48.334.726
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'INTERVISTA / ''LE REQUISIZIONI DI PROPRIETA' PRIVATE PER L'EMERGENZA MIGRANTI SONO INCOSTITUZIONALI''

giovedì 24 novembre 2016

In merito ai provvedimenti di requisizione ordinati dal Ministro dell'Interno Angelino Alfano alle Prefetture per la requisizione di immobili privati da destinarsi all'accoglienza degli immigrati che incessantemente provengono dai paesi a sud del Mediterraneo, abbiamo chiesto spiegazioni e interpretazioni alla Dottoressa Lorella Presotto, giurista, media-conciliatore in procedimenti stragiudiziali.

Dottoressa Presotto, a suo parere le requisizioni per "ospitare" i migranti sono legali? O meglio, sono possibili in base alle leggi e alla Costituzione italiana?

"Debbo confessare che all'inizio anch'io ho dato per scontato che la normativa vigente potesse comprendere al proprio interno la requisizione immobiliare ai fini di ordine pubblico. Io mi occupo di contrattualistica societarie e bancaria, una materia diversa da quella di sicurezza e ordine pubblico. Poi però ripensando e soppesando gli accadimenti , ho cominciato ad avere molte perplessità, e così ho deciso di avviare una ricerca personale".

Una ricerca di che tipo?

"La mia ricerca nella legislazione e nella giurisprudenza è partita dal 1865 ed è arrivata ai giorni nostri. Quello che ho appurato è che: qualora anche si volesse a tutti i costi considerare leciti i provvedimenti di requisizione non ci sono strumenti per farlo".  

Può essere più chiara?

"L'articolo 42 della Costituzione identifica bene e descrive altrettanto bene cosa sia la proprietà privata, e pone su di essa un solo limite: "il bene della collettività". Si badi bene però che questo "bene della collettività" è "ben circoscritto e ben identificato", e non può essere intrerretato ad personam. Il limite imposto dalla Costituzione è " l'espropriazione "  e chiedo di fare attenzione ai temini perchè in diritto sono importanti. Quindi "l'espropriazione di immobili al fine di edificare opere e infrastrutture di pubblica utilità". Questo è anche ben specidficato nella Legge del 2001 che da attuazione a quanto previsto all'articolo 42 della Costituzione".

La requisizione, quindi non ha fondamento giuridico?

"Ripeto e sottolineo: espropriazione, e non requisizione, solo epr fini di costruzione di infrastrutture necessarie alla collettività con il risarcimento di un ristoro equo, che la stessa Corte Costituzionale ha sancito debba essere reale, cioè risarcire quello che è l'esatto valore del bene. La requisizione invece è un provvedimento amministrativo, un'ordinanza che la Pubblica Amministrazione può adire in caso di contenzioso con un soggetto privato e trae la sua forza dalL'art. 7 dell'allegato E della  Legge  del 20 marzo 1865 , n. 2248  denominata appunto Legge sul Contenzioso Amministrativo".

Entri nel merito.

"Questo provvedimento amministrativo di requisizione serve alla Pubblica Amministrazione unicamente quando essa abbia in essere un contenzioso amministrativo con un privato. Al fine di tutelare il proprio credito, viene fornito alla Pubblica Aminstrazione, e ribadisco solo per questo caso che è il contenzioso amministrativo, la possibilità di spossessare per un tenpo determinato il soggetto in contenzioso di un bene di sua proprietà sino al momento in cui il procedimento amministrativo sarà concluso e stabilita la posizione del soggetto debitore rispetto la Pubblica amministrazione". 

Può fare un esempio, per essere ancora più chiari?

"Certamente. Si pensi ad esempio ad un soggetto che abbia accumulato una forte somma di debito nei confronti dell'Agenzia delle Entrate, che sia espatriato ma che abbia ancora qualche proprietà in Italia. Il provvedimento di requisizione immobiliare o mobiliare, consente alla Pubblica Amministrazione di fermare eventuali vendite o donazioni sino al momento del chiarimento della posizione deldebitore. Lo strumento della requiszione, quindi, non ha nulla a che vedere e a che fare con provvedimenti in materia di urgenza e ordien pubblico".

E la Corte Costituzionale?

"Guardi, è la stessa Corte Costituzionale a precisarlo con sentenza del 23 maggio 1961 n. 26 che indica come incostituzionale l'articolo 2 del testo unico in materia di Pubblica Sicurezza che conferisce ai Prefetti il potere di adottare provvedimenti. La Corte Costituzionale, ben consapevole della pericolosità di una possibile deriva, sancisce infatti con questo suo intervento il vincolo di qualsiasi autorità all'ordinamento".

Molto interessante.

"C'è da aggiugere che la  requisizione non è mai stata precedentemente utilizzata, sebbene l'Italia sia stata molte volte colpita da calamità naturali, quali terremoti e alluvioni e anche quando negli anni Sessanta sulla base di una forte spinta emigrativa nei centri industriali del Nord la mancanza di alloggi si fece sentire. Rammento che ci furono molti emigrati che dormirono in cantine e alloggi di fortuna, spesso anche in dieci e senza servizi. Eppure lo Stato non ha mai requisito alcuna proprietà privata. Infine ma non per ultimo la Costituzione e le leggi da essa derivanti (perchè le leggi che sono ad esse contrarie sono nulle e decadono)  sono state fatte per i cittadini italiani in pieno possesso dei diritti politici e sociali". 

Dottoressa Presotto, può riepilogare per sommi capi quanto ci ha detto?

"Tirando le somme: a) la Costituzione non prevede la requisizione; b) la requisizione è un provvedimento di natura cautelativo amministrativo, e non un provevdimento di pubblica sicurezza. c) la Corte Costituzionale ha setenziato l'illegittimità dell'articolo contenuto nel testo di legge di pubblica sicurezza del 1931 che dà ampio potere ai prefetti. E' quindi chiaro che l'utlizzo della requisizione è "incostituzionale" e costituisce "un abuso del diritto" che se perpetrato da un Pubbico Ufficiale (Ministro, Prefetti, ma anche Sindaci) si configura in reato sanzionato dal codice penale. Da giurista super partes, mi auguro invece la buona fede del Ministro e le sue sentite scuse alle popolazioni colpite da un ingiusto e incostituzionale provvedimento".  

Intervista alla D.ssa Lorella Presotto - giurista.


L'INTERVISTA / ''LE REQUISIZIONI DI PROPRIETA' PRIVATE PER L'EMERGENZA MIGRANTI SONO INCOSTITUZIONALI''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI DANNI) A STATO E CLIENTI

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI

giovedì 22 giugno 2017
Tanto tuonò che… non piovve, o meglio, piovve sostanza organica sulla testa degli obbligazionisti ed azionisti di Popolare di Vicenza e Venetobanca. In un comunicato ufficiale, si
Continua
 
IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul
Continua
INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle
Continua
 
SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE... (COSTO 480 MILIONI)

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE...

lunedì 19 giugno 2017
LONDRA - I parassiti di Bruxelles sono bravissimi a sprecare il denaro da loro estorto ai contribuenti Ue per progetti faraonici e quindi non deve sorprendere se adesso vogliono demolire il palazzo
Continua
MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E APPROPRIAZIONE INDEBITA

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E

giovedì 15 giugno 2017
PARIGI - Si fa difficile in Francia la posizione del ministro della Giustizia, il centrista Francois Bayrou: su questo sono ormai concordi tutti i principali giornali francesi, con i conservatore "Le
Continua
 
DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI, STATO DI INSOLVENZA

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI,

martedì 13 giugno 2017
NEW YORK - Alitalia ha fatto ricorso presso il tribunale fallimentare di New York, in base alle procedure concorsuali internazionali Usa per il fallimento. Lo riporta il Wall Street Journal,
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LES ECHOS: ''IN ITALIA PUO' VINCERE IL FRONTE DEL RIFIUTO, E NON SOLO A RENZI, PRIMA ANCORA ALLA UE E ALL'EURO'' (ESATTO)

LES ECHOS: ''IN ITALIA PUO' VINCERE IL FRONTE DEL RIFIUTO, E NON SOLO A RENZI, PRIMA ANCORA ALLA UE
Continua

 
SI SCRIVE MPS MA SI LEGGE PD & RENZI: LA BANCA SENESE STA PER FALLIRE PER COLPA DEL PD(DS-PDS-PCI) IN OGNI CASO.

SI SCRIVE MPS MA SI LEGGE PD & RENZI: LA BANCA SENESE STA PER FALLIRE PER COLPA DEL PD(DS-PDS-PCI)
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!