50.887.993
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

lunedì 24 aprile 2017

LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato per la sua strada visto che il suo principale obiettivo e' quello di tutelare gli interessi dei suoi cittadini.

Ebbene nei giorni scorsi e' emerso che anche la Polonia sta considerando di seguire l'esempio ungherese e creare aree vicino ai suoi confini dove detenere immigrati e richiedenti asilo.

Nonostante abbia ricevuto soltanto 25mila domande tra il 2015 e il 2016 il governo polacco sta pensando di rinchiudere chiunque arrivi in Polonia illegalmente in aree speciali dotate di container e circondate da filo spinato per tutto il periodo in cui le domande di asilo non vengono esaminate.

I ministri hanno dichiarato che tali campi verranno usati solo se c'e' una crisi migratoria che potrebbe avvenire nel caso in cui la Turchia decida di abbandonare la sua promessa di bloccare il flusso di immigrati e inoltre hanno sottolineato che campi simili esistono in Francia e Germania e comunque non rimarrebbero per piu' di un mese.

Questo piano e' molto popolare tra i cittadini polacchi, infatti in un recente sondaggio il 74% di essi ha dichiarato di essere contrario all'arrivo di nuovi immigrati, ma le varie organizzazioni umanitarie hanno usato parole pesanti per criticare questa iniziativa.

Per quanto riguarda l'Unione Europea il responsabile per l'immigrazione Dimitris Avramopoulos ha dichiarato che la UE invece di vietare questi campi inviera' ispettori per garantire il rispetto dei diritti umani dei richiedenti asilo.

Tale posizione morbida nasce dal fatto che al momento Polonia e UE stanno lottando su diversi campi e visto che la UE non puo' affrontare tante guerre diplomatiche contemporaneamente ecco che sulla questione dei campi non fara' che assecondare i desideri del governo polacco.

Certo che Polonia e Ungheria non vogliono essere invasi e quindi non deve sorprendere che, al contrario dell'Italia, vogliano usare la linea dura per proteggere i loro confini e non sorprende neanche che questa notizia, riportata dal Daily Express, sia stata censurata in Italia perche' darebbe parecchio fastidio a tutte le coop che si stanno arricchendo con questi sbarchi.

Noi ovviamente non ci stiamo e abbiamo riportato questa storia perche' vogliamo che l'italia prenda esempio da questi due paesi.

 

GIUSEPPE DE SANTIS


PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

POLONIA   MIGRANTI   INVASIONE   UNGHERIA   FRONTIERA   UE   AVAMOPOULOS   ITALIA   AFRICANI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
GOVERNO POLACCO: ''LE ENCLAVI MUSULMANE IN EUROPA AGISCONO DA BASI DI SUPPORTO PER I TERRORISTI ISLAMICI''

GOVERNO POLACCO: ''LE ENCLAVI MUSULMANE IN EUROPA AGISCONO DA BASI DI SUPPORTO PER I TERRORISTI

martedì 22 agosto 2017
LONDRA -  "E' ora che l'Europa si svegli e riconosca il problema dello scontro di civilta' causato dal fatto che enclavi musulmane agiscono da basi di supporto per i terroristi". Questa frase
Continua
 
DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI ITALIANI'' L'AMATA UE

DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI

domenica 20 agosto 2017
Siete ancora in vacanza o siete già tornati? Non ci siete andati? Tutto ciò è irrilevante, perchè c'è un gigantesco debito che vi aspetta a settembre sull'uscio di
Continua
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI
Continua

 
FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''174.000 MIGRANTI CRIMINALI: STUPRI DI GRUPPO +106% OMICIDI +14% 193.000 REATI VIOLENTI''

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''174.000 MIGRANTI CRIMINALI: STUPRI DI GRUPPO +106% OMICIDI +14%
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!