70.705.925
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA VERITA' CHE NON VIENE DETTA: I MINISTRI DELLE FINANZE DELL'EUROZONA HANNO DECISO. PER LE BANCHE ITALIANE SOLO BAIL IN

martedì 12 luglio 2016

BRUXELLES - La verità è molto diversa da quella accomodante propinata agli italiani dal duo Renzi-Padoan: il ministro delle finanze olandese Jeroen Dijsselbloem, presidente dell'Eurogruppo - organo di coordinamento finanziario che riunisce i 19 ministri delle Finanze della zona euro - ha respinto ieri, durante l'incontro dei ministri a Bruxelles, l'ipotesi di un salvataggio pubblico degli istituti di credito italiani in difficolta', ed ha insistito che le norme comunitarie esistenti in materia di ricapitalizzazione e risoluzione delle banche non necessitano al momento di alcun rilassamento.

Renzi e Padona, invece hanno dichiarato che i correntisti e i risparmiatori che hanno depositato e investito il loro denaro nelle banche italiane saranno "protetti" e "al sicuro", quando invece saranno depredati da qualunque bail in avverrà, ad iniziare da quello di Mps.

Dijsselbloem ha ammesso ieri che alcune delle banche italiane sono alle prese con seri problemi patrimoniali a causa dei crediti deteriorati, ma ha sottolineato che al netto delle preoccupazioni degli investitori, la situazione non e' nuova ne' critica, va solo "gestita". "Dovra' essere gestita gradualmente", ha detto il ministro olandese, che ha ammonito. "Non ci sara' alcuna soluzione di ampia portata. Non stiamo parlando di un crisi acuta, e questo ci da' un po' di tempo per rimettere ordine".

Dijsselbloem si e' espresso in maniera particolarmente perentoria contro qualunque ipotesi di salvataggio pubblico delle banche italiane in difficolta', come Monte dei Paschi di Siena.

"L'unica cosa davvero importante e' rispettare quanto concordato fra noi; in caso contrario, in Europa verrebbe rimesso tutto in discussione, e abbiamo gia' questioni aperte a sufficienza. C'e' sempre stato e sempre ci sara' - ha aggiunto il ministro olandese - qualche banchiere che sostiene sia necessario piu' denaro per ricapitalizzare le nostre banche, e io mi opporro' sempre con forza, perche' cio' finisce ancora e ancora per colpire i contribuenti, finisce ancora e ancora per aumentare il debito pubblico di paesi gia' pesantemente indebitati".

Contro l'intervento dello Stato a sostegno delle banche italiane in difficolta' si e' espresso anche il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Shaeuble, a cui parere alcuna ipotesi in tal senso e' prematura e inaccoglibile, quantomeno prima dell'esito dei prossimi stress-test. "Non dovremmo speculare prima di avere risultati a disposizione", ha detto Shaeuble, a cui parere le norme sul bail in approvate dai paesi membri dell'Ue meno di un anno fa sono flessibili a sufficienza da adattarsi "a qualunque genere di situazione".

"Sara' compito della Commissione europea e della Banca centrale europea - secondo il ministro tedesco -valutare lo stato del sistema bancario italiano dopo la conclusione degli stress-test" Questo, avverrà tra pochi giorni, a fine luglio. Si e' espresso in termini simili, infine, anche il ministro delle Finanze austriaco, Hans Jorg Schelling, che ha sottolineato come il sistema finanziario italiano sconti gli effetti del progressivo accumulo dei crediti deteriorati e di un contesto di mancata crescita economica: "Il referendum britannico per l'uscita dall'Ue - ha detto Schelling - ha fatto da catalizzatore per le preoccupazioni degli  investitori, ma non ha nulla a che fare con i problemi sistemici italiani. La Brexit - ha detto il ministro - non dovrebbe essere usata come scusa per giustificare i propri errori".  E il riferimento evidentissimo era a Renzi e al suo governo, in carica in Italia da oltre due anni.

Redazione Milano.


LA VERITA' CHE NON VIENE DETTA: I MINISTRI DELLE FINANZE DELL'EUROZONA HANNO DECISO. PER LE BANCHE ITALIANE SOLO BAIL IN


Cerca tra gli articoli che parlano di:

EUROZONA   BANCHE   ITALIANE   FALLITE   BAIL   IN   SCHAEUBLE   AUSTRIA   GERMANIA   OLANDA   FINANZE   RENZI   PADOAN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA SVIZZERA RESPINGE A CENTINAIA AL GIORNO ORDE DI MIGRANTI AFRICANI CHE ENTRANO ILLEGALMENTE DALLA FRONTIERA ITALIANA

LA SVIZZERA RESPINGE A CENTINAIA AL GIORNO ORDE DI MIGRANTI AFRICANI CHE ENTRANO ILLEGALMENTE DALLA
Continua

 
''RENZI A RISCHIO: RIPRESA FRAGILE EMERGENZA MIGRANTI BANCHE IN CRISI. A OTTOBRE PUO' PERDERE TUTTO'' (FINANCIAL TIMES)

''RENZI A RISCHIO: RIPRESA FRAGILE EMERGENZA MIGRANTI BANCHE IN CRISI. A OTTOBRE PUO' PERDERE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!