69.207.023
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INCHIESTA / IL FRONT NATIONAL PRIMO PARTITO TRA I GIOVANI FRANCESI, QUASI UNO SU DUE VOTERA' PER MARINE LE PEN

venerdì 3 marzo 2017

PARIGI - Sono l'orgoglio e la speranza del Front national, il partito leader del fronte sovranista francese. E alcuni di loro siedono ancora sui banchi di scuola superiore. La formazione guidata da Marine Le Pen, accreditata del successo al primo turno delle votazioni nelle prossime presidenziali francesi, è ormai largamente il primo partito tra i giovani di Francia.

Secondo un sondaggio realizzato ai primi dell'anno, il morale nella fascia di età compresa tra i 15 e i 21 anni viaggia parecchio in basso e i teen-ager francesi vengono accreditati tra i più pessimisti del pianeta. Su questo sfondo, ha buon gioco la vigorosa campagna della Le Pen mirata a diffondere nella società nuovo vigore ed entusiasmo basandosi sulla forza dei valori e delle virtù nazionali.

Anche se per conquistare l'Eliseo non le basterà raccogliere solo il consenso dei giovani, il fatto che il Front National sia di gran lunga il primo partito tra loro è un forte stimolo per la vittoria finale di Marine Le Pen .

Il problema della sicurezza, sociale, economica e pubblica, sembra molto sentito tra i giovani. "Quando lavoro alla mia scrivania" spiega Mathieu, 19 anni, studente di Scienze politiche che nella sua camera ha appeso un ritratto di Marine Le Pen, "intendo lavorare per dare il mio contributo a riportare l'ordine in Francia, ordine nell'economia, nel paese, nel sistema scolastico. Riportare l'ordine ovunque".

Mathieu, figlio di ex sostenitori di Nikolas Sarkozy, come molta parte di costoro oggi sulle posizioni di Marine Le Pen, non è solo. Sempre più giovani stanno ingrossando le file del Front National, una carta formidabile nel contribuire a normalizzare l'immagine del partito e sospingerlo alla vittoria alle presidenziali.

Un trend in continua crescita da anni. Nelle elezioni regionali del 2015, il Front è stato la prima scelta nella fascia di età tra i 18 e i 34 anni e i sondaggi più recenti vedono consolidarsi questa tendenza, addirittura amentata, siamo a livello del 40-50%.

La proposta vincente del partito di Marine Le Pen punta a combattere l'angoscia del futuro, con lo spettro della disoccupazione, del declassamento e del declino. Questioni drammatiche condizioni della gioventù francese vengono minimizzate dagli avversari del Front National ma si fanno purtroppo sempre più strada nella società tra l'indifferenza dei socialisti e la sottovalutazione del molle Macron e del traballante Fillon.

Molti dei militanti impegnati nella campagna elettorale sono poco più che adolescenti. Metà di loro non ha 25 anni. E tutti dicono di essere preoccupati per il futuro, quello del paese e quello personale. La soluzione delle migrazioni sostitutive propugnata dall'Onu non incontra il loro entusiasmo, anzi il loro disprezzo. "Vivo in Francia e mi accorgo dei problemi" dichiara Clovis, 17 anni. "Stanno prendendo il nostro posto. La popolazione viene rimpiazzata. Bisogna reagire a tutto questo e farlo in fretta.".

"A mio avviso", rincara il 16enne Antoine "il Front è l'unico a proporre soluzioni concrete, un partito che non è mai stato al potere, che porta un rinnovamento e soluzioni che ritengo adatte. È un grande messaggio di speranza". Diceva Laurent Fabius, premier socialista dal 1984 al 1986 durante la presidenza di François Mitterrand, che il Front National dava le risposte sbagliate ma poneva le domande giuste, sottolineando la necessità di non trascurare quelle istanze popolari. Da allora tanto i socialisti quanto i tiepidi leader del centrodestra tutto a favore della Ue, non hanno seguito il suo consiglio e adesso il Front National pone sia le domande giuste che le risposte che i giovani francesi vogliono sentire e mettere in pratica.

Redazione Milano


INCHIESTA / IL FRONT NATIONAL PRIMO PARTITO TRA I GIOVANI FRANCESI, QUASI UNO SU DUE VOTERA' PER MARINE LE PEN




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE RISERVATE'': E' UNA NUOVA P2

LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE

giovedì 13 giugno 2019
Luca Lotti voleva silurare il pm che indagava sulla famiglia Renzi. E' l'elemento che emerge dall'inchiesta di Perugia, contenuto in un servizio pubblicato dalla 'Verità', da cui risulta che
Continua
 

GIULIO CENTEMERO REPLICA PUNTO PER PUNTO A REPORT: ''RICOSTRUZIONE TANTO LONTANA DALLA REALTA' E'

martedì 11 giugno 2019
"Nella serata di ieri, in una breve pausa dai lavori sul ddl Crescita, ho avuto la riprova che alcune cose in Italia non cambieranno mai. I primi a non riuscire a cambiare, a crescere direi, sono i
Continua
INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO

INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO

lunedì 10 giugno 2019
Negli scorsi giorni, la Camera dei deputati all’unanimità ha approvato i cosiddetti minibot. Una volta tanto i sinistrati del piddì ne hanno fatto una giusta, salvo poi rendersi
Continua
 
FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE ''LIBERALIZZATO'' I SERVIZI

FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE

lunedì 10 giugno 2019
LONDRA - I burocrati della commissione europea che nessuno ha eletto amano spesso intraprendere azioni legali contro governi democraticamente eletti e questo spiega il crescente euroscetticismo da
Continua
SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E INVESTIMENTI PER IL LAVORO

SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E

mercoledì 5 giugno 2019
"Noi siamo persone serie, l'Italia è un paese serio, che rispetta la parola data. Quindi andremo in Europa e ci metteremo seduti al tavolo con responsabilità, non per distruggere, ma
Continua
 
LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI SEGRETI POLITICI & GIUDICI

LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI

mercoledì 5 giugno 2019
Incontri "segreti" in hotel, durante le cene o a casa: 7 giorni, dal 9 al 16 maggio, di "trattative per le nomine degli uffici giudiziari", in particolare quelli di Roma, Perugia e Brescia. E' quello
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
FINANCIAL TIMES: ''INDIPENDENTEMENTE DALLA VITTORIA IN FRANCIA E GERMANIA DEGLI EUROPEISTI UE E EURO CROLLERANNO A BREVE''

FINANCIAL TIMES: ''INDIPENDENTEMENTE DALLA VITTORIA IN FRANCIA E GERMANIA DEGLI EUROPEISTI UE E
Continua

 
IN OLANDA SI VOTERA' 15 MARZO: I SONDAGGI DANNO LA DESTRA NAZIONALISTA DI WILDERS INTESTA CON UN'ASCESA IRREFRENABILE

IN OLANDA SI VOTERA' 15 MARZO: I SONDAGGI DANNO LA DESTRA NAZIONALISTA DI WILDERS INTESTA CON
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!