2012

1.989.432

1.567.010

126,9%

2013

2.070.180

1.604.599

129%

2014

2.137.240

1.621.827

131,8%

2015

2.172.850

1.645.439

132,1%

2016

2.217.909

1.672.438

132,6%

2017

2.270,400

Non disponibile

---

 

Come vedete, dal 2011 ad oggi il debito pubblico è cresciuto “solo” di 373,221 miliardi di euro, ovvero 722.656.626.000 miliardi di vecchie lire ed il rapporto debito/pil è lievitato di un’inezia: 12,6 punti percentuali! Roba da far tremare le vene ai polsi.

Un conflitto mondiale, probabilmente, avrebbe provocato un disastro inferiore, soprattutto perché questa crescita smisurata è stata unita ad un aumento altrettanto folle della pressione fiscale e dei tagli ai servizi ai cittadini (che è un aumento di tassazione mascherato).

Matteo, esci dal fantabosco”. Rubiamo una battuta di Maurizio Crozza per ricondurre il guitto fiorentino con i piedi per terra: durante il suo governo (2014-2016) il debito pubblico è cresciuto di ben 147,729 miliardi di euro. Alla faccia del risanamento da lui tanto sbandierato. Fosse stato amministratore delegato di un’azienda privata, probabilmente non sarebbe arrivato alla fine del primo anno, con risultati così disastrosi.

Tuttavia è l’insieme dei tre governi targati pd, Letta – Renzi – Gentiloni, ad essere tragico per il nostro paese, unito a quello del tecnocrate Monti. Il tutto per ubbidire ai ricatti ed alle imposizioni della ue in salsa germanica. L’italico stivale è la prova provata che le teorie neoliberiste non funzionano. L’austerità non porta alcuna crescita, ma solo ulteriori buchi nei conti dello stato e distruzione del benessere dei cittadini.

Provate ad immaginare cosa accadrà quando la BCE verrà gestita dal germanico presidente della Bundesbank, che non vede l’ora di alzare i tassi d’interesse e sospendere il QE: per l’Italia sarà il collasso, con una mega patrimoniale sui beni dei cittadini e la distruzione del sistema sociale e questo a causa delle dissennate politiche di questi quattro primi ministri che sono riusciti a gettare al vento il treno della ripresa economica mondiale.

Per salvare il paese occorre una terapia d’urto: taglio delle tasse, politica salariale volta ad aumentare il potere d’acquisto dei lavoratori, dazi e penalizzazione alle aziende che intendono delocalizzare (se ti abbasso le tasse, tu DEVI produrre in Italia), taglio di tutte le spese per i sedicenti “rifugiati” e tutela delle famiglie italiane. Tutte cose di buon senso, ma che un governo pd, con il suo segretario troppo impegnato a farsi selfie ed a vivere in una realtà tutta sua, non sarà mai in grado di fare.

Tutte politiche che richiedono un governo forte, autorevole, con la voglia di sbattere i pugni sul tavolo degli oligarchi ue, senza aver paura di scelte radicali, come quelle compiuti dagli inglesi con la Brexit e dagli americani con la presidenza Trump. Un governo scelto dai cittadini, con programmi ed alleanze chiari ed annunciati prima del voto e non frutto di accordi ed inciuci sottobanco dopo, come il guitto fiorentino ed il pensionato di Arcore, entrambi giunti al capolinea della loro esperienza politica, sognano.

L’Italia si merita di risorgere, ed un governo pd o uno renzi-berlusconi, non sarà certamente in grado di farlo. Ma siamo convinti che in ogni caso non ci sarà. 

Luca Campolongo

 

Fonti:

http://www.dt.tesoro.it/it/_service/result.ht


RENZI HA FATTO LIEVITARE IL DEBITO PUBBLICO ITALIANO DI 147,7 MILIARDI DI EURO E IL DEFICIT E' CRESCIUTO DEL 12,6%


Cerca tra gli articoli che parlano di:

RENZI   GOVERNO   ITALIA   DEBITO   PUBBLICO   PD   DISASTRO   BANCAROTTA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA UE DA' IL PERMESSO DI IMPORTAZIONE A DAZIO ZERO DI 80.000 TONNELLATE DI RISO VIETNAMITA COLTIVATO SFRUTTANDO BAMBINI

LA UE DA' IL PERMESSO DI IMPORTAZIONE A DAZIO ZERO DI 80.000 TONNELLATE DI RISO VIETNAMITA

martedì 25 giugno 2019
Con l'accordo di libero scambio con il Vietnam che sara' firmato ad Hanoi il prossimo 30 giugno, l'Unione Europea da' il via libera all'ingresso a dazio zero di 80 mila tonnellate di riso lavorato,
Continua
 
ENORME SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: LE OLIMPIADI INVERNALI 2026 SONO STATE ASSEGNATE ALL'ITALIA! IL PAESE C'E'!

ENORME SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: LE OLIMPIADI INVERNALI 2026 SONO STATE ASSEGNATE ALL'ITALIA!

lunedì 24 giugno 2019
La combinazione tra dinamismo della metropoli e fascino delle Dolomiti e' una delle chiavi che hanno aperto la porta del successo alla candidatura Milano-Cortina per le Olimpiadi e le Paralimpiadi
Continua
ARTICOLO ESPLOSIVO DEL DAILY MAIL SUL PIANO DI SOROS PER AGGREDIRE LE DEMOCRAZIE EUROPEE (STAMPA ITALIANA CENSURA)

ARTICOLO ESPLOSIVO DEL DAILY MAIL SUL PIANO DI SOROS PER AGGREDIRE LE DEMOCRAZIE EUROPEE (STAMPA

lunedì 24 giugno 2019
LONDRA - Quando alcuni giorni fa Giorgia Meloni ha dichiarato che George Soros vuole distruggere l'Occidente tramite l'invasione di immigrati, molti a sinistra l'hanno criticata ma la verita' e' che
Continua
 
INCHIESTA /  IL TAGLIO RADICALE DELLE TASSE NON AUMENTERA' IL DEBITO PUBBLICO, LO FARA' DIMINUIRE: LA CURVA DI LAFFER

INCHIESTA / IL TAGLIO RADICALE DELLE TASSE NON AUMENTERA' IL DEBITO PUBBLICO, LO FARA' DIMINUIRE:

lunedì 24 giugno 2019
Mentre gli oligarchi dell’uscente commissione ue sono presi dai loro ultimi, inutili e spregevoli rantoli contro l’Italia minacciando una procedura d’infrazione che non spaventa
Continua
MATTEO SALVINI INCONTRA LUCA ZAIA: ''SULL'AUTONOMIA INDIETRO NON SI TORNA''. L'ARGOMENTO ARRIVA AL CONSIGLIO DEI MINISTRI

MATTEO SALVINI INCONTRA LUCA ZAIA: ''SULL'AUTONOMIA INDIETRO NON SI TORNA''. L'ARGOMENTO ARRIVA AL

giovedì 20 giugno 2019
"Incontro di lavoro al Ministero con l'amico Luca Zaia: lavoro, infrastrutture, autonomia, sviluppo, Olimpiadi, futuro. Indietro non si torna!". Lo scrive sui social il vicepremier e ministro
Continua
 
REGIONE LOMBARDIA APPROVA E RENDE SUBITO ESECUTIVO IL NUOVO ''PATTO DI INTEGRITA''' DECISIVO PER LA LOTTA ALLA CORRUZIONE

REGIONE LOMBARDIA APPROVA E RENDE SUBITO ESECUTIVO IL NUOVO ''PATTO DI INTEGRITA''' DECISIVO PER LA

giovedì 20 giugno 2019
MILANO - Lealta', trasparenza e correttezza, oltre all'impegno a non offrire, accettare o chiedere somme di denaro o altre ricompense, vantaggi e benefici. Sono gli impegni che devono assumersi i
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SIAMO OLTRE OGNI LIMITE: 8.500 AFRICANI IN ARRIVO IN ITALIA CON LE NAVI ONG NELLE PROSSIME 24 ORE: IL PD UCCIDE L'ITALIA

SIAMO OLTRE OGNI LIMITE: 8.500 AFRICANI IN ARRIVO IN ITALIA CON LE NAVI ONG NELLE PROSSIME 24 ORE:
Continua

 
GOVERNO PD ISOLA L'ITALIA DALL'EUROPA: AUSTRIA SCHIERA CARRI ARMATI, FRANCIA E SPAGNA CHIUDONO I PORTI: NO AFRICANI!

GOVERNO PD ISOLA L'ITALIA DALL'EUROPA: AUSTRIA SCHIERA CARRI ARMATI, FRANCIA E SPAGNA CHIUDONO I
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!