47.214.676
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

A FIRENZE IN PIAZZA E SUL PALCO IL ''FRONTE DELLE DESTRE TRUMPISTE ITALIANE'' CON A CAPO LA NUOVA LEGA DI MATTEO SALVINI

venerdì 11 novembre 2016

Ci sarà Giovanni Toti e ci saranno le destre, non ci sarà invece Stefano Parisi. "#iovotoNO!" è il titolo della manifestazione organizzata da Matteo Salvini e dalla sua Lega che si terrà domani, sabato 12 novembre dalle ore 15 in piazza Santa Croce a Firenze.

Sarà uan vera e propria chiamata a raccolta e alla conta per quella parte di centrodestra che punta alla fine più rapida possibile della legislatura, all indomani del referendum del 4 dicembre nel quale guidano il fronte del no nel loro schieramento.

All'evento nella Firenze di Matteo Renzi annunciato dall' "altro Matteo" il 15 agosto scorso da Ponte di Legno, sono stati invitati sindaci di tutta Italia ed esponenti politici che sostengono il No al Referendum costituzionale del 4 dicembre.

E domani da Firenze parte anche la campagna referendaria e il "Io voto no tour" che vedrà Salvini sulle principali piazze del Paese da Nord a Sud. Hanno già assicurato la loro presenza il Governatore Fi Giovanni Toti, la leader Fdi Giorgia Meloni, l'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno fondatore di Azione Nazionale.

"Noi saremo in piazza Santa Croce con migliaia di persone - ha detto Salvini in radio - che lasceranno la città più pulita di come la trovano. Conto che sia un bellissimo sabato. La Toscana non è solo di Renzi, Verdini, Boschi. Ma era Oriana Fallaci, Machiavelli. Ed è di tanti studenti che non vanno a fare casino. Io ho invitato tutti, anche Grillo e centinaia di sindaci di liste civiche che non c'entrano con la Lega ho invitato tutti: chiunque si senta di dire questa riforma non è la mia è libero di venire in piazza Santa Croce".

A Firenze non ci sarà invece Stefano Parisi, impegnato con la tappa in Veneto della sua kermesse "Megawatt, Energie per l'Italia", ma in verità perchè non solo non condivide l'iniziativa, è innanzitutto "poco gradito" ai presenti, per usare un eufemismo.

"Silvio Berlusconi domani alla manifestazione organizzata dalla Lega Nord per il NO al referendum costituzionale non ci sara' e lascio a lui la scelta: diciamo che negli ultimi anni Forza Italia ha spesso e volentieri guardato indietro piu' che guardato avanti - ha detto Salvini stamattina in diretta su una radio privata nazionale -. Ci sono tanti elettori di Forza Italia che non votano piu' perche' hanno perso la fiducia in un progetto chiaro e noi, a chi non vota piu' perche' schifato dai cambi di partito, di idea, di alleanza e di poltrona, vogliamo dare un progetto e una casa".

"Finalmente si vota, non vedo l'ora perché non ne posso più io che ci lavoro figurarsi i milioni di italiani. Spero che il Parlamento e la televisione tornino ad occuparsi di vita vera, di tasse, di pensioni, di scuole, di ambiente, di università. Abbiamo fatto un sito iovotono.org dove documentiamo articolo per articolo il perché secondo noi questa riforma ci porta indietro invece che avanti, quindi non vedo l'ora di votare - ha continuato Salvini -. Se devo scegliere il punto principale per cui io voto no, tra i tanti, è che l'Unione Europea dei mille sbagli, dell'euro sbagliato, della direttiva sulle banche, dei soldi regalati alla Turchia, dell'immigrazione incontrollata, contro cui Renzi protestava con le parole, sbarca in Costituzione. Quindi i vincoli imposti dall'Unione Europea sarebbero fissati in Costituzione per sempre se passasse il referendum".

"Quindi il chiacchierone - ha detto ancora il leader della Lega - a parole litiga con l'Europa, ma nei fatti obbedendo a chi gli paga lo stipendio, i vincoli europei li impone per sempre in Costituzione agli italiani che sarebbero schiavi della Merkel, dell'euro, delle banche. Io non sono schiavo di nessuno e voto no".

Salvini ha ribadito che se vincerà il No bisogna andare "subito al voto. Gli italiani mi dicono: perché gli Stati Uniti hanno eletto un loro Presidente, gli austriaci eleggeranno il presidente della Repubblica il 4 dicembre, l'anno prossimo si vota in Francia, in Olanda, in Germania, invece noi abbiamo Monti, Letta, Renzi. Qualcuno dice che se vince il No ci sarà il quarto Presidente del Consiglio inventato a tavolino: no, voto subito".

"La lezione di Trump - ha continuato il Segretario del Carroccio - ci dice che i cittadini hanno diritto di scegliere con cuore e con testa, al di là dei sondaggi dei banchieri, dei cantanti Madonna, Bruce Springsteen, Stevie Wonder o De Niro. Le proteste di piazza sono il volto vero della sinistra, che quando vince è tranquilla, quando perde fa casino". 

E domani a Firenze la promessa è di essere in tanti. Partiranno da Ventimiglia, Savona, Genova, Ronco Scrivia, Tigullio e La Spezia i dieci pullman organizzati dalla Lega Nord Liguria per la manifestazione #iovotono al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. "Domani riempiremo piazza Santa Croce col nostro capitano Matteo Salvini", annuncia il segretario regionale del Carroccio, Edoardo Rixi che sara' a Firenze assieme a 500 militanti e simpatizzanti liguri, oltre agli altri assessori regionali leghisti Stefano Mai, Sonia Viale, al presidente del consiglio regionale Francesco Bruzzone, ai consiglieri regionali, comunali e i sindaci. 

Redazione Milano


A FIRENZE IN PIAZZA E SUL PALCO IL ''FRONTE DELLE DESTRE TRUMPISTE ITALIANE'' CON A CAPO LA NUOVA LEGA DI MATTEO SALVINI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FIRENZE   MANIFESTAZIONE   TRUMP   DESTRA   ITALIA   LEGA   CARROCCIO   NO   RENZI   REFERENDUM   SABATO   PIAZZA   MELONI   TOTI   ALEMANNO   LEGA   NORD   MATTEO   SALVINI   NUOVA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA' L'INVASIONE DELL'ITALIA

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA'

lunedì 22 maggio 2017
LONDRA - Tutto coloro che sono nauseati dall'arrivo di finti rifugiati sulle coste italiane trasportati dalla LIbia da una sorta di "agenzia viaggi" per metà formata dalla mafie islamiche sul
Continua
 
CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE DALLO STATO NEL 2016

CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE

sabato 20 maggio 2017
La gravissima mancanza di liquidità, ovvero di denaro,  i ritardi burocratici, l'inefficienza di molte amministrazioni a emettere in tempi ragionevolmente brevi i certificati di pagamento
Continua
SCIENZA / RICERCATORI UNIVERSITA' DI PADOVA INVENTANO TECNICA PER SCOPRIRE LE BUGIE ATTRAVERSO L'USO DEL MOUSE

SCIENZA / RICERCATORI UNIVERSITA' DI PADOVA INVENTANO TECNICA PER SCOPRIRE LE BUGIE ATTRAVERSO

venerdì 19 maggio 2017
PADOVA - Ricercatori dell'Università di Padova hanno messo a punto una tecnica che, analizzando le traiettorie percorse dal mouse, è in grado di indicare se chi è al computer
Continua
 
SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI HOLLANDE E SARKOZY

SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI

venerdì 19 maggio 2017
PARIGI - Contrariamente alla tradizione, il neo presidente Emmanuel Macron ed il suo primo ministro Edouard Philippe non godranno di un periodo di "luna di miele" presso l'opinione pubblica francese:
Continua
SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E' RIMASTO CONTRARIO

SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E'

giovedì 18 maggio 2017
LONDRA - E' passato quasi un anno da quando il 52% dei cittadini britannici ha votato per far uscire la Gran Bretagna dalla UE, ma sarebbe un grave errore pensare che molti si siano pentiti di aver
Continua
 
ANCHE IL NUOVO MINISTRO DELL'ECONOMIA DI MACRON ''TIENE FAMIGLIA'' (HA ASSUNTO LA MOGLIE IN PARLAMENTO COME FECE FILLON)

ANCHE IL NUOVO MINISTRO DELL'ECONOMIA DI MACRON ''TIENE FAMIGLIA'' (HA ASSUNTO LA MOGLIE IN

mercoledì 17 maggio 2017
Il parlamento francese potrebbe essere soprannominato il club delle mogli. Lo scandalo di François Fillon, che ha ingaggiato la sua sposa Penelope come assistente parlamentare, pagandola circa
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
UMBERTO BOSSI: DONALD TRUMP FORSE NON FARA' TUTTO CIO' CHE HA PROMESSO, MA L'INDIRIZZO E' LA FINE DELLA GLOBALIZZAZIONE

UMBERTO BOSSI: DONALD TRUMP FORSE NON FARA' TUTTO CIO' CHE HA PROMESSO, MA L'INDIRIZZO E' LA FINE
Continua

 
BERLUSCONI: ''NON RAPPRESENTO LA DESTRA, NON SOMIGLIO A TRUMP. E SALVINI E' INGENUO AD ESASPERARE SOLO I TONI''

BERLUSCONI: ''NON RAPPRESENTO LA DESTRA, NON SOMIGLIO A TRUMP. E SALVINI E' INGENUO AD ESASPERARE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!