50.674.711
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA DESTRA AUSTRIACA ACCUSA ERDOGAN DI AGIRE COME HITLER E INTANTO LA GERMANIA PREPARA IL ''PIANO B'' CONTRO LA TURCHIA

sabato 6 agosto 2016

VIENNA - l leader del partito di destra austriaca FPO, Heinz-Christian Strache, ha paragonato oggi il rafforzamento dei poteri - che ora sono dottatoriai -  del presidente Erdogan in Turchia, dopo il fallito colpo di stato del 15 luglio, all'incendio del Reichstag che permise ad Adolf Hitler di assumere pieni poteri nel 1933. "Sembra quasi che questo golpe sia stato pilotato" dal governo, ha detto al quotidiano austriaco Die Presse.

"Simili meccanismi si sono già verificati in maniera drammatica nella storia, ad esempio in occasione dell'incendio del Reichstag", ha spiegato. L'incendio del Parlamento tedesco, la notte tra il 27 e il 28 febbraio del 1933, consentì al cancelliere nazista Adolf Hitler, appena eletto, di sopprimere le libertà civili ed eliminare la sua opposizione in nome della lotta anti-comunista. Alcuni storici ritengono che l'incendio sia stato direttamente commissionato dal partito nazista".

Senza accusare esplicitamente le autorità turche di avere rivisitato questo scenario, Strache ha accusato Erdogan di sfruttare il tentato colpo di stato nel paese per istituire una "dittatura presidenziale", attraverso "liste prestabilite" di oppositori da arrestare. Il che è vero. Ma quello che più dà fastidio al regime turco è il no secco dell'Austria all'ingresso della Turchia nella Ue. 

Non accenna, dunque, a fermarsi lo scontro tra l'Austria e una Turchia che giorno dopo giorno dispensa bordate nei confronti dell'Europa e di quegli Stati membri che dicono no all'adesione del Paese anatolico alla Ue.

E oltre alla freddezza dei paesi Ue, Ankara deve fare i conti con il crescente scetticismo degli Usa sull'estradizione dell'iman Fethullah Gulen: Erdogan lo considera la mente del tentato golpe, ma le prove fornite non convincono Washington, e il golpe in realtà ha mascherato il colpod i stato dello stesso Erdogan.  

Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu reagisce in maniera decisamente aggressiva alle dichiarazioni del cancelliere austriaco Christian Kern, che aveva suggerito di interrompere le trattative per l'adesione di Ankara alla Ue definendole come "una finzione diplomatica", e aveva annunciato che porra' la questione di un piano alternativo al vertice Ue di meta' settembre.

Il capo della diplomazia di Ankara dapprima bolla come "spiacevoli" i commenti di Kern. Poi, l'affondo. L'Austria e' la "capitale del razzismo estremista". Parole che non possono restare senza una reazione da parte di Vienna, che arriva tramite un portavoce del ministro degli Esteri austriaco Sebastian Kurz. "Ankara moderi la scelta delle parole e faccia piuttosto i propri compiti".

Intanto, la Turchia minaccia di far arrivare in Grecia "milioni di migranti" e la politica anche italiana reagisce: "La Germania finalmente si accorge dell'inaffidabilita' della Turchia, pronta a 'invadere' l'Europa con la 'bomba' immigrati. Da notizie di stampa sembra che l'Ue, a trazione tedesca, sia pronta a varare un piano B nel caso Erdogan dovesse decidere di riversare in Europa i milioni di migranti e profughi attualmente sul territorio turco".

E' quanto dichiara il deputato Alessandro Pagano, componente commissione Giustizia della Camera che aggiunge: "Piano B che prevederebbe, nel caso, una 'chiusura' controllata del confine greco. Dopo decine e decine di migliaia di immigrati morti, dopo che il Mediterraneo e' diventato un cimitero, dopo tre miliardi di euro che l'Ue ha sborsato alla Turchia, dopo un golpe fallito e un contro-golpe riuscito, la Merkel si convince quindi del fallimento delle politiche sull'immigrazione adottate sino adesso e decide di cambiare registro. Un colpevole e irresponsabile ritardo di intervento e di valutazione cui pero' sarebbe letale associare cure palliative. Per questo l'Europa non perda altro tempo, bisogna blindare subito i confini, alzando muri, adottare una efficace politica di respingimento nel Mediterraneo e sostenere finanziariamente la Grecia". 

Redazione Milano


LA DESTRA AUSTRIACA ACCUSA ERDOGAN DI AGIRE COME HITLER E INTANTO LA GERMANIA PREPARA IL ''PIANO B'' CONTRO LA TURCHIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ERDOGAN   TURCHIA   MIGRANTI   AUSTRIA   FPO   STRACHE   ACCUSA   HITLER   GULEN   USA   GOLPE   RAIS   UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
 
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
 
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua
 
LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON VENGONO DIVULGATE)

LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON

lunedì 31 luglio 2017
LONDRA - E' passato poco piu' di un anno da quando i cittadini britannici hanno votato per uscire dalla UE e tutte le previsioni catastrofiche fatte all'indomani di questo storico referendum non si
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'80% DEI TEDESCHI E' CONTRO L'IMMIGRAZIONE VOLUTA DALLA MERKEL CHE CROLLA NEI CONSENSI: AVANZANO LE DESTRE DI AFD E CSU

L'80% DEI TEDESCHI E' CONTRO L'IMMIGRAZIONE VOLUTA DALLA MERKEL CHE CROLLA NEI CONSENSI: AVANZANO
Continua

 
REPUBBLICA CECA: ''NIENTE MIGRANTI DA NOI, SE LA UE PROVA A IMPORCELI PROCESSEREMO LA COMMISSIONE NEI NOSTRI TRIBUNALI''

REPUBBLICA CECA: ''NIENTE MIGRANTI DA NOI, SE LA UE PROVA A IMPORCELI PROCESSEREMO LA COMMISSIONE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!