72.746.899
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

FINANCIAL TIMES: L'EUROZONA E' VICINA ALL'AUTODISTRUZIONE. IL PIU' GRANDE DEFAULT DELLA STORIA DISTRUGGERA' LA GERMANIA

lunedì 12 dicembre 2016

LONDRA - "L'incapacita' di distinguere cio' che e' probabile da cio' che e' auspicabile si e' rivelata una tragedia nel 2016; questa tendenza vale anche per l'Italia" osserva l'editorialista del Financial Times Wolfgang Munchau.

"Si dice che il Belpaese sia bravo a cavarsela in qualche modo, che il suo sistema politico aggiustera' la legge elettorale per prevenire la vittoria di un partito estremista, che la sua Costituzione non permette un referendum sull'euro e che quindi l'uscita dall'unione monetaria non avverra'. Non e' detto che sia cosi'. Il divario nelle performance economiche italiane e tedesche e' enorme. Gli squilibri nel sistema di pagamenti Target 2 hanno raggiunto il livello piu' alto dalla crisi del 2012: la Germania ha un surplus di 754 miliardi di euro; l'Italia un deficit di 359 miliardi".

"In teoria si potrebbe continuare a ignorare tutto cio', ma solo ad alcune condizioni. La prima e' una convergenza tra i due paesi: l'Italia dovrebbe attuare riforme della giustizia e della pubblica amministrazione, tagliare le tasse e investire in tecnologie che aumentino la produttivita'. La seconda e' che gli Stati membri del nord accettino trasferimenti di risorse verso il Sud. La terza e' che l'Unione Europea crei un'autorita' politica federale col potere di prelievo fiscale. La quarta e' che la Banca centrale europea trovi il modo di finanziare indefinitamente il debito pubblico e privato italiano. La quinta e' che Roma continui a sostenere l'appartenenza all'euro".

"Una sola di queste condizioni sarebbe sufficiente, ma ciascuna e' molto improbabile. Le riforme economiche di Matteo Renzi - prosegue l'articolo del Financial Times di oggi  - non sono state significative, a parte il modesto pacchetto sul lavoro. L'ex presidente del Consiglio ha preferito concentrarsi su controverse riforme politiche e ha perso il referendum costituzionale. Un altro governo riformista non e' in vista e l'esecutivo di Paolo Gentiloni, probabilmente breve, non cambiera' le cose".

"Escludendo che sia la Germania a salvare l'eurozona e che gli altri Stati settentrionali accettino trasferimenti fiscali, ammettendo che l'intervento della Bce sia utile ma non risolutivo, resta da considerare la politica italiana. Solo uno dei tre blocchi principali, il Partito democratico, e' pro euro. Il Pd potrebbe anche tornare a vincere, ma certo non restera' sempre al potere. Un giorno il paese sara' guidato da un partito anti euro. La posizione italiana nell'area dell'eurozona e le elezioni presidenziali francesi rappresentano le due minacce piu' gravi per l'area monetaria e per l'Ue".

"Se l'Italia vuole continuare a usare l'euro, deve mandare un chiaro avvertimento alla Germania: l'eurozona e' sulla strada dell'autodistruzione, se non cambieranno i parametri, questo dovrebbe dire il governo italiano a quello tedesco. Il prossimo presidente del Consiglio dovra' dire al cancelliere tedesco, probabilmente Angela Merkel, che la scelta non sara' tra l'unione politica o no, ma tra l'unione politica o il ritiro dell'Italia dall'euro".

"La seconda ipotesi implicherebbe il piu' grande default della storia: il sistema bancario tedesco rischierebbe il collasso e la piu' grande potenza economica europea perderebbe tutti i vantaggi competitivi accumulati negli ultimi quindici anni di euro. Evitare questo confronto necessario - conclude Munchau - e' stato il fallimento storico degli ultimi governi italiani a guida Pd, una strategia su cui si dovrebbe riflettere".

Redazione Milano 


FINANCIAL TIMES: L'EUROZONA E' VICINA ALL'AUTODISTRUZIONE. IL PIU' GRANDE DEFAULT DELLA STORIA DISTRUGGERA' LA GERMANIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FINANCIAL   TIMES   GERMANIA   PD   GOVERNO   RENZI   EURO   EUROZONA   DEFAULT   REFERENDUM   MERKEL   BERLINO   BCE   ITALIA   STATI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU' (IN LITUANIA IL 51%)

SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU'

lunedì 9 dicembre 2019
LONDRA - Ogni anno l'Unione Europea fa un sondaggio per vedere quanto e' popolare la moneta unica e quest'anno il risultato e' piuttosto sorprendente. A prima vista le 17mila e 500 persone
Continua
 
EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO MALE COCA COLA FA BENE

EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO

giovedì 5 dicembre 2019
La Coca-Cola avrebbe effetti devastanti sul nostro organismo, a dirlo è l’ex farmacista inglese Niraj Naik sul suo blog. “Dopo aver visto così tante persone che soffrono di
Continua
ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL SUPERSTATO UE ''NON SERVE''

ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL

lunedì 2 dicembre 2019
LONDRA - "La decisione della Gran Bretagna di rimanere fuori dall'euro e' la miglior decisione che il governo britannico potesse prendere". Effettivamente sono un folle potrebbe pensarla
Continua
 
FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE PRINCIPALI CITTA' CON TRATTORI

FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE

mercoledì 27 novembre 2019
PARIGI - Macron travolto dai trattori, oggi a Parigi. In senso metaforico, per ora.  Trattori sulla Periferique e sugli Champs Elysees. Oltre 1000 macchine agricole, secondo i dati del ministero
Continua
CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE MIGRANTI NELLA UE''

CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI

lunedì 25 novembre 2019
LONDRA - E' abbastanza risaputo che l'Unione Europea spreca i soldi che estorce ai contribuenti e non deve sorprendere se si scopre che molte delle sue agenzie sono gestite in modo poco
Continua
 
IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I CONTI CATASTROFICI

IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I

giovedì 21 novembre 2019
Due pesi e due misure con l'Italia, a seconda di chi c'è al governo. A scriverlo non è la stampa "sovranista" ma un quotidiano autorevole e ferreo conservatore tedesco.  "Nei
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ANCHE L'ALGERIA NON NE PUO' PIU' DI IMMIGRATI CENTRO AFRICANI: ARRESTI ED ESPULSIONI DI MASSA VERSO SUD (ADDIO ORDE)

ANCHE L'ALGERIA NON NE PUO' PIU' DI IMMIGRATI CENTRO AFRICANI: ARRESTI ED ESPULSIONI DI MASSA VERSO
Continua

 
WALL STREET JOURNAL: ''MA QUALE PERICOLO RUSSIA! IL PERICOLO PER GLI USA SONO LA CRISI DELL'ITALIA E L'EURO'' (BOOM!)

WALL STREET JOURNAL: ''MA QUALE PERICOLO RUSSIA! IL PERICOLO PER GLI USA SONO LA CRISI DELL'ITALIA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SONDAGGI IN GRAN BRETAGNA CONCORDANO: TORY IN AMPIO VANTAGGIO,

9 dicembre - LONDRA - Tutti i principali quotidiani pubblicano sondaggi sul voto di
Continua

GENTILONI: ''PER IL 2020 NON E' PREVEDIBILE CHE IL PIL

9 dicembre - In Eurozona ''non ci sono al momento attendibili previsioni sulla
Continua

LA FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO MACRON E LA SUA LEGGE SULLE PENSIONI

5 dicembre - Sono 250 mila i manifestanti scesi in piazza contro la riforma delle
Continua

SPREAD DECOLLA, GLI SPECULATORI SI SONO STUFATI DEL GOVERNO CONTE

5 dicembre - Chiusura in netto allargamento per lo spread tra BTp e Bund sul mercato
Continua

BORGHI INCHIODA IL MINISTRO BELLACIAO GUALTIERI

5 dicembre - Il parlamentare leghista Claudio Borghi insiste e, su twitter, si
Continua

GIORGIA MELONI: LA PRESCRIZIONE TEMA PIU' INSIDIOSO DEL MES, PER

5 dicembre - ''Il tema della prescrizione mi sembra piu' insidioso per il governo
Continua

TUTTA LA FRANCIA IN SCIOPERO CONTRO MACRON: LE PENSIONI NON SI

5 dicembre - PARIGI - La Francia si ferma per protesta contro la ventilata riforma
Continua

UNIONE BANCARIA? MANCO PER IDEA. CENTENO SMENTISCE: ''NON L'ABBIAMO

5 dicembre - BRUXELLES - Come volevasi dimostrare, l'unione bancaria che
Continua

SONDAGGIO:55% NON HA FIDUCIA NEL GOVERNO 53% PER ELEZIONI SALVINI

5 dicembre - Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato oggi ad ''Agora''' su Rai3, il
Continua

DUE AFRICANI DEI BARCONI ARRESTATI PER RAPINA IN STRADA A UN

4 dicembre - Con l'accusa di rapina in concorso i carabinieri hanno arrestato a
Continua

4 dicembre - Il gruppo di Forza Italia alla Camera perde un deputato: Antonino
Continua

RENZIANI: SULLA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA DI M5S VOTEREMO CON LE

4 dicembre - ''L'idea perversa di processi eterni con noi non passerà : se il tema
Continua

SONDAGGIO: LA LEGA CRESCE E ARRIVA AL 33,8% SALE FDI AL 10% FORZA

3 dicembre - La Lega di Matteo Salvini torna a crescere dopo una battuta di arresto
Continua

ECONFIN SMENTISCE CONTE: ''ACCORDO SUL MES FATTO A GIUGNO''.

2 dicembre - PARIGI - Se il governo Conte sperava - come scrive oggi Repubblica - in
Continua

M5S: SUL MES IL PARLAMENTO DEVE AVERE L'ULTIMA PAROLA E SARA' TRA

2 dicembre - La riforma del Mes va ''discussa nel merito'' e ''solo al termine del
Continua

LEGA: 19 GIUGNO IL PARLAMENTO HA POSTO IL VETO AL MES. CONTE HA

2 dicembre - ''Dimostri di avere a cuore la Costituzione. Vada dal Presidente
Continua

IL PD IN REGIONE TOSCANA NEGA L'AUDITORIUM PER PRESENTAZIONE LIBRO

28 novembre - FIRENZE - ''Negato, in modo per noi inspiegabile, l'utilizzo
Continua

LEADER DELLA PROTESTA DI HONG KONG CONTRO LA DITTATURA CINESE:

28 novembre - ''Sono rimasto piuttosto deluso nel leggere le dichiarazioni
Continua

SALVINI: SUL MES SI DEVE ESPRIMERE IL PARLAMENTO SETTIMANA PROSSIMA!

28 novembre - ''Si torna in Parlamento la settimana prossima, altro che dopo la
Continua

M5S HA IL CANDIDATO ALLE REGIONALI DELLA CALABRIA: E' IL PROF.

28 novembre - CATANZARO - ''Dopo un'attenta riflessione e con la consapevolezza di
Continua
Precedenti »