73.630.006
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SPECIALE UCRAINA / TREMA LA CASTA DI OLIGARCHI MESSA AL COMANDO DA OBAMA E DALLA UE: TRUMP LI SPAZZERA' VIA TUTTI

venerdì 25 novembre 2016

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca e i punti interrogativi sui possibili cambiamenti nella politica estera a stelle e strisce hanno fatto scattare l'allarme in Ucraina, l'ex repubblica sovietica al centro di una vera e propria guerra per procura tra Stati Uniti e Russia.

A Kiev si teme che le simpatie fra Trump e Vladimir Putin e le dichiarazioni fatte in campagna elettorale dal poi vittorioso Trump sul necessario miglioramento dei rapporti tra Washington e Mosca possano riflettersi in maniera negativa sul futuro del Paese, o per meglio dire sulla corrotta casta che lo governa.

L'Ucraina è non solo impegnata nel conflitto ibrido nel Donbass con i separatisti filorussi, ma naviga in acque molto pericolose a causa della persistente instabilità politica interna - tra le ombre dell'oligarchia al potere, la piaga della corruzione che infesta il governo e le minacce dei gruppi neonazisti di infiammare la piazza - e di un'economia disastrata tenuta in rianimazione artificiale solo tramite gli aiuti cash della Ue.

Gli accordi di Minsk sono ancora in stallo e del rilancio del piano di pace concordato a ottobre dal cosiddetto quartetto normanno, con Angela Merkel e Francois Hollande a far compagnia ai presidenti di Ucraina e Russia, non c'è traccia.

Nel caso di un disimpegno americano sotto la presidenza Trump, o quantomeno di un ammorbidimento della linea guida che dalla Casa Bianca con Barack Obama ha influenzato le mosse dell'Unione Europea dall'inizio della crisi nel novembre del 2013, l'attuale governo dell'Ucraina si troverebbe con il fianco scoperto nel duello con la Russia.

Il capo di Stato ucraino Petro Poroshenko, che nella sua prima telefonata dopo la spiazzante vittoria dell'imprenditore americano aveva fatto appello diretto a Trump sottolineando l'importanza del "continuo sostegno all'Ucraina da parte degli Stati Uniti per far fronte all'aggressione russa", ha espresso questa settimana in primo luogo la speranza che le sanzioni occidentali vengano prolungate. Esattamente il contrario di quello che vuole fare Trump.

Bruxelles e Washington dovranno decidere tra dicembre e gennaio 2017 se mantenere o meno i provvedimenti restrittivi comminati dopo l'annessione della Crimea a seguito del referendum popolare che ha espresso la volontà della popolazione - oltre il 90% - di entrare a far parte della Russia e l'avvio del conflitto nel Sudest del Paese.

Le allarmate dichiarazioni di Poroshenko sono arrivate appena dopo che lo scorso fine settimana a Lima Putin ha ribadito la volontà bilaterale di un reset tra Mosca e Washington. 

Tre anni dopo l'inizio delle proteste finanziate e organizzate dalla Cia e dai servizi segreti di Paesi Ue a Maidan, che portarono al cambio di regime nel febbraio 2014 con la fuga dell'allora presidente Viktor Yanukovich e l'insediamento prima del governo guidato da Arseni Yatseniuk e poi di Poroshenko, a Kiev la pressione degli attori esterni potrebbe di nuovo quindi mutare, ammesso e non concesso che il presidente eletto Donald Trump concretizzi dal 20 gennaio 2017 le sue intenzioni sulla scacchiera internazionale.

È comunque un dato di fatto che gli ultimi mesi hanno segnato in Ucraina un vero e proprio crollo del fronte "europeista" e interno, con il siluramento in primavera del premier Arseny Yatseniuk, definito dall'ancora vice segretario di Stato Victoria Nuland "il nostro uomo", e le recenti dimissioni di Mikhail Saakashvili da governatore di Odessa. Saakashvili, l'ex presidente georgiano, alfiere a Tbilisi nel 2003 della rivoluzione delle rose foraggiata dagli Usa, era finito in Ucraina su spinta di Washington ovvero di Obama e proprio alla vigilia della vittoria di Trump ha gettato la spugna accusando di malaffare, corruzione e traffici illeciti d'ogni tipo Poroshenko e l'intero l'estabilishment ucraino.

Anche i ministri "occidentali" cooptati nel primo governo Yatseniuk hanno dovuto abbandonare gli incarichi, compresa la titolare delle Finanze con passaporto americano Natalia Yaresko. E in questo quadro di disfacimento rimane invece immutato il sostegno ufficiale a Kiev dell'Unione Europea, seppur con qualche crepa proprio sulla questione delle sanzioni su cui Bruxelles prenderà una decisione al summit del 15 dicembre e con molti dubbi sul processo di riforme, e soprattutto della Nato.

La vittoria di Trump non solo ha tolto alle oligarchie al potere in Ucraina letteralmente la terra sotto i piedi, ha anche spiazzato le simmetriche oligarchie coagulate nella Commissione europea che infatti - e non certo per caso - hanno immediatamente attaccato Trump a freddo, il giorno dopo la sua schiacciante vittoria, tramite il "vecchio arnese" Juncker che l'ha coperto di insulti.

Trump non ha replicato, ma dicono abbia un'ottima memoria.

Redazione Milano.


SPECIALE UCRAINA / TREMA LA CASTA DI OLIGARCHI MESSA AL COMANDO DA OBAMA E DALLA UE: TRUMP LI SPAZZERA' VIA TUTTI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

UCRAINA   POROSHENKO   GOVERNO   CORROTTO   RUSSIA   DONBASS   CONFLITTO   PUTIN   TRUMP   OBAMA   CIA   GOLPE   BRUXELLES   JUNCKER   UE   WASHINGTON   CASA   BIANCA   KIEV   MAIDAN   NEONAZISTI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE CANCELLARE ISRAELE E' ANTISEMITA

''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE

giovedì 16 gennaio 2020
A dieci giorni dalla ricorrenza del Giorno della Memoria in omaggio alle vittime dell'Olocausto, la Lega ha organizzato a Roma il convegno 'Le nuove forme dell'antisemitismo'. A Palazzo Giustiniani,
Continua
 
UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL BUCO-BREXIT DI 15 MLD/ANNO

UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL

lunedì 13 gennaio 2020
LONDRA - Pochi giorni fa, il parlamento britannico ha approvato a larga maggioranza la legge che stabilisce che la Gran Bretagna lascera' definitivamente l'Unione Europea il 31 Gennaio del 2020. Al
Continua
CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI E FORMARE FAMIGLIE

CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI

martedì 7 gennaio 2020
LONDRA - Negli ultimi anni, in diversi Paesi e' aumentato il numero di coloro che sono contrari al libero movimento delle persone all'interno della UE in quanto questa politica ha visto le nazioni
Continua
 
GOVERNO TEDESCO TRABALLA, CSU PROPONE UN ''RIMPASTO'' SOSTITUENDO INNANZITUTTO IL MINISTRO DELL'ECONOMIA (CRISI IN ARRIVO)

GOVERNO TEDESCO TRABALLA, CSU PROPONE UN ''RIMPASTO'' SOSTITUENDO INNANZITUTTO IL MINISTRO

martedì 7 gennaio 2020
BERLINO - In vista delle elezioni che si terranno in Germania nel 2021, e' necessario "un rimpasto e un ringiovanimento" del governo federale, attualmente formato dalla Grande coalizione tra Unione
Continua
EUROZONA IN GINOCCHIO NEL 2020, DECOLLA CON LA BREXIT IL REGNO UNITO, MOLTO BENE GLI USA, GOVERNICCHIO CONTE S'AFFLOSCIA

EUROZONA IN GINOCCHIO NEL 2020, DECOLLA CON LA BREXIT IL REGNO UNITO, MOLTO BENE GLI USA,

giovedì 2 gennaio 2020
Il dodici dicembre 2019 - archiviato molto in fretta dalla solita stampa serva ue italiana -  sarà festeggiato negli anni a venire come il giorno del trionfo della democrazia sulle elites
Continua
 
LOMBARDIA, APPROVATO IL BILANCIO 2020-2022. FONTANA E CAPARINI: ''TAGLIO TASSE E INVESTIMENTI IN SANITA' E TRASPORTI''

LOMBARDIA, APPROVATO IL BILANCIO 2020-2022. FONTANA E CAPARINI: ''TAGLIO TASSE E INVESTIMENTI IN

martedì 17 dicembre 2019
Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in una nota commenta l'approvazione da parte del Consiglio regionale del bilancio di previsione 2020-2022, della legge di stabilita' e del
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA CDU TEDESCA LANCIA L'ALLARME DEL ''RISCHIO ITALIANO'' DI ONDATE DI AFRICANI VERSO LA GERMANIA E L'EUROPA

LA CDU TEDESCA LANCIA L'ALLARME DEL ''RISCHIO ITALIANO'' DI ONDATE DI AFRICANI VERSO LA GERMANIA E
Continua

 
PUTIN PARLA ALL'EUROPA (E AGLI STATI UNITI): ''IL NEMICO E' IL TERRORISIMO ISLAMICO, INVECE V'INVENTATE SIA LA RUSSIA''

PUTIN PARLA ALL'EUROPA (E AGLI STATI UNITI): ''IL NEMICO E' IL TERRORISIMO ISLAMICO, INVECE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MELONI: GRAZIE A PLASTIC E SUGAR TAX MESSE DA PD&M5S COCA COLA VA

16 gennaio - ''Grazie alla plastic tax e alla sugar tax lo storico impianto Coca Cola
Continua

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua

MOODY'S AVVERTE L'EUROZONA: 2020 SARA'' PESSIMO.

14 gennaio - L'agenzia di rating Moody's indica una ''prospettiva negativa'' per il
Continua

SALVINI: ANDIAMO AL VOTO COL IL MATTARELUM LEGGE DEL PRESIDENTE

14 gennaio - Tornare al proporzionale? ''No, significherebbe tornare agli anni ’80.
Continua

AMBIENTALISTI DA SALOTTO CON CASA IN CENTRO...

14 gennaio - ''Qua ci sono gli ambientalisti da salotto radical chic, quelli che
Continua

CONFCOMMERCIO: VENDITE E CONSUMI NEL 2019 IN FORTE CALO (2020

13 gennaio - L'ultimo dato sulle vendite conferma la previsione di una fase finale
Continua

CONTE & PD & M5S VOGLIONO ALZARE ANCORA L'ETA' PENSIONABILE

13 gennaio - ''Il governo, il presidente del consiglio, il Pd, annunciano che faranno
Continua

ECCEZIONALE OPERAZIONE ANTIDROGA DELLE FIAMME GIALLE: 333 KG DI

13 gennaio - GENOVA - Eccezionale operazione anti droga delle Fiamme Gialle. La
Continua

GOVERNO BRITANNICO: MOLTO PREOCCUPANTI NOTIZIE MISSILE CONTRO

9 gennaio - Il governo britannico sta esaminando le notizie ''molto preoccupanti''
Continua

PRESIDENTE ORBAN: PRONTI A LASCIARE IL PPE (ADDIO MAGGIORANZA PER

9 gennaio - BUDAPEST - ''Il Ppe, nella sua forma attuale, non interessa al mio
Continua

LA BCE: UNICA MONETA A CORSO LEGALE E' IL DENARO CONTANTE (DITELO A

9 gennaio - ''La Bce ricorda agli incompetenti del governo Pd-M5S che l'unica moneta
Continua

MATTEO SALVINI: CONTE NON SI AZZARDI A FAR RIPARTIRE LA MISSIONE

8 gennaio - ''L'Ue non tocca palla ne' in Libia ne' in Medio Oriente, ma ora
Continua

CROLLANO GLI ORDINI INDUSTRIALI IN GERMANIA: -6,5% NEL 2019 (MAI

8 gennaio - BERLINO - A novembre gli ordinativi all'industria manifatturiera sono
Continua

LA FAMIGLIA RIVA AVEVA FATTO ENORMI INVESTIMENTI NELL'EX ILVA 1 MLD

7 gennaio - MILANO - Nella gestione dell'Ilva di Taranto da parte della famiglia
Continua

CROLLA L'INFLAZIONE NEL 2019 IN ITALIA (DA 1,2% A 0,6%) STAGNAZIONE

7 gennaio - Il tasso d'inflazione per il 2019 si attesta allo 0,6%, un valore
Continua
Precedenti »