47.214.812
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INCHIESTA / ABBIAMO CALCOLATO COSA POTREBBE FARE DI DIVERSO LO STATO CON I 4,6MLD DI EURO CHE SPENDE PER GLI AFRICANI

martedì 2 maggio 2017

Per il 2017, il governo italiano ha deciso di stanziare 4.600.000.000 (4,6 miliardi) di euro o, se preferite 8.906.842.000.000 (8.900 miliardi) di vecchie lire per l’accoglienza dei sedicenti “profughi” provenienti dall’Africa. Parliamo di sedicenti profughi in quanto sono gli stessi dati del ministero degli interni che denotano che la stragrande maggioranza di questi, non ha alcun requisito per essere definita tale e dovrebbe semplicemente essere espulsa o, meglio ancora, respinta prima ancora di mettere piede sul nostro territorio.

Sorvoliamo anche sul fatto che per questo atto di generosità “pelosa”, il governo abbia deciso di mettere le mani nelle tasche degli italiani per rispettare i sacri (per i sacerdoti del rapporto di cambi fissi spacciato per moneta unica) vincoli di bilancio imposti dalla ue e concentriamoci su un aspetto troppo spesso trascurato: con questi 8.900 miliardi di vecchie lire, cosa avrebbe potuto fare il governo per i cittadini italiani?

Abbiamo preso a riferimento i costi parametri della regione veneto per i lavori pubblici: la tabella fa riferimento a valori del 2012 e, per maggiore correttezza, li abbiamo aumentati del 10% tenendo conto dell’andamento dell’inflazione. Questi sono i risultati emersi:

- 70 km di viadotti autostradali a due corsie di marcia e corsia di emergenza, oppure

- 313 km di viadotti stradali normali, oppure

- 803 km di autostrade oppure

- 8.026 km di strade normali

Stiamo parlando di realizzazioni ex novo, non di manutenzioni, le quali consentirebbero la messa in sicurezza di tratte ben maggiori! Naturalmente queste opere richiederebbero mano d’opera e quindi lavoratori, probabilmente italiani, che darebbero un futuro alle loro famiglie e metterebbero in moto l’economia del paese, facendo diminuire la disoccupazione e crescere il PIL.

Se qualcuno ritiene che ci siano troppe strade, con i soliti 4,6 miliardi di euro potremmo ottenere 3.526.000 metri quadri di appartamenti popolari per le famiglie italiane bisognose, pari a circa 35.260 abitazioni da 100 metri quadri l’una!

Penso che siano numeri che rendono bene l’idea di come questi miliardi potrebbero dare un po’ di sollievo concreto ai cittadini italiani, massacrati da una tassazione indegna di un paese civile e che vedono i servizi erogati dallo stato nei loro confronti ridursi ogni giorno di più in nome di una “solidarietà” di un principio di “accoglienza” che va a vantaggio dei soliti noti, come ormai alcune procure stanno sempre più adombrando.

Questi 4,6 miliardi di euro o, 8.906.842.000.000 di vecchie lire dati ai sedicenti “profughi” sono un lusso che il nostro stato non può permettersi di spendere, soprattutto perché la stragrande maggioranza di questi non ne ha alcun diritto e va a togliere risorse a chi, invece, ne avrebbe realmente bisogno. Pensate, ad esempio che un intervento fondamentale per gli anziani come la cataratta, è divenuto a pagamento!

Un’ultima annotazione: aiutare questi presunti “profughi” a casa loro, costerebbe decisamente meno, ma certi business non sarebbero più praticabili dalle varie associazioni “umanitarie” il cui primo scopo è garantire un lauto stipendio ai propri funzionari e poi lasciare le briciole ai bisognosi.

Cosa diceva Maria Antonietta? “Se il popolo non ha pane, mangi le brioches” Non siamo molto lontani da quella situazione e tutti sappiamo com’è finita. Forse sarebbe il caso, prima che la situazione oltrepassi il punto di non ritorno, che le élites finanziarie che sognano mano d’opera a basso costo ed una massa di disperati da governare dall’alto e magari da “terminare” con un’iniezione appena raggiunta l’età pensionabile o in caso di malattia, si fermassero in tempo. Nessuno potrà dirsi realmente al sicuro, quando i cittadini si saranno definitivamente stancati della situazione.

Luca Campolongo

Fonti:

http://www.zeneconomy.it/africa-lo-spreco-degli-aiuti-l80-non-serve-alla-crescita/

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/ticket-sanitari-in-arrivo-altre-spese-24-prestazioni-non-sono-piu-gratuite_1203117_11/

https://www.regione.veneto.it/web/lavori-pubblici/prezzario-regionale


INCHIESTA / ABBIAMO CALCOLATO COSA POTREBBE FARE DI DIVERSO LO STATO CON I 4,6MLD DI EURO CHE SPENDE PER GLI AFRICANI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

SPESA   AFRI ANI   BILANCIO   STATOM   CAE   POPOLARI   STRADE   AUTOSTRADE   VIADOTTI   PONTI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA' L'INVASIONE DELL'ITALIA

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA'

lunedì 22 maggio 2017
LONDRA - Tutto coloro che sono nauseati dall'arrivo di finti rifugiati sulle coste italiane trasportati dalla LIbia da una sorta di "agenzia viaggi" per metà formata dalla mafie islamiche sul
Continua
 
CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE DALLO STATO NEL 2016

CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE

sabato 20 maggio 2017
La gravissima mancanza di liquidità, ovvero di denaro,  i ritardi burocratici, l'inefficienza di molte amministrazioni a emettere in tempi ragionevolmente brevi i certificati di pagamento
Continua
SCIENZA / RICERCATORI UNIVERSITA' DI PADOVA INVENTANO TECNICA PER SCOPRIRE LE BUGIE ATTRAVERSO L'USO DEL MOUSE

SCIENZA / RICERCATORI UNIVERSITA' DI PADOVA INVENTANO TECNICA PER SCOPRIRE LE BUGIE ATTRAVERSO

venerdì 19 maggio 2017
PADOVA - Ricercatori dell'Università di Padova hanno messo a punto una tecnica che, analizzando le traiettorie percorse dal mouse, è in grado di indicare se chi è al computer
Continua
 
SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI HOLLANDE E SARKOZY

SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI

venerdì 19 maggio 2017
PARIGI - Contrariamente alla tradizione, il neo presidente Emmanuel Macron ed il suo primo ministro Edouard Philippe non godranno di un periodo di "luna di miele" presso l'opinione pubblica francese:
Continua
SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E' RIMASTO CONTRARIO

SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E'

giovedì 18 maggio 2017
LONDRA - E' passato quasi un anno da quando il 52% dei cittadini britannici ha votato per far uscire la Gran Bretagna dalla UE, ma sarebbe un grave errore pensare che molti si siano pentiti di aver
Continua
 
ANCHE IL NUOVO MINISTRO DELL'ECONOMIA DI MACRON ''TIENE FAMIGLIA'' (HA ASSUNTO LA MOGLIE IN PARLAMENTO COME FECE FILLON)

ANCHE IL NUOVO MINISTRO DELL'ECONOMIA DI MACRON ''TIENE FAMIGLIA'' (HA ASSUNTO LA MOGLIE IN

mercoledì 17 maggio 2017
Il parlamento francese potrebbe essere soprannominato il club delle mogli. Lo scandalo di François Fillon, che ha ingaggiato la sua sposa Penelope come assistente parlamentare, pagandola circa
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
EMERGENCY PROTESTA PER LE ''IGNOBILI POLEMICHE'' SULLE ONG (LEI INCLUSA). MA I SUOI FINANZIAMENTI ISLAMICI DAL SUDAN?

EMERGENCY PROTESTA PER LE ''IGNOBILI POLEMICHE'' SULLE ONG (LEI INCLUSA). MA I SUOI FINANZIAMENTI
Continua

 
IL PIROETTONE DEL BISCHERO.

IL PIROETTONE DEL BISCHERO.


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!