89.364.485
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IN OLANDA SI VOTERA' 15 MARZO: I SONDAGGI DANNO LA DESTRA NAZIONALISTA DI WILDERS INTESTA CON UN'ASCESA IRREFRENABILE

sabato 4 marzo 2017

AMSTERDAM - Alla fine potrebbe uscire dalle urne un governo di grande coalizione, se non addirittura di centrosinistra, una litigiosa e fragile ammucchiata unita solo nell'impedire alla destra nazionalista di governare. Ma intanto la campagna elettorale e' stata fatta sull'agenda politica scritta dalla destra.

L'Olanda, che sostiene di essere il principale laboratorio politico d'Europa, il 15 marzo andra' a eleggere il proprio parlamento in quello che viene considerato il primo test di tre passaggi destinati a disegnare il volto politico dell'Europa entro la fine di settembre. Il secondo sono le presidenziali francesi di aprile e maggio, il terzo le politiche di settembre in Germania. In tutti questi casi l'elemento di novita' e' rappresentato dall'emergere o meno delle forze sovraniste e nazionaliste, rafforzatesi dopo la vittoria degli euroscettici nel Regno Unito in occasione del referendum sulla Brexit e la clamorosa affermazione di Donald Trump negli Stati Uniti.

In realta' l'Olanda non ha fatto da battistrada: prima del Partito della Liberta' che oggi può superare il Partito Conservatore ottenendo la leadership a livello nazionale, l'Europa aveva gia' conosciuto da anni il Front National della famiglia Le Pen ed il Partito Liberale austriaco. Per decenni la politica interna olandese e' stata considerata la piu' noiosa di tutto il Continente. Ma poi e' arrivato l'11 Settembre 2001, e in pochi mesi il paese ha visto l'emergere del primo partito della nuov destra, l'Lpf. Il suo leader, Pim Fortuyn, venne ucciso nove giorni prima delle elezioni del 2002, ma la sua eredita' e' stata idealmente raccolta pochi anni dopo da Geert Wilders, ex esponente dei conservatori convertitosi al nazionalismo.

Dotato di un indubbio fiuto politico, Wilders ha saputo assecondare due dei tre fenomeni che caratterizzano gli orientamenti elettorali in Europa e non solo: l'astensionismo, la montante protesta contro i partiti tradizionali, il crescente consenso verso i nazionalismi.

L'Olanda e' ben lontana dall'astensionismo greco (44 percento) e italiano. Anzi, si prevede per quest'anno l'aumento dell'affluenza alle urne, gia' alta la scorsa tornata, al 75 percento. Per il resto pero' il paese e' all'avanguardia. Fino a tutti gli Anni Ottanta del secolo scorso la scena e' stata dominata da tre partiti: i democristiani del Cda, i socialdemocratici del Pvda, i conservatori del Vvd. Insieme si dividevano circa l'80 percento dei consensi. La quota era scesa gia' nel 2002 al 60 percento, grazie anche all'ondata di solidarieta' per la destra seguita all'assassinio di Furtuyn.

Ma oggi si stima che i tre partiti messi insieme facciano il 40%, che e' la meta' di trent'anni fa. Il resto e' quasi tutto appannaggio della nuova destra nazionalista di Wilders, che ha saputo giocare la carta del ceto medio impoverito (fatto assolutamente vero e la cui colpa gli olandesi la stanno individuando nell'euro e nelle politiche monetarie della Bce, al punto d'aver costituito una commissione parlamentare d'indagine per stabilire se rimanere nell'euro o uscirne) e della paura altrettanto giustificata dell'immigrazione di musulmani africani, violenti, criminali e molti anche fiancheggiatori del terrorismo islamico.

Messi insieme, i vari partiti di destra - erano più d'uno -  che si contendevano questa fetta dell'elettorato nazionale riuscivano a conquistare, nel 2002, il 20 percento dei voti. Adesso il Pvv di Wilders ha da solo il 30% e potrebbe salire al 40% e oltre.  I sondaggi danno Wilders in vantaggio sui conservatori di Mark Rutte, ma sarà decisivo il distacco tra i due. Se il Pvv otterrà tra il 35 e il 40% formerà un governo da solo. Se vincerà le elezioni senza quella percentuale, gli avversari si uniranno tutti contro e formeranno un governo fragile, contraddittorio e dalla vita breve composto da quattro o cinque partiti.

Una maggioranza eterogenea che pero' potrebbe esserlo molto meno del previsto su un punto: il ritorno dell'ordine in Olanda. Pochi giorni fa Rutte ha scritto una lettera aperta al popolo olandese. Vi si legge: "In questo paese c'e' qualcosa che non va. C'e' chi abusa della liberta' che gli viene riconosciuta per portare scompiglio". Parrebbe una chiamata a non votare per i nazionalisti di Wilders. Ma poi Rutte aggiunge: "portare scompiglio quando e' arrivato nel nostro paese, proprio grazie a quella libertà".

E allora si capisce che, al di la' dell'esito delle urne del prossimo 15 marzo, Wilders ha vinto la battaglia culturale ancor prima della campagna elettorale. E che la sua ascesa, pur essendo stata agli inizi resistibile, adesso comunque vada è irrefrenabile.

Redazione Milano


IN OLANDA SI VOTERA' 15 MARZO: I SONDAGGI DANNO LA DESTRA NAZIONALISTA DI WILDERS INTESTA CON UN'ASCESA IRREFRENABILE




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO TRAVOLGE. NUOVE ELEZIONI

RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO

giovedì 14 gennaio 2021
AMSTERDAM - La coalizione di governo guidata dal premier Mark Rutte si riunira' domani per decidere se rassegnare le dimissioni a fronte delle crescenti polemiche riguardanti il caso di oltre 20mila
Continua
 
LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

martedì 12 gennaio 2021
Il nostro giornale ospita in apertura quanto scrive Matteo Renzi. Alcune delle sue posizioni sono apertamente condivisibili, e non temiamo di dirlo pubblicamente: "Il 22 luglio 2020 Italia Viva
Continua
MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

mercoledì 30 dicembre 2020
''Oltre alle vittime, nel nostro Paese più di 72 mila morti per Covid dall'inizio della pandemia, contiamo 390 mila imprese cancellate e più di 200 mila professionisti che hanno cessato
Continua
 
LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE HA NASCOSTO L'EPIDEMIA

LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE

martedì 29 dicembre 2020
Alla fine, le menzogne del regime comunista cinese vengono a galla.  A Wuhan, la città cinese in cui ha avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid
Continua
AL VIA LE PRIME VACCINAZIONI CONTRO IL COVID ALL'OSPEDALE DI NIGUARDA A MILANO. I VACCINATI STANNO TUTTI BENE.

AL VIA LE PRIME VACCINAZIONI CONTRO IL COVID ALL'OSPEDALE DI NIGUARDA A MILANO. I VACCINATI STANNO

domenica 27 dicembre 2020
MILANO - Sono partite dall'ospedale milanese di Niguarda, dove sono arrivate poco prima delle 8 del mattino, le prime fiale di vaccino anti-covid destinate alla Lombardia. Sono sono state suddivise e
Continua
 
INVECE DI FARE LA ''GUERRA SANTA'' ALLA REGIONE, LA GIUNTA DI MILANO E IL SINDACO LAVORINO!  (FUCILATA DI ASSOIMPREDIL)

INVECE DI FARE LA ''GUERRA SANTA'' ALLA REGIONE, LA GIUNTA DI MILANO E IL SINDACO LAVORINO!

giovedì 24 settembre 2020
MILANO - "L'invito rivolto dall'Assessore Maran al Consiglio Comunale di Milano a fare la guerra santa contro la Regione Lombardia, approvando provvedimenti che blocchino gli effetti della legge
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
INCHIESTA / IL FRONT NATIONAL PRIMO PARTITO TRA I GIOVANI FRANCESI, QUASI UNO SU DUE VOTERA' PER MARINE LE PEN

INCHIESTA / IL FRONT NATIONAL PRIMO PARTITO TRA I GIOVANI FRANCESI, QUASI UNO SU DUE VOTERA' PER
Continua

 
WALL STREET JOURNAL: ''APPENA LA BCE TERMIERA' IL QUANTITATIVE EASING, LA ZONA EURO IMPLODERA''' (A PARTIRE DALL'ITALIA)

WALL STREET JOURNAL: ''APPENA LA BCE TERMIERA' IL QUANTITATIVE EASING, LA ZONA EURO IMPLODERA''' (A
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

UDC: NO UNANIME ALLA FIDUCIA A CONTE AL SENATO

18 gennaio - ''La segreteria nazionale Udc, che si e' riunita nel pomeriggio, alla
Continua

AL CENTRODESTRA NON FU PERMESSO DA MATTARELLA FORMARE UN GOVERNO DI

18 gennaio - “Governo di minoranza accettabile? No, nel 2018 non fu permesso a
Continua

VERTICE DEL CENTRODESTRA ALLA CAMERA

18 gennaio - E' in corso a Montecitorio, il vertice del centrodestra per fare il
Continua

MATTEO SALVINI: ''CREDONO DI RISOLVERE QUESTA CRISI AFFIDANDOSI A

18 gennaio - Matteo Salvini: ''Renzi l'ha fatto nascere questo governo e adesso dopo
Continua

NEL 2020 ITALIA IN DEFLAZIONE E' LA TERZA VOLTA DAL 1954 (ALTRE DUE

18 gennaio - ''Nel 2020, la diminuzione dei prezzi al consumo in media d'anno (-0,2%)
Continua

TOTI: SE INVECE DEL CSX FOSSE STATO IL CDX A COMPORTARSI COSI' COME

18 gennaio - ''Vorrei capire cosa sarebbe successo se il centrodestra avesse dato
Continua

ARRIVA SAVIANO E PIERLUIGI BATTISTA LASCIA IL CORRIERE DELLA SERA

18 gennaio - ''Qui cane Enzo sta cercando le parole per dirci che si, dal 31 gennaio
Continua

SALVINI: SE CONTE NON HA IN NUMERI, DUE STRADE: VOTO O GOVERNO DI

18 gennaio - ''Oggi il problema per molte famiglie e' la salute con i vaccini che
Continua

FRANCESCHINI: ''NON BISOGNA VERGOGNARSI DI CERCARE VOTI IN AULA''

14 gennaio - ''In questa legislatura sono nati due governi tra avversari alle
Continua

CENTRODESTRA UNITO: CONTE VENGA IN PARLAMENTO E PRENDA ATTO DELLA

14 gennaio - ''Non c'e' piu' tempo per tatticismi o giochi di potere: il centrodestra
Continua

BERLUSCONI IN OSPEDALE NEL PRINCIPATO DI MONACO, CONDIZIONI SERIE.

14 gennaio - MILANO - E' stato Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio
Continua

NUOVO ESSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, GUIDO GUIDESI: RILANCIAMO

14 gennaio - MILANO - ''Dalla prossima settimana mi confronterò con tutti i
Continua

ZINGARETTI: ''IMPOSSIBILE QUALSIASI GOVERNO CON ITALIA VIVA,

14 gennaio - ''C'è un dato che non può essere cancellato dalle nostre analisi. Ed
Continua

IL PD HA DECISO CONTE DEVE VENIRE IN PARLAMENTO: VOTO DI FIDUCIA O

14 gennaio - MONTECITORIO - ''Come gruppo dei democratici vogliamo che la crisi venga
Continua

PD: ''I COSIDDETTI RESPONSABILI NON CI SONO, RISCHIO CONCRETO

14 gennaio - ''I cosiddetti responsabili non ci sono, la maggioranza dopo lo strappo
Continua

MATTEO SALVINI: ''L'UNICA STRADA SONO LE ELEZIONI''

14 gennaio - ''O trovano una nuova maggioranza, affidandosi ai Mastella, oppure la
Continua

FRATELLI D'ITALIA: ''CONTE RIMETTA IL MANDATO E SI VOTI''.

14 gennaio - ''L'atto conclusivo di questa esperienza fallimentare del governo Conte
Continua

GDF DI BERGAMO NEGLI UFFICI DI ALTI DIRIGENTI DEL MINISTERO DELLA

14 gennaio - La Guardia di Finanza di Bergamo sta acquisendo documenti anche negli
Continua

GDF BERGAMO DENTRO MINISTERO SALUTE E ISS A ROMA: INCHIESTA SUL

14 gennaio - BERGAMO - La Gdf di Bergamo, oltre che negli uffici del Ministero della
Continua

LEGA: MATTARELLA EVITI DI DARE INCARICO A CONTE CON MAGGIORANZE

14 gennaio - ''Non è possibile fingere che nulla sia accaduto e aspettare che Conte
Continua
Precedenti »