46.348.150
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

APOCALISSE A NIZZA: TERRORISTA ISLAMICO COMPIE UNA STRAGE SULLA PROMENADE, 84 MORTI E DECINE DI FERITI.

venerdì 15 luglio 2016

NIZZA - FRANCIA - Mostruosa strage islamica nella notte a Nizza, con un bilancio catastrofico di 84 morti e decine di feriti, alcuni gravissimi.  Corpi stritolati, smembrati, sangue dappertutto e un panico folle: diversi i testimoni che descrivono queste scene apocalittiche sullo storico, prestigioso lungomare centrale di Nizza, la Promenade des Anglais, dove poco prima delle 22.30 di ieri un pesante camion di 15 metri e' piombato a 80 chilometri orari sulla folla radunata a vedere i fuochi d'artificio per il 14 luglio, correndo per quasi due chilometri con un percorso a zig-zag per travolgere piu' persone possibile con l'autista attentatore che sparava all'impazzata, prima che la sua corsa folle venisse fermata.

"Ho sfiorato la morte", ha raccontato un testimone oculare citato da l'Express, che ha continuato, sotto shock: "Ho visto gente stritolata, le teste insanguinate, membra strappate". L'uomo ha descritto il mezzo assassino come "un pesante camion di 18 tonnellate, un camion lungo 15 metri e che correva a 80 chilometri orari" quando e' piombato sulla folla. Il camion della morte "e' passato a pochi metri da me e non sono riuscito nemmeno a reagire. Ho visto corpi che volavano in aria come birilli bocciati con violenza al passaggio dell'enorme camion", ha raccontato un altro testimone.

La folla in preda al panico ha cominciato a sbandare e a rifugiarsi in qualsiasi punto di riparo dalla strada: "In meno di 30 secondi decine e decine di persone si sono accalcate nel locale. Gente che ha rischiato di restare schiacciata, e' terribile", ha raccontato a Sky TG24 Thomas Russo, ristoratore italiano con un locale sulla Promenade. Dove si trova anche la gelateria 'Pinocchio', dove lavora Antonino, all'angolo con Rue Gambetta: "Vedevo gente che entrava in massa, urlando e chiedendo aiuto.

Poco prima fuori ho visto almeno quattro cadaveri, che poi i vigili del fuoco hanno scoperto con teli azzurri", ha raccontato il testimone. All'interno del locale, ha raccontato Antonino la calca era indescrivibile, con gente ferita. Una donna e' stata presa da una crisi epilettica. Davanti alla gelateria si sono anche posati due elicotteri della polizia". Poi la polizia ha autorizzato la gente ad uscire, e tutti gli agenti hanno detto di tornare in casa o albergo e di non uscire piu'.

Ora, le luci del giorno.

Un pianto a dirotto, abbracciata alla sua mamma che cerca inutilmente di consolarla. "Guarda il cielo, e' quasi giorno: e' passato tutto", dice la donna alla bambina, capelli neri raccolti in una lunga coda. La scena davanti all'ospedale Pasteur di Nizza, quando e' ormai l'alba ed e' ancora provvisorio il bilancio dell'attento che ieri sera ha fatto ripiombare la Francia nel terrore. L'ultimo bilancio parla di almeno 84 vittime - tra cui numerosi bambini - del tir piombato sulla folla dei fuochi d'artificio per la festa nazionale; oltre cento i feriti, una ventina dei quali in condizioni disperate.

E c'e' apprensione per l'eventuale presenza di italiani. "E' il dramma piu' terribile mai perpetrato a Nizza", dice Christian Estrosi, che e' il presidente della Costa Azzurra macchiata dal sangue di tante, troppe vittime innocenti. Sulla facciata del Municipio le bandiere sono a mezz'asta, tutti gli eventi estivi cancellati, compreso il celebre Nice Jazz Festival e il concerto di questa sera di Rihanna.

Il ministro francese dell'Interno, Bernard Cazenueve, ha annunciato l'innalzamento del piano di allerta appena raggiunta una Nizza blindata dalle forze dell'ordine in assetto antisommossa. L'autista del tir, un franco-tunisino di 31 anni, e' stato "neutralizzato", dicono le forze dell'ordine locali, ma in giro potrebbero esserci altri attentatori e le misure di sicurezza sono massime.

La Promenade des Anglais, teatro dell'attacco terroristico, assomiglia piu' a un campo di battaglia che al lungomare celebre in tutto il mondo. L'hotel Negresco, vero e proprio gioiello dell'ospitalita' francese, e' stato trasformato in un ospedale da campo per le prime cure. L'intera zona e' interdetta anche ai pedoni e chi abita da quelle parti e' costretto a sottoporsi ai controlli della gendarmeria. Tutto attorno un tappeto di vetri in frantumi, maglioni, scarpe e ciabatte, i segni della fuga di chi, forse, e' riuscito a scampare ad una tragedia che suscita numerosi punti interrogativi.

Se quello di Nizza e' "un attacco di cui non si puo' negare il carattere terroristico", come affermato dal presidente francese Francois Hollande che ha prolungato di tre mesi lo stato di emergenza, bisogna ancora capire chi abbia agito e con quante persone. E bisogna anche stabilire se, tra le vittime e i feriti, ci sia anche qualcuno dei tanti italiani che in questo periodo affollano la Costa Azzurra.

La Farnesina si e' subito messa in contatto con le autorita' francesi, ma in questo momento all'ospedale Pasteur, la priorita' e' quella di salvare il maggior numero di vite. Sta inoltre verificando la presenza di eventuali italiani e nel frattempo invita i connazionali ad evitare gli spostamenti e a seguire le indicazioni delle autorita' locali. 

(articolo in aggiornamento) ore 8.00 del 15.07.16

Redazione Milano


APOCALISSE A NIZZA: TERRORISTA ISLAMICO COMPIE UNA STRAGE SULLA PROMENADE, 84 MORTI E DECINE DI FERITI.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

NIZZA   FRANCIA   TERRORISMO   ISLAMICO MORTI CAMION   PROMENADE   SPARI   FUCILI   ARMI   MASSACRO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua
QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO PUBBLICO DEI RIBELLI

QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO

mercoledì 19 aprile 2017
ROMA - Dopo i dubbi (in latino, "dubia") che quattro cardinali gli hanno indirizzato in una lettera - privata ma poi pubblicata - la ribellione a Papa Francesco prende la forma di un convegno a due
Continua
 
L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA ''MONETA-GENERALE''

L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA

martedì 18 aprile 2017
“La Germania dovrebbe, visto che è divenuta pacifica e ragionevole, prendersi tutto ciò che l’Europa e il mondo intero le ha negato in due grandi guerre, una sorta di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA DOMANDA FONDAMENTALE E': A CHI GIOVA L'EURO? E LA RISPOSTA E': NON CERTO ALL'ITALIA (WASHINGTON POST IN PRIMA PAGINA)

LA DOMANDA FONDAMENTALE E': A CHI GIOVA L'EURO? E LA RISPOSTA E': NON CERTO ALL'ITALIA (WASHINGTON
Continua

 
NOTIZIA CENSURATA IN ITALIA: EUROBUROCRATI SI RIUNISCONO PER APPROVARE IL TTIP, ARRESTATA GENTE CHE PROTESTAVA IN STRADA

NOTIZIA CENSURATA IN ITALIA: EUROBUROCRATI SI RIUNISCONO PER APPROVARE IL TTIP, ARRESTATA GENTE CHE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!