52.081.133
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

RIVOLTA DI POPOLO IN FRANCIA CONTRO IL GOVERNO HOLLANDE-VALLS E PIU' DEL 60% DEI FRANCESI STA CON GLI SCIOPERANTI

giovedì 26 maggio 2016

PARIGI -  Lo scontro tra il governo socialista Hollande-Valls sulla contestatissima legge sul "lavoro", una specie di versione francese dell'italico Jobs Act, è arrivato al calor bianco. La Francia si sta davvero fermando.

Dieci delle 19 centrali nucleari francesi in sciopero contro la riforma del lavoro hanno registrato un forte calo della produzione di energia elettrica, pari nel complesso a 5.000 megawatt, secondo dati diffusi dal sindacato francese CGT.

Un portavoce del gestore rete elettrica francese Rte Lha detto che lo sciopero "per il momento" non comporta grossi problemi di forniture di energia. Laurent Langlard, della Federazione miniere ed energia della CGT, ha spiegato all'Agenzia France Presse che il calo produttivo è stato registrato negli impianti dove è stato possibile, perchè molti impianti sono "non manovrabili", ferme o in manutenzione.

"Tutte le centrali hanno votato per scioperare e 12 hanno ridotto la produzione durante la notte" ha detto Marie-Claire Cailletaud, portavoce della FNME-CGT.

Durante la giornata "certamente si renderà necessario importare" energia dall'estero, ha aggiunto.

Cailletaud ha parlato di "black out nelle Yvelines" e aggiunto che saranno possibili altre interruzioni di corrente locali. "Tra il 50% e l'80% dei lavoratori dei siti sono in sciopero e ci dicono mentendo ai francesi che la mobilitazione cala!" ha detto.

Secondo la società elettrica EDF a livello nazionale il 9,89% dei dipendenti è in sciopero, ma nelle centrali atomiche basta uno sciopero del 5% dei lavoratori per ridurre drasticamente la produzione. Il 21 gennaio scorso, in occasione di uno sciopero unitario di categoria dei sindacati del settore elettrico, si era registrato un calo produttivo complessivo di 12.000 megawatt, ma lo sciopero in realtà riguardò 48 ore, mentre adesso in appena 12 ore - da ieri sera - la produzione è calata di 5.000 megawatt, una quantità impressionante che lascia intendere una caduta produttiva fino a 20.000 megawatt entro domani.

Arnaud Pacot, delegato della Cgt per la centrale atomica di Nogent sur Seine, a un centinaio di chilometri da Parigi, riferisce che qui la produzione è stata ridotta da 350 megawatt. L'accesso a molti depositi petroliferi continua a essere interdetto a causa dei picchetti, nonostante lo sgombero di 11 di essi da parte delle forze di sicurezza negli ultimi giorni, e sei delle otto raffinerie del Paese sono del tutto o parzialmente chiuse, come conferma l'Unione francese delle industrie petrolifere.

Intanto, il primo ministro socialista Valls - che ha raccolto stamattina l'incondizionato appoggio del ministro delle Finanze tedesco Schaeuble "entusiasta" di questa nuova legge sul lavoro - ha annunciato che saranno possibili "modifiche migliorative" della legge, ma non il suo ritiro. I sindacati hanno replicato che "non se ne parla nemmeno" di modifiche, va cancellato. 

La conseguenza delle proteste, secondo Valls, è che tra il 20 e 30% dei benzinai del Paese hanno chiuso le pompe di benzina, un numero inferiore rispetto a ieri, quando si contava almeno un terzo di distributori chiusi nel Paese, ma le associazioni di categoria smentiscono. Più del 50% dei distributori è senza carbutante. E i picchetti continuano a bloccare i centri industriali più importanti, come la fabbrica di sottomarini nucleari del gruppo Dcns a Cherbourg. Azioni simili sono in corso in altri punti strategici come i ponti di Normandia e di Tancarville sulla Senna, in prossimità del porto di Le Havre, all'aeroporto di Nantes, alla perifieria di Tolosa, e sulla linea ferroviaria tra Parigi e Brest, o sull'autostrada A63 tra Bordeaux e Bayonne.

Oggi nuove manifestazioni sono state organizzate in tutto il Paese e questa sera a Parigi interverrà il leader della protesta, il segretario generale della Cgt, Philippe Martínez. Le proteste sono approvate da gran parte della popolazione. Secondo un sondaggio dell'istituto Ifop, il 62% dei francesi sta dalla parte dei manifestanti. Il punto più criticato del progetto è la modifica dell'articolo 2, he stabilisce la priorità della negoziazione all'interno dell'impresa, a scapito dei contratti collettivi.

In Francia, ormai, è penuria di carburanti, le linee ferroviarie funzionano a ritmo lentissimo e da fine mese è stato annunciato lo sciopero generale "a oltranza" di tutto il settore ferroviario, mentre il trasporto aereo a sua volta si fermerà il 2-3-4 giugno, lasciando a terra tutti gli aerei.  La situazione, secondo la grande stampa francese, sta peggiorando di ora in ora e l'uso della forza messo in atto dal governo contro gli scioperanti ha ottenuto l'effetto contrario al voluto, cioè ha aumentato il consenso della protesta.

Redazione Milano


RIVOLTA DI POPOLO IN FRANCIA CONTRO IL GOVERNO HOLLANDE-VALLS E PIU' DEL 60% DEI FRANCESI STA CON GLI SCIOPERANTI




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL PRESIDENTE TRUMP ALL'ONU: ''GLI STATI-NAZIONE RESTANO IL VEICOLO MIGLIORE PER L'ELEVAZIONE DELLA CONDIZIONE UMANA''

IL PRESIDENTE TRUMP ALL'ONU: ''GLI STATI-NAZIONE RESTANO IL VEICOLO MIGLIORE PER L'ELEVAZIONE DELLA

mercoledì 20 settembre 2017
NEW YORK - Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha minacciato di radere al suolo la Corea del Nord, se quest'ultima dovesse intraprendere azioni offensive contro gli Usa o i loro alleati
Continua
 
E' IN CORSO IL GOLPE SPAGNOLO IN CATALOGNA: GUARDIA CIVIL ARRESTA 12 MEMBRI DEL GOVERNO CATALANO, PIAZZE IN RIVOLTA

E' IN CORSO IL GOLPE SPAGNOLO IN CATALOGNA: GUARDIA CIVIL ARRESTA 12 MEMBRI DEL GOVERNO CATALANO,

mercoledì 20 settembre 2017
BARCELLONA - Il braccio di ferro tra la Catalogna e il governo centrale spagnolo di Mariano Rajoy, pupillo della Ue e fedele servitore della Commissione europea.  e' entrato nella sua fase piu'
Continua
SOLIDARNOSC SCENDE IN PIAZZA A VARSAVIA CONTRO LA UE: GIU' LE MANI DALLA POLONIA! ABBIAMO GIA' BATTUTO L'URSS, ATTENTI!

SOLIDARNOSC SCENDE IN PIAZZA A VARSAVIA CONTRO LA UE: GIU' LE MANI DALLA POLONIA! ABBIAMO GIA'

lunedì 18 settembre 2017
LONDRA - Probabilmente nessuno e' a conoscenza del fatto che sabato scorso migliaia di polacchi hanno protestato davanti l'ufficio di rappresentanza della Commissione europea a Varsavia e la cosa non
Continua
 
UN SIRIANO (ARRIVATO DALL'ITALIA) E UN IRAKENO, I TERRORISTI ISLAMICI CHE HANNO TENTATO LA STRAGE A LONDRA NELLA TUBE

UN SIRIANO (ARRIVATO DALL'ITALIA) E UN IRAKENO, I TERRORISTI ISLAMICI CHE HANNO TENTATO LA STRAGE A

lunedì 18 settembre 2017
LONDRA - Ha un nome e un volto, almeno sulla stampa britannica, un dei due arrestati per la bomba sulla metropolitana di Londra di venerdì: si tratta di Yahya Faroukh, 21 anni, rifugiato
Continua
LA FRANCIA DICHIARA GUERRA AI MOTORI DIESEL DI AUTO E CAMION, SUPER INQUINANTI: NUOVA TASSA FINO A 10.500 EURO-ANNO

LA FRANCIA DICHIARA GUERRA AI MOTORI DIESEL DI AUTO E CAMION, SUPER INQUINANTI: NUOVA TASSA FINO A

lunedì 18 settembre 2017
PARIGI - La Francia dichiara guerra ai motori diesel. Il governo francese prevede un inasprimento della tassa "bonus-malus" sulle emissioni inquinanti degli scarichi delle automobili, soprattutto di
Continua
 
DAL PALCO - PER LA PRIMA VOLTA BLU, COLORE DEL NAZIONALISMO - MATTEO SALVINI LANCIA IL ''NEW DEAL'' DELLA NUOVA LEGA

DAL PALCO - PER LA PRIMA VOLTA BLU, COLORE DEL NAZIONALISMO - MATTEO SALVINI LANCIA IL ''NEW DEAL''

domenica 17 settembre 2017
PONTIDA - Da Pontida, Matteo Salvini ha lanciato messaggi chiari: law and order per il Paese, e un new deal - un nuovo corso - per giustizia, economia, sociale, Europa. "Mano libera alla Polizia", ha
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
FRANCIA: RIVOLTA GENERALE DEL PAESE CONTRO HOLLANDE E IL SUO GOVERNO. FERMI TRENI CENTRALI ATOMICHE AEREI RAFFINERIE

FRANCIA: RIVOLTA GENERALE DEL PAESE CONTRO HOLLANDE E IL SUO GOVERNO. FERMI TRENI CENTRALI ATOMICHE
Continua

 
DOPPIO CLAMOROSO SCOOP DEL TIMES E DEL FINANCIAL TIMES: ''C'E' UN PIANO SEGRETO UE SE VINCE IL BREXIT: ESERCITO EUROPEO''

DOPPIO CLAMOROSO SCOOP DEL TIMES E DEL FINANCIAL TIMES: ''C'E' UN PIANO SEGRETO UE SE VINCE IL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA NUOVA DESTRA TEDESCA DI ALTERNATIVA PER LA GERMANIA SALE ALL'11%

22 settembre - BERLINO - A due giorni dal voto in Germania i sondaggi indicano una
Continua

INPS, DATI ORRIBILI: 76% DEGLI ASSUNTI NEL 2017 HA UN POSTO DI

21 settembre - In Italia ''si registra un'ulteriore compressione dell'incidenza dei
Continua

LA BCE SCHIANTA IL GOVERNO PD SUL LAVORO: CALO DISOCCUPAZIONE NON

21 settembre - FRANCOFORTE - Il giudizio è tranciante e di sicuro non farà piacere al
Continua

STRANIERO CERCA DI VIOLENTARE UNA RAGAZZA IERI IERI SERA A MILANO

21 settembre - MILANO - Un romeno di 31 anni con numerosi precedenti, tra cui una
Continua

PORTUALI DI BARCELLONA RIFIUTANO SERVIZI A NAVI DELLA POLIZIA:

21 settembre - BARCELLONA - I lavoratori portuali di Barcellona hanno deciso di non
Continua

MATTEO SALVINI: ''TOTALE SOLIDARIETA' AI 14 ARRESTATI IN CATALOGNA.

20 settembre - ''Totale solidarieta' ai 14 cittadini arrestati in Catalogna dal governo
Continua

RESISTENZA PER LE VIE DI BARCELLONA: MIGLIAIA DI PERSONE OCCUPANO

20 settembre - BARCELLONA - Migliaia di persone sono scese in piazza a Barcellona per
Continua

APPELLO ALLA RESISTENZA DEL PRESIDENTE DELLA CATALOGNA CONTRO IL

20 settembre - BARCELLONA - Appello alla resistenza del presidente della Catalogna
Continua

GUARDIA CIVIL OCCUPA SEDI DEL GOVERNO CATALANO, FOLLA IN PIAZZA

20 settembre - BARCELLONA - Sono almeno dieci le persone arrestate - 12 dicono fonti
Continua

SPAGNA PRECIPITA NELLA DITTATURA: ARRESTATI 12 MEMBRI DEL GOVERNO

20 settembre - BARCELLONA - Arriva la notizia che la Guardia Civil spagnola ha
Continua
Precedenti »