59.989.777
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO ALLONTANANDO (CASTA IMPERA)

lunedì 23 gennaio 2017

Mentre i giudici della Consulta preparano le loro toghe in vista della seduta di domani, nasce un  asse tra Lega e Movimento cinque stelle sulla legge elettorale. Tanto Beppe Grillo quanto Matteo Salvini chiedono alla Corte Costituzionale di consegnare al Paese un sistema che sia subito applicabile.

"La corte costituzionale - ha detto Salvini ieri in Piazza del Quirinale di fronte alla sede della Consulta - il 24 gennaio non deve perdere tempo. Consegni all'Italia una legge per votare subito, in primavera. Non si puo' perdere un altro anno di beghe per la legge elettorale, il momento e' drammatico".

L'idea di Salvini e' che l'Italicum depurato dalla Corte Costituzionale delle parti contrarie allo spirito e alla lettera della Costituzione dovra' essere congegnato in modo tale da non rendere necessari altri interventi delle Camere. Cosi' si potra' andare al voto in tempi brevi. Tanto è vero che Salvini poco dopo ha annunciato che le primarie del Centrodestra si possono tenere l'8 o il 9 aprile, in modo da essere pronti per le elezioni. 

Un'impostazione sulla legge elettorale, quella di Salvini, che non e' troppo diversa da quella del Movimento di Grillo. "Il M5S - scrive su twitter il responsabile M5S per le riforme Toninelli - ha in mano una sola legge elettorale: il Legalicum. Ogni altra ipotesi che vada solo a prolungare l'agonia del Parlamento e' pettegolezzo". Il Legalicum, nella terminologia grillina, e' la legge che uscira' dalla sentenza della Consulta.

La comunanza di idee con Salvini e' indiscutibile. L'unica differenze tra Grillo e Salvini e' che il Movimento Cinque Stelle puo' decidere tutto da solo, mentre Salvini, almeno in teoria, deve vedersela con Berlusconi.

Teoria smentita per altro già oggi dallo stesso Berlusconi, che ha espresso "apprezzamento" per Gentiloni e il suo governo. Il che lo mette fuori gioco, rispetto un'alleanza con la Lega.

Ma i rapporti con il Cavaliere comunque sono tesi, da quando il leader della Lega lo ha sfidato sulla leadership. E infatti, di fronte alle voci che vorrebbero il Cavaliere pronto a un'intesa con Renzi e casomai dando perfino appoggio a Gentiloni in Parlamento, il leader leghista taglia corto: "Spero e penso di no. Questo non e' il momento degli inciuci e delle minestre".

In ogni caso, l'idea di Salvini e di Grillo sulla legge elettorale non piace sicuramente a Forza Italia, che vede le elezioni ravvicinate come il fumo negli occhi. Dice Brunetta: "Credo che dobbiamo avere una buona legge elettorale e poi si vada immediatamente a votare. Quelli che dicono auto-applichiamo la sentenza della Corte insultano la Consulta e il Parlamento". Ma la duplice presa di posizione "Grillo-leghista" e' una bordata tirata a chi, come Renzi, sperava di rimettere in pista il Mattarellum, legge fortemente maggioritaria pensata per favorire le coalizioni.

Domani in giornata si saprà tutto? La Corte Costituzionale si pronuncerà, ma c'è chi crede che in realtà non si esprimerà compiutamente, bensì rinvierà la decisione ai prossimi mesi, dato il fatto che il Presidente della Repubblica Mattarella ha espresso la necessità - leggi: ordine - che sia il Parlamento a scrivere la nuova legge elettorale. E il Presidente della Repubblica - giova ricordare - ben difficilmente verrà smentito dalla Consulta. Non è un caso, quindi, che a sua volta il Presidente del Senato, Grasso, nei giorni scorsi abbia espresso il "desiderio" che la legislatura termini "naturalmente" nel 2018. 

Insomma, all'orizzonte non sembrano esserci le elezioni, e intanto il Paese va alla deriva.

Redazione Milano

 


SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO ALLONTANANDO (CASTA IMPERA)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER
Continua

 
DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!