46.353.202
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

WALL STREET JOURNAL: ''NERI IN USA (13% POPOLAZIONE) COMPIONO IL 63% DEI FURTI 57% DEGLI OMICIDI 45% DELLE AGGRESSIONI''

lunedì 11 luglio 2016

STATI UNITI - Le crescenti divisioni in merito alle questioni di razza e ordine pubblico negli Stati Uniti sono esplose e si sono cristallizzate la scorsa settimana, dopo le uccisioni assai controverse di alcuni afroamericani da parte di agenti di polizia, riprese in video, e quella di cinque agenti a Dallas, colpiti da un cecchino afroamericano durante una marcia di protesta del movimento "Black Lives Matter".

L'uccisione degli agenti di polizia, sottolinea la "Washington Post", non ha interrotto le proteste da parte della minoranza afroamericana, che denuncia di essere oggetto di discriminazione da parte delle forze dell'ordine, in questo appoggiata anche dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Questi, prima dell'uccisione dei cinque agenti di polizia, aveva dichiarato che l'uso sproporzionato della forza contro i neri negli Usa e' confermata da una serie di evidenze statistiche.

Obama visitera' Dallas domani in occasione della veglia funebre per i poliziotti uccisi. Il candidato repubblicano alla presidenza Usa, Donald Trump, dopo alcuni appelli all'unita' nazionale, e' tornato ieri ad attaccare Obama e la sua avversaria democratica, Hillary Clinton, accusandoli assieme al loro partito di aver "diviso il paese".

Altri commenti sono stati ancor piu' incendiari. "Potete definirlo un barile di polvere da sparo, o nitroglicerina. Quel che conta, quando si osserva quanto sta accadendo, e' che il paese si trova a un punto critico della sua storia", ha dichiarato a "Meet the Press" Charles H. Ramsey, ex capo della polizia di Washington e Philadelphia.

Nel frattempo, emergono nuovi dettagli sul cecchino che ha ucciso gli agenti: si tratta di un 25enne afroamericano, Micah Xavier Johnson, veterano della guerra in Afghanistan. Stando al capo della polizia di Dallas, David Brown, l'uomo era alterato: cantava e irrideva gli agenti mentre li uccideva, e probabilmente aveva pianificato un attacco ancor piu' sanguinario: "aveva fatto pratica con le detonazioni" e possedeva abbastanza esplosivo "da causare effetti devastanti per la nostra citta' e l'area del Texas settentrionale".

La stampa continua invece a dibattere sui dati delle uccisioni da parte della polizia e sugli omicidi compiuti da cittadini americani. Il democratico  Washington Post, che da anni raccoglie dati in materia, pubblica una serie di grafici relativi alle uccisioni da parte degli agenti di polizia dall'inizio dell'anno.

Dal primo gennaio ad oggi, gli agenti di polizia statunitensi hanno ucciso 512 persone, piu' che nello stesso periodo del 2015: tra queste, 238 bianchi, 123 neri e 80 ispanici, il che sbugiarda la presunta "verità" per la quale la polizia ucciderebbe molti più neri che bianchi.

Il Wall Street Journal dedica a questi dati e a quelli relativi agli ultimi anni uno sguardo critico. Nel 2015, sottolinea il quotidiano, gli agenti di polizia Usa hanno ucciso 662 bianchi e ispanici, e 258 neri; i bianchi e ispanici uccisi dalle forze dell'ordine negli Usa nel periodo di riferimento rappresentano il 12 per cento delle vittime di omicidio: una percentuale tre volte superiore a quella dei neri.

E' vero che in termini assoluti il numero di neri uccisi dalla polizia e' superiore a quello dei bianchi, ma solo se rapportato all'incidenza delle due razze nella popolazione complessiva. Ma e' vero anche che il tasso di omicidi complessivo compiuti dagli afroamericani e' assai superiore a quello dei bianchi, e cio' non ha nulla a che fare con la polizia, ma assai piu' spesso con la violenza interna alle comunita' nere negli Stati Uniti, comunità molto violente e caratterizzate da alti tassi di criminalità.

La quasi totalita' dei 6.095 omicidi di afroamericani commessi negli Usa ade sempio nel 2014, scrive il Wall Street Journal, sono stati commessi proprio da neri. Inoltre - conclude il quotidiano - gli agenti sono statisticamente assai piu' proni ad attacchi e aggressioni da parte degli afroamericani.

Stando ai dati dell'Fbi, nell'ultimo decennio il 40 per cento degli agenti uccisi in servizio e' stato ucciso da neri, un tasso superiore di 2,5 volte alle uccisioni di neri da parte della polizia.

E' vero infine che i neri rappresentano il 26 per cento delle uccisioni da parte degli agenti, pur essendo solo il 13 per cento della popolazione statunitense complessiva: questo dato, pero', dovrebbe tener conto secondo il quotidiano del fatto che i neri commettono un numero assai maggiore di crimini: nel periodo che va dal 2009 a oggi, hanno commesso il 63 per cento dei furti complessivi, il 57 per cento degli omicidi e il 45 per cento delle aggressioni armate nelle 75 maggiori contee degli Stati Uniti, dove rappresentano pero' solo il 15 per cento della popolazione totale. E i dati sono assolutamente autentici.

Un serio discorso sulla discriminazione ai danni della comunita' afroamericana, conclude il Wall Street Journal, dovrebbe riguardare non tanto i confronti con le forze dell'ordine, quanto le difficolta' economiche e l'emarginazione sociale scontata da fasce ancora troppo ampie di quella minoranza etnica.

Redazione Milano


WALL STREET JOURNAL: ''NERI IN USA (13% POPOLAZIONE) COMPIONO IL 63% DEI FURTI 57% DEGLI OMICIDI 45% DELLE AGGRESSIONI''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

USA   NERI   AFROAMERICANI   OMICIDI   FURTI   AGGRESSIONI   WALL   STREET   JOURNAL   WASHINGTON   OBAMA   TRUMP   CLINTON    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua
QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO PUBBLICO DEI RIBELLI

QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO

mercoledì 19 aprile 2017
ROMA - Dopo i dubbi (in latino, "dubia") che quattro cardinali gli hanno indirizzato in una lettera - privata ma poi pubblicata - la ribellione a Papa Francesco prende la forma di un convegno a due
Continua
 
L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA ''MONETA-GENERALE''

L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA

martedì 18 aprile 2017
“La Germania dovrebbe, visto che è divenuta pacifica e ragionevole, prendersi tutto ciò che l’Europa e il mondo intero le ha negato in due grandi guerre, una sorta di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IRLANDA: E' NATO IL GRUPPO ''IRELAND EXIT'' E IN POCHI GIORNI IL CONSENSO PER IL REFERENDUM D'USCITA DALLA UE SALE AL 27%

IRLANDA: E' NATO IL GRUPPO ''IRELAND EXIT'' E IN POCHI GIORNI IL CONSENSO PER IL REFERENDUM
Continua

 
THERESA MAY - LA NUOVA MARGARET THATCHER - A CAPO DEL GOVERNO BRITANNICO: ''FAREMO DEL BREXIT UN GRANDE SUCCESSO''

THERESA MAY - LA NUOVA MARGARET THATCHER - A CAPO DEL GOVERNO BRITANNICO: ''FAREMO DEL BREXIT UN
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!