54.035.513
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

FINANZA INTERNAZIONALE SPAVENTATA DALLA VITTORIA DELL'M5S: ''VUOLE IL REFERENDUM SULL'EURO!'' (FINANCIAL TIMES, OGGI)

martedì 21 giugno 2016

LONDRA - Il mondo finanziario europeo, che ha il proprio cuore a Londra, sembra aver accantonato il rischio di che vinca il Brexit e ora ha puntato la propria preoccupazione sul Movimento 5 stelle, "un partito anti-sistema che minaccia da anni di cambiare il panorama politico italiano, e che ha registrato il suo più grande successo nelle elezioni amministrative di domenica conquistando Roma e Torino".

Lo scrive oggi il Financial Times.

"E' un duro colpo per il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in un momento difficile per la sua premiership - osserva un editoriale non firmato e quindi da attribuire alla direzione dell'importante quotidiano finanziario britannico e mondiale.

"L'M5S - prosegue il preoccupato commento - e' stato dominato a lungo dal suo fondatore, il comico Beppe Grillo, e dalle sue invettive contro l'euro e l'immigrazione, ma ora ha mostrato un nuovo volto e piazzato due giovani donne alla guida di due grandi citta', compresa la capitale, in una politica che, nonostante la giovane eta' di Renzi, resta dominata da uomini maturi. Il risultato del Movimento - continua il Financiai Times - riflette la volontà degli elettori di protestare contro il governo, dopo anni di crescita lenta, salari stagnanti e disoccupazione elevata".

"Il partito e' popolare anche per la sua lotta contro la corruzione, che rimane endemica, soprattutto a Roma. Tuttavia - ecco l'attacco dei circoli finanziari -  il Movimento 5 Stelle è ancora lontano dal dimostrare di essere un contendente credibile a livello nazionale, soprattutto per le sue incoerenti politiche economiche basate sull'ipotesi di un referendum sull'euro che porti al ritorno della valuta sovrana in Italia, sulla riduzione delle tasse contestualmente all'aumento della spesa pubblica".

"La domanda principale dopo le comunali - prosegue l'articolo - è come reagirà Renzi. Il capo del governo ha scommesso il suo futuro sul referendum costituzionale d'autunno. Una sconfitta, seguita dalle sue dimissioni, è ora un esito possibile, anzi probabile. Renzi deve riprendere l'iniziativa - esorta il giornale -. Una delle critiche che gli vengono mosse è di guidare il Partito democratico come un one-man show. E allora, dovrebbe far brillare i suoi alleati e dare l'idea di guidare una forte squadra nazionale".

E' interessante osservare come i circoli finanziari mondiali provino a dettare la linea di condotta politica al segretario del Pd italiano, oltre che al presidente del Consiglio italiano.

"La sua sconfitta a ottobre - sottolinea allarmato il Financial Times -  sarebbe un danno per l'Italia. Il Pd potrebbe sopravvivere alla caduta di Renzi e restare al governo per un po', ma poi precipiterebbe in un nuovo scontro tra fazioni e probabilmente farebbe marcia indietro sulle politiche economiche riformiste renziane".

E il Financial Times conclude l'editoriale così: "Ora il Movimento 5 stelle è alla prova: dovrà andare oltre la facile retorica populista e dimostrare di essere capace di amministrare due grandi città. Il suo successo a livello locale, comunque, non puo' coprire le carenze del suo programma politico, basato sull'uscita dell'Italia dall'euro. Il partito ha introdotto facce nuove nella politica italiana, ma con questi presupposti di politica economica non è neanche lontanamente in grado di gestire l'Italia".

La paura dell'Italiexit dall'euro è alta, a Londra...

Redazione Milano


FINANZA INTERNAZIONALE SPAVENTATA DALLA VITTORIA DELL'M5S: ''VUOLE IL REFERENDUM SULL'EURO!'' (FINANCIAL TIMES, OGGI)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

M5S   UE   FINANCIAL   TIMES   LONDRA   BREXIT   ITALEXIT   EURO   REFERENDUM   GOVERNO   RENZI   PD   ITALIA   RETORICA   POPULISTA   ROMA   TORINO   GRILLO   RAGGI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA FINLANDIA DI KATAINEN BUCO NERO DELL'EUROZONA PER DISOCCUPAZIONE, CROLLO DEL PIL, TAGLIO STIPENDI, AUMENTO TASSE

LA FINLANDIA DI KATAINEN BUCO NERO DELL'EUROZONA PER DISOCCUPAZIONE, CROLLO DEL PIL, TAGLIO

sabato 18 novembre 2017
Il “mitico” commissario della UE Katainen ha alzato per l’ennesima volta il ditino contro l’Italia colpevole di “non fare abbastanza” per abbattere il debito
Continua
 
MICIDIALE STRONCATURA DEI GOVERNI PD E DI RENZI DA PARTE DELLA STAMPA TEDESCA: HANNO SBAGLIATO TUTTO, IN QUESTI ANNI

MICIDIALE STRONCATURA DEI GOVERNI PD E DI RENZI DA PARTE DELLA STAMPA TEDESCA: HANNO SBAGLIATO

mercoledì 15 novembre 2017
BERLINO - L'Italia, vista dai quotidiani tedeschi, è un coacervo di questioni economiche e finanziarie incancrenite e minacciata da elezioni il cui risultato quasi certamente andrà di
Continua
CLAMOROSO: LE FORZE ARMATE TEDESCHE PREVEDONO CHE LA UE NON REGGERA' A LUNGO, DISSOLUZIONE ENTRO IL 2040

CLAMOROSO: LE FORZE ARMATE TEDESCHE PREVEDONO CHE LA UE NON REGGERA' A LUNGO, DISSOLUZIONE ENTRO IL

martedì 14 novembre 2017
LONDRA - I membri della nostra classe politica italiana al governo, ovvero il Pd e i suoi sodali, non fanno che ripetere fino alla nausea che il futuro dell'Italia e' all'interno della UE. Ma la UE
Continua
 
DUE MILIONI DI ITALIANI FUGGITI ALL'ESTERO PER CERCARE LAVORO E I GOVERNI PD HANNO PORTATO QUI MEZZO MILIONE DI AFRICANI

DUE MILIONI DI ITALIANI FUGGITI ALL'ESTERO PER CERCARE LAVORO E I GOVERNI PD HANNO PORTATO QUI

venerdì 10 novembre 2017
Altro che sola fuga di cervelli. C'è un nuovo ciclo di emigrazione italiana in corso, in larga misura frutto della crisi economica, che ha portato all'estero MILIONI di italiani di diverse
Continua
400.000 RISPARMIATORI HANNO PERSO TUTTO PER COLPA DELLE BANCHE DI AREA PD E RENZI FA IL PALADINO DEI ROVINATI (DA LUI!)

400.000 RISPARMIATORI HANNO PERSO TUTTO PER COLPA DELLE BANCHE DI AREA PD E RENZI FA IL PALADINO

giovedì 9 novembre 2017
Il fallimento elettorale del pd in Sicilia, del quale il “bomba” fiorentino ha incolpato tutti tranne che l’unico responsabile, ovvero sé stesso, è lo specchio del
Continua
 
IL PROSSIMO MINISTRO DEGLI ESTERI AUSTRIACO SARA' NORBERT HOFER! DESIGNAZIONE FATTA DAL VINCITORE DELLE ELEZIONI: KURZ

IL PROSSIMO MINISTRO DEGLI ESTERI AUSTRIACO SARA' NORBERT HOFER! DESIGNAZIONE FATTA DAL VINCITORE

mercoledì 8 novembre 2017
LONDRA - Continuano senza soste le trattative tra il People's Party di Sebastian Kurz e il Freedom Party di Heinz-Christian Strache per formare una coalizione di governo entro il prossimo mese di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
E SE IL 23 GIUGNO SI VOTASSE ANCHE IN ITALIA PER L'USCITA - IN UN COLPO SOLO - DA UE E EURO, CHE ACCADREBBE? (LEGGERE)

E SE IL 23 GIUGNO SI VOTASSE ANCHE IN ITALIA PER L'USCITA - IN UN COLPO SOLO - DA UE E EURO, CHE
Continua

 
VIOLENTO ALLARME DI BLOOMBERG: ''IL VULCANO DELLE SOFFERENZE BANCARIE ITALIANE E' PROSSIMO ALL'ERUZIONE'' (DEFAULT ITALIA)

VIOLENTO ALLARME DI BLOOMBERG: ''IL VULCANO DELLE SOFFERENZE BANCARIE ITALIANE E' PROSSIMO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!