67.700.494
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

lunedì 16 gennaio 2017

Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione fatta a ottobre. Nell'aggiornamento del World Economic Outlook, la buona notizia e' che gli esperti di Washington sostengono che l'Italia alla fine ha registrato una crescita per il 2016 dello 0,9%, anziche' dello 0,8% precedentemente stimato, quindi maggiore di 0,1 punti percentuali. Ben magra soddisfazione, dato che sta per iniziare un altro anno di sostanziale stagnazione, per l'Italia, secondo quanto afferma questa opaca e discutibile organizzazione internazionale

Quindi, per il 2017 viene tagliata di 0,2 punti percentuali la previsione di crescita del Pil dell'Italia fatta gia' ad ottobre. Il Governo italiano prevede invece che per quest'anno la crescita fara' registrare l'1%. Anche per il 2018, l'Fmi prevede un andamento piu' pessimistico per la nostra economia: il Pil salira' il prossimo anno dello 0,8% contro l'1,1% precedentemente stimato. Le stime sono state invece riviste al rialzo per altre economie avanzate come Germania, Giappone, Spagna e anche  - a malincuore - per il Regno Unito che sembra quest'anno non risentire dell'effetto Brexit, anzi tutto al contrario beneficiarne smentendo così le fosche previsioni dello stesso Fmi che davano la Gran Bretagna "distrutta" dall'uscita dalla Ue quando invece è accaduto l'esatto contrario (mentre nel 2018  il Pil del Regno Unito, sempre secondo l'Fmi salira' dell'1,4%, ossia 0,3 punti percentuali in meno rispetto alla precedente stima, ma l'attendibilità di una previsione a 24 mesi è prossima allo zero, dato il fatto che le elezioni in Olanda, Francia e Germania potrebbero addirittura portare alla fine della Ue già nel 2017).

Tornando all'Italia, Fmi afferma che "dallo scorso agosto tutte le principali economie hanno fatto registrare un rialzo dei rendimenti dei titoli pubblici. Ma in Italia la crescita è stata più elevata per riflesso delle elevate incertezze sulla politica e sul sistema bancario". Ma l'Fmi evita accuratamente di scrivere che tutti i valori di "mercato" dei titoli di stato della zona euro sono drogati al ribasso dalla Bce che compra ogni mese 60 miliardi di euro di bond dei paesi dell'eurozona, provocando due effetti: il primo, la discesa sotto lo zero del rendimento dei Bund tedeschi, il secondo il contenimento sotto il 2% del tasso di interesse dei titoli di stato di Italia e Spagna, tenendo presente che la Grecia è completamente fuori da ogni criterio sensato di valore dei propri titoli, date le condizioni di assoluta bancarotta dell'intero sistema finanziario privato e statale della Grecia, che mai riuscirà a rimborsare l'enorme debito con la Bce, la Ue e l'Fmi. 

Per conseguenza, quando l'Fmi afferma che i rendimenti dei principali titoli di stato europei e mondiali salgono, ma quelli italiani di più addebitandone la "colpa" alle mancate "riforme", in sostanza sta dicendo che gli italiani non si sono supinamente adeguati al loro "suicidio" rappresentato dai deliranti maneggiamenti alla Costituzione che avrebbe voluto portare a termine Renzi, e che quindi ora dovranno pagare il prezzo alla ribellione contro la Ue e le oligarchie mondialiste, alle quali a pieno titolo appartiene l'Fmi, capitanato da uan pregiudicata per gravi reati qual è la signora Lagarde. Che nonostante le condanne definitive subite nei tribunali di Francia, a ricevuto la "fiducia" di questa pericolosissima consorteria denominata Fondo Monetario Internazionale.

Redazione Milano


L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FMI   LAGARDE   PIL   STIME   BREXIT   ITALIA   RENZI   REFERENDUM   BCE   QE   SPAGNA   GERMANIA   BTP   BUND   TITOLI   GRECIA   BANCAROTTA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
TUTTE LE PREVISIONI PER IL 2016 (DI UE E GOVERNO PD) SI SONO DIMOSTRATE CLAMOROSE BUFALE E ORA ANCHE L'EURO PRECIPITA

TUTTE LE PREVISIONI PER IL 2016 (DI UE E GOVERNO PD) SI SONO DIMOSTRATE CLAMOROSE BUFALE E ORA
Continua

 
IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ''SOVRANISTA'')

IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »