44.196.343
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'ECONOMIST: ''COL BAIL I RISPARMIATORI ITALIANI PERDERANNO 200 MILIARDI, RENZI CADRA' E CON LUI CADRANNO EURO E UE''

venerdì 8 luglio 2016

LONDRA - La crisi bancaria italiana e' il tema di copertina dell'ultimo numero del settimanale britannico The Economist, una delle principali testate d'informazione finanziaria al mondo.

"Gli investitori sono straordinariamente nervosi dopo il voto del Regno Unito per l'uscita dall'Unione Europea, che pero' - secondo l'autorevole periodico - non spiega tutto il malessere attuale. L'Italia e' la quarta potenza economica europea e una delle piu' deboli, con un debito pubblico del 135 per cento del prodotto interno lordo, un tasso di occupazione degli adulti superiore solo a quello della Grecia, una crescita stagnante soffocata dall'eccesso di regolamentazione e dalla scarsa produttivita' e sofferenze bancarie per 360 miliardi di euro".

Questa, la descrizione dell'Italia presentata dall'Economist, letto da tutta l'alta finanza modiale.

"Non sorprende che gli investitori siano fuggiti: i titoli azionari delle grandi banche si sono quasi dimezzati da aprile; la preoccupazione piu' immediata riguarda la solvibilita' di Monte dei Paschi di Siena. Per le sue dimensioni il caos bancario italiano e' pericoloso - prosegue l'Economist -.  E' inoltre un esempio dei mali che affliggono l'area dell'euro: la tensione tra le regole di Bruxelles e le esigenze delle politiche nazionali e il conflitto tra creditori e debitori: entrambi sono la conseguenza di riforme finanziarie incomplete".

Incomplete perchè la Germania non vuole accettare la garanzia dei conti correnti di tutta la zona euro, pensando di dover ripianare con i propri soldi i dissesti altrui, ora che c'è il bail in. Prima, ha ripianato i propri, di dissesti, con quasi 300 miliardi di euro di soldi pubblici e prima ancora, ha salvato le sue banche dal tracollo greco usando il Fondo di salvataggio bancario Ue finanziato anche dall'Italia con oltre 40 miliardi di euro, ma questo l'Economist non lo scrive.

"L'Italia ha bisogno di una grande e audace pulizia del sistema bancario - continua l'articolo -. Coi capitali privati in fuga e il fondo salva-banche quasi esaurito, cio' richiedera' un'iniezione di denaro pubblico. Le nuove regole dell'eurozona, pero', escludono bail-out a spese degli stati prima che gli obbligazionisti si siano fatti carico delle perdite. Il principio del bail-in, non far pagare il conto ai contribuenti, e' giusto. Nella maggior parte dei paesi le obbligazioni bancarie sono detenute da grandi investitori istituzionali che conoscono i rischi e possono affrontare le perdite, ma in Italia obbligazioni bancarie per circa 200 miliardi di euro sono detenute da investitori al dettaglio. Costringere questi obbligazionisti a subire le perdite danneggerebbe gravemente il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, dissolvendo la sua speranza di una vittoria nel referendum costituzionale d'autunno".

L'Economist ha il pregio, in questo caso, dire quello che Matteo Renzi si rifiuta di rendere pubblico: se verrà applicato il bail in alle banche italiane, gli italiani verranno letteralmente rapinati di 200 miliardi di euro di risparmi, una cifra mostruosa che getterebbe l'intera popolazione italiana sul lastrico.

"La politica, pero', gioca un ruolo anche nei paesi creditori. La Germania sostiene giustamente che l'Italia e' responsabile dei suoi problemi: e' stata imperdonabilmente lenta nell'affrontarli, forse perche' le sue banche regionali sono strettamente legate alla politica locale. L'indulgenza verso l'Italia potrebbe avere un costo politico per la Germania, dove si votera' l'anno prossimo. Ma la pressione dei mercati sulle banche italiane non si allentera' finche' non sara' recuperata la fiducia e cio' non avverra' senza fondi pubblici"

"Se le regole del bail-in saranno applicate rigidamente, il grido dei risparmiatori nuocera' gravemente alla fiducia in Renzi e aprira' le porte al Movimento 5 stelle, che attribuisce i problemi economici del paese all'euro (non solo l'M5S, anche la Lega di Salvini è sulle medesime posizioni). Crescera' la sensazione che l'Italia trae scarso beneficio dall'unione monetaria, mentre soffre per i suoi vincoli. Se gli italiani perdessero la fiducia nell'euro - sentenzia l'Economist - la moneta unica non sopravviverebbe".

"Non giova seguire le regole alla lettera, se cio' porta alla fine della moneta unica. Quindi la risposta giusta e' consentire al governo italiano di iniettare nelle banche vulnerabili abbastanza denaro da sedare i timori di una crisi sistemica. Questo salvataggio dovrebbe avvenire a condizione che una riforma del sistema costringa i piccoli istituti a fondersi. La direttiva sul bail-in, inoltre, dovrebbe essere modificata per offrire uno scudo agli investitori retail che gia' detengono obbligazioni bancarie. Una lezione del Brexit - conclude il settimanale - e' che sorvolare sulle preoccupazioni degli elettori non e' una strategia sostenibile. L'architettura finanziaria farraginosa dell'area dell'euro lo fa due volte, scansando le paure dei paesi creditori come di quelli debitori. Non funzionera' per sempre". 

Redazione Milano.


L'ECONOMIST: ''COL BAIL I RISPARMIATORI ITALIANI PERDERANNO 200 MILIARDI, RENZI CADRA' E CON LUI CADRANNO EURO E UE''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ECONOMIST   UE   EURO   ITALIA   BAIL IN   GERMANIA   MPS   BANCHE   SALVATAGGIO   FONDI   DENARO   STATO   M5S    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN EURO (QUESTO TEME LA UE)

PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN

mercoledì 22 febbraio 2017
Mentre si avvicinano le elezioni olandesi dove è molto probabile che il partito anti euro e anti Ue di Wilders, alleato di Salvini e della Le Pen, ottenga un risultato incoraggiante e quelle
Continua
 
COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA TROIKA IN ITALIA)

COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA

mercoledì 22 febbraio 2017
BRUXELLES - La Commissione europea oggi ha deciso nuovamente di avviare un monitoraggio approfondito nei confronti dell'Italia per i suoi squilibri macroeconomici eccessivi che potrebbero avere - a
Continua
NUBE RADIOATTIVA CARICA DI IODIO 131 SI AGGIRA PER I CIELI D'EUROPA DA SETTIMANE, MA LA NOTIZIA E' STATA CENSURATA

NUBE RADIOATTIVA CARICA DI IODIO 131 SI AGGIRA PER I CIELI D'EUROPA DA SETTIMANE, MA LA NOTIZIA E'

mercoledì 22 febbraio 2017
Un misterioso aumento della radioattività è stato segnalato da gennaio in vaste aree dell'Europa senza motivo apparente. "Piccole quantità" di Iodio 131, materiale radioattivo di
Continua
 
CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'': PRESIDIARE I CONFINI FUNZIONA

CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'':

martedì 21 febbraio 2017
LONDRA - La chiusura della rotta balcanica ha scatenato accese polemiche tra i sostenitori dell'accoglienza a tutti i costi, ma tale blocco ha avuto risultati positivi in Svizzera visto che ha
Continua
MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO, ITALIA RISCHIO PRINCIPALE)

MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO,

martedì 21 febbraio 2017
BERLINO - "L'Italia e' il 'rischio principale' della stabilita' dell'euro". Lo scrive il senior economist di Deutsche Bank Marco Stringa in un report, secondo quanto riporta l'agenzia internazionale
Continua
 
MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA DEI TASSISTI

MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA

lunedì 20 febbraio 2017
Qualcuno nel Pd non ci sta a sentirsi responsabile del pasticcio combinato dal governo sulla questione Uber: "In questi giorni la città è bloccata dai tassisti, ma non hanno torto loro:
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
VIRGINIA RAGGI HA PRESENTATO OGGI LA GIUNTA CINQUE STELLE DEL COMUNE DI ROMA (NEANCHE UN POLITICO TRA DI LORO)

VIRGINIA RAGGI HA PRESENTATO OGGI LA GIUNTA CINQUE STELLE DEL COMUNE DI ROMA (NEANCHE UN POLITICO
Continua

 
LA SVIZZERA RESPINGE A CENTINAIA AL GIORNO ORDE DI MIGRANTI AFRICANI CHE ENTRANO ILLEGALMENTE DALLA FRONTIERA ITALIANA

LA SVIZZERA RESPINGE A CENTINAIA AL GIORNO ORDE DI MIGRANTI AFRICANI CHE ENTRANO ILLEGALMENTE DALLA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!