46.559.496
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEL METANO ALLA PRODUZIONE DI SURGELATI: SEQUESTRATI 80 MILIONI DI EURO A COSA NOSTRA

mercoledì 22 maggio 2013

Palermo  - Un ingente patrimonio costituito da societa', attivita' commerciali, immobili di pregio e disponibilita' finanziarie, del valore complessivo di circa 48 milioni di euro, e' stato sequestrato dalla Guardia di Finanza di Palermo in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo su proposta della locale Procura della Repubblica.

Il sequestro, spiega una nota della Gdf, e' la risultante di un'articolata attivita' di indagine svolta dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo, su delega e sotto la costante direzione della locale Procura della Repubblica, nella persona del Procuratore Aggiunto, Vittorio Teresi e del Sostituto Procuratore della Repubblica, Dario Scaletta, che ha fatto emergere le infiltrazioni di ''Cosa Nostra'' e dei suoi leader storici, fra cui Bernardo Provenzano, Leoluca Bagarella e Matteo Messina Denaro, negli affari delle societa' appartenenti ad un gruppo imprenditoriale che ha curato, a cavallo fra gli anni '80 e '90, la metanizzazione di diverse aree del territorio siciliano.

Tra i beni in sequestro, in Sicilia e Sardegna, societa' immobiliari e di produzione di metalli preziosi, imprese agricole, attivita' commerciali di prodotti petroliferi, combustibili ed oggetti d'arte, appartamenti, uffici, locali affittati ad importanti aziende e catene commerciali - molti dei quali situati nel centro di Palermo - immobili di pregio, amplissimi locali commerciali, opifici industriali, autorimesse, magazzini e disponibilita' bancarie.

In una seconda operazione anch'essa di stamattina, il Centro Operativo di Palermo, su proposta del Direttore della Dia Arturo De Felice, ha eseguito un sequestro di beni del valore di oltre 25 milioni di euro. Il provvedimento, che rientra nel quadro delle attivita' istituzionali tese all'aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati dalle organizzazioni criminali, ha colpito un imprenditore palermitano nei confronti del quale sono stati acquisiti elementi che lo hanno fatto ritenere un collettore degli interessi mafiosi nel commercio di prodotti surgelati, gestito anche a mezzo di familiari.

Redazione Milano


DALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEL METANO ALLA PRODUZIONE DI SURGELATI: SEQUESTRATI 80 MILIONI DI EURO A COSA NOSTRA




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PARADOSSI ITALICI / BECCATO DALLA POLIZIA CON BORSONI PIENI DI REFURTIVA,ROMENO VIENE LASCIATO ANDARE.. A RUBARE ANCORA

PARADOSSI ITALICI / BECCATO DALLA POLIZIA CON BORSONI PIENI DI REFURTIVA,ROMENO VIENE LASCIATO
Continua

 
VENDITA DI DROGA CON INTERNET TRAMITE UN SITO WEB (NOME IN CODICE: FEFE') OTTO ARRESTI IN VENETO.

VENDITA DI DROGA CON INTERNET TRAMITE UN SITO WEB (NOME IN CODICE: FEFE') OTTO ARRESTI IN VENETO.


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!