73.555.867
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MARONI CHIAMA ALLA BATTAGLIA LA LEGA: O ROMA CEDE ENTRO IL 31 DICEMBRE O NOI DECIDEREMO DA SOLI.

Roberto Maroni, oggi, dal palco del raduno di Pontida: «Se serve, faremo la guerra a Roma e al governo: servirà ve lo assicuro. Perchè quando combattiamo, combattiamo fino in fondo. Hanno fatto il decreto per dare i soldi a quei comuni del sud che non li hanno. I nostri comuni i soldi li hanno. Ecco il grande inganno del governo che deve andare subito a casa». Parole forti, quelle del Governatore della Lombardia e Segretario Federale della Lega Nord per l'Indipendenza della Padania. Nel suo intervento, Maroni ha anche descritto il documento che ha firmato insieme a Zaia e Cota. Maroni: "I tre Presidenti di Regione si impegnano solennemente a rinegoziare con il Governo, entro il 31 dicembre 2013, il patto di stabilità interno, il fiscal compact e i livelli di pressione fiscale. Diamo tempo per trattare fino al 31 dicembre se poi non accadrà, noi ci mpegnamo a superare autonomamente i limti imposti da Roma".

Tutto bene, dunque? No.  La "Pontida" di questa fredda primavera 2013 rispecchia fin troppo poco lo stato di tensione interna alla Lega, la cui strategia politica affidata a Roberto Maroni certamente si è dimostrata vittoriosa in Lombardia, con l'elezione dello stesso Maroni a Presidente, ma in cambio ha provocato violente emorragie di voti sia in Veneto, sia in Piemonte, mentre la Lega Lombarda ha visto quasi dimezzati i propri voti. Il problema delle divisioni  interne - tuttavia - può essere superato sull'onda della prevedibile battaglia politica e non solo politica che gli annunci di Maroni dal palco lasciano intravedere. Battaglia campale contro il governo, qualsiasi governo arriverà, e contro la stessa macchina dello Stato. Maroni ha deciso di cacciare Equitalia, e fin qui passi. Ma ha detto chiaro e tondo che entro fine anno dovranno radicalmente cambiare i limiti del patto di stabilità che bloccano la spesa delle pubbliche amministrazioni del Nord, che sono virtuose e hanno soldi in cassa, per colpa delle pessime amministrazioni del Sud, quasi tutte in bancarotta. Questo, come è facile capire, non passerà con qualsivoglia negoziato romano. Passerà solo attraverso uno scontro frontale tra le Regioni che hanno firmato il patto di Pontida oggi, e lo Stato. Se poi si aggiunge il 75% delle tasse che dovranno rimanere nelle Regioni che oggi hanno stretto il patto d'azione, servirà qualcosa di simile a un'insurrezione. 

Ad ogni modo, è proprio la battaglia il cemento che tiene e ha sempre tenuto unita la Lega. E Maroni lo ha capito. Ora, resta da vedere quanto gli sarà possibile passare dal grido di battaglia alla battaglia vera ricompattando sì la Lega, ma rischiando di frantumare la maggioranza in seno al Parlamento della Lombardia. Il Pdl, i Fratelli d'Italia, insomma gli alleati che hanno fatto vincere Maroni, seguiranno il condottiero padano contro Roma? Basta aspettare. Il 31 dicembre non affatto lontano. Dopo l'intervento di Maroni oggi a Pontida, praticamente è domani mattina. 


MARONI CHIAMA ALLA BATTAGLIA LA LEGA: O ROMA CEDE ENTRO IL 31 DICEMBRE O NOI DECIDEREMO DA SOLI.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
UNICREDIT: MA NO, CHE AVETE CAPITO? SOLO AI CORRENTISTI CON PIU' DI 100.000 EURO VANNO CONFISCATI I SOLDI...

UNICREDIT: MA NO, CHE AVETE CAPITO? SOLO AI CORRENTISTI CON PIU' DI 100.000 EURO VANNO CONFISCATI I
Continua

 

GLI INTERVENTI DI BOSSI E MARONI


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MELONI: GRAZIE A PLASTIC E SUGAR TAX MESSE DA PD&M5S COCA COLA VA

16 gennaio - ''Grazie alla plastic tax e alla sugar tax lo storico impianto Coca Cola
Continua

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua

MOODY'S AVVERTE L'EUROZONA: 2020 SARA'' PESSIMO.

14 gennaio - L'agenzia di rating Moody's indica una ''prospettiva negativa'' per il
Continua

SALVINI: ANDIAMO AL VOTO COL IL MATTARELUM LEGGE DEL PRESIDENTE

14 gennaio - Tornare al proporzionale? ''No, significherebbe tornare agli anni ’80.
Continua

AMBIENTALISTI DA SALOTTO CON CASA IN CENTRO...

14 gennaio - ''Qua ci sono gli ambientalisti da salotto radical chic, quelli che
Continua

CONFCOMMERCIO: VENDITE E CONSUMI NEL 2019 IN FORTE CALO (2020

13 gennaio - L'ultimo dato sulle vendite conferma la previsione di una fase finale
Continua

CONTE & PD & M5S VOGLIONO ALZARE ANCORA L'ETA' PENSIONABILE

13 gennaio - ''Il governo, il presidente del consiglio, il Pd, annunciano che faranno
Continua

ECCEZIONALE OPERAZIONE ANTIDROGA DELLE FIAMME GIALLE: 333 KG DI

13 gennaio - GENOVA - Eccezionale operazione anti droga delle Fiamme Gialle. La
Continua

GOVERNO BRITANNICO: MOLTO PREOCCUPANTI NOTIZIE MISSILE CONTRO

9 gennaio - Il governo britannico sta esaminando le notizie ''molto preoccupanti''
Continua

PRESIDENTE ORBAN: PRONTI A LASCIARE IL PPE (ADDIO MAGGIORANZA PER

9 gennaio - BUDAPEST - ''Il Ppe, nella sua forma attuale, non interessa al mio
Continua

LA BCE: UNICA MONETA A CORSO LEGALE E' IL DENARO CONTANTE (DITELO A

9 gennaio - ''La Bce ricorda agli incompetenti del governo Pd-M5S che l'unica moneta
Continua

MATTEO SALVINI: CONTE NON SI AZZARDI A FAR RIPARTIRE LA MISSIONE

8 gennaio - ''L'Ue non tocca palla ne' in Libia ne' in Medio Oriente, ma ora
Continua

CROLLANO GLI ORDINI INDUSTRIALI IN GERMANIA: -6,5% NEL 2019 (MAI

8 gennaio - BERLINO - A novembre gli ordinativi all'industria manifatturiera sono
Continua

LA FAMIGLIA RIVA AVEVA FATTO ENORMI INVESTIMENTI NELL'EX ILVA 1 MLD

7 gennaio - MILANO - Nella gestione dell'Ilva di Taranto da parte della famiglia
Continua

CROLLA L'INFLAZIONE NEL 2019 IN ITALIA (DA 1,2% A 0,6%) STAGNAZIONE

7 gennaio - Il tasso d'inflazione per il 2019 si attesta allo 0,6%, un valore
Continua
Precedenti »