50.691.139
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
ATTACCO TERRORISTICO A Barcellona: 'Cadena Ser', almeno 13 morti in attentato

IRLANDA: E' NATO IL GRUPPO ''IRELAND EXIT'' E IN POCHI GIORNI IL CONSENSO PER IL REFERENDUM D'USCITA DALLA UE SALE AL 27%

lunedì 11 luglio 2016

LONDRA - Il numero di paesi che vuole un referendum sulla permanenza nella Ue aumenta sempre di piu' e dopo Francia. Olanda, Austria, Repubblica Ceca e Lettonia anche in Irlanda c'e' chi vuole che i cittadini vadano alle urne per decidere se rimanere o meno nella Ue.

E difatti pochi giorni fa e' nato il gruppo Ireland Exit che si ispira ai gruppi euroscettici britannici il cui scopo e' promuovere un referendum sulla permanenza dell'Irlanda nella UE e ha come motto "e' ora di riprenderci il controllo del nostro paese".

I sostenitori di questo movimento puntano sul fatto che dal 2014 l'Irlanda e' un contribuente netto della UE (cioe' versa piu' di quanto incassa) e tale contributo e' di circa 136 milioni di euro, una somma di tutto rispetto per un Paese che e' stato costretto a imporre misure lacrime e sangue per poter ricevere aiuti dalla troika per far fronte alla severa crisi finanziaria che ha colpito l'Irlanda per colpa del tracollo finanziario delle banche Usa nel 2008.

Chiaramente i sostenitori del referendum vogliono convincere gli irlandesi che questi 136 milioni di euro potrebbero essere usati per aiutare i cittadini poveri irlandesi, un argomento che sicuramente tocchera' un nervo scoperto tra tutti coloro che sono stati colpiti dalla crisi, e si tratta di più del 50% della popolazione irlandese. Basti pensare che dal 2009 al 2015 hanno lasciato l'Irlanda in cerca di lavoro - soprattutto in Gran Bretagna - quasi 100.000 persone.

Ma questa non e' la sola ragione per cui i promotori vogliono uscire dalla UE.

Infatti, la cosiddetta "armonizzazione fiscale" voluta dai parassiti di Bruxelles minaccia il regime fiscale irlandese che si caratterizza per la bassa tassazione delle imprese, uno dei fattori del miracolo irlandese che rischia di svanire.

L'europarlamentare Brian Hayes ha dichiarato pubblicamente che se l'Unione Europea andra' avanti col suo programma di "armonizzazione fiscale" l'Irlanda non avra' altra scelta che uscire dall'Unione europea, una posizione che verra' sicuramente condivisa anche da altri politici di rilievo.

Secondo gli ultimi sondaggi già il 27% vuole un referendum stile Brexit già subito, e anche se per ora non e' chiaro quanti irlandesi voterebbero per uscire dalla UE, resta il fatto che la storia recente insegna come tali percentuali possono cambiare rapidamente.

Dopotutto, sei mesi fa nessuno avrebbe scommesso sul fatto che i cittadini britannici avrebbero votato a favore del Brexit facendolo vincere. Eppure, quello che sembrava improbabile per gli istituti di sondaggi, alla fine e' successo.

Questa notizia e' stata riportata dal quotidiano euroscettico Daily Express, ma completamente censurata in Italia perche' chiaramente darebbe fastidio al governo Renzi.

Noi ovviamente non ci stiamo e per tale motivo abbiamo riportato questa storia in esclusiva.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


IRLANDA: E' NATO IL GRUPPO ''IRELAND EXIT'' E IN POCHI GIORNI IL CONSENSO PER IL REFERENDUM D'USCITA DALLA UE SALE AL 27%


Cerca tra gli articoli che parlano di:

IRLANDA   REFERENDUM   BREXIT   UE   IRELAND   EXIT   DUBLINO   GRUPPO   VOTAZIONE   TASSAZIONE   ARMONIZZAZIONE   FISCALE   POVERI   EMIGRAZIONE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
 
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
STAMPA TEDESCA: ''L'AUSTRIA A FARA' CROLLARE EURO E UE. BREXIT PICCOLEZZA, RISPETTO LA VITTORIA DI HOFER IL 2 OTTOBRE''

STAMPA TEDESCA: ''L'AUSTRIA A FARA' CROLLARE EURO E UE. BREXIT PICCOLEZZA, RISPETTO LA VITTORIA DI
Continua

 
WALL STREET JOURNAL: ''NERI IN USA (13% POPOLAZIONE) COMPIONO IL 63% DEI FURTI 57% DEGLI OMICIDI 45% DELLE AGGRESSIONI''

WALL STREET JOURNAL: ''NERI IN USA (13% POPOLAZIONE) COMPIONO IL 63% DEI FURTI 57% DEGLI OMICIDI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!