47.218.800
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MEDIOBANCA SCRIVE: ''LA SITUAZIONE DI MPS STA PRECIPITANDO. SE ARRIVA IL BAIL IN CROLLA L'INTERO SISTEMA BANCARIO''

giovedì 7 luglio 2016

MILANO - E' stato il classico "rimbalzo del gatto morto", quello che è accaduto stamattina in Borsa a Milano. Infatti, dopo poche ore dall'apertura sono scattate le vendite sulle banche considerate piu' fragili, con gli acquisti che continuano a premiare gli istituti piu' solidi.

Il Banco Popolare, Bper e Mps sono stati anche fermati in asta di volatilità per eccesso di perdite. Ora Bper che era tra i migliori in avvio segna -4,59%, il Banco Popoalre -4,46%, Bpm -3,78%, Unicredit -2,5%, Mps (che in avvio era stata fermata al rialzo) -2,5% mentre Ubi Banca cede lo 0,17%.

Tengono Intesa Sanpaolo (+0,94%) e Mediobanca (+2,9%).

Gli investitori aspettano mosse e decisioni ben definite per la soluzione del problema delle sofferenze, considerato il piu' urgente da affrontare in un contesto già incerto in tutta la zona euro per gli effetti del Brexit.

Oggi al Monte dei Paschi di Siena alle 14,30 si riunisce il cda che discutera' il piano straordinario di cessione di 10 miliardi di crediti marci, come richiesto dalla Bce. Lo scenario di fondo dovrebbe combinare nell'immediato l'acquisto di parte dei 10 miliardi di queste sofferenze attraverso il fondo Atlante e, successivamente, una garanzia alla ricapitalizzazione.

Il fondo Atlante riceverebbe 3-4 miliardi di nuove risorse, di cui 500 milioni da Cassa Depositi e Prestiti, 500 milioni da Sga (che è la ex bad bank del Banco Napoli, figuratevi da quanto tempo si trascina il buco all'epoca di 11mila miliardi di lire), 700 milioni da una serie di banche e il resto da altri operatori.

Tuttavia, il problema della raccolta dei fondi e' ancora aperto visto che, secondo quanto scrive oggi Il Sole 24 Ore, le grandi banche hanno fatto sapere di non voler partecipare con nuove risorse mentre la Sga fa capo al Governo e un suo intervento potrebbe entrare nel mirino di Bruxelles come aiuto di Stato.

In piu', Mps dovrebbe essere ricapitalizzata per almeno 2 miliardi, con un'operazione sul mercato alla quale il Governo farebbe da garante, secondo gli analisti di Equita, impegnandosi a sottoscrivere l'inoptato di un aumento di capitale.

Secondo il Corriere della Sera di oggi, la Ue chiederebbe però la conversione di 2 miliardi di obbligazioni subordinate detenute da investitori istituzionali in azioni, soluzione a cui il Governo si oppone, perchè aprirebbe una falla gigantesca in tutte le banche italiane e non solo, anche in Fondazioni e quindi in Comuni e Province, dando il via al collasso del sistema bancario e finanziario nazionale.

Che la situazione di Mps sia gravissima, gli addetti ai lavori lo sanno molto bene, mentre la gente comune, i risparmiatori, i correntisti e più in generale l'opinione pubblica nazionale è tenuta all'oscuro, o almeno non viene detto che Mps sta per fallire.

Gli analisti di Mediobanca scrivono senza mezzi termini che la "situazione su Mps sta precipitando. Le Autorità hanno capito che il bail-in causa problemi e costi piu' pesanti dei benefici che porta, in particolare nel caso di una ricapitalizzazione particolarmente piccola come quella di Mps. Se si verificasse un terzo caso come quelli di Veneto Banca e la Popolare Vicenza, la reazione dei correntisti di tutta Italia sarebbe irrazionale e le conseguenze sarebbero sistemiche".

Gli analisti consigliano quindi "di stare lontani dalle banche italiane".

Il tema sofferenze sta pesando anche su Bper: sempre Il Sole 24 Ore scrive che la banca sta per vendere due portafogli per 200 e 250 milioni, per un totale di 450 milioni, solo la meta' dei 900 milioni messi in vendita. A comprare sarebbero i fondi Cerberus e Algebris. E l'altra metà? O si trova un acquirente, o dovrà essere contabilizzata come perdita a bilancio. Ovvero: fallimento.

Redazione Milano


MEDIOBANCA SCRIVE: ''LA SITUAZIONE DI MPS STA PRECIPITANDO. SE ARRIVA IL BAIL IN CROLLA L'INTERO SISTEMA BANCARIO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MPS   BPER   BANCO   POPOLARE   BPM   UNICREDIT   VENETO   BANCA   BAIL   IN   SOFFERENZE   CREDITI   MARCI   CORRIERE   SERA   SOLE   24   ORE   COMUNI   PROVINCE   FONDAZIONI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA' L'INVASIONE DELL'ITALIA

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA'

lunedì 22 maggio 2017
LONDRA - Tutto coloro che sono nauseati dall'arrivo di finti rifugiati sulle coste italiane trasportati dalla LIbia da una sorta di "agenzia viaggi" per metà formata dalla mafie islamiche sul
Continua
 
CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE DALLO STATO NEL 2016

CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE

sabato 20 maggio 2017
La gravissima mancanza di liquidità, ovvero di denaro,  i ritardi burocratici, l'inefficienza di molte amministrazioni a emettere in tempi ragionevolmente brevi i certificati di pagamento
Continua
SCIENZA / RICERCATORI UNIVERSITA' DI PADOVA INVENTANO TECNICA PER SCOPRIRE LE BUGIE ATTRAVERSO L'USO DEL MOUSE

SCIENZA / RICERCATORI UNIVERSITA' DI PADOVA INVENTANO TECNICA PER SCOPRIRE LE BUGIE ATTRAVERSO

venerdì 19 maggio 2017
PADOVA - Ricercatori dell'Università di Padova hanno messo a punto una tecnica che, analizzando le traiettorie percorse dal mouse, è in grado di indicare se chi è al computer
Continua
 
SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI HOLLANDE E SARKOZY

SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI

venerdì 19 maggio 2017
PARIGI - Contrariamente alla tradizione, il neo presidente Emmanuel Macron ed il suo primo ministro Edouard Philippe non godranno di un periodo di "luna di miele" presso l'opinione pubblica francese:
Continua
SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E' RIMASTO CONTRARIO

SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E'

giovedì 18 maggio 2017
LONDRA - E' passato quasi un anno da quando il 52% dei cittadini britannici ha votato per far uscire la Gran Bretagna dalla UE, ma sarebbe un grave errore pensare che molti si siano pentiti di aver
Continua
 
ANCHE IL NUOVO MINISTRO DELL'ECONOMIA DI MACRON ''TIENE FAMIGLIA'' (HA ASSUNTO LA MOGLIE IN PARLAMENTO COME FECE FILLON)

ANCHE IL NUOVO MINISTRO DELL'ECONOMIA DI MACRON ''TIENE FAMIGLIA'' (HA ASSUNTO LA MOGLIE IN

mercoledì 17 maggio 2017
Il parlamento francese potrebbe essere soprannominato il club delle mogli. Lo scandalo di François Fillon, che ha ingaggiato la sua sposa Penelope come assistente parlamentare, pagandola circa
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DENUNCIA CGIA: ''CREDITI MARCI SALITI A 333,2 MILIARDI E PER L'81% FANNO CAPO AL 10% DELLA CLIENTELA (GRANDI GRUPPI)

DENUNCIA CGIA: ''CREDITI MARCI SALITI A 333,2 MILIARDI E PER L'81% FANNO CAPO AL 10% DELLA
Continua

 
VIRGINIA RAGGI HA PRESENTATO OGGI LA GIUNTA CINQUE STELLE DEL COMUNE DI ROMA (NEANCHE UN POLITICO TRA DI LORO)

VIRGINIA RAGGI HA PRESENTATO OGGI LA GIUNTA CINQUE STELLE DEL COMUNE DI ROMA (NEANCHE UN POLITICO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!