69.454.777
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

RIVOLTA A CALAIS, COMUNE CONTRO IL GOVERNO HOLLANDE-VALLS: NON VOGLIAMO UN ALTRO MURO, VOGLIAMO CHE CACCIATE I MIGRANTI!

martedì 4 ottobre 2016

CALAIS - FRANCIA - Braccio di ferro in Francia tra il Comune di Calais ed il governo Hollande-Valls, a botte di ordinanze e contro-ordinanze, intorno alla costruzione del "muro anti-intrusione" finanziato dal governo britannico con 2,7 milioni di euro e progettato per impedire ai migranti clandestini, accampati ancora a migliaia attorno alla citta' portuale in attesa di trovare un modo qualsiasi di attraversare illegalmente il Canale della Manica, di intrufolarsi sui traghetti o sui treni diretti in Gran Bretagna.

Lo scontro politico tra il comune e il governo centrale campeggia sulle prime pagine di tutti i maggiori quotidiani francesi, tra cui "Le Figaro", ma è bellamente ignorato dall'informazione italiana, evidentemente per non mettere in imbarzzo il governo Renzi, dato che proprio ieri sono stati trasportati in Italia praticamente dalle coste libiche oltre seimila (6.000) africani. Nessuno dei quali ha il minimo diritto per entrare in Europa legalmente.

Lunga diversi chilometri, alta quattro metri e dotata di sofisticate apparecchiature di sorveglianza, la barriera e' un rafforzamento delle recinzioni gia' esistenti che sono state vissute negli ultimi anni come una "ferita" al loro territorio da parte della popolazione di Calais, che ha sempre rivendicato invece una decisa azione dello Stato per smantellare la "giungla", le enormi bidonville che assediano la loro citta', e per trasferire altrove - anzi, per espellere dalla Francia verso i loro paesi d'origine - gli oltre 12.000 clandestini che vi sono accampati in condizioni igieniche spaventose e soprattutto autori di innumerevoli reati.

Ora che il governo socialista sembra muoversi - a parole - proprio in questa direzione, con la promessa fatta il 2 settembre scorso dal ministro dell'Interno Bernard Cazeneuve che la "giungla" sarà smantellata entro l'inizio dell'inverno e che i suoi occupanti saranno sparpagliati in decine di centri di accoglienza in corso di allestimento in tutta la Francia, la sindaca di Calais Natacha Bouchart, del partito di centrodestra I repubblicani (LR, ex Ump), ritiene che il muro anti-migranti "non abbia piu' ragione di essere": e cosi' ieri lunedi' 3 ottobre ha emesso un'ordinanza per interromperne i lavori di costruzione.

All'ordinanza della sindaca ha immediatamente replicato nella tarda serata di ieri il prefetto governativo, emettendo a sua volta un'ordinanza che annulla quella municipale, con questo indirettamente sbugiardando il governo. Infatti, la sindaca di Calais avrebbe teoricamente ragione a pretendere che non sia costruita un'altra barriera, se fosse vera la promessa del governo socialista Hollande-Valls di smantellare davvero la "giungla di Calais" entro pochi mesi.

Difficile prevedere come andra' a finire; soprattutto perche', come ricorda il "Figaro", le vicende legate alla "giungla" di Calais sono diventate nel tempo materia di scontro politico, e non solo a livello locale in occasione delle elezioni regionali del dicembre 2015 vinte dal candidato LR sul quale sono confluiti anche i voti della sinistra per impedire la vittoria della leader del Front national (Fn) Marine Le Pen: ormai in piena campagna in vista delle elezioni presidenziali della primavera 2017, non c'e' dubbio che i riflettori resteranno puntati su Calais.

Del resto, ricorda sempre il "Figaro", la sindaca Natacha Bouchart e' apertamente schierata a favore dell'ex presidente Nicolas Sarkozy, attuale leader LR, che corre alle primarie del centro-destra: e le questioni legate all'immigrazione ed all'ordine pubblico sono al centro della sua campagna. Nel tentativo di sottrarre temi e terreno al Front National, Sarkozy ha preso posizioni sul disastro migranti che di fatto sono identiche a quelle di Marine Le Pen.

Redazione Milano


RIVOLTA A CALAIS, COMUNE CONTRO IL GOVERNO HOLLANDE-VALLS: NON VOGLIAMO UN ALTRO MURO, VOGLIAMO CHE CACCIATE I MIGRANTI!




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA NAVE PIRATA SEA WATCH TENTA DI ENTRARE NEL PORTO DI LAMPEDUSA! SALVINI: NON SBARCA NESSUNO! MELONI: VA AFFONDATA!

LA NAVE PIRATA SEA WATCH TENTA DI ENTRARE NEL PORTO DI LAMPEDUSA! SALVINI: NON SBARCA NESSUNO!

mercoledì 26 giugno 2019
"Adesso chi se ne frega ne risponde, chi sbaglia paga. Non dico solo quella sbruffoncella di questa comandare che fa politica sulla pelle dei migranti" ma esistono un "governo in Olanda" e una
Continua
 
LA UE DA' IL PERMESSO DI IMPORTAZIONE A DAZIO ZERO DI 80.000 TONNELLATE DI RISO VIETNAMITA COLTIVATO SFRUTTANDO BAMBINI

LA UE DA' IL PERMESSO DI IMPORTAZIONE A DAZIO ZERO DI 80.000 TONNELLATE DI RISO VIETNAMITA

martedì 25 giugno 2019
Con l'accordo di libero scambio con il Vietnam che sara' firmato ad Hanoi il prossimo 30 giugno, l'Unione Europea da' il via libera all'ingresso a dazio zero di 80 mila tonnellate di riso lavorato,
Continua
ENORME SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: LE OLIMPIADI INVERNALI 2026 SONO STATE ASSEGNATE ALL'ITALIA! IL PAESE C'E'!

ENORME SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: LE OLIMPIADI INVERNALI 2026 SONO STATE ASSEGNATE ALL'ITALIA!

lunedì 24 giugno 2019
La combinazione tra dinamismo della metropoli e fascino delle Dolomiti e' una delle chiavi che hanno aperto la porta del successo alla candidatura Milano-Cortina per le Olimpiadi e le Paralimpiadi
Continua
 
ARTICOLO ESPLOSIVO DEL DAILY MAIL SUL PIANO DI SOROS PER AGGREDIRE LE DEMOCRAZIE EUROPEE (STAMPA ITALIANA CENSURA)

ARTICOLO ESPLOSIVO DEL DAILY MAIL SUL PIANO DI SOROS PER AGGREDIRE LE DEMOCRAZIE EUROPEE (STAMPA

lunedì 24 giugno 2019
LONDRA - Quando alcuni giorni fa Giorgia Meloni ha dichiarato che George Soros vuole distruggere l'Occidente tramite l'invasione di immigrati, molti a sinistra l'hanno criticata ma la verita' e' che
Continua
INCHIESTA /  IL TAGLIO RADICALE DELLE TASSE NON AUMENTERA' IL DEBITO PUBBLICO, LO FARA' DIMINUIRE: LA CURVA DI LAFFER

INCHIESTA / IL TAGLIO RADICALE DELLE TASSE NON AUMENTERA' IL DEBITO PUBBLICO, LO FARA' DIMINUIRE:

lunedì 24 giugno 2019
Mentre gli oligarchi dell’uscente commissione ue sono presi dai loro ultimi, inutili e spregevoli rantoli contro l’Italia minacciando una procedura d’infrazione che non spaventa
Continua
 
MATTEO SALVINI INCONTRA LUCA ZAIA: ''SULL'AUTONOMIA INDIETRO NON SI TORNA''. L'ARGOMENTO ARRIVA AL CONSIGLIO DEI MINISTRI

MATTEO SALVINI INCONTRA LUCA ZAIA: ''SULL'AUTONOMIA INDIETRO NON SI TORNA''. L'ARGOMENTO ARRIVA AL

giovedì 20 giugno 2019
"Incontro di lavoro al Ministero con l'amico Luca Zaia: lavoro, infrastrutture, autonomia, sviluppo, Olimpiadi, futuro. Indietro non si torna!". Lo scrive sui social il vicepremier e ministro
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PETIZIONE DI 100 CUOCHI FRANCESI CONTRO LA NASCITA DEL MOSTRO MONSANTO-BAYER: IMPORRA' CIBO OGM TOSSICO A TUTTO IL MONDO

PETIZIONE DI 100 CUOCHI FRANCESI CONTRO LA NASCITA DEL MOSTRO MONSANTO-BAYER: IMPORRA' CIBO OGM
Continua

 
WALL STREET JOURNAL: ''L'AGENZIA ONU UNHCR ABBANDONA I PROFUGHI CRISTIANI IN MEDIO ORIENTE E LIBIA. SALVA SOLO MUSULMANI''

WALL STREET JOURNAL: ''L'AGENZIA ONU UNHCR ABBANDONA I PROFUGHI CRISTIANI IN MEDIO ORIENTE E LIBIA.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!