45.131.484
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LE NUOVEL OBSERVATEUR SCHIANTA RENZI: ''IL NO AL REFERENDUM E' IN TESTA, IL JOBS ACT NON VA E LA UE RINGHIA CON L'ITALIA''

lunedì 7 novembre 2016

PARIGI - Quello che la grande stampa italiana - e i principali telegiornali - fanno fatica a dire su Renzi e il suo declino e quindi censurano, campeggia in prima pagina sui principali giornali di Francia. Questa volta a scriverlo è una delle più autorevoli pubblicazioni francesi: il settimanale Le Nouvel Observateur ha pubblicato un reportage nel numero in edicola oggi sulla settima edizione della Leopolda, lo show politico tenuto nello scorso fine settimana a Firenze che e' il "marchio di fabbrica" di Matteo Renzi e le cui edizioni passate hanno scandito la sua ascesa da sindaco del capoluogo toscano a capo del governo italiano.

"Questa volta pero' Renzi non aveva niente da festeggiare, nonostante il titolo "E adesso il futuro!", definito "altisonante" dalla giornalista francese Michelle Padovani: "In gioco c'e' la stessa sopravvivenza del suo governo, stretto nella tenaglia tra il referendum del 4 dicembre prossimo sulla riforma della Costituzione che sta dividendo l'Italia in due e le conseguenze devastanti del terremoto del 26 ottobre scorso".

"La kermesse - secondo la Padovani - e' stata l'ultima occasione per Renzi di invertire la tendenza che vede il "No" al referendum in vantaggio di quattro punti sul "Si" nei sondaggi d'opinione: 52 per cento contro 48. E Renzi ha ragione a sentirsi completamente accerchiato: tutti i partiti politici senza eccezione, con l'esclusione della piccola formazione centrista dell'Udc, che fa parte del suo governo, e della maggioranza del suo Partito democratico, tutti stanno facendo campagna contro la riforma costituzionale, ma ancora di piu' proprio contro di lui; dalla Lega nord a Forza Italia (Silvio Berlusconi), passando per il Movimento 5 stelle (Beppe Grillo ) e per l'estrema sinistra".

"Nonostante Renzi rivendichi quanto fatto in questi due anni e mezzo a Palazzo Chigi, dalle riforme come il Jobs Act alle misure a favore delle pensioni piu' basse fino alla credibilita' riconquistata dall'Italia presso il presidente Usa Obama e presso la Commissione europea, la sua permanenza alla testa dell'esecutivo e' minacciata dalla coalizione dei suoi avversari".

D'altra parte, il Jobs Act non ha provocato un vero incremento di posti di lavoro, anzi gli ultimi dati danno in aumento i disoccupati, e la credibilità italiana presso Obama è davvero surreale, oltre che crespuscolare dato il fatto che domani - per chi legge questo articolo ora - potrebbe essere eletto un presidente di segno e indirizzo totalmente opposto a Obama, qual è Donald Trump. E in ultimo con la Commissione europea Renzi è ai ferri corti, cortissimi, dato che il Documento di Economia e Finanza che ha inviato a Breuxelles ha ricevuto un giudizio "totalmente insoddisfacente" come hanno dichiarato fonti della medesima Commissione Ue.

Insomma, conclude l'articolo de "L'Obs", la settima Leopolda, che voleva realizzare "un altro modo di fare politica passando sopra la testa dei partiti", rischia di essere l'ultima. L'ultima per Matteo Renzi, ovviamente.

Redazione Milano

Per chi fosse interessato all'articolo in francese: http://tempsreel.nouvelobs.com/monde/20161106.OBS0781/italie-la-derniere-grand-messe-de-renzi.html 


LE NUOVEL OBSERVATEUR SCHIANTA RENZI: ''IL NO AL REFERENDUM E' IN TESTA, IL JOBS ACT NON VA E LA UE RINGHIA CON L'ITALIA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

RENZI   NOUVEL   OBSERVATEUR   SETTIMANALE   FRANCIA   GOVERNO   ITALIANO   ITALIA   JOBS   ACT   PALAZZO   CHIGI   DEF   BRUXELLES   OBAMA   TRUMP   GRILLO   M5S   LEGA   SALVINI   PD   LEOPOLDA   FIRENZE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CATASTROFE DELL'AGRICOLTURA, DELLA PASTORIZIA E DELLE PRODUZIONI ALIMENTARI NELLE ZONE TERREMOTATE DEL CENTRO ITALIA

CATASTROFE DELL'AGRICOLTURA, DELLA PASTORIZIA E DELLE PRODUZIONI ALIMENTARI NELLE ZONE TERREMOTATE
Continua

 
UMBERTO BOSSI: DONALD TRUMP FORSE NON FARA' TUTTO CIO' CHE HA PROMESSO, MA L'INDIRIZZO E' LA FINE DELLA GLOBALIZZAZIONE

UMBERTO BOSSI: DONALD TRUMP FORSE NON FARA' TUTTO CIO' CHE HA PROMESSO, MA L'INDIRIZZO E' LA FINE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!