45.041.270
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

BALLOTTAGGIO PER L'ELEZIONE DEL PRESIDENTE AUSTRIACO FALSATO DA BROGLI E TRUFFE. FPOE RICORRE ALLA CORTE COSTITUZIONALE

mercoledì 8 giugno 2016

VIENNA - Il Partito della Libertà austriaco, largamente prima forza politica del Paese, ha presentato oggi ricorso contro l'esito delle elezioni presidenziali in Austria, alle quali era stato battuto di poche migliaia di voti il candidato Hofer, voti arrivati tutti per posta e molti dei quali oggetto di evidenti manipolazioni, risultate subito evidenti - ma sottaciute dalla stampa e dall'informazione internazionali - come quelle per cui in diversi comuni avrebbe votato il 400% degli aventi diritto al voto.

Il verde Alexander Van der Bellen aveva vinto - ma a questo punto la sua elezioni sarebbe falsata da truffe elettorali - di un soffio le elezioni presidenziali del 22 maggio scorso davanti a Norbert Hofer dell'Fpo, che per pochissimo non è riuscito a diventare il primo presidente di destra in Europa.

Proprio per questa colossale truffa, perchè sia accertata (o nel caso smentita) il Partito della Libertà ha depositato poco fa ricorso presso la Corte costituzionale per contestare l'esito del voto per le presidenziali. Nelle scorse settimane il partito aveva annunciato l'intenzione di esaminare gli "innumerevoli presunti casi di frode" che - secondo l'Fpo - avrebbero falsificato l'esito del voto.

"Depositato un ricorso contro l'elezione presidenziale da parte di Heinz-Christian Strache" (leader del partito della destra austriaca) confermato su Twitter dal portavoce della Corte costituzionale, nell'ultimo giorno possibile per una contestazione formale dei risultati del voto. Quindi il ricorso è ufficiale.

Il candidato del Fpo, Norbert Hofer, ha ottenuto al ballottaggio il 49,7% delle preferenze, contro il 50,3% dell'ecologista Alexander Van der Bellen, eletto nuovo presidente, ma finchè il ricorso non avrà esito definitivo, un presidente dimezzato sul quale cala l'ombra pesante di una sua elezioni fasulla, ottenuta con truffe perpetrate tramite il voto postale. Non è un caso, infatti, che il Fpoe abbia vinto in oltre il 90% delle circoscrizioni elettorali austriache, difatti è il primo partito politico d'Austria col 34%, mentre Popolari e Socialdemocratici sono entrambi precipitati all'11%. 

Poichè questa è la realtà politica dell'Austria, il fatto che poi al ballottaggio abbia vinto un candidato neppure socialdemocratico e tanto meno popolare, ma di una formazione minore qual è quella dei Verdi, fin da subito aveva suscitato fortissime perplessità sull'onestà della votazione. 

Ora, le schede saranno ricontante e valutate una ad una e il comitato legale del Fpoe ha già pronti decine di episodi di evidentissima contraffazione del voto al ballottaggio, addirittura si ha notizia di prove "fotografiche" di schede a favore di Hofer non scrutinate e gettate nella spazzatura, così come di schede "corrette" contro Hofer, e di schede - a migliaia - riferite a cittadini inesistenti nei comuni dove avrebbero dovuto votare, così da aver prodotto paradossi assurdi come quelli di circoscrizioni che hanno visto quattro volte i votanti rispetto gli  aventi diritto. 

Redazione Milano.


BALLOTTAGGIO PER L'ELEZIONE DEL PRESIDENTE AUSTRIACO FALSATO DA BROGLI E TRUFFE. FPOE RICORRE ALLA CORTE COSTITUZIONALE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

AUSTRIA   VOTO   BALLOTTAGGIO   PRESIDENZIALI   PRESIDENTE   HOFER   ELEZIONI   BROGLI   TRUFFE   SCHEDE   FALSE   SCRUTINIO   POSTALE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
 
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
 
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua
 
TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO SCATTA LA BREXIT!)

TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO

lunedì 20 marzo 2017
LONDRA - Nella giornata in cui - oggi - la Gran Bretagna comunica ufficialmente alla Ue la data della Brexit vera e propria, che scatterà il prossimo 29 marzo, giorno in cui il Regno Unito
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SCIOPERI A TEMPO INDETERMINATO CONTRO HOLLANDE, FRANCIA NEL CAOS, E SALE ANCHE L'ALLARME TERRORISMO ISLAMICO

SCIOPERI A TEMPO INDETERMINATO CONTRO HOLLANDE, FRANCIA NEL CAOS, E SALE ANCHE L'ALLARME TERRORISMO
Continua

 
L'USCITA DALLA UE DONERA' ALLA GRAN BRETAGNA IL PIU' GRANDE BOOM ECONOMICO DELLA SUA STORIA (PIU' DELL'USCITA DALLO SME)

L'USCITA DALLA UE DONERA' ALLA GRAN BRETAGNA IL PIU' GRANDE BOOM ECONOMICO DELLA SUA STORIA (PIU'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!