43.293.565
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LE FIGARO: RENZI PREPARA UN FINANZIARIA ELETTORALE PER PROVARE A VINCERE IL REFERENDUM, SAPENDO CHE LA UE LA BOCCERA'

giovedì 29 settembre 2016

PARIGI - Ormai, per sapere che accade in Italia, sul versante del governo, della politiica, della finanza pubblica e dello stato - soprattutto - dei conti pubblici, l'unica possibilità che resta è leggere la stampa estera. Così, stamattina, Le Figaro, il più importante quotidiano conservatore di Francia, dedica un lungo articolo all'Italia che vale la pena conoscere.

"Meno crescita, piu' deficit: davanti al rallentamento dell'economia il governo italiano vuole da Bruxelles ancora piu' di flessibilita', citando  circostanze eccezionali come la crisi migratoria o il terremoto" scrive il quotidiano francese commentando le cifre dei conti pubblici dell'Italia.

"L'obbiettivo del presidente del Consiglio Matteo Renzi e' di avere a disposizione risorse supplementari tra i 9 ed i 10 miliardi di euro. Per farne cosa? - si domanda il giornale -". Figaro cita i progetti di grandi infrastrutture, un aiutino fiscale alle imprese ed un aumento delle pensioni piu' basse; inoltre niente aumento dell'Iva e stimolo agli investimenti che, secondo Renzi, devono diventare "la priorita' per l'Italia e l'Europa".

Ecco cosi' riemergere l'idea del ponte sullo Stretto di Messina: un vero "serpente di mare della politica italiana", come lo definisce il Figaro, un'idea che appare e scompare da decenni e che non diventa mai realta'.

Questa volta a rilanciarla e' Renzi: lo scopo e' di "avvicinare la Sicilia alla Calabria" e "creare 100 mila posti di lavoro" nelle due regioni. Pietro Salini, il presidente esecutivo dell'azienda Btp Impregilo incaricata dell'ultimo progetto in materia, ha dichiarato che l'opera potrebbe essere realizzata in sei anni e si e' detto pronto a rinunciare al colossale indennizzo che ha chiesto allo Stato (790 milioni di euro oltre ai 350 milioni gia' accordati) se otterra' di nuovo il contratto che era stato poi annullato nel 2012 dal governo di Mario Monti.

Il ponte sospeso lungo 3.300 metri dovrebbe costare complessivamente 8 miliardi di euro, in larga parte finanziati dal settore privato. Il Movimento 5 stelle (M5s) di Beppe grillo ha subito criticato il progetto bollandolo come "un'opera inutile"; Massimo D'Alema, uno dei principali avversari di Renzi in seno al suo Partito democratico (Pd), a sua volta ha definito l'idea come "un regalo a Berlusconi", che aveva tentato inutilmente di realizzarla e che proprio ieri ha festeggiato i suoi 80 anni.

Il fatto e' - scrive Figaro - che Renzi si sta giocando il futuro politico con il referendum del 4 dicembre prossimo sulla "sua" riforma costituzionale: secondo i sondaggi i "No" sarebbero in vantaggio e il vasto schieramento dei suoi oppositori affila le armi sperando di scalzarlo dal governo. Da qui la necessita' di una Finanziaria "elettorale"; ed ecco allora che Renzi sempre ieri ha presenziato alla conferenza stampa in cui l'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato (FS), Renato Mazzoncini, ha presentato un ambizioso piano industriale la cui locomotiva saranno massicci investimenti per 94 miliardi di euro.

Un piano con cui le FS intendono andare ben aldila' dei binari e persino dei confini dell'Italia: gran parte della crescita del gruppo dovra' avvenire nel trasporto stradale, in coordinamento con quello ferroviario; l'azienda inoltre intende approfittare dell'apertura del mercato del trasporto ferroviario che l'Unione Europea sta imponendo ai paesi membri; e vuole infine diventare il partner privilegiato nella realizzazione di infrastrutture in area geografiche del mondo che attualmente sono in forte ritardo, come il Medio Oriente, l'India, l'Africa o il Sud-Est asiatico.

Al piano lo Stato contribuira' con 35 miliardi, spalmati da qui al 2026: un ulteriore schiaffo ai severi guardiani di Bruxelles, a cui Renzi offre in sostanza solo l'impegno a riprendere le privatizzazioni, il cui cammino quest'anno e' stato assai rallentato: nel 2017 ad esempio le stesse FS avvieranno la privatizzazione parziale delle sue attivita', a cominciare dalle linee TAV ed intercity di Trenitalia. Renzi promette anche che l'anno prossimo l'enorme debito pubblico dell'Italia scendera' di qualche decimale, ma la battaglia con la Commissione europea sara' dura: a piu' riprese Bruxelles ha gia' fatto sapere all'Italia di essere stata finora anche troppo conciliante e che nessuna flessibilita' e' piu' possibile. 

Di fatto - conclude il quotidiano - Renzi sta preparando lo scontro frontale con la Commissione europea per avere una "buona ragione" per dare - se sconfitto al referendum, com'è probabile - le dimissioni, così da farlo apparire il "paladino" dell'Italia mascherando il fallimento della sua azione "riformatrice" non condivisa dagli italiani.

Redazione Milano


LE FIGARO: RENZI PREPARA UN FINANZIARIA ELETTORALE PER PROVARE A VINCERE IL REFERENDUM, SAPENDO CHE LA UE LA BOCCERA'




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

mercoledì 18 gennaio 2017
Riguardo le vicende del salvataggio del Monte dei Paschi di Siena, la banca più antica al mondo devastata dalla gestione in salsa piddina dei suoi vertici, abbiamo notato esercizi di stile
Continua
 
SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)

SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI,

mercoledì 18 gennaio 2017
PARIGI - I venti nazionalisti che hanno portato Donald Trump al potere negli Stati Uniti, nei prossimi mesi stanno soffiando forte anche in Francia? Se lo chiede oggi, mercoledi' 18 di un freddissimo
Continua
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua
 
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'

martedì 17 gennaio 2017
LONDRA - La premier del Regno Unito, Theresa May, riferisce il Financial Times  questa mattina, mettera' alla prova i mercati valutari oggi, quando annuncera' un taglio netto con l'Unione
Continua
IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ''SOVRANISTA'')

IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA

martedì 17 gennaio 2017
ROMA - "I sovranisti sono tutti quelli che vogliono mettere al centro della propria proposta gli interessi nazionali, la tutela delle nostre imprese, del made in Italy, la difesa dei confini, la
Continua
 
SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA RISPARMIATO 240 MILIARDI!

SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA

lunedì 16 gennaio 2017
BERLINO - Volendo usare una pittoresca espressione napoletana, si potrebbe dire che la Germania che continua a lamentarsi dei tassi di interesse portati a zero dalla Bce perchè questo
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LES ECHOS: ''SE L'USURA FOSSE IMPRESA, SAREBBE UNA DELLE PIU' FLORIDE D'ITALIA. FATTURA PIU' DELL'ENI'' (ADDIO, RENZI)

LES ECHOS: ''SE L'USURA FOSSE IMPRESA, SAREBBE UNA DELLE PIU' FLORIDE D'ITALIA. FATTURA PIU'
Continua

 
SCOOP BLOOMBERG / DEUTSCHE BANK COMPLICE DELLA CATASTROFE MPS: AIUTO' I VERTICI (OGGI INQUISITI) A NASCONDERE LE PERDITE

SCOOP BLOOMBERG / DEUTSCHE BANK COMPLICE DELLA CATASTROFE MPS: AIUTO' I VERTICI (OGGI INQUISITI) A
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua

THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO

17 gennaio - LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale
Continua

PRIMO MINISTRO BRITANNICO: ''MODELLO UE INCOMPATIBILE CON LA NOSTRA

17 gennaio - LONDRA - Il modello dell'Ue e delle istituzioni sovranazionali ''non era
Continua

THERESA MAY: ''VIA DAL MERCATO UNICO E DA CORTE DI GIUSTIZIA E

17 gennaio - LONDRA - L'atteso di scorso di Theresa May sulla Brexit è arrivato ed
Continua

TAJANI PUO' FARCELA, DOPO LA CAPRIOLA DEI LIBERALI CHE HANNO

17 gennaio - BRUXELLES - ''Da Grillo a Berlusconi in meno di una settimana'': i
Continua
Precedenti »