69.951.366
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA SLOVENIA APPROVA DURE LEGGI CONTRO L'INVASIONE DI MIGRANTI: ''DOBBIAMO DIFENDERCI, LA UE NON PUO' IMPORCI NIENTE!''

giovedì 26 gennaio 2017

SLOVENIA - Il parlamento sloveno ha approvato nuove norme per aumentare i controlli alle frontiere, l'ultima di una serie di leggi che introducono misure di sicurezza e poteri maggiori per le forze di polizia in seguito alla crisi migratoria. In particolare, la polizia sara' dotata di un kit di strumenti molto piu' ampio per controllare il confine. Ad esempio, saranno esplicitamente autorizzati a scattare foto, fare video e registrazioni audio, nonche' utilizzare i dispositivi per identificare persone, veicoli e oggetti, tra cui i lettori di targhe automatici.

E non basta: i proprietari di terreni al confine dovranno consentire l'installazione e l'uso di tali dispositivi sulle proprie proprieta'. Nel controllo delle frontiere, inoltre, lo Stato avra' il diritto di limitare i diritti di proprieta' in cambio di una compensazione finanziaria. Il disegno di legge da' diritto anche ai proprietari di una compensazione per la costruzione di una recinzione di confine, utilizzando i 280 mila euro accantonati per il bilancio 2017 e i 240 mila previsti per il 2018.

"La Slovenia non permettera' che altri gestiscano le sue politiche per i richiedenti asilo e per la gestione delle frontiere", ha detto oggi ministro dell'Interno di Lubiana, Vesna Gjerkes Znidar, la quale ha aggiunto che la convenzione di Ginevra sullo status dei rifugiati e' ormai "obsoleta". Le dichiarazioni della Znidar sono arrivate in un'intervista con il quotidiano "Vecer", in seguito alle critiche arrivate a Lubiana dalle oligarchie Ue riguardo alla riforma del governo sulla legislazione per il soggiorno in Slovenia degli immigrati stranieri entrati illegalmente in Slovenia.

Le modifiche legislative prevedono che la polizia slovena rimandi fuori dal territorio nazionale i migranti che intendono richiedere asilo appena arrivati alla frontiera, mentre coloro che entrano illegalmente nel paese saranno arrestati e rispediti subito verso il loro paese d'origine, o quello da cui hanno varcato il confine della Slovenia.

L'organizzazione non governativa Amnesty International, altre Ong locali che lucrano sul business migratorio e il Consiglio d'Europa della Ue ce pretenderebbe che la Slovenia si facce inondare di clandestini hanno richiesto al governo di Lubiana di ritirare questi emendamenti in quanto sarebbero una violazione del diritto europeo e della Convenzione di Ginevra.

"Respingiamo queste critiche e l'invito ai nostri parlamentari a votare contro il provvedimento e' assolutamente inaccettabile. La Slovenia e' capace di approvare da sola le proprie leggi e non ha bisogno di un aiuto esterno: e' uno stato sovrano", ha dichiarato il ministro Znidar. La rappresentante del governo di Lubiana ha chiarito inoltre che, nel caso di una nuova crisi migratoria in Slovenia, il paese e' pronto ad attivare azioni risolute ai suoi confini dell'area Schengen, anche se per ritorsione della Ue venisse esclusa da questo accordo.

"La Slovenia e' ancora sottoposta alla minaccia di una possibile ondata migratoria su larga scala", ha affermato Znidar, che ha precisato che la recinzione di filo spinato eretta al confine con la Croazia non verra' rimossa in tempi brevi. "Tutti noi speriamo che non ci sara' una nuova crisi migratoria", ha detto il ministro, aggiungendo che c'e' ancora molta incertezza in merito, in quanto esistono ancora diversi focolai di crisi e quindi i fattori di rischio sono ancora presenti. "Dal momento che l'Austria non ha intenzione di ammettere un gran numero di migranti e anzi sta effettuando dei serrati controlli alle frontiere, la Slovenia deve agire in un modo simile", ha detto il ministro Znidar, un'affermazione che rappresenta un chiaro riferimento alla recinzione al confine sloveno-croato.

"Quando si chiede alle persone che hanno sperimentato l'ondata di migrazione dello scorso anno, quando ben 12 mila migranti clandestini al giorno sono entrati in Slovenia, la loro posizione riguardo la recinzione e' certamente diversa rispetto a coloro che non hanno sperimentato questo fenomeno. Si tratta di una misura che e' nell'interesse della sicurezza, e la Croazia e' d'accordo su questo punto", ha detto la Znidar. Secondo il ministero dell'Interno sloveno, Lubiana ha eretto un totale di 187 chilometri di "barriere tecniche" al suo confine con la Croazia, praticamente isolandola del tutto.

Redazione Milano


LA SLOVENIA APPROVA DURE LEGGI CONTRO L'INVASIONE DI MIGRANTI: ''DOBBIAMO DIFENDERCI, LA UE NON PUO' IMPORCI NIENTE!''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ACCORDO M5S-LEGA SU SICUREZZA: ''SEQUESTRO E CONFISCA NAVI CHE ENTRANO IN ACQUE ITALIANE A FRONTE DIVIETO''

ACCORDO M5S-LEGA SU SICUREZZA: ''SEQUESTRO E CONFISCA NAVI CHE ENTRANO IN ACQUE ITALIANE A FRONTE

giovedì 18 luglio 2019
Le navi confiscate perché entrate in acque territoriali italiane a fronte di un divieto di ingresso delle autorità potranno essere vendute. Lo prevede una riformulazione di vari
Continua
 
FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG OGGI IN PRIMA PAGINA: ''SALVINI VUOLE RIPRISTINARE LA GLORIA E L'ONORE DELL'ITALIA''

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG OGGI IN PRIMA PAGINA: ''SALVINI VUOLE RIPRISTINARE LA GLORIA E

martedì 16 luglio 2019
BERLINO - Fa una certa impressione, se si pensa che oggi campeggiava sulla prima pagina del principale quotidiano tedesco. "Con le sue politiche, il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini,
Continua
SOCIETA' MULTIRAZZIALE PROVOCA SOLO DANNI. L'ESEMPIO? PARIGI MESSA A FERRO E FUOCO DA BANDE DI MUSULMANI ALGERINI

SOCIETA' MULTIRAZZIALE PROVOCA SOLO DANNI. L'ESEMPIO? PARIGI MESSA A FERRO E FUOCO DA BANDE DI

lunedì 15 luglio 2019
LONDRA - Per capire il perche' la societa' multirazziale provoca solo danni basta guardare cosa succede in Francia dove immigrati musulmani di seconda e terza generazione trovano sempre delle scuse
Continua
 
INCHIESTA /  ABBIAMO FATTO LA ''SPENDING REVIEW'' ALLA UE COMINCIANDO DAL PARLAMENTO CHE COSTA 2 MILIARDI DI EURO L'ANNO!

INCHIESTA / ABBIAMO FATTO LA ''SPENDING REVIEW'' ALLA UE COMINCIANDO DAL PARLAMENTO CHE COSTA 2

lunedì 15 luglio 2019
Una strana cortina pare scesa sull’unione europea: provate a digitare sui motori di ricerca “sprechi ue”, “sprechi dell’unione europea”, “inchiesta sugli
Continua
MA GUARDA: BANCHE D'AFFARI ANGLO-TEDESCHE VOLEVANO COMPRARE PETROLIO DAI RUSSI, ALTRO CHE SAVOINI (LETTERA FIRMATA)

MA GUARDA: BANCHE D'AFFARI ANGLO-TEDESCHE VOLEVANO COMPRARE PETROLIO DAI RUSSI, ALTRO CHE SAVOINI

sabato 13 luglio 2019
 "Apprendo con stupore dagli organi di stampa che questo incontro avrebbe indotto una Procura del Repubblica ad avviare una inchiesta per reati come corruzione internazionale o finanziamento
Continua
 
CLAMOROSO / MACRON ARMA LE MILIZIE ISLAMICHE IN LIBIA! ALTRO CHE ''PACIFICAZIONE''! MACRON ALIMENTA LA GUERRA CIVILE

CLAMOROSO / MACRON ARMA LE MILIZIE ISLAMICHE IN LIBIA! ALTRO CHE ''PACIFICAZIONE''! MACRON ALIMENTA

mercoledì 10 luglio 2019
Cosa ci facevano quattro missili anticarro Javelin "made in Usa" acquistati dalla Francia nel 2010 nel Comando del generale Khalifa Haftar a sud di Tripoli? E' questa la domanda che emerge dopo lo
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MARINE LE PEN (IN TESTA AI SONDAGGI): ''PER LA FRANCIA ATTUERO' PATRIOTTISMO ECONOMICO E PROTEZIONISMO INTELLIGENTE''

MARINE LE PEN (IN TESTA AI SONDAGGI): ''PER LA FRANCIA ATTUERO' PATRIOTTISMO ECONOMICO E
Continua

 
LA PREMIER BRITANNICA THERESA MAY: ''NOI RESISTEREMO ALL'ECLISSI DELL'OCCIDENTE. GRAN BRETAGNA E STATI UNITI ALLEATI''

LA PREMIER BRITANNICA THERESA MAY: ''NOI RESISTEREMO ALL'ECLISSI DELL'OCCIDENTE. GRAN BRETAGNA E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!