64.931.006
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)

mercoledì 18 gennaio 2017

PARIGI - I venti nazionalisti che hanno portato Donald Trump al potere negli Stati Uniti, nei prossimi mesi stanno soffiando forte anche in Francia? Se lo chiede oggi, mercoledi' 18 di un freddissimo gennaio parigino, il quotidiano economico Les Echos commentando in esclusiva i risultati dell'ottavo barometro della fiducia politica realizzato dalla societa' OpinionWay per il centro Cevipof dell'Universita' di Scienze politiche di Parigi (Sciences-Po).

L'inchiesta, basata su un sondaggio di massa portato a termine nei giorni scorsi, traccia un ritratto dei francesi come tutt'altro che impermeabili alle idee del nuovo presidente statunitense, anzi assai favorevoli ad un'identica svolta anche per la Francia: "C'e' una tendenza, che potrebbe sembrare paradossale, in favore di una maggiore liberta' per le imprese, mentre allo stesso tempo aumenta lo scetticismo e il rigetto nei confronti della globalizzazione e della sua supposta apertura sociale e culturale" sintetizza Pascal Perrineau, responsabile del programma "Vita politica" della prestigiosa universita' parigina.

Il sondaggio mostra una maggiore adesione all'economia di mercato, confermata dalla diminuzione di quanti auspicano al contrario una profonda riforma del sistema capitalistico in senso comunista. D'altro canto pero' cresce fortemente la diffidenza e il rigetto dei francesi nei confronti della globalizzazione, dai cui effetti vorrebbero essere maggiormente protetti e difesi dallo stato e quindi dal nuovo presidente che verrà eletto in primavera. 

Ma e' anche sul piano culturale, ed ancora di piu' su quello sociale, che la globalizzazione suscita maggiori resistenze e rifiuto nella vasta maggioranza dei francesi: lo si puo' vedere attraverso l'affermazione che "in Francia ci sono troppi immigrati", condivisa nel sondaggio dal 64 per cento degli intervistati, mentre dopo l'ondata di attentati il 62 per cento ritiene che l'Islam rappresenti una minaccia per la Repubblica ed il 43 per cento afferma senza ipocrisie di circostanza che i figli degli immigrati africani e mediorientali, nati sul territorio della Francia, non siano veramente cittadini francesi.

Dall'indagine emergono poi altri segni di una nettissima svolta nazionalista della societa', segni comuni anche ad altre nazioni del continente europeo: "La volontà di accrescere le libertà private", commenta il politologo di Sciences-Po, "si accompagna alla richiesta di un ordine pubblico forte che difenda e protegga i cittadini".

Sul piano politico tutto cio', secondo Perrineau, si traduce nel desiderio di un'autorita' in grado di imporsi: il futuro capo dello Stato francese sara' colui o colei che "meglio di chiunque altro sapra' gestire questi profondi desideri e necessità e prima di tutto di difesa dalla globalizzazione. Quindi, "non si tratterrà più della classica divisione dell'elettorato tra destra e sinistra che è andato in crisi" ma di due visioni della Francia, una oggi fortemente minoritaria che è mondialista e globalizzata opposta a una nazionalista in difesa dei valori della Francia per i francesi che raccoglie ben oltre il 50% dei consensi dei futuri elettori chiamati presto a votare per il nuovo presidente.

Redazione Milano


SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
POLIZIA STRONCA PERICOLOSISSIMA COSCA MAFIOSA NIGERIANA FORMATA DA TUTTI ''RICHIEDENTI ASILO'': 21 ARRESTI 6 RICERCATI

POLIZIA STRONCA PERICOLOSISSIMA COSCA MAFIOSA NIGERIANA FORMATA DA TUTTI ''RICHIEDENTI ASILO'': 21

mercoledì 21 novembre 2018
Organizzata come Cosa nostra. Si riunivano periodicamente per i loro 'general meeting' in un capannone affittato nel Cagliaritano - baschi azzurri e sciarpe gialle e rosse come segni distintivi - per
Continua
 
I MERCATI BOCCIANO LA COMMISSIONE UE CHE HA ''BOCCIATO'' LA MANOVRA DEL GOVERNO ITALIANO: SPREAD IN FORTE CALO, BORSA SALE

I MERCATI BOCCIANO LA COMMISSIONE UE CHE HA ''BOCCIATO'' LA MANOVRA DEL GOVERNO ITALIANO: SPREAD IN

mercoledì 21 novembre 2018
La bocciatura della manovra da parte dell'Ue, che definisce 'giustificata' l'apertura di una procedura di infrazione, non affossa Piazza Affari, anzi. Piuttosto, bisogna dire che i mercati hanno
Continua
DEUTSCHE BANK SOSPETTATA DI AVERE RICICLATO 150 MILIARDI DI DOLLARI DI SOLDI SPORCHI, CROLLA IN BORSA (-50% DA GENNAIO)

DEUTSCHE BANK SOSPETTATA DI AVERE RICICLATO 150 MILIARDI DI DOLLARI DI SOLDI SPORCHI, CROLLA IN

martedì 20 novembre 2018
FRANCOFORTE - Le azioni della Deutsche Bank sono calate bruscamente oggi alla Borsa di Francoforte per i forti timori degli investitori sugli effetti dallo scandalo del riciclaggio di denaro sporco
Continua
 
660.000 INFERMIERI SCENDONO IN PIAZZA IN FRANCIA CONTRO MACRON: DISPREZZA LA NOSTRA PROFESSIONE LA SANITA' E' DISASTROSA

660.000 INFERMIERI SCENDONO IN PIAZZA IN FRANCIA CONTRO MACRON: DISPREZZA LA NOSTRA PROFESSIONE LA

martedì 20 novembre 2018
PARIGI - Con lo slogan "infermieri dimenticati", decine di migliaia di infermieri in sciopero protestano nelle principali citta' di Francia, denunciando il "disprezzo" del governo e specialmente di
Continua
SEQUESTRATA LA NAVE ONG AQUARIUS DI MSF: HA SCARICATO 21 TONNELLATE DI RIFIUTI PERICOLOSISSIMI COME NORMALE SPAZZATURA

SEQUESTRATA LA NAVE ONG AQUARIUS DI MSF: HA SCARICATO 21 TONNELLATE DI RIFIUTI PERICOLOSISSIMI COME

martedì 20 novembre 2018
CATANIA - I rifiuti pericolosi prodotti dai migranti a bordo delle navi e quelli a rischio infettivo venivano declassati, scaricati nei porti in maniera indifferenziata e poi conferiti in discarica
Continua
 
MATTEO SALVINI SPIEGA QUALI SONO I VERI NEMICI DELL'ITALIA: ECCO I POTERI FORTI CHE VORREBBERO RIDURLA COME LA GRECIA

MATTEO SALVINI SPIEGA QUALI SONO I VERI NEMICI DELL'ITALIA: ECCO I POTERI FORTI CHE VORREBBERO

lunedì 19 novembre 2018
Milano - Il ministro dell'Interno Matteo Salvini cancella il chiacchiericcio delle false ricostruzioni di certa stampa e fantasiosi cronisti  sulla presunta crisi di governo, ma sa che le sfide
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'
Continua

 
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!