50.693.528
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
ATTACCO TERRORISTICO A Barcellona: 'Cadena Ser', almeno 13 morti in attentato

OBAMA SCONFITTO: CADE IL SUO ''VETO'' A INTENTARE CAUSA ALL'ARABIA SAUDITA DA PARTE DEI PARENTI DELLE VITTIME DELL'11/9

giovedì 29 settembre 2016

WASHINGTON - La sconfitta più grave per Obama arriva al crepuscolo della sua presidenza e getta una lunga ombra negativa su tutto il partito democratico, inclusa la candidata Clinton.

Il Congresso federale degli Stati Uniti - infatti - ha bocciato ieri a larga maggioranza il veto del presidente Barack Obama al "Justice Against Sponsors of Terrorism Act", una legge che consentirebbe ai cittadini Usa di intentare causa contro i governi stranieri per le vittime degli attacchi terroristici. Il disegno di legge, promosso dai familiari delle vittime dell'11 settembre 2001, consentirebbe a queste ultime di fare causa all'Arabia Saudita, paese d'origine dei responsabili di quei tragici attacchi al suolo statunitense.

Obama aveva opposto il veto al provvedimento il 23 settembre scorso, affermando che se approvato, il disegno di legge avrebbe messo a rischio al sicurezza nazionale. Il voto di Camera e Senato di ieri, pero', ha ribaltato il paese del presidente, infliggendogli la prima sconfitta di questo genere dal 2008 ad oggi.

Ben 97 senatori su 100, inclusi quelli del suo stesso partito democratico, hanno votato contro il veto presidenziale: l'unico voto in controtendenza e' stato quello del leader della minoranza democratica, Harry Reid; lo stesso hanno fatto poche ore dopo 348 deputati. Vero è che entrambi i ramid el Parlamento Usa sono a maggioranza repubblicana, date le vittorie elettorali conseguite nelle elezioni di metà mandato, però una bocciatura così dura pochissimi presidenti Usa l'hanno subita e Obama ora entra in quella ristretta e criticata cerchia.

Il provvedimento istituisce un'eccezione alla legge Usa ,che proibisce di intentare cause legali a governi stranieri: la casa Bianca sosteneva che il paese rischia ora di essere oggetto di provvedimenti analoghi da parte di altri paesi, il che ovviamente è ridicolo, sul piano pratico, mentre è molto più probabile che Obama avesse posto il veto per nascondere gli inconfessabili rapporti con organizzazioni del terrorismo islamico, non ultima l'Isis.

"E' un precedente pericoloso e un esempio del perche' a volte debbano essere prese decisioni difficili. Francamente, mi ero augurato che anche il Congresso facesse la scelta piu' difficile", ha commentato Obama ieri, durante un evento organizzato dalla Cnn.

I familiari delle vittime dell'11 settembre, pero', hanno elogiato il Congresso per la sua decisione; i legislatori che piu' si sono battuti peri il respingimento del veto presidenziale sostengono di voler inviare, tramite la loro decisione, un chiaro messaggio di deterrenza ai paesi sponsor del terrorismo.

L'ultimo caso di bocciatura di un veto presidenziale da parte del Congresso federale risale al 2008, quando i legislatori riconfermarono un provvedimento che bloccava il taglio dei pagamenti per i dottori che trattavano pazienti assistiti dal programma Medicare. Ma questa è di gran lunga più grave.

Redazione Milano


OBAMA SCONFITTO: CADE IL SUO ''VETO'' A INTENTARE CAUSA ALL'ARABIA SAUDITA DA PARTE DEI PARENTI DELLE VITTIME DELL'11/9




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
 
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SARKOZY FINANZIATO DA GHEDDAFI PER DIVENTARE PRESIDENTE:TROVATI DOCUMENTI CHE PROVANO VERSAMENTI PER 6,5 MILIONI DI EURO

SARKOZY FINANZIATO DA GHEDDAFI PER DIVENTARE PRESIDENTE:TROVATI DOCUMENTI CHE PROVANO VERSAMENTI
Continua

 
COMMISSIONE UE PERMETTERA' ADDITIVI CANCEROGENI MA 140.000 IN EUROPA HANNO FIRMATO PETIZIONE CONTRO (SILENZIO IN ITALIA)

COMMISSIONE UE PERMETTERA' ADDITIVI CANCEROGENI MA 140.000 IN EUROPA HANNO FIRMATO PETIZIONE CONTRO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!