46.367.303
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PRESIDENTE DEL PIU' IMPORTANTE CENTRO STUDI ECONOMICI DELLA GERMANIA: ''POSSIBILE CRISI DELL'EURO. LA UE INTRODUCA DAZI''

martedì 7 febbraio 2017

MONACO DI BAVIERA - Clemens Fuest, 48 anni, e' presidente dell'autorevole Istituto Ifo di Monaco di Baviera da dieci mesi. In questo breve lasso di tempo, l'economista docente di Oxford e' riuscito ad affermarsi come voce della coscienza politico-economica della Germania, e non è davvero poco, vista la provenienza dalla "perfida Albione".

In una lunga intervista rilasciata oggi al quotidiano finanziario Handelsblatt, Fuest discute i possibili effetti per la Germania dell'insediamento alla presidenza Usa di Donald Trump.

"La Germania - avverte l'economista - sconta tre debolezze economiche. La prima e' la grande dipendenza tedesca dalle esportazioni. L'integrazione nell'economia mondiale e' una forza e un pilastro importante della nostra prosperita', ma in tempi di tendenze protezionistiche si trasforma in un fattore di rischio", spiega Fuest.

"Quindi, lo smantellamento del sistema commerciale internazionale da parte degli Usa per la Germania e' ancor piu' pericoloso che per gli altri Paesi. La seconda debolezza -  prosegue - è data dall'invecchiamento della popolazione tedesca, e la terza dalla possibile crisi dell'euro". Ed è la prima volta in assoluto che l'Ifo parla apertamente di fine dell'euro.

Il presidente dell'Ifo, inoltre, guarda con favore all'apertura dei Socialdemocratici tedeschi dell'Spd al trattato Ceta con il Canada, e contesta invece le proposte di introdurre una tassa sui patrimoni e di aumento delle imposte di successione.

"Esiste effettivamente un problema di distribuzione della ricchezza, ed e' proprio questo problema una delle prime cause di fenomeni politici come quello di Donald Trump. L'imposta sui beni - sostiene pero' Fuest - avrebbe poco senso perche' le grandi fortune liquide possono facilmente lasciare la Germania. Paesi come la Svezia hanno addirittura abolito la tassa di successione e di proprietà".

"Sarebbe ingannevole - secondo Fuest - ritenere che il pareggio di bilancio della Germania conseguito dal ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble sia un grande successo ottenuto dalle sue politiche. Piu' che con i tagli alla spesa, il bilancio tedesco oggi è in pareggio per aumento delle entrate fiscali e soprattutto per il drastico abbassamento dei costi di rifinanziamento del debito" come conseguenza della fragilità di alcuni stati della zona euro che ha visto investire per ragioni precauzionali forti capitali in titoli stato tedeschi il cui rendimento è disceso perfino sotto lo zero.

"L'economia tedesca ha beneficiato si' delle riforme fatte durante il cancellierato di Schroeder, ma prima di tutto del basso tasso d'interesse del costo del denaro, del basso costo del greggio e della sottovalutazione dell'euro".

Nel quadro mondiale - conclude l'economista presidente dell'Ifo - i dazi commerciali ventilati dal presidente statunitense sarebbero assai pericolosi per l'economia tedesca. A suo modo, l'Europa dovrebbe rispondere a misure protezionistiche con misure protezionistiche. Questo dovrebbe costituire un deterrente per evitare una guerra commerciale. Al contempo, l'Ue dovrebbe puntare a intensificare le relazioni commerciali con Canada, Messico, Giappone e Cina. Ed e' importante che in tal senso si applichino anche altre capitali europee come Londra e Bruxelles: Londra, pero', non sembra essere su questa lunghezza d'onda".

Redazione Milano


PRESIDENTE DEL PIU' IMPORTANTE CENTRO STUDI ECONOMICI DELLA GERMANIA: ''POSSIBILE CRISI DELL'EURO. LA UE INTRODUCA DAZI''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua
QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO PUBBLICO DEI RIBELLI

QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO

mercoledì 19 aprile 2017
ROMA - Dopo i dubbi (in latino, "dubia") che quattro cardinali gli hanno indirizzato in una lettera - privata ma poi pubblicata - la ribellione a Papa Francesco prende la forma di un convegno a due
Continua
 
L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA ''MONETA-GENERALE''

L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA

martedì 18 aprile 2017
“La Germania dovrebbe, visto che è divenuta pacifica e ragionevole, prendersi tutto ciò che l’Europa e il mondo intero le ha negato in due grandi guerre, una sorta di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA GERMANIA ORA PER IL SUO ENORME SURPLUS DI BILANCIO ACCUSA LA BCE: ''TUTTA COLPA DI DRAGHI (SE NAVIGHIAMO NELL'ORO)''

LA GERMANIA ORA PER IL SUO ENORME SURPLUS DI BILANCIO ACCUSA LA BCE: ''TUTTA COLPA DI DRAGHI (SE
Continua

 
WALL STREET RISPONDE ALL'ALLARME - BUFALA - DELLE AGENZIE DI RATING SU TRUMP: SALE A LIVELLI MAI VISTI NELLA SUA STORIA

WALL STREET RISPONDE ALL'ALLARME - BUFALA - DELLE AGENZIE DI RATING SU TRUMP: SALE A LIVELLI MAI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!