49.875.475
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'ECONOMIST SCRIVE: LA UE POTREBBE MANDARE GLI UFFICIALI GIUDIZIARI A LONDRA SE LA GRAN BRETAGNA NON PAGA PER LA BREXIT

venerdì 10 febbraio 2017

LONDRA - E ora, si è arrivati all'arma del ricatto vero e proprio. A palesarlo è l'Economist che scrive: "Lo spirito di trionfo degli antieuropeisti del Regno Unito - afferma il settimanale britannico da sempre schierato contro la Brexit e a favore della Ue - e' destinato a sgonfiarsi con la notifica di uscita dall'Unione Europea e l'inizio dei negoziati, per un motivo che pochi hanno afferrato: il primo punto della lista di Bruxelles sara' una richiesta enorme di denaro, forse 60 miliardi di euro, quanto basterebbe a organizzare cinque volte Olimpiadi come quelle di Londra; potrebbe essere uno shock per gli elettori, ai quali era stato promesso un risparmio di 350 milioni di sterline a settimana con la cancellazione del contributo al bilancio comunitario".

Ovviamente questa pretesa da parte della Ue è campata in aria, perchè proprio il voto per la Brexit taglia i rapporti in essere con la Ue, altrimenti che uscita sarebbe? Ma per l'Economist non è così: si fa portavoce dei ricattatori di Bruxelles, disperati per non poter più "mungere" la Gran Bretagna.

In ogni caso, una disputa sul costo del divorzio potrebbe far deragliare le trattative già nella fase iniziale. Secondo le stime del Centre for European Reform, il conto che presnterà la Ue alla Gran Bretagna potrebbe andare da un minimo di 25 miliardi di euro a un massimo di 73. E l'idea stessa della contrattazione irrita gli eurocrati di Bruxelles: i negoziatori della Commissione sostengono che l'accordo di divorzio debba precederne ogni altro, ad esempio quello sulle nuove relazioni commerciali.

Se la Gran Bretagna uscisse senza un accordo e senza pagare quello che pretendono le oligarchie Ue di Bruxelles, l'Ue si troverebbe con un grande buco immediato nei suoi piani di spesa e i contribuenti netti, come la Francia, la Germania e l'Italia, dovrebbero versare molto di piu' mentre i ricettori netti vedrebbero diminuire i loro vantaggi. E va sottolineato che comunque vi sarà questo "buco" nei conti Ue, perchè anche se la Gran Bretagna pagasse quello che la Ue vorrebbe per il 2016 e 2017, già dal 2018 si ripresenterebbe tale e quale, dato che il Regno Unito non verserà più i miliardi di euro - quasi 20 l'anno - alla Ue.

Per Londra la soddisfazione di non cedere a questo vero e proprio ricatto avrebbe un costo del tutto accettabile, come indica per esempio la continua crescita del Pil britannico, per niente danneggiata dalla Brexit "dura" annunciata dal premier Theresa May a Londra 15 giorni fa, ma anzi ulteriormente rinvigorita.

Nella sostanza, nel caso di Brexit dura la Ue farebbe deteriorare le relazioni con la Gran Bretagna e sarebbero affondate le prospettive di un accordo commerciale globale. E secondo l'Economist  la Ue deciderebbe la rottura di ogni forma di condivisione, dall'intelligence alla ricerca scientifica, e forse "perfino la visita degli ufficiali giudiziari della Corte europea di giustizia", cosa quest'ultima priva di ogni possibilità di riuscita, perchè la Brexit non solo taglia i fili con la Ue, ma dichiaratamente disconosce la validità nel Regno Unito di qualunque decisione e sentenza della Corte di Giustizia Ue. Gli "ufficiali giudiziari" che cita in modo ricattatorio e minaccioso l'Economist, verrebbero respinti alla frontiera.

Tutto cio' ovviamente sarebbe un male mortale per l'Ue che passerebbe dall'essere un ex partner da cui il Regno Unito ha divorziato, all'essere un vero e proprio nemico della Gran Bretagna.

Secondo l'Economist - che dà voce alle oligachie Ue - "Questo squilibrio peserà sulle trattative e la Gran Bretagna dovrà accettare la maggior parte dei compromessi. La premier, Theresa May, non dovrebbe sprecare i due anni previsti mercanteggiando su qualche miliardo quando la posta in gioco del commercio è molto piu' alta. L'Ue potrebbe andare incontro all'interlocutore accettando di discutere in parallelo del futuro assetto".

Insomma, per l'Economist e per i caporioni della Ue acquartierati a Bruxelles, la Gran Gretagna dovrebbe alzare bandiera bianca e dichiarare la resa incondizionata.

Solo in ultimo, nel lungo articolo pubblicato dall'Economist oggi in edicola, il settimanale prende in considerazione la "possibilità" che Londra non si "arrenda" e anzi sferri il colpo del k.o.

Scrive: "Esiste, comunque, il rischio che gli oltranzisti da un lato e dall'altro rendano un compromesso impossibile. Qualcuno nell'Ue e' impaziente di fare della Brexit un ammonimento e sopravvaluta la capacita' di Theresa May di vendere un cattivo accordo in patria. L'opinione pubblica britannica e' impreparata al costo dell'uscita, non menzionato nel libro bianco sulla Brexit, e la premier puo' contare su una maggioranza parlamentare di soli sedici seggi (l'Economist mente: la legge che ha autorizzato la Brexit è stata votata alla Camera dei Comuni da quasi 500 parlamentari, i contrari solo 120 -ndr). Starebbero tutti peggio se il negoziato fallisse, ma il divario di aspettative tra le parti e' tale da far temere che un esito autolesionista sia possibile".

Possibile?

La risposta sta nelle parole usate dal Segretario per l'Uscita dall'Unione Europea, David Davis del governo di Theresa May pochi giorni fa: "Se il paese e' riuscito ad affrontare il secondo conflitto mondiale, non sara' schiacciato dai negoziati per la Brexit".  

La Ue - e l'Economist - sono avvisati.

Redazione Milano


L'ECONOMIST SCRIVE: LA UE POTREBBE MANDARE GLI UFFICIALI GIUDIZIARI A LONDRA SE LA GRAN BRETAGNA NON PAGA PER LA BREXIT




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA ACCADE IN MALESIA

NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA

lunedì 24 luglio 2017
I mass media non fanno che ripetere fino alla nausea che l'Italia deve accogliere tutti gli immigrati che arrivano e convenientemente ignorano il fatto che altri paesi usano la mano dura per cacciare
Continua
 
A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU RADDOPPIATA, IVA 25%)

A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU

venerdì 21 luglio 2017
In queste settimane, l’ex sindaco di firenze e mai rimpianto premier, si muove sottotraccia per far star sereno Gentiloni, alla stessa maniera in cui fece star sereno Letta, ovvero trovare
Continua
SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI SACRIFI DEI POLIZIOTTI

SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI

giovedì 20 luglio 2017
"Un sistema in cui la vita di un Servitore dello Stato vale poco o nulla, in cui chi si aggira armato in mezzo alla strada menando fendenti e aggredendo un poliziotto torna tranquillamente in
Continua
 
LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA AMERICANA DELLA GIUSTIZIA

LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA

mercoledì 19 luglio 2017
"Di fronte al grave attacco contro l'indipendenza della giustizia in Polonia" la Commissione europea oggi ha minacciato di fare un passo senza precedenti verso sanzioni contro il governo nazionalista
Continua
COSA NOSTRA HA UCCISO PAOLO BORSELLINO E LO HA RESO UN EROE IMMORTALE, ESEMPIO DI RETTITUDINE E CORAGGIO PER TUTTI NOI

COSA NOSTRA HA UCCISO PAOLO BORSELLINO E LO HA RESO UN EROE IMMORTALE, ESEMPIO DI RETTITUDINE E

mercoledì 19 luglio 2017
Riportiamo - parola per parola - l'ultimo intervento pubblico del giudice Paolo Borsellino, la sera del  25 giugno del 1992, quando decise di partecipare ad un dibattito organizzato da Micromega
Continua
 
THE SUN, TABLOID BRITANNICO AD ALTISSIMA TIRATURA, SEGNALA NAPOLI TRA LE 10 CITTA' PIU' PERICOLOSE AL MONDO (COME RAQQA)

THE SUN, TABLOID BRITANNICO AD ALTISSIMA TIRATURA, SEGNALA NAPOLI TRA LE 10 CITTA' PIU' PERICOLOSE

martedì 18 luglio 2017
LONDON - Naples, the Italian city, is famed throughout the world for its links to organised crime. Mafia hits in Naples are more frequent than elsewhere in the home of Italy’s oldest crime
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SONDAGGIO: 71% POLACCHI 65% AUSTRIACI 53% TEDESCHI 51% ITALIANI A FAVORE DEL BLOCCO IMMIGRAZIONE DAI PAESI MUSULMANI

SONDAGGIO: 71% POLACCHI 65% AUSTRIACI 53% TEDESCHI 51% ITALIANI A FAVORE DEL BLOCCO IMMIGRAZIONE
Continua

 
LA UE FINANZIA LA LETTONIA PER COSTRUIRE UN MURO ANTI INVASIONE DI ''MIGRANTI'' (PERCHE' SE LO FA ORBAN E' XENOFOBO?)

LA UE FINANZIA LA LETTONIA PER COSTRUIRE UN MURO ANTI INVASIONE DI ''MIGRANTI'' (PERCHE' SE LO FA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ROMA CON L'ACQUA RAZIONATA E' UNA CAPITALE DA PAESE DEL TERZO MONDO

24 luglio - ''La Raggi e Zingaretti se ne vadano, altrimenti sia il Governo a
Continua

CALDEROLI: CHAPEAU A MACRON! A NOI GLI IMMIGRATI ALLA FRANCIA IL

24 luglio - ''Chapeau a Macron! Nel giro di un paio di mesi il presidente francese
Continua

SVIZZERA:ARMATO DI MOTOSEGA FERISCE CINQUE PERSONE DENTRO UN

24 luglio - Cinque persone ferite, due delle quali in modo grave: questo il primo
Continua

IN ALASKA E' MORTO A 20 ANNI D'ETA' UN GATTO. DOV'E' LA NOTIZIA?

24 luglio - TELKEETNA - ALASKA - Il sindaco onorario di Talkeetna, piccola cittadina
Continua

PERFINO ELSA FORNERO SBUGIARDA BOERI: ''I MIGRANTI NON RISOLVONO I

24 luglio - ''È vero che i migranti danno un contributo positivo ai conti del
Continua

SALVINI: DALLA PARTE DELL'AGENTE SOSPESO CHE HA CRITICATO LA

22 luglio - ROMA - ''Io sto con questo poliziotto! Altro che sospensione, merita in
Continua

SALVINI: BERLUSCONI GUARDI BENE CHI IMBARCA, AD ESEMPIO FLAVIO TOSI

21 luglio - ''I movimenti poco prima delle elezioni sono sempre un po’ sospetti''.
Continua

FORTE TERREMOTO A KOS, ISOLA GRECA VICINO ALLA TIRCHIA: 2 MORTI E

21 luglio - Un forte terremoto ha colpito questa notte l'isola greca di Kos, nel
Continua

LA POLONIA RESISTE ALL'AGGRESSIONE DELLA UE: APPROVA RIFORMA DELLA

20 luglio - VARSAVIA - Il Parlamento polacco ha approvato poco fa la riforma della
Continua

MACRON HA DECISO DI TAGLIARE I FONDI ALLE ORGANIZZAZIONI IN DIFESA

20 luglio - PARIGI - Sembra esser confermato in Francia l'allarme lanciato dalle
Continua
Precedenti »