70.676.901
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

''I DEMOCRATICI HANNO FINANZIATO LA CAMPAGNA ELETTORALE DELLA MOGLIE DEL N°2 DELL'FBI CHE NON HA INCRIMINATO LA CLINTON''

martedì 25 ottobre 2016

WASHINGTON - La notizia è di quelle che negli Stati Uniti provocano destabilizzazioni politiche: in pratica è emerso uno scandalo probabilmente più grave del Watergate.

Se il partito di uno dei due candidati finali alla Casa Bianca (il Partito Democratico) paga la campagna elettorale della moglie di un altissimo dirigente dell'FBI e poi lo stesso dirigente ottiene una rilevantissima promozione (dal presidente Obama) diventando il numero due dell'FBI e in quel ruolo di vertice impedisce che venga incriminato il candidato alla Casa Bianca (Hillary Clinton) il cui partito - appunto - ha finanziato la campagna elettorale della consorte, è evidente che siamo di fronte a una vicenda sporca dalle conseguenze devastanti.

Ora, i fatti.

L'organizzazione politica del governatore della Virginia Terry McAuliffe, un influente democratico vicinissimo all'ex presidente Bill Clinton e alla moglie Hillary, candidata del partito alla presidenza Usa, ha contribuito con quasi mezzo milione di dollari alla campagna elettorale della moglie di un ufficiale dell'Fbi, che ha poi supervisionato le indagini dell'agenzia a carico della Democratica per lo scandalo delle email del dipartimento di Stato.

Lo riferisce con uno scoop eccezionale il Wall Street Journal questa mattina in prima pagina, pubblicando anche le prove - prove - di queste gravissime accuse.

"I registri delle contribuzioni elettorali dimostrano che lo scorso anno l'organizzazione di McAuliffe ha donato 467.500 dollari alla campagna della candidata al Senato della Virginia Jill McCabe, moglie di Andrew McCabe, oggi vice direttore dell'Fbi - scrive il Wall Street Journal -. Il Partito democratico della Virginia, su cui McAuliffe esercita un controllo di fatto, ha donato alla campagna della donna altri 207.788 dollari: in totale, le donazioni dirette e indirette di McAuliffe alla McCabe ammontano a oltre 675.000 dollari, piu' di un terzo dei fondi impiegati dalla donna per finanziare la sua campagna elettorale".

L'Fbi ha diramato una nota per precisare che "Andrew McCabe non ha preso parte in alcun modo alla campagna elettorale della moglie" il che ovviamente non cambia di una virgola l'estrema gravità dei fatti.

"Pochi mesi dopo le ingenti donazioni democratiche l'uomo, allora vice direttore associato dell'Fbi, e' stato promosso vice direttore - promozione decisa dall'Amministrazione Obama, e cioè ancora una volta dal Partito Democratico -, e il primo incarico che ha assunto in quel ruolo e' stata proprio la supervisione dello scandalo che ha coinvolto Hillary Clinton, e che nonostante 30 mila email celate alle autorita' non ha portato a una sua formale incriminazione - conclude il Wall Street Journal.

Sulla base di queste accuse circostanziate, se Hillary Clinton fosse presidente la messa in stato d'accusa sarebbe automatica, e l'mpeachment porterebbe alle sue immediate dimissioni. 

Redazione Milano

 


''I DEMOCRATICI HANNO FINANZIATO LA CAMPAGNA ELETTORALE DELLA MOGLIE DEL N°2 DELL'FBI CHE NON HA INCRIMINATO LA CLINTON''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

CLINTON   DEMOCRATICO   PARTITO   SCANDALO   CAMPAGNA   ELETTORALE   FBI   MOGLIE   NUMERO   DUE   WASHINGTON   OBAMA   CASA   BIANCA   ELEZIONI   HILLARY   CLINTON    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL CAPO ECONOMISTA DELLA BCE, OTMAR ISSING: ''L'EURO E' UNA BOMBA A OROLOGERIA PRONTA AD ESPLODERE. LA BCE HA FALLITO''

IL CAPO ECONOMISTA DELLA BCE, OTMAR ISSING: ''L'EURO E' UNA BOMBA A OROLOGERIA PRONTA AD ESPLODERE.
Continua

 
DIVERSI ECONOMISTI HANNO DUBBI SULLA PERSISTENZA DELL'ITALIA NELL'EUROZONA IL PAZIENTE ITALIANO E' GRAVE (HANDELSBLATT)

DIVERSI ECONOMISTI HANNO DUBBI SULLA PERSISTENZA DELL'ITALIA NELL'EUROZONA IL PAZIENTE ITALIANO E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!