59.989.781
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CAPO SINDACATO EGIZIANO AMBULANTI: ''REGENI ERA UNA SPIA, L'HO REGISTRATO E L'HO DENUNCIATO ALLA POLIZIA''

martedì 24 gennaio 2017

IL CAIRO - EGITTO - Giulio Regeni "era una spia, l'ho indotto a parlare e l'ho registrato". Resta convinto della sua versione il capo del sindacato dei venditori ambulanti egiziano, Muhammad Abdallah, che in un'intervista al portale di notizie egiziano 'Shorouk' ha affermato di aver segnalato il ricercatore italiano alla polizia mosso da "spinta patriottica", ma sostiene che dietro la sua morte ci siano "apparati stranieri". 

Nei giorni scorsi, la tv egiziana ha diffuso un video che mostra l'ultimo incontro tra il ricercatore, scomparso al Cairo il 25 gennaio dello scorso anno e trovato morto 9 giorni dopo sull'autostrada Il Cairo-Alessandria con evidenti segni di tortura sul corpo, e il sindacalista, che all'insaputa di Regeni aveva registrato la conversazione del loro incontro.

Era il 7 gennaio 2016, pochi giorni prima della scomparsa del ricercatore, e Abdallah gli spiega di avere bisogno di soldi perché la moglie è malata di cancro e la figlia ha problemi di salute: "Ho inventato questa storia per trascinarlo nel discorso e mostrare che era una spia", ha spiegato, aggiungendo che "le domande da lui fatte nei cinque giorni precedenti erano sospette". 

Tra queste, "domande sulla rivoluzione, sulla repressione dei venditori ambulanti da parte della polizia, sulla natura del loro lavoro e sulle loro condizioni sociali", ha ricordato il sindacalista, sostenendo che Regeni "mi aveva proposto di partecipare a un bando britannico per ottenere 10mila sterline, che avrebbe ottenuto in coordinamento con un centro per i diritti, e questo in cambio delle informazioni che gli chiedevano".

Il riferimento è al Centro egiziano per i diritti economici e sociali, dove Regeni era in contatto con l'attivista Hoda Kamel, responsabile del dossier dei lavoratori per il Centro, che in un' intervista, ieri, a un'agenzia di stampa internazionale ha affermato di essere stata "purtroppo" lei "a far conoscere Giulio Regeni e Muhammad Abdallah". 

Il sindacalista ha infatti dichiarato a 'Shorouk' di aver "ricevuto una telefonata da un'impiegata del Centro che mi chiedeva di aiutare Regeni in una ricerca che stava svolgendo sui movimenti dei lavoratori in Egitto".

Quando il ricercatore gli ha parlato del bando e della possibilità di ottenere dei finanziamenti, Abdallah si è insospettito, "soprattutto perché la fondazione era britannica e non italiana. Così - ha detto - l'ho registrato e ho riferito tutto alla polizia".

Abdallah e Regeni si sono sentiti telefonicamente l'ultima volta il 23 gennaio, due giorni prima della scomparsa del ricercatore. In quell'occasione, Regeni "mi aveva chiesto di iniziare il lavoro, ma io gli ho chiesto di rimandare a dopo l'anniversario della rivoluzione del 25 gennaio", ha ricordato Abdallah, dicendosi convinto che ad ucciderlo siano stati "apparati stranieri dopo che è stato scoperto".

Per giustificare i suoi contatti con la polizia, Abdallah ha spiegato che "siccome il governo ha ignorato i venditori ambulanti per lunghi anni prima della rivoluzione di gennaio, siamo stati costretti a conquistarci la simpatia della polizia per guadagnarci di che vivere in pace, ma dopo la rivoluzione le cose sono cambiate, è aumentata la disoccupazione e in molti si sono messi a fare gli ambulanti, tra cui dei pregiudicati che hanno diffamato la professione". 

E ci sono novità anche sul piano politico in Egitto: "Sul caso di Giulio Regeni, ucciso in circostanza ancora da chiarire, probabilmente si arrivera' a una conclusione, ma non posso aggiungere altro". Lo ha detto Ahmed Said, presidente della commissione Affari esteri del Parlamento egiziano, in audizione in Parlamento europeo. "La questione di Regeni sta a cuore alla popolazione egiziana. In qualsiasi bar del Paese si parla di Regeni, tutti lo conoscono, e' una catastrofe per tutti gli egiziani".

Sul caso e sulle indagini in corso "l'ultimo aggiornamento che ho avuto come parlamentare e' che gli investigatori si sono incontrati, quelli egiziani sono stati a Roma e quelli italiani in Egitto, e che si e' soddisfatti" di come stanno procedendo i lavori. "Probabilmente si arrivera' a una conclusione della vicenda, e non ci fermeremo finche' non sara' trovata una soluzione al caso Regeni".


CAPO SINDACATO EGIZIANO AMBULANTI: ''REGENI ERA UNA SPIA, L'HO REGISTRATO E L'HO DENUNCIATO ALLA POLIZIA''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

 
BRICIOLE DALLA UE PER LE CATASTROFI TERREMOTI IN ITALIA E NIENTE ''FLESSIBILITA''' SUI MIGRANTI: E' FENOMENO STRUTTURALE

BRICIOLE DALLA UE PER LE CATASTROFI TERREMOTI IN ITALIA E NIENTE ''FLESSIBILITA''' SUI MIGRANTI: E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!