44.987.171
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

GRANDE STAMPA FRANCESE AFFONDA L'ITALIA: ''NON E' PIU' UN PAESE PER GIOVANI, ALL'AUTUNNO DEMOGRAFICO SEGUIRA' L'INVERNO''

lunedì 23 maggio 2016

PARIGI - La grande stampa francese insiste, nel mostrare attenzione per l'Italia e oggi è la volta del più importante quotidiano economico-finanziario di Francia: Les Echos, che questa volta punta l'indice contro la disastrosa situazione giovanile italiana, afflitta da più mali, come esempio del declino del Paese.

"L'Italia non e' un paese per i giovani: questo e' certamente un luogo comune, ma questo luogo comune - scrive oggi in prima pagina su Les Echos il suo corrispondente da Roma Olivier Tosseri - e' confermato dall'ultimo rapporto dell'Istat. Infatti piu' del 46 per cento dei figli di immigrati ed oltre il 42 per cento dei figli degli italiani vorrebbero andarsene all'estero".

Questa notizia, come molte altre nell'Italia "renziana" non trova spazio, e così per sapere che succede nell'e Belpaese sempre di più risulta indispensabile leggere la stampa estera. 

"I giovani del resto sono sempre meno numerosi nella Penisola - prosegue Le Echos - dove la vita per loro e' sempre piu' difficile: i minori di 25 anni rappresentano appena un quarto della popolazione complessiva e l'autunno demografico italiano rischia di trasformarsi rapidamente in un inverno. L'anno scorso l'Italia ha registrato un doppio, inquietante, record: secondo solo al Giappone per numero di persone anziane e una delle natalità piu' basse al mondo: nel 2015 ci sono state solo 488 mila nascite, la quantita' piu' bassa dalla fine della Prima guerra mondiale".

Evidentemente, le famiglie non crescono quando la nazione è afflitta da crisi economica, tasse alle stelle, lavoro precario e sempre più instabile dopo la riforma aspramente voluta dal governo Renzi, il Jobs Act, che alla prova dei fatti mostra il proprio fallimento: basti sapere che il numero degli assunti a tempo indeterminato nel primo trimestre del 2015, quando il Jobs Act non era legge, risulta essere stato oltre il doppio degli assunti con il medesimo tipo di contratto di lavoro nel primo trimestre del 2016.

"D'altro canto per questa specie in via di estinzione che sono i giovani - scrive Tosseri ricordando i dati Istat - le condizioni di sopravvivenza sono piu' precarie che altrove: il 38 per cento sono disoccupati, il 62 per cento e' costretto ad abitare ancora con i genitori, i titoli di studio non danno accesso automatico al mercato del lavoro e infine secondo l'Inps i nati dopo il 1980 dovranno lavorare fino a 75 anni per avere una pensione piena. Chi, in queste condizioni, è così sventato da mettere al mondo un figlio al quale potrà  garantire solo la povertà?"

"Si tratta di dati - ricorda Les Echos - che sono in buona parte il risultato di un'economia che da 8 anni e' in stagnazione o in recessione, e che la aggravano. E' un peccato - conclude Tosseri - che alla gioventu' italiana non siano concesse occasioni per mettere in opera le proprie potenzialità: le piccole e piccolissime imprese, che sono l'85 per cento del tessuto produttivo, ottengono infatti risultati molto migliori e creano assai piu' posti di lavoro quando a dirigerle sono imprenditori giovani".

Redazione Milano

 


GRANDE STAMPA FRANCESE AFFONDA L'ITALIA: ''NON E' PIU' UN PAESE PER GIOVANI, ALL'AUTUNNO DEMOGRAFICO SEGUIRA' L'INVERNO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

LES   ECHOS   STAMPA   FRANCIA   GIOVANI   CRISI   DISOCCUPATI   LAVORO   FAMIGLIA   FIGLI   JOBS   ACT   RENZI   GIAPPONE   ISTAT    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
 
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua
 
TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO SCATTA LA BREXIT!)

TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO

lunedì 20 marzo 2017
LONDRA - Nella giornata in cui - oggi - la Gran Bretagna comunica ufficialmente alla Ue la data della Brexit vera e propria, che scatterà il prossimo 29 marzo, giorno in cui il Regno Unito
Continua
SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A UN PASSO DAL DEFAULT

SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A

venerdì 17 marzo 2017
Le ultime notizie sul Monte dei Paschi di Siena, la più antica banca del mondo portata sull’orlo del baratro per opera di manager da sempre vicini al principale partito della sinistra
Continua
 
IL MINISTRO DELL'INTERNO TURCO: ''FACCIAMO SALTARE IN ARIA L'EUROPA, VI MANDIAMO 15.000 MIGRANTI AL MESE''

IL MINISTRO DELL'INTERNO TURCO: ''FACCIAMO SALTARE IN ARIA L'EUROPA, VI MANDIAMO 15.000 MIGRANTI AL

venerdì 17 marzo 2017
ISTANBUL - Il ministro degli Interni turco Suleyman Soylu ha minacciato di "far saltare in aria" l'Europa aprendo le porte della Turchia e inviando 15.000 migranti al mese nel Vecchio continente
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
TRIBUNALE TEDESCO: ''TUTTI I MIGRANTI ARRIVATI DALL'ITALIA SARANNO ESPULSI IN ITALIA''. (ALMENO 50.000 CACCIATI A BREVE)

TRIBUNALE TEDESCO: ''TUTTI I MIGRANTI ARRIVATI DALL'ITALIA SARANNO ESPULSI IN ITALIA''. (ALMENO
Continua

 
IL SINDACO DEL PD DI VENTIMIGLIA E TUTTI I SUOI CONSIGLIERI ABBANDONANO IL PD PER PROTESTA CONTRO IL CAOS MIGRANTI!

IL SINDACO DEL PD DI VENTIMIGLIA E TUTTI I SUOI CONSIGLIERI ABBANDONANO IL PD PER PROTESTA CONTRO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

+++ATTACCO TERRORISTICO IN CORSO A LONDRA DAVANTI AL PARLAMENTO+++

22 marzo - LONDRA - La polizia ha sparato ad ''un uomo che impugnava un coltello''
Continua

SCHAEUBLE ''APPREZZA IL LAVORO DI DAIJSSELBLOEM CHE DEVE CONTINUARE

22 marzo - BERLINO - Giusto per fugare ogni dubbio sulla compattezza dei giudizi
Continua

SALVINI:8 MILIARDI L'ANNO ALLA UE PER SENTIRCI DARE DEGLI UBRIACONI

22 marzo - ''Quelle parole sono la rappresentazione migliore di questa Europa di
Continua

GOVERNO VIETA ACCERTAMENTI SULLE ONG COLLUSE CON I TRAFFICANTI

22 marzo - ''Buone notizie per chi e' complice dei trafficanti di esseri umani e
Continua

ERDOGAN: NESSUN EUROPEO POTRA' CAMMINARE AL SICURO PER LE STRADE

22 marzo - ISTANBUL - ''Se l'Europa continua cosi', nessun europeo potra' camminare
Continua

LEGA PROTESTA DAVANTI A MONTECITORIO: UE? NON C'E' NULLA DA

22 marzo - ROMA - Sit in dei deputati della Lega Nord fuori Montecitorio mentre in
Continua

PADOAN SCARICA POP. VICENZA E VENETO BANCA: SARA' LA BCE A DECIDERE

21 marzo - Preparativi di un altro catastrofico bail in in Italia? Sembrerebbe di
Continua

LE FAMIGLIE DI 800 VITTIME DELL'11 SETTEMBRE FANNO CAUSA ALL'ARABIA

21 marzo - NEW YORK - Le famiglie di 800 vittime degli attacchi dell'11 settembre
Continua
6.000 AFRICANI ARRIVATI IN ITALIA IN TRE GIORNI, INVASIONE SENZA PRECEDENTI

6.000 AFRICANI ARRIVATI IN ITALIA IN TRE GIORNI, INVASIONE SENZA

21 marzo - Sono oltre 6.000 i migranti africani prelevati dai gommoni e dai barconi
Continua

LA PRIMA MINISTRO DELLA POLONIA, BEATA SZYDLO: ''POLONIA NELL'EURO?

21 marzo - VARSAVIA - Smentendo le solite fonti pro-euro che da tempo divulgano
Continua
Precedenti »