70.701.979
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)

mercoledì 18 gennaio 2017

PARIGI - I venti nazionalisti che hanno portato Donald Trump al potere negli Stati Uniti, nei prossimi mesi stanno soffiando forte anche in Francia? Se lo chiede oggi, mercoledi' 18 di un freddissimo gennaio parigino, il quotidiano economico Les Echos commentando in esclusiva i risultati dell'ottavo barometro della fiducia politica realizzato dalla societa' OpinionWay per il centro Cevipof dell'Universita' di Scienze politiche di Parigi (Sciences-Po).

L'inchiesta, basata su un sondaggio di massa portato a termine nei giorni scorsi, traccia un ritratto dei francesi come tutt'altro che impermeabili alle idee del nuovo presidente statunitense, anzi assai favorevoli ad un'identica svolta anche per la Francia: "C'e' una tendenza, che potrebbe sembrare paradossale, in favore di una maggiore liberta' per le imprese, mentre allo stesso tempo aumenta lo scetticismo e il rigetto nei confronti della globalizzazione e della sua supposta apertura sociale e culturale" sintetizza Pascal Perrineau, responsabile del programma "Vita politica" della prestigiosa universita' parigina.

Il sondaggio mostra una maggiore adesione all'economia di mercato, confermata dalla diminuzione di quanti auspicano al contrario una profonda riforma del sistema capitalistico in senso comunista. D'altro canto pero' cresce fortemente la diffidenza e il rigetto dei francesi nei confronti della globalizzazione, dai cui effetti vorrebbero essere maggiormente protetti e difesi dallo stato e quindi dal nuovo presidente che verrà eletto in primavera. 

Ma e' anche sul piano culturale, ed ancora di piu' su quello sociale, che la globalizzazione suscita maggiori resistenze e rifiuto nella vasta maggioranza dei francesi: lo si puo' vedere attraverso l'affermazione che "in Francia ci sono troppi immigrati", condivisa nel sondaggio dal 64 per cento degli intervistati, mentre dopo l'ondata di attentati il 62 per cento ritiene che l'Islam rappresenti una minaccia per la Repubblica ed il 43 per cento afferma senza ipocrisie di circostanza che i figli degli immigrati africani e mediorientali, nati sul territorio della Francia, non siano veramente cittadini francesi.

Dall'indagine emergono poi altri segni di una nettissima svolta nazionalista della societa', segni comuni anche ad altre nazioni del continente europeo: "La volontà di accrescere le libertà private", commenta il politologo di Sciences-Po, "si accompagna alla richiesta di un ordine pubblico forte che difenda e protegga i cittadini".

Sul piano politico tutto cio', secondo Perrineau, si traduce nel desiderio di un'autorita' in grado di imporsi: il futuro capo dello Stato francese sara' colui o colei che "meglio di chiunque altro sapra' gestire questi profondi desideri e necessità e prima di tutto di difesa dalla globalizzazione. Quindi, "non si tratterrà più della classica divisione dell'elettorato tra destra e sinistra che è andato in crisi" ma di due visioni della Francia, una oggi fortemente minoritaria che è mondialista e globalizzata opposta a una nazionalista in difesa dei valori della Francia per i francesi che raccoglie ben oltre il 50% dei consensi dei futuri elettori chiamati presto a votare per il nuovo presidente.

Redazione Milano


SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'
Continua

 
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!