63.319.137
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

FINANCIAL TIMES STRONCA RENZI E IL SUO GOVERNO: ''LE RIFORME DI RENZI SONO UN PONTE COSTITUZIONALE VERSO IL NULLA''

mercoledì 5 ottobre 2016

LONDRA -  L'editoriale in prima pagina a firma di Tony Barber sul Financial Times - dal titolo fulminante "Le riforme di Renzi sono un ponte costituzionale verso il nulla" - boccia senza dubbio alcuno le suddette riforme costituzionali italiane oggetto del referendum del 4 dicembre prossimo.

"Contrariamente a quanto afferma il presidente del Consiglio, Matteo Renzi - scrive l'editorialista - la riforma, che riduce drasticamente i poteri del Senato, a favore della Camera dei deputati, e il numero dei senatori da 315 a cento, rendendoli non piu' elettivi, farebbe poco per migliorare la qualita' del governo, della legislazione e della politica".

"Renzi - prosegue Barber - attribuisce al bicameralismo perfetto la lentezza del processo legislativo e l'instabilita', ma il parlamento italiano approva piu' leggi all'anno di quelli della Francia, della Germania, del Regno Unito e degli Stati Uniti e i numeri quindi smentiscono le affermazioni del premier Renzi".

"Pur non disponendo della maggioranza al Senato - ricorda Tony Barber - lo stesso Renzi e' riuscito a far approvare leggi centrali del suo programma come quelle sugli sgravi fiscali e sul mercato del lavoro" quindi non dipende affatto dal bicameralismo la lentezza riformatrice dell'Itaòia.

"L'elevato numero di governi che si sono succeduti nella storia repubblicana italiana - argomenta Barber -non dipende dai poteri del Senato: "La spiegazione principale e' la natura frammentata dei partiti politici italiani. Cio' riflette la frammentazione della societa' italiana".

A suo parere, "cio' di cui l'Italia ha bisogno non e' approvare piu' leggi piu' velocemente, ma meno leggi e migliori. Devono essere scritte in modo accurato e applicate davvero, invece di essere bloccate o aggirate dalla pubblica amministrazione, da interessi particolari e dall'opinione pubblica".

Alle modifiche alla Costituzione, inoltre, si aggiunge la legge elettorale col premio di maggioranza, "anch'essa un cattiva riforma" per l'editorialista che con questo articolo dà voce alle profonde perplessità su Renzi che ormai emergono a tutti i livelli internazionali.

"Nelle capitali dell'Ue - conclude Barber - c'e' la sensazione che Renzi meriti di essere sostenuto. Un'Italia senza timone, vulnerabile a una crisi bancaria e al movimento anti-sistema Cinque stelle, potrebbe scatenare problemi. Eppure la sconfitta referendaria di Renzi non necessariamente destabilizzerebbe l'Italia. Una vittoria, d'altra parte, esporrebbe la follia di mettere l'obiettivo tattico della sopravvivenza di Renzi davanti alla necessita' di una sana democrazia". 

L'editoriale del Financial Times mette in evidenza lo scollamento ormai evidentissimo tra l'esecutivo italiano e i poteri forti europei sia in ambito finanziario che politico. Non è un caso che questo editoriale - che evidentemente è condiviso e incentivato dall'editore del Financial Times - abbia trovato immediata eco sulla stampa tedesca e francese.

 


FINANCIAL TIMES STRONCA RENZI E IL SUO GOVERNO: ''LE RIFORME DI RENZI SONO UN PONTE COSTITUZIONALE VERSO IL NULLA''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO COMBINATO DA MIO PADRE

RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO

martedì 18 settembre 2018
MILANO - L'assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, in una nota commenta la notizia di una ragazza pachistana, che ha inviato una lettera alla
Continua
 
NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO VINO MARSALA CINESE

NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO

martedì 18 settembre 2018
I dazi imposti dal presidente Trump alla Cina fanno emergere la concorrenza sleale, oltre che la pessima qualità dei prodotti, messa in atto dal gigante asiatico anche ai danni dell'Italia.
Continua
SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA (LIBERO GIA' DOMANI?)

SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA

lunedì 17 settembre 2018
ROMA - Un 31enne del Bangladesh, senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Quadraro perché sorpreso in via Labico, pronto a spacciare
Continua
 
QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO PAESI A RICOSTRUIRLI''

QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO

lunedì 17 settembre 2018
LONDRA - L'Europa appartiene agli europei e tutti i rifugiati dovrebbero ritornare ai loro paesi per ricostruirli. Questo e' cio' che pensano tutte le persone di buonsenso, ma la vera sorpresa sta
Continua
SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL  LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA CONCRETA FELICITA'

SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA

domenica 16 settembre 2018
"Hanno capito che il loro tempo e' finito, stanno tornando i valori veri che non sono la finanza ma il diritto alla vita, al lavoro, alla sicurezza alla felicita' ad avere piedi piantati per terra.
Continua
 
MEGA BOOM DEL LAVORO IN GRAN BRETAGNA: MOLTE PIU' LE RICHIESTE DEL MERCATO DEI CANDIDATI DISPONIBILI (COME NELLA UE...)

MEGA BOOM DEL LAVORO IN GRAN BRETAGNA: MOLTE PIU' LE RICHIESTE DEL MERCATO DEI CANDIDATI

sabato 15 settembre 2018
LONDRA - La stampa italiana non perde mai l'occasione per lanciare falsi allarmi sulla Brexit, nel timore che anche l'Itala segua la via intrepresa dal Regno Unito, e parallelamente censura ogni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
FRAUKE PETRY LEADER DI AFD, LA NUOVA DESTRA TEDESCA, PARLA ALL'ITALIA (E ALLA LEGA): ''CHIUDETE I CONFINI AI CLANDESTINI''

FRAUKE PETRY LEADER DI AFD, LA NUOVA DESTRA TEDESCA, PARLA ALL'ITALIA (E ALLA LEGA): ''CHIUDETE I
Continua

 
SINDACATI DI POLIZIA LANCIANO L'ALLARME: ''UNA MAREA UMANA DI MIGRANTI SULL'ITALIA, IL PAESE STA COLLASSANDO'' (VERISSIMO)

SINDACATI DI POLIZIA LANCIANO L'ALLARME: ''UNA MAREA UMANA DI MIGRANTI SULL'ITALIA, IL PAESE STA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

L'UNGHERIA SI RIBELLA E RIGETTA LA CONDANNA UE: ACCUSE INGIUSTE E

18 settembre - BUDAPEST - L'Ungheria si ribella all'aggressione Ue. Il Parlamento
Continua

LE MONDE SI ACCORGE CHE MARINE LE PEN POTREBBE VINCERE LE ELEZIONI

18 settembre - Sottovalutare il peso politico della presidente del Rassemblement
Continua

SALVINI: EFFICACE PRIMO UTILIZZO DEL TASER. COMPLIMENTI ALLE FORZE

18 settembre - Primo utilizzo del Taser. È successo ieri sera a Reggio Emilia, quando
Continua

VERTICE DI SALISBURGO SUI MIGRANTI SARA' L'ENNESIMO BUCO NELL'ACQUA

18 settembre - BRUXELLES - Al vertice di Salisburgo il premier Giuseppe Conte
Continua

MASTURBARSI IN PUBBLICO NON E' PIU' REATO, LO DECISE IL GOVERNO PD

18 settembre - ''Masturbarsi in pubblico non e' piu' reato, come deciso dal governo di
Continua

ESPULSO MAROCCHINO CHE INNEGGIA ALLE STRAGI ISLAMICHE IN SPAGNA

17 settembre - Un marocchino di 32 anni e' stato espulso per motivi di sicurezza dello
Continua

MINISTRO TRIA: IL PROCESSO DI DISGREGAZIONE DELLA UE NON VIENE

17 settembre - ''Il processo di disgregazione europea non viene dall'Italia ma dal
Continua

WEIDMANN: BENE SALVATAGGIO STATALE DELLE BANCHE TEDESCHE (VIETATO

17 settembre - ''La crisi finanziaria e' stata anche una crisi tedesca'' nella quale
Continua

RITORNA LA NAVE ONG ''AQUARIUS'' (CAMBIATO NOME E BANDIERA): VETO

17 settembre - ''La nave Ong Aquarius 2 questa mattina in navigazione a Sud della
Continua

TAJANI: NESSUN ACCORDO SUI NOMI RAI NELL'INCONTRO

17 settembre - ''Non si e' parlato di Rai, non c'e' nessuno accordo sui nomi. A noi
Continua
Precedenti »