60.946.711
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)

mercoledì 18 gennaio 2017

PARIGI - I venti nazionalisti che hanno portato Donald Trump al potere negli Stati Uniti, nei prossimi mesi stanno soffiando forte anche in Francia? Se lo chiede oggi, mercoledi' 18 di un freddissimo gennaio parigino, il quotidiano economico Les Echos commentando in esclusiva i risultati dell'ottavo barometro della fiducia politica realizzato dalla societa' OpinionWay per il centro Cevipof dell'Universita' di Scienze politiche di Parigi (Sciences-Po).

L'inchiesta, basata su un sondaggio di massa portato a termine nei giorni scorsi, traccia un ritratto dei francesi come tutt'altro che impermeabili alle idee del nuovo presidente statunitense, anzi assai favorevoli ad un'identica svolta anche per la Francia: "C'e' una tendenza, che potrebbe sembrare paradossale, in favore di una maggiore liberta' per le imprese, mentre allo stesso tempo aumenta lo scetticismo e il rigetto nei confronti della globalizzazione e della sua supposta apertura sociale e culturale" sintetizza Pascal Perrineau, responsabile del programma "Vita politica" della prestigiosa universita' parigina.

Il sondaggio mostra una maggiore adesione all'economia di mercato, confermata dalla diminuzione di quanti auspicano al contrario una profonda riforma del sistema capitalistico in senso comunista. D'altro canto pero' cresce fortemente la diffidenza e il rigetto dei francesi nei confronti della globalizzazione, dai cui effetti vorrebbero essere maggiormente protetti e difesi dallo stato e quindi dal nuovo presidente che verrà eletto in primavera. 

Ma e' anche sul piano culturale, ed ancora di piu' su quello sociale, che la globalizzazione suscita maggiori resistenze e rifiuto nella vasta maggioranza dei francesi: lo si puo' vedere attraverso l'affermazione che "in Francia ci sono troppi immigrati", condivisa nel sondaggio dal 64 per cento degli intervistati, mentre dopo l'ondata di attentati il 62 per cento ritiene che l'Islam rappresenti una minaccia per la Repubblica ed il 43 per cento afferma senza ipocrisie di circostanza che i figli degli immigrati africani e mediorientali, nati sul territorio della Francia, non siano veramente cittadini francesi.

Dall'indagine emergono poi altri segni di una nettissima svolta nazionalista della societa', segni comuni anche ad altre nazioni del continente europeo: "La volontà di accrescere le libertà private", commenta il politologo di Sciences-Po, "si accompagna alla richiesta di un ordine pubblico forte che difenda e protegga i cittadini".

Sul piano politico tutto cio', secondo Perrineau, si traduce nel desiderio di un'autorita' in grado di imporsi: il futuro capo dello Stato francese sara' colui o colei che "meglio di chiunque altro sapra' gestire questi profondi desideri e necessità e prima di tutto di difesa dalla globalizzazione. Quindi, "non si tratterrà più della classica divisione dell'elettorato tra destra e sinistra che è andato in crisi" ma di due visioni della Francia, una oggi fortemente minoritaria che è mondialista e globalizzata opposta a una nazionalista in difesa dei valori della Francia per i francesi che raccoglie ben oltre il 50% dei consensi dei futuri elettori chiamati presto a votare per il nuovo presidente.

Redazione Milano


SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'
Continua

 
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!