57.640.358
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

WALL STREET JOURNAL: ''IL GOVERNO ITALIANO INVECE DI COMBATTERE IL TERRORISMO ISLAMICO, CONDANNA I PATRIOTI CHE LO FANNO''

giovedì 2 marzo 2017

WASHINGTON -  Passata in silenzio in Italia, la notizia invece campeggia sulla prima pagina del Wall Street Journal di oggi. "L'Italia ha ritirato la richiesta di estradizione a carico dell'ex agente della Cia Sabrina De Sousa, dopo la grazia parziale concessale dal presidente della Repubblica italiano Sergio Mattarella. L'ex agente della Cia, che era stata arrestata dalle autorita' portoghesi proprio in vista della sua estradizione in Italia - scrive l'importante quotidiano finanziario - e' stata rimessa in libertà".

"De Sousa, 61 anni, era stata condannata in absentia assieme ad altri 22 agenti dell'intelligence Usa per il sequestro dell'ex imam egiziano Abu Omar a Milano avvenuto nel 2003 nell'ambito del programma di Extraordinary Renditions varato dall'amministrazione presidenziale Usa Bush dopo gli attentati dell'11 settembre 2001 per dare la caccia ovunque nel mondo ai terroristi islamici e ai loro fiancheggiatori, finanziatori, indottrinatori e reclutatori".

Intervistata a Lisbona, la donna ha ringraziato l'amministrazione del nuovo presidente americano Donald Trump per essersi fatta carico del suo caso, ed ha citato in particolare l'ex deputato repubblicano Pete Hoekstra, che ha esercitato pressioni sulla comunita' d'intellicente Usa affinche' negoziasse con le autorita' italiane in favore della ex agente segreto operativo.

"La nuova leadership della Cia ha sostenuto Sabrina al cento per 100", ha dichiarato Hoekstra commentando l'epilogo della vicenda. "La prospettiva di un ex agente della Cia rinchiuso in una prigione italiana sarebbe stata inaccettabile in termini d'immagine. Questa e' stata per 13 anni una ferita aperta nelle relazioni tra Italia e Stati Uniti, e ora finalmente si sta rimarginando".

La Cia ha evitato di commentare pubblicamente la vicenda, come è suo costume.

La direzione del "Wall Street Journal", invece, ha pubblicato oggi un editoriale non firmato e quindi da attribuire ai vertici editoriali del giornale, che critica duramente il disinteresse delle precedenti amministrazioni presidenziali Usa negli otto anni di Obama, la lunga persecuzione giudiziaria di De Sousa da parte delle autorita' giudiziarie italiane e la "grazia a meta'" che le ha consentito di rimanere in liberta'.

"La commutazione della pena e' un sollievo per De Sousa e per la sua famiglia, ma Roma avrebbe dovuto accordarle il pieno perdono - scrive il quotidiano -. Gli agenti che sequestrarono Abu Omar agivano per proteggere l'Italia, nell'esercizio delle loro funzioni formali, in accordo con gli ordini ricevuti e con la collaborazione delle autorita' italiane".

Parole chiare che ovviamente in Italia nessuno ha riferito all'opinione pubblica.

La direzione del Wall Street Journal sottolinea - testualmente - che "il presidente della Repubblica italiano ha motivato la grazia parziale con la fine del programma di sequestri extra-giudiziali da parte di Washington" - una motivazione che il quotidiano contesta perchè "suggerisce che le azioni ritenute legali in un preciso momento possano successivamente compromettere la vita dei patrioti che le hanno compiute al semplice mutare degli umori politici".

"La conclusione piu' deprimente che si puo' trarre dalla vicenda - sostiene in fine il quotidiano - "è che mentre in Europa aumenta la minaccia islamista, troppi leader europei continuano a condannare i passi necessari a fronteggiare tale minaccia e a sconfiggerla".

Detto in breve: il governo italiano invece di fronteggiare concretamente la minaccia del terrorismo islamico, persegue chi lo combatte per sconfiggerlo.

Oggi, scritto sulla prima pagina del più importante quotidiano finanziario del mondo.

Redazione Milano

Redazione Milano


WALL STREET JOURNAL: ''IL GOVERNO ITALIANO INVECE DI COMBATTERE IL TERRORISMO ISLAMICO, CONDANNA I PATRIOTI CHE LO FANNO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

WALL   STREET   JOURNAL   ITALIA   CIA   TERRORISMO   ISLAMICO   IMAM   ABU   OMAR   SEQUESTRO   STATI   UNITI   OBAMA   BUSH   11/9   2001   DONALD   TRUMP    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CLIMA DA GUERRA FREDDA: GLI USA BLOCCANO ENORMI INVESTIMENTI CINESI IN AMERICA NEL SETTORE TLC. SOSPETTI DI SPIONAGGIO

CLIMA DA GUERRA FREDDA: GLI USA BLOCCANO ENORMI INVESTIMENTI CINESI IN AMERICA NEL SETTORE TLC.

venerdì 23 febbraio 2018
WASHIGTON - I regolatori statunitensi hanno bloccato l'acquisizione da parte di un fondo cinese appoggiato dallo Stato della Cina dell'azienda texana Xcerra, produttrice di apparecchiature per il
Continua
 
VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL. L'ALTERNATIVA? LASCIARE LA UE

VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL.

giovedì 22 febbraio 2018
Uno dei punti principali dei partiti sovranisti riguarda la rinegoziazione degli accordi che reggono la ue e la sua profonda struttura antidemocratica o l’uscita del paese dall’unione
Continua
ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO GOVERNO DI CENTRODESTRA

ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO

mercoledì 21 febbraio 2018
ROMA - Matteo Salvini  ha "lanciato" oggi Umberto Rapetto, ex generale della Guardia di Finanza, per un ruolo di "super manager" della sicurezza informatica nel prossimo governo. Non un ruolo da
Continua
 
SQUADRACCIA ROSSA MASSACRA DI BOTTE MASSIMO URSINO, DIRIGENTE DI FORZA NUOVA. IN 10 CONTRO 1 L'HANNO LEGATO E MASSACRATO

SQUADRACCIA ROSSA MASSACRA DI BOTTE MASSIMO URSINO, DIRIGENTE DI FORZA NUOVA. IN 10 CONTRO 1

mercoledì 21 febbraio 2018
PALERMO - Almeno sei persone hanno accerchiato a Palermo il responsabile provinciale di Forza Nuova, Massimo Ursino, legandolo mani e piedi con nastro adesivo da imballaggio e pestandolo a sangue. E'
Continua
CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE DA 13 MILIARDI

CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE

lunedì 19 febbraio 2018
LONDRA - Il mese di maggio potrebbe rappresentare l'inizio della fine della UE visto che in questa data si decidera' il bilancio comunitario per il periodo 2021-2027 e i conti davvero non
Continua
 
ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL VERTICE DELLA BCE

ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL

lunedì 19 febbraio 2018
La pesantissima accusa di corruzione si abbatte sulla principale istituzione finanziaria della Lettonia, ma allo stesso tempo sul vertice della Bce. Il Governatore della Banca centrale Ilmars
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DJ FABO E' MORTO IN SVIZZERA. AVEVA DECISO DI FARLO, MA IN ITALIA IL SUICIDIO ASSISTITO E' VIETATO

DJ FABO E' MORTO IN SVIZZERA. AVEVA DECISO DI FARLO, MA IN ITALIA IL SUICIDIO ASSISTITO E' VIETATO

 
LES ECHOS SCRIVE DELL'INCHIESTA CONSIP CHE COINVOLGE TIZIANO RENZI  E AFFONDA MATTEO: ''TALE PADRE, TALE FIGLIO''.

LES ECHOS SCRIVE DELL'INCHIESTA CONSIP CHE COINVOLGE TIZIANO RENZI E AFFONDA MATTEO: ''TALE PADRE,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!