50.734.424
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UNA FAMOSA BANCA TEDESCA ACCUSA DEUTSCHE BANK: DEBITI INSORMONTABILI, 55.000 MILIARDI DI TITOLI TOSSICI. PUO' FALLIRE.

mercoledì 18 maggio 2016

A furia di nascondere la polvere sotto il tappeto, prima o dopo le magagne saltano fuori. Se poi non si tratta di polvere, ma di letame, il puzzo ed il problema diventano ancora maggiori, se non insormontabili.

Ieri Barenberg Bank, il più antico istituto di credito tedesco, fondato nel lontano 1590, ha lanciato un pesante allarme sullo stato di salute di una banca europea, affermando che i suoi debiti appaiono “insormontabili” e che in una situazione di mercato come quello attuale, essa è “alle prese con un circolo vizioso di cui si fatica ad intravedere l’uscita”.

Se qualcuno di voi sta pensando che Barenberg si stia riferendo ad una qualche banca italiana, come ad esempio il Monte dei Paschi di Siena, si sbaglia di grosso: l’obiettivo di una critica così feroce e precisa è niente popò di meno che la “prestigiosa”, “potentissima”, “affidabilissima” Detusche Bank.

Esatto: gli analisti di Barenberg hanno lanciato un duro allarme sullo stato di salute del colosso tedesco che ha in pancia la “modesta” cifra di 55.000.000.000.000 (55.000 miliardi!) di euro di titoli tossici. Giusto per darvi un termine di paragone, l’intero debito pubblico italiano, considerato dai politici teschi un “crimine verso il virtuoso popolo tedesco” è di soli 2.200 e poco più miliardi di euro.

Avete capito, cari lettori?

I titoli tossici in pancia a Deutsche Bank sono 24 volte più grandi dell’intero debito pubblico italiano e 6 volte l’intero PIL europeo. Una bomba atomica sarebbe meno pericolosa di questa banca che, è bene ricordarlo, è stata accusata dall’Inghilterra di favorire il riciclaggio di denaro sporco indirizzato al terrorismo ed è sotto inchiesta in Italia con l’accusa aver destabilizzato il mercato sui titoli di stato italiani per “favorire” la caduta del governo Berlusconi.

D’altra parte i numeri sono impietosi: nel primo trimestre gli utili sono scesi del 58% ed i ricavi del 22%, tanto che Banca Barenberg ritiene assolutamente necessario un forte aumento di capitale per consentire a Detusche Bank di sopravvivere. E sia ben chiaro che questo aumento di capitale deve - sottolineato: deve - essere compiuto con denaro proveniente dal libero mercato di capitali, e non con denaro pescato dalle floride casse dello Stato tedesco, altrimenti Deutsche Bank verrà messa sotto accusa dalla Commissione europea. Se il potente aumento di capitale abortisse, allora la Deutsche Bank sarebbe a richio di bail in come una Banca Etruria qualsiasi. O di fallimento.

E a confermare il pessimo stato di salute finanziaria di Detusche Bank arriva una notizia raggelante.

Deutsche Bank sta cercando disperatamente di rastrellare denaro fresco in ogni modo: in Belgio Deutsche Bank è arrivata a dare il 5% di interesse - con il tasso di interesse portato dalla Bce a zero! - a chi conferisce denaro fresco e si impegna a vincolarlo per almeno 3 mesi. E' evidente sia una mossa dettata dalla estrema paura.

Si tratta, infatti,  di un tasso di rendimento assolutamente fuori mercato, elevatissimo per gli standard attuali e superiore perfino a quanto offerto da alcuni “titoli spazzatura”. Vi ricorda nulla?

A noi sì: le ultime mosse di Parmalat, quando emetteva obbligazioni a raffica a tassi elevati pur in presenza di una liquidità dichiarata enorme. Difatti il noto sito di analisi finanziaria zerohedge si chiede se il mostro (perché colosso ci appare del tutto fuori luogo vista la situazione) tedesco Deutsche Bank abbia problemi di liquidità.

Ora, una domanda sorge spontanea: com’è possibile che  un singolo istituto di credito abbia generato titoli tossici per 6 volte il pil dell’intera Europa? Dov’erano i governanti tedeschi, i fieri difensori della stabilità del mercato, dell’austerità, del rispetto dei vincoli? Hanno forse dormito?

Se fosse qeusto il caso, dovrebbero dimettersi immediatamente per aver sottovalutato una situazione che ha tutte le caratteristiche per travolgere l’intera economia mondiale. Al paragone, il crack della Lehman è uguale a quello della Cariferrara o della Carimarche. Se il governo Merkel sapeva e ha lasciato fare, è l'artefice di questo pericolo e dovrà pagarne il conto. Un conto che dovrà essere pagato nella stessa misura dagli oligarchi della Ue, così solerti nel massacrare la Grecia e nel bacchettare l’Italia, quanto teneri e paciosi con la Germania al cui interno s'annida una banca pericolante che per pessima gestione, spasmodica ricerca del guadagno a tutti i costi, anche a costo di violare buona parte del codice penale, viste le pesantissime accuse a suo carico in Gran Bretagna, ora potrebbe devastare l'Europa e tutto l'Occidente.

Detto questo, quanto scommettiamo che, a differenza delle banche italiane, Deutsche Bank alla fine in un modo o nell'altro verrà salvata con un intervento europeo, magari con una bella tassa sui popoli mediterranei “brutti, sporchi e cattivi che sono pieni di debito e con stati che danno troppe garanzie ai cittadini, mentre noi poveri tedeschi siamo austeri e rispettosi dei sacri parametri europei?”

E’ chiaro che un mostro del genere, che rischia di travolgere tutto e tutti, non verrà fatto saltare, ed è altrettanto chiaro che qualcuno sarà pronto a tagliare sanità e pensioni per dare il proprio contributo “per salvare la Ue, perché se salta Deutsche Bank, salta tutto". E quel qualcuno, avrà un accento spiccatamente toscano.

Luca Campolongo

Fonti

http://www.wallstreetitalia.com/deutsche-bank-nei-guai-beremberg-lancia-alert-capitale/

http://www.zerohedge.com/news/2016-05-14/liquidity-problems-deutsche-bank-offers-5-yields-if-depositors-lock-their-money-thre

http://www.wallstreetitalia.com/uk-deutsche-bank-ha-problemi-sistemici-di-riciclaggio-e-finanziamenti-a-terroristi/

 


UNA FAMOSA BANCA TEDESCA ACCUSA DEUTSCHE BANK: DEBITI INSORMONTABILI, 55.000 MILIARDI DI TITOLI TOSSICI. PUO' FALLIRE.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BARENBERG   BANK   DEUTSCHE BANK   TITOLI   TOSSICI   DERIVATI   UE   GERMANIA   ITALIA   BANCA   ETRURIA   CARIMARCHE   BAIL IN   GERMANIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
 
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CENTRO STUDI DI ''IMPRESA LAVORO'' METTE IN GUARDIA TUTTI I CORRENTISTI: L'INTERO SISTEMA BANCARIO E' A RISCHIO FALLIMENTO

CENTRO STUDI DI ''IMPRESA LAVORO'' METTE IN GUARDIA TUTTI I CORRENTISTI: L'INTERO SISTEMA BANCARIO
Continua

 
LA COMMISSIONE UE VORREBBE BLOCCARE PRELIEVI E TRASFERIMENTI DI C/C IN ALTRO ISTITUTO SE LA BANCA ''FOSSE A RISCHIO''

LA COMMISSIONE UE VORREBBE BLOCCARE PRELIEVI E TRASFERIMENTI DI C/C IN ALTRO ISTITUTO SE LA BANCA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!