68.231.788
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

''LA POLITICA DI TRUMP E' NAZIONALISTA, COME LO SONO LE POLITICHE DELLA DESTRA EUROPEA'' (LO SCRIVE IL WASHINGTON POST)

lunedì 30 gennaio 2017

L'agenda che sta attuando l'amministrazione di Trump è quella di una ideologia radicale nazionalistica che negli Stati Uniti non si era mai vista e che sembra modellata sulla destra europea, scrive il Washington Post - quotidiano da sempre "democratico" -  per cui la questione del blocco di decine di migliaia di rifugiati siriani in Occidente è il tema in cui è più visibile questa vicinanza. D'altra parte, Trump sta mettendo in pratica uno ad uno i punti del suo programma che gli ha fatto vincere la corsa alla Casa Bianca, e quindi ha il mandato diretto degli elettori per farlo.

Ma per il Washington Post  la regola della democrazia per la quale chi vince governa e ha diritto ad attuare il programma politico che l'ha portato alla vittoria, evidentemente non vale. Tutto al contrario, piovono accuse, sempre che lo siano, accuse: "Trump - scrive - ha trovato causa comune con il gruppo di politici estremisti, populisti e anti immigrazione in Europa, che predicano tutti lo stesso tipo di nazionalismo e respingono l'apertura del commercio, le istituzioni internazionali quali la Ue e le altre caratteristiche dell'ordine liberale globale" ovvero della globalizzazione, sottolinea il quotidiano americano. 

"Le argomentazioni usate dalla leader francese del Front National Marine Le Pen o dall'olandese Geert Wilders o anche dal premier ungherese Viktor Orban sono esplicitamente culturali. Trump ha aderito al loro discorso. Ma l'Europa, con l'apertura della circolazione al suo interno - ora bloccata con lo stop al tratatto di Schengen da ormai un anno  - e la vicinanza al Medio Oriente, presenta problemi che gli Stati Uniti non hanno".

"Anche se Trump ha attribuito l'origine delle sue politiche sull'immigrazione ad Obama (che ha aperto le porte degli Usa tanto agli islamici mediorientali quanto ai clandestini messicani) e ha respinto l'accusa che vi sia una discriminazione religiosa, il suo consigliere Stephen Bannon, il cui potere dietro le quinte alla Casa Bianca è dato in ascesa, a una conferenza dei conservatori europei in Vaticano nel 2014, aveva detto di ritenere che l'Occidente fosse all'inizio di una guerra globale contro il fascismo islamico. E la combinazione di populismo economico (anti globalizzazione ed euro) con nazionalismo etico (fieramente contrario alle oligarchie Ue mai elette) estranea fino a ora agli Stati Uniti e ai suoi conservatori, è invece il cavallo di battaglia della tradizione ultranazionalistica europea che ora ha in Trump l'alfiere mondiale". 

E intanto, la marcia di Donald Trump verso il cambiamento radicale degli Stati Uniti prosegue a passo di battaglia. Questa mattina infatti il presidente degli Stati Uniti ha firmato un ordine esecutivo che eliminera' due vecchie regolamentazioni federali ogni nuova legge federale approvata. Si tratta di un modo, ha fatto sapere la Casa Bianca, per sostenere le piccole aziende americane e renderle sempre piu' competitive. L'ordine esecutivo prevede che siano le agenzie federali a proporre le leggi che vogliono eliminare e la Casa Bianca decidera' se accettare la richiesta. Nel corso dei suoi incontri con i principali leader di aziende e associazioni di categoria Trump aveva promesso che avrebbe sin da subito semplificato le regole. 

E il segno del cambiamento di direzione della politica sui migranti impresso dal Presidente Trump arriva anche dalla Germania. L'ambasciata degli Stati Uniti a Berlino ha pubblicato sul proprio account Twitter una "notifica urgente", in base alla quale non sara' consentito l'accesso al perimetro della rappresentanza diplomatica per i cittadini dei sette Paesi a maggioranza islamica colpiti dal recentissimo ordine esecutivo di Donald Trump, che ne congela l'ingresso. Anche il rilascio di visti per gli Usa a favore di costoro "rimarra' sospeso con effetto immediato, e fino a nuovo ordine".

Gli interessati sono quindi invitati a "non fissare appuntamenti per colloqui" e a "non pagare tributi" finalizzati all'ottenimento dei visti medesimi. Il provvedimento colpisce anche chi un appuntamento lo avesse gia' ottenuto, che e' sollecitato ad annullarlo servendosi allo scopo di un apposito indirizzo e-mail. "Non appena disporremo delle pertinenti informazioni", conclude la legazione americana nella capitale tedesca, "comunicheremo immediatamente qualsiasi novita' riguardi coloro i quali intendano recarsi negli Usa", conclude il testo, invitando a rivolgersi tra l'altro alle autorita' consolari statunitensi in Germania. 

E dalla Gran Bretagna un'altra notizia: "Per essere chiari, la prima ministra Theresa May ha esteso l'invito per conto della regina, ed è stata molto felice di farlo. Gli Stati Uniti sono uno dei più stretti alleati del Paese, aspettiamo di ospitare il presidente quest'anno". Lo ha fatto sapere l'ufficio della premier britannica, a proposito della futura visita del presidente americano Donald Trump nel Regno Unito e delle polemiche tutte di sinistra che essa ha suscitato. 

Redazione Milano


''LA POLITICA DI TRUMP E' NAZIONALISTA, COME LO SONO LE POLITICHE DELLA DESTRA EUROPEA'' (LO SCRIVE IL WASHINGTON POST)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
INCHIESTA / NEL 2016 BEN 230 RIUNIONI DECISIONALI SEGRETE TRA COMMISSIONE UE, CONSIGLIO D'EUROPA E VERTICI PARLAMENTO

INCHIESTA / NEL 2016 BEN 230 RIUNIONI DECISIONALI SEGRETE TRA COMMISSIONE UE, CONSIGLIO D'EUROPA E
Continua

 
LO SCHIANTO DELLE SINISTRE RENZIANE IN TUTTA EUROPA: VALLS BOCCIATO, SANCHEZ CACCIATO (ORA SI RIPRESENTA ULTRA-SINISTRO)

LO SCHIANTO DELLE SINISTRE RENZIANE IN TUTTA EUROPA: VALLS BOCCIATO, SANCHEZ CACCIATO (ORA SI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »