44.994.529
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LE FIGARO: RENZI PREPARA UN FINANZIARIA ELETTORALE PER PROVARE A VINCERE IL REFERENDUM, SAPENDO CHE LA UE LA BOCCERA'

giovedì 29 settembre 2016

PARIGI - Ormai, per sapere che accade in Italia, sul versante del governo, della politiica, della finanza pubblica e dello stato - soprattutto - dei conti pubblici, l'unica possibilità che resta è leggere la stampa estera. Così, stamattina, Le Figaro, il più importante quotidiano conservatore di Francia, dedica un lungo articolo all'Italia che vale la pena conoscere.

"Meno crescita, piu' deficit: davanti al rallentamento dell'economia il governo italiano vuole da Bruxelles ancora piu' di flessibilita', citando  circostanze eccezionali come la crisi migratoria o il terremoto" scrive il quotidiano francese commentando le cifre dei conti pubblici dell'Italia.

"L'obbiettivo del presidente del Consiglio Matteo Renzi e' di avere a disposizione risorse supplementari tra i 9 ed i 10 miliardi di euro. Per farne cosa? - si domanda il giornale -". Figaro cita i progetti di grandi infrastrutture, un aiutino fiscale alle imprese ed un aumento delle pensioni piu' basse; inoltre niente aumento dell'Iva e stimolo agli investimenti che, secondo Renzi, devono diventare "la priorita' per l'Italia e l'Europa".

Ecco cosi' riemergere l'idea del ponte sullo Stretto di Messina: un vero "serpente di mare della politica italiana", come lo definisce il Figaro, un'idea che appare e scompare da decenni e che non diventa mai realta'.

Questa volta a rilanciarla e' Renzi: lo scopo e' di "avvicinare la Sicilia alla Calabria" e "creare 100 mila posti di lavoro" nelle due regioni. Pietro Salini, il presidente esecutivo dell'azienda Btp Impregilo incaricata dell'ultimo progetto in materia, ha dichiarato che l'opera potrebbe essere realizzata in sei anni e si e' detto pronto a rinunciare al colossale indennizzo che ha chiesto allo Stato (790 milioni di euro oltre ai 350 milioni gia' accordati) se otterra' di nuovo il contratto che era stato poi annullato nel 2012 dal governo di Mario Monti.

Il ponte sospeso lungo 3.300 metri dovrebbe costare complessivamente 8 miliardi di euro, in larga parte finanziati dal settore privato. Il Movimento 5 stelle (M5s) di Beppe grillo ha subito criticato il progetto bollandolo come "un'opera inutile"; Massimo D'Alema, uno dei principali avversari di Renzi in seno al suo Partito democratico (Pd), a sua volta ha definito l'idea come "un regalo a Berlusconi", che aveva tentato inutilmente di realizzarla e che proprio ieri ha festeggiato i suoi 80 anni.

Il fatto e' - scrive Figaro - che Renzi si sta giocando il futuro politico con il referendum del 4 dicembre prossimo sulla "sua" riforma costituzionale: secondo i sondaggi i "No" sarebbero in vantaggio e il vasto schieramento dei suoi oppositori affila le armi sperando di scalzarlo dal governo. Da qui la necessita' di una Finanziaria "elettorale"; ed ecco allora che Renzi sempre ieri ha presenziato alla conferenza stampa in cui l'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato (FS), Renato Mazzoncini, ha presentato un ambizioso piano industriale la cui locomotiva saranno massicci investimenti per 94 miliardi di euro.

Un piano con cui le FS intendono andare ben aldila' dei binari e persino dei confini dell'Italia: gran parte della crescita del gruppo dovra' avvenire nel trasporto stradale, in coordinamento con quello ferroviario; l'azienda inoltre intende approfittare dell'apertura del mercato del trasporto ferroviario che l'Unione Europea sta imponendo ai paesi membri; e vuole infine diventare il partner privilegiato nella realizzazione di infrastrutture in area geografiche del mondo che attualmente sono in forte ritardo, come il Medio Oriente, l'India, l'Africa o il Sud-Est asiatico.

Al piano lo Stato contribuira' con 35 miliardi, spalmati da qui al 2026: un ulteriore schiaffo ai severi guardiani di Bruxelles, a cui Renzi offre in sostanza solo l'impegno a riprendere le privatizzazioni, il cui cammino quest'anno e' stato assai rallentato: nel 2017 ad esempio le stesse FS avvieranno la privatizzazione parziale delle sue attivita', a cominciare dalle linee TAV ed intercity di Trenitalia. Renzi promette anche che l'anno prossimo l'enorme debito pubblico dell'Italia scendera' di qualche decimale, ma la battaglia con la Commissione europea sara' dura: a piu' riprese Bruxelles ha gia' fatto sapere all'Italia di essere stata finora anche troppo conciliante e che nessuna flessibilita' e' piu' possibile. 

Di fatto - conclude il quotidiano - Renzi sta preparando lo scontro frontale con la Commissione europea per avere una "buona ragione" per dare - se sconfitto al referendum, com'è probabile - le dimissioni, così da farlo apparire il "paladino" dell'Italia mascherando il fallimento della sua azione "riformatrice" non condivisa dagli italiani.

Redazione Milano


LE FIGARO: RENZI PREPARA UN FINANZIARIA ELETTORALE PER PROVARE A VINCERE IL REFERENDUM, SAPENDO CHE LA UE LA BOCCERA'




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
 
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua
 
TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO SCATTA LA BREXIT!)

TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO

lunedì 20 marzo 2017
LONDRA - Nella giornata in cui - oggi - la Gran Bretagna comunica ufficialmente alla Ue la data della Brexit vera e propria, che scatterà il prossimo 29 marzo, giorno in cui il Regno Unito
Continua
SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A UN PASSO DAL DEFAULT

SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A

venerdì 17 marzo 2017
Le ultime notizie sul Monte dei Paschi di Siena, la più antica banca del mondo portata sull’orlo del baratro per opera di manager da sempre vicini al principale partito della sinistra
Continua
 
IL MINISTRO DELL'INTERNO TURCO: ''FACCIAMO SALTARE IN ARIA L'EUROPA, VI MANDIAMO 15.000 MIGRANTI AL MESE''

IL MINISTRO DELL'INTERNO TURCO: ''FACCIAMO SALTARE IN ARIA L'EUROPA, VI MANDIAMO 15.000 MIGRANTI AL

venerdì 17 marzo 2017
ISTANBUL - Il ministro degli Interni turco Suleyman Soylu ha minacciato di "far saltare in aria" l'Europa aprendo le porte della Turchia e inviando 15.000 migranti al mese nel Vecchio continente
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LES ECHOS: ''SE L'USURA FOSSE IMPRESA, SAREBBE UNA DELLE PIU' FLORIDE D'ITALIA. FATTURA PIU' DELL'ENI'' (ADDIO, RENZI)

LES ECHOS: ''SE L'USURA FOSSE IMPRESA, SAREBBE UNA DELLE PIU' FLORIDE D'ITALIA. FATTURA PIU'
Continua

 
SCOOP BLOOMBERG / DEUTSCHE BANK COMPLICE DELLA CATASTROFE MPS: AIUTO' I VERTICI (OGGI INQUISITI) A NASCONDERE LE PERDITE

SCOOP BLOOMBERG / DEUTSCHE BANK COMPLICE DELLA CATASTROFE MPS: AIUTO' I VERTICI (OGGI INQUISITI) A
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

+++ATTACCO TERRORISTICO IN CORSO A LONDRA DAVANTI AL PARLAMENTO+++

22 marzo - LONDRA - La polizia ha sparato ad ''un uomo che impugnava un coltello''
Continua

SCHAEUBLE ''APPREZZA IL LAVORO DI DAIJSSELBLOEM CHE DEVE CONTINUARE

22 marzo - BERLINO - Giusto per fugare ogni dubbio sulla compattezza dei giudizi
Continua

SALVINI:8 MILIARDI L'ANNO ALLA UE PER SENTIRCI DARE DEGLI UBRIACONI

22 marzo - ''Quelle parole sono la rappresentazione migliore di questa Europa di
Continua

GOVERNO VIETA ACCERTAMENTI SULLE ONG COLLUSE CON I TRAFFICANTI

22 marzo - ''Buone notizie per chi e' complice dei trafficanti di esseri umani e
Continua

ERDOGAN: NESSUN EUROPEO POTRA' CAMMINARE AL SICURO PER LE STRADE

22 marzo - ISTANBUL - ''Se l'Europa continua cosi', nessun europeo potra' camminare
Continua

LEGA PROTESTA DAVANTI A MONTECITORIO: UE? NON C'E' NULLA DA

22 marzo - ROMA - Sit in dei deputati della Lega Nord fuori Montecitorio mentre in
Continua

PADOAN SCARICA POP. VICENZA E VENETO BANCA: SARA' LA BCE A DECIDERE

21 marzo - Preparativi di un altro catastrofico bail in in Italia? Sembrerebbe di
Continua

LE FAMIGLIE DI 800 VITTIME DELL'11 SETTEMBRE FANNO CAUSA ALL'ARABIA

21 marzo - NEW YORK - Le famiglie di 800 vittime degli attacchi dell'11 settembre
Continua
6.000 AFRICANI ARRIVATI IN ITALIA IN TRE GIORNI, INVASIONE SENZA PRECEDENTI

6.000 AFRICANI ARRIVATI IN ITALIA IN TRE GIORNI, INVASIONE SENZA

21 marzo - Sono oltre 6.000 i migranti africani prelevati dai gommoni e dai barconi
Continua

LA PRIMA MINISTRO DELLA POLONIA, BEATA SZYDLO: ''POLONIA NELL'EURO?

21 marzo - VARSAVIA - Smentendo le solite fonti pro-euro che da tempo divulgano
Continua
Precedenti »