76.623.202
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DECAPITATO L'ISIS A MOSUL, CONQUISTATA LA GRANDE MOSCHEA DOVE AL BAGHDADI PROCLAMO' LA ''NASCITA'' DELLO STATO ISLAMICO

giovedì 29 giugno 2017

MOSUL - L'esercito iracheno ha preso il controllo di cio' che rimane della moschea di al Nuri, nella citta' vecchia di Mosul. Lo ha annunciato oggi il comandante Abdul Amir Rashid Yarallah, capo delle forze terrestri, precisando che le unita' antiterrorismo hanno liberato tutta l'area della moschea di al Nuri, quella di al Hadba e la zona commerciale di Sarjkhanah. Le forze della polizia federale invece hanno liberato la moschea di al Karar, nella citta' vecchia di Mosul, dove hanno issato la bandiera nazionale. 

Il premier iracheno, Haider al Abadi, in qualita' di comandante in capo delle forze armate, ha ordinato ai vertici militari di liberare Mosul e di porre fine alla battaglia nel piu' breve tempo possibile. In un comunicato emesso ieri sera, Abadi ha riferito di aver verificato sul terreno gli sviluppi dell'operazione in corso nella parte occidentale di Mosul, chiedendo che sia completata al piu' presto. Il comandante della polizia federale, generale Raed Shaker Jawdat, ha detto oggi che le sue forze hanno circondato i miliziani dello Stato islamico (Is) nell'ultima piazza rimasta a sud della citta' vecchia e a 200 metri dalle postazioni ancora in mano al gruppo jihadista nell'area di Sarjkhana. Jawdat ha aggiunto che le unita' della terza divisione si sono avvicinate al complesso commerciale di Sarjkhana e nelle ultime 24 ore hanno distrutto un'autobomba e 34 ordigni esplosivi, 5 postazioni difensive e uccidendo 82 miliziani dell'Is, inclusi 2 cecchini e una fabbrica per la produzione di razzi e armi anticarro. Nelle ultime 24 ore le forze di polizia hanno evacuato 37 civili, donne e bambini, che erano rimasti intrappolati nella zona di Bab al Jadid, sempre nella citta' vecchia.

Le forze armate irachene hanno liberato ieri due nuove aree nella citta' vecchia di Mosul, quartiere ancora parzialmente sotto il controllo dello Stato islamico, i cui terroristi superstiti sono ora asserragliati in un'area di circa 800 metri. Le aree liberate sono Hazrat al Sada e al Ahmadiyya. Nei giorni precedenti, le forze di sicurezza irachene hanno liberato dal giogo dell'Is la zona di Al Faruq, all'interno del quartiere della citta' vecchia di Mosul, a ovest del fiume Tigri che divide in due la metropoli dell'Iraq settentrionale. Secondo quanto riferito dal comandante dell'operazione "Ninive stiamo arrivando", il generale Abdul Amir Rashid Yaar Allah, l'esercito iracheno e' riuscito nella notte ad occupare il quartiere al Shifa dopo violenti scontri che hanno visto centinaia di profughi fuggire dal centro della citta' irachena.

Il capo delle forze di intervento rapido dell'esercito iracheno, generale Thamer al Hussein, ha spiegato all'emittente televisiva "al Jazeera" che "abbiamo conquistato tutto il quartiere di al Shifa che collega la citta' vecchia con la periferia nord. Lo Stato islamico si e' difeso con forza nel complesso ospedaliero cosi' come ha fatto nella citta' vecchia asserragliando i suoi uomini negli edifici. Al momento controlliamo il 60 per cento del complesso ospedaliero". Altre fonti riferiscono che i jihadisti controllano ormai solo una piccola parte del centro antico di Mosul. 

Centinaia di terroristi uccisi, sia arabi che occidentali, 2.352 chilometri quadrati di territorio riconquistato, 188 aree liberate, tra cui 46 obiettivi vitali, 20 mila famiglie salvate dallo Stato islamico (Is) e 133 mila kit alimentari consegnati: sono alcuni numeri dell'operazione militare lanciata nell'ottobre 2016 per liberare Mosul, seconda citta' irachena, come riferito dal comandante della polizia federale irachena due giorni fa. Otto mesi di feroci combattimenti hanno portato alla distruzione di 1.139 veicoli-bomba, 601 motociclette, 22 barche, 1.400 armi, 49 droni, 26 tunnel, 12 impianti di produzione di razzi, 361 cinghie esplosive e 2.111 trappole e mine terrestri. Jawdat ha detto che le forze speciali della polizia federale sono entrate nella via Al Faruq nel centro della citta' vecchia di Mosul, ultimo lembo di territorio ancora in mano all'Is. Secondo il comandante della polizia, mancano solo 800 metri quadrati per liberare l'intera area e dichiarare la vittoria finale sullo Stato islamico. 

Le forze di sicurezza irachene hanno ucciso la scorsa settimana l'esperto di esplosivi dello Stato islamico, Abu Farkan Al Mousse, insieme ad altri 15 combattenti del gruppo jihadista durante l'avanzata nell'area di Al Shifa, all'interno della cittadella di Mosul, situata sulla sponda occidentale del fiume Tigri che divide in due la seconda citta' dell'Iraq. Intanto il premier iracheno, Haider al Abadi, ha riferito che la distruzione della moschea di al Nuri, simbolo dell'autoproclamato califfato dello Stato islamico andato distrutto il 21 giugno scorso, e' "l'annuncio ufficiale" della sconfitta militare del gruppo terroristico. Le immagini satellitari che circolano su Twitter mostrano la moschea ridotta a un cumulo di macerie. La notizia e' stata confermata anche dalla coalizione internazionale a guida Usa contro lo Stato islamico. "Non e' stato un raid della coalizione (a distruggere la moschea). Non abbiamo colpito in quell'area", riferisce il comando centrale Usa. Il generale Joseph Martin, comandante della componente terrestre della task force congiunta dell'operazione Inherent Resolve, ha riferito che e' stato lo Stato islamico a distruggere la moschea, uno dei "grandi tesori" dell'Iraq.

Dal pulpito di quella moschea, nel luglio del 2014 Abu Bakr al Baghdadi (di cui ancora non e' stata confermata la morte) si autoproclamo' califfo dello Stato islamico e leader della Umma, la comunita' dei fedeli musulmani. "E' un crimine contro la popolazione di Mosul e tutto l'Iraq, e' un esempio di come questa brutale organizzazione debba essere annientata - ha detto Martin -. La responsabilita' di questa devastazione e' da ascrivere allo Stato islamico e continueremo a sostenere i nostri partner iracheni finche' non avranno portato questi terroristi davanti alla giustizia. Tuttavia, la battaglia per la liberazione di Mosul non e' terminata e rimaniamo impegnati nel sostegno alla coalizione per raggiungere questo obiettivo". 


DECAPITATO L'ISIS A MOSUL, CONQUISTATA LA GRANDE MOSCHEA DOVE AL BAGHDADI PROCLAMO' LA ''NASCITA'' DELLO STATO ISLAMICO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MOSUL   MOSCHEA   ISIS   AL   BAGHDADI   CROLLATO   CONQUISTATA   IRAQ   CAPITALE   STATO   ISLAMICO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA ITALIANA LA CENSURA

LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA

lunedì 25 maggio 2020
  LONDRA - Alcuni giorni fa, in molti sono rimasti sorpresi dal fatto che George Soros si sia mostrato preoccupato per il fatto che l'Italia potrebbe presto uscire dall'Unione Europea e come
Continua
 
CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID. CONSEGNE A SETTEMBRE

CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID.

giovedì 21 maggio 2020
LONDRA - Ci siamo, il vaccino è pronto e la produzione su scala planetaria è al via. La multinazionale Astrazeneca ha concluso i primi accordi per la produzione di almeno 400 milioni di
Continua
GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA: GLOBALIZZAZIONE ADDIO

GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA:

martedì 12 maggio 2020
La battaglia intrapresa dal Giappone contro il coronavirus ha acceso a Tokyo un campanello d'allarme in merito alla dipendenza del sistema paese dalle catene di fornitura della Cina. Gia' da alcuni
Continua
 
COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E ADESSO VUOLE IL MES

COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E

lunedì 11 maggio 2020
Mentre l’Italia prova a ripartire con la Fase2, riprendiamo i nostri interventi e lo facciamo analizzando cosa ha fatto o meglio, cosa non ha fatto il governo pentapiddino per tenere a galla
Continua
IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA DALLE BANCHE PER CREDITO

IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA

martedì 5 maggio 2020
Ricavi quasi dimezzati nel 2020 con il turismo che prevede una contrazione del 66,3%, giudizi in grande prevalenza negativi sui provvedimenti finora adottati dal governo per contrastare la crisi
Continua
 
RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO CHIAVI NEGOZI A SALA!

RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO

mercoledì 29 aprile 2020
MILANO - Regole chiare su come riaprire. Questo chiedono, oltre alla riduzione delle tasse locali, i commercianti milanesi. Tremila di loro, per lo piu' titolari di bar, ristoranti e gelaterie, ma
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
A BERLINO MANIFESTAZIONE CONTRO L'ISLAMIZZAZIONE DELLA GERMANIA E DELL'EUROPA, MENTRE IN ITALIA IL PD E' FILOISLAMICO

A BERLINO MANIFESTAZIONE CONTRO L'ISLAMIZZAZIONE DELLA GERMANIA E DELL'EUROPA, MENTRE IN ITALIA IL
Continua

 
LA CNN FABBRICA NOTIZIE FALSE PER SCREDITARE IL PRESIDENTE TRUMP: SCOPERTO IL GIOCO SPORCO SULLA BUFALA ''RUSSIAGATE''

LA CNN FABBRICA NOTIZIE FALSE PER SCREDITARE IL PRESIDENTE TRUMP: SCOPERTO IL GIOCO SPORCO SULLA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

FONTANA:ZERO DECESSI IN LOMBARDIA E' DATO POSITIVO MA NON

25 maggio - MILANO - ''La cosa che mi rasserena e' il numero dei nuovi contagiati
Continua

L'ACQUISTO DI BTP ''ITALIA'' DEDICATI AI RISPARMIATORI PRIVATI HA

19 maggio - Gli ordini del retail per il nuovo BTp Italia hanno superato i 4
Continua

SALVINI: 120 NAZIONI DEL MONDO CHIEDONO SPIEGAZIONI ALLA CINA, E

19 maggio - ''Ci sono 120 paesi al mondo, in tutto il mondo, in tutti i continenti,
Continua

FONTANA: D'ACCORDO CON ZAIA, ABBIAMO DOVUTO FARE DA SOLI CONTRO IL

19 maggio - MILANO - Il governatore lombardo Attilio Fontana, in collegamento su Rai
Continua

IERI VENDUTI 4 MILIARDI DI BTP ''ITALIA'' AI RISPARMIATORI OGGI 1

19 maggio - MILANO - Parte forte anche la seconda giornata di collocamento, sempre
Continua

SALVINI: AVEVO RAGIONE, ALTRO CHE MES, BOOM ACQUISTI DEGLI ITALIANI

18 maggio - Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta la partenza ''a razzo''
Continua

TOTI: LIGURIA NON HA MAI CHIUSO, ADESSO RIAPRIRE I CONFINI

18 maggio - GENOVA - ''La Liguria non ha mai chiuso: i suoi porti hanno sempre
Continua

PERQUISIZIONI IN CORSO DEL ROS DEI CARABINIERI NELLA SEDE ONLUS

15 maggio - FANO - Perquisizioni in corso, da questa mattina, da parte dei
Continua

DIMISSIONI A CATENA AL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA: TUTTA GENTE DI

15 maggio - ''Prima le dimissioni di Basentini, capo del Dap, ora quelle di Baldi,
Continua

FONTANA: TEST SIEROLOGICI INUTILI PER SINGOLI, SONO TEST

15 maggio - MILANO. ''I test sierologici sono inutili per cittadini singoli che non
Continua

GOVERNATORE FONTANA: MES? E' PERICOLO ESTREMO, STESSI SOLDI IN

15 maggio - MILANO - ''La vedo come una situazione di estremo pericolo perche' le
Continua

IN GERMANIA IERI 101 MORTI DA COVID 913 NUOVI CONTAGIATI

15 maggio - BERLINO - I casi di coronavirus in Germania sono saliti a 173.152
Continua

IN GERMANIA DIMINUISCONO I MORTI DA COVID MA AUMENTANO I CONTAGI

14 maggio - BERLINO - La Germania registra 89 decessi per Covid-19 nelle ultime 24
Continua

QUESTO E' IL MOMENTO DI FARE LA FLAT TAX PER SALVARE L'ITALIA

14 maggio - ''La proposta di taglio fiscale l'abbiamo messa nelle mani del governo,
Continua

BANKITALIA: L'IMPATTO DEL CORONAVIRUS SULL'ECONOMIA SARA' ENORME

12 maggio - ROMA - ''I dati disponibili sulla fiducia e le aspettative di famiglie e
Continua

RIPRENDONO A CRESCERE I CASI DI COVID IN GERMANIA: DA 357 A 933 IN

12 maggio - BERLINO - Crescono i casi ed i decessi per coronavirus in Germania.
Continua

GERMANIA: SALE ANCORA LEGGERMENTE L'INDICE DI CONTAGIO, ADESSO R0 =

11 maggio - BERLINO - In Germania il tasso di riproduzione del contagio da
Continua

TOTI: LA DISOCCUPAZIONE POTREBBE RADDOPPIARE, ECONOMIA DEVE

11 maggio - GENOVA - ''La produzione industriale e' crollata del 30%. Turismo e
Continua

UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI: DATI ISTAT MOSTRANO UN DISASTRO

11 maggio - Secondo i dati resi noti oggi dall'Istat, la produzione industriale a
Continua

SALVINI: ACCETTARE IL MES E' UN PERICOLO PER L'ITALIA

11 maggio - ''L'Europa può e deve continuare ad essere casa nostra però è
Continua
Precedenti »