76.634.658
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UNA FAMOSA BANCA TEDESCA ACCUSA DEUTSCHE BANK: DEBITI INSORMONTABILI, 55.000 MILIARDI DI TITOLI TOSSICI. PUO' FALLIRE.

mercoledì 18 maggio 2016

A furia di nascondere la polvere sotto il tappeto, prima o dopo le magagne saltano fuori. Se poi non si tratta di polvere, ma di letame, il puzzo ed il problema diventano ancora maggiori, se non insormontabili.

Ieri Barenberg Bank, il più antico istituto di credito tedesco, fondato nel lontano 1590, ha lanciato un pesante allarme sullo stato di salute di una banca europea, affermando che i suoi debiti appaiono “insormontabili” e che in una situazione di mercato come quello attuale, essa è “alle prese con un circolo vizioso di cui si fatica ad intravedere l’uscita”.

Se qualcuno di voi sta pensando che Barenberg si stia riferendo ad una qualche banca italiana, come ad esempio il Monte dei Paschi di Siena, si sbaglia di grosso: l’obiettivo di una critica così feroce e precisa è niente popò di meno che la “prestigiosa”, “potentissima”, “affidabilissima” Detusche Bank.

Esatto: gli analisti di Barenberg hanno lanciato un duro allarme sullo stato di salute del colosso tedesco che ha in pancia la “modesta” cifra di 55.000.000.000.000 (55.000 miliardi!) di euro di titoli tossici. Giusto per darvi un termine di paragone, l’intero debito pubblico italiano, considerato dai politici teschi un “crimine verso il virtuoso popolo tedesco” è di soli 2.200 e poco più miliardi di euro.

Avete capito, cari lettori?

I titoli tossici in pancia a Deutsche Bank sono 24 volte più grandi dell’intero debito pubblico italiano e 6 volte l’intero PIL europeo. Una bomba atomica sarebbe meno pericolosa di questa banca che, è bene ricordarlo, è stata accusata dall’Inghilterra di favorire il riciclaggio di denaro sporco indirizzato al terrorismo ed è sotto inchiesta in Italia con l’accusa aver destabilizzato il mercato sui titoli di stato italiani per “favorire” la caduta del governo Berlusconi.

D’altra parte i numeri sono impietosi: nel primo trimestre gli utili sono scesi del 58% ed i ricavi del 22%, tanto che Banca Barenberg ritiene assolutamente necessario un forte aumento di capitale per consentire a Detusche Bank di sopravvivere. E sia ben chiaro che questo aumento di capitale deve - sottolineato: deve - essere compiuto con denaro proveniente dal libero mercato di capitali, e non con denaro pescato dalle floride casse dello Stato tedesco, altrimenti Deutsche Bank verrà messa sotto accusa dalla Commissione europea. Se il potente aumento di capitale abortisse, allora la Deutsche Bank sarebbe a richio di bail in come una Banca Etruria qualsiasi. O di fallimento.

E a confermare il pessimo stato di salute finanziaria di Detusche Bank arriva una notizia raggelante.

Deutsche Bank sta cercando disperatamente di rastrellare denaro fresco in ogni modo: in Belgio Deutsche Bank è arrivata a dare il 5% di interesse - con il tasso di interesse portato dalla Bce a zero! - a chi conferisce denaro fresco e si impegna a vincolarlo per almeno 3 mesi. E' evidente sia una mossa dettata dalla estrema paura.

Si tratta, infatti,  di un tasso di rendimento assolutamente fuori mercato, elevatissimo per gli standard attuali e superiore perfino a quanto offerto da alcuni “titoli spazzatura”. Vi ricorda nulla?

A noi sì: le ultime mosse di Parmalat, quando emetteva obbligazioni a raffica a tassi elevati pur in presenza di una liquidità dichiarata enorme. Difatti il noto sito di analisi finanziaria zerohedge si chiede se il mostro (perché colosso ci appare del tutto fuori luogo vista la situazione) tedesco Deutsche Bank abbia problemi di liquidità.

Ora, una domanda sorge spontanea: com’è possibile che  un singolo istituto di credito abbia generato titoli tossici per 6 volte il pil dell’intera Europa? Dov’erano i governanti tedeschi, i fieri difensori della stabilità del mercato, dell’austerità, del rispetto dei vincoli? Hanno forse dormito?

Se fosse qeusto il caso, dovrebbero dimettersi immediatamente per aver sottovalutato una situazione che ha tutte le caratteristiche per travolgere l’intera economia mondiale. Al paragone, il crack della Lehman è uguale a quello della Cariferrara o della Carimarche. Se il governo Merkel sapeva e ha lasciato fare, è l'artefice di questo pericolo e dovrà pagarne il conto. Un conto che dovrà essere pagato nella stessa misura dagli oligarchi della Ue, così solerti nel massacrare la Grecia e nel bacchettare l’Italia, quanto teneri e paciosi con la Germania al cui interno s'annida una banca pericolante che per pessima gestione, spasmodica ricerca del guadagno a tutti i costi, anche a costo di violare buona parte del codice penale, viste le pesantissime accuse a suo carico in Gran Bretagna, ora potrebbe devastare l'Europa e tutto l'Occidente.

Detto questo, quanto scommettiamo che, a differenza delle banche italiane, Deutsche Bank alla fine in un modo o nell'altro verrà salvata con un intervento europeo, magari con una bella tassa sui popoli mediterranei “brutti, sporchi e cattivi che sono pieni di debito e con stati che danno troppe garanzie ai cittadini, mentre noi poveri tedeschi siamo austeri e rispettosi dei sacri parametri europei?”

E’ chiaro che un mostro del genere, che rischia di travolgere tutto e tutti, non verrà fatto saltare, ed è altrettanto chiaro che qualcuno sarà pronto a tagliare sanità e pensioni per dare il proprio contributo “per salvare la Ue, perché se salta Deutsche Bank, salta tutto". E quel qualcuno, avrà un accento spiccatamente toscano.

Luca Campolongo

Fonti

http://www.wallstreetitalia.com/deutsche-bank-nei-guai-beremberg-lancia-alert-capitale/

http://www.zerohedge.com/news/2016-05-14/liquidity-problems-deutsche-bank-offers-5-yields-if-depositors-lock-their-money-thre

http://www.wallstreetitalia.com/uk-deutsche-bank-ha-problemi-sistemici-di-riciclaggio-e-finanziamenti-a-terroristi/

 


UNA FAMOSA BANCA TEDESCA ACCUSA DEUTSCHE BANK: DEBITI INSORMONTABILI, 55.000 MILIARDI DI TITOLI TOSSICI. PUO' FALLIRE.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BARENBERG   BANK   DEUTSCHE BANK   TITOLI   TOSSICI   DERIVATI   UE   GERMANIA   ITALIA   BANCA   ETRURIA   CARIMARCHE   BAIL IN   GERMANIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA ITALIANA LA CENSURA

LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA

lunedì 25 maggio 2020
  LONDRA - Alcuni giorni fa, in molti sono rimasti sorpresi dal fatto che George Soros si sia mostrato preoccupato per il fatto che l'Italia potrebbe presto uscire dall'Unione Europea e come
Continua
 
CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID. CONSEGNE A SETTEMBRE

CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID.

giovedì 21 maggio 2020
LONDRA - Ci siamo, il vaccino è pronto e la produzione su scala planetaria è al via. La multinazionale Astrazeneca ha concluso i primi accordi per la produzione di almeno 400 milioni di
Continua
GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA: GLOBALIZZAZIONE ADDIO

GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA:

martedì 12 maggio 2020
La battaglia intrapresa dal Giappone contro il coronavirus ha acceso a Tokyo un campanello d'allarme in merito alla dipendenza del sistema paese dalle catene di fornitura della Cina. Gia' da alcuni
Continua
 
COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E ADESSO VUOLE IL MES

COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E

lunedì 11 maggio 2020
Mentre l’Italia prova a ripartire con la Fase2, riprendiamo i nostri interventi e lo facciamo analizzando cosa ha fatto o meglio, cosa non ha fatto il governo pentapiddino per tenere a galla
Continua
IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA DALLE BANCHE PER CREDITO

IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA

martedì 5 maggio 2020
Ricavi quasi dimezzati nel 2020 con il turismo che prevede una contrazione del 66,3%, giudizi in grande prevalenza negativi sui provvedimenti finora adottati dal governo per contrastare la crisi
Continua
 
RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO CHIAVI NEGOZI A SALA!

RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO

mercoledì 29 aprile 2020
MILANO - Regole chiare su come riaprire. Questo chiedono, oltre alla riduzione delle tasse locali, i commercianti milanesi. Tremila di loro, per lo piu' titolari di bar, ristoranti e gelaterie, ma
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CENTRO STUDI DI ''IMPRESA LAVORO'' METTE IN GUARDIA TUTTI I CORRENTISTI: L'INTERO SISTEMA BANCARIO E' A RISCHIO FALLIMENTO

CENTRO STUDI DI ''IMPRESA LAVORO'' METTE IN GUARDIA TUTTI I CORRENTISTI: L'INTERO SISTEMA BANCARIO
Continua

 
LA COMMISSIONE UE VORREBBE BLOCCARE PRELIEVI E TRASFERIMENTI DI C/C IN ALTRO ISTITUTO SE LA BANCA ''FOSSE A RISCHIO''

LA COMMISSIONE UE VORREBBE BLOCCARE PRELIEVI E TRASFERIMENTI DI C/C IN ALTRO ISTITUTO SE LA BANCA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

INSEGNANTI PRECARI ILLUSI E TRADITI DAL GOVERNO CONTE, TUTTO

25 maggio - ''Polpetta avvelenata di Conte a Pd e LeU durante la trattativa sul
Continua

FONTANA:ZERO DECESSI IN LOMBARDIA E' DATO POSITIVO MA NON

25 maggio - MILANO - ''La cosa che mi rasserena e' il numero dei nuovi contagiati
Continua

L'ACQUISTO DI BTP ''ITALIA'' DEDICATI AI RISPARMIATORI PRIVATI HA

19 maggio - Gli ordini del retail per il nuovo BTp Italia hanno superato i 4
Continua

SALVINI: 120 NAZIONI DEL MONDO CHIEDONO SPIEGAZIONI ALLA CINA, E

19 maggio - ''Ci sono 120 paesi al mondo, in tutto il mondo, in tutti i continenti,
Continua

FONTANA: D'ACCORDO CON ZAIA, ABBIAMO DOVUTO FARE DA SOLI CONTRO IL

19 maggio - MILANO - Il governatore lombardo Attilio Fontana, in collegamento su Rai
Continua

IERI VENDUTI 4 MILIARDI DI BTP ''ITALIA'' AI RISPARMIATORI OGGI 1

19 maggio - MILANO - Parte forte anche la seconda giornata di collocamento, sempre
Continua

SALVINI: AVEVO RAGIONE, ALTRO CHE MES, BOOM ACQUISTI DEGLI ITALIANI

18 maggio - Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta la partenza ''a razzo''
Continua

TOTI: LIGURIA NON HA MAI CHIUSO, ADESSO RIAPRIRE I CONFINI

18 maggio - GENOVA - ''La Liguria non ha mai chiuso: i suoi porti hanno sempre
Continua

PERQUISIZIONI IN CORSO DEL ROS DEI CARABINIERI NELLA SEDE ONLUS

15 maggio - FANO - Perquisizioni in corso, da questa mattina, da parte dei
Continua

DIMISSIONI A CATENA AL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA: TUTTA GENTE DI

15 maggio - ''Prima le dimissioni di Basentini, capo del Dap, ora quelle di Baldi,
Continua

FONTANA: TEST SIEROLOGICI INUTILI PER SINGOLI, SONO TEST

15 maggio - MILANO. ''I test sierologici sono inutili per cittadini singoli che non
Continua

GOVERNATORE FONTANA: MES? E' PERICOLO ESTREMO, STESSI SOLDI IN

15 maggio - MILANO - ''La vedo come una situazione di estremo pericolo perche' le
Continua

IN GERMANIA IERI 101 MORTI DA COVID 913 NUOVI CONTAGIATI

15 maggio - BERLINO - I casi di coronavirus in Germania sono saliti a 173.152
Continua

IN GERMANIA DIMINUISCONO I MORTI DA COVID MA AUMENTANO I CONTAGI

14 maggio - BERLINO - La Germania registra 89 decessi per Covid-19 nelle ultime 24
Continua

QUESTO E' IL MOMENTO DI FARE LA FLAT TAX PER SALVARE L'ITALIA

14 maggio - ''La proposta di taglio fiscale l'abbiamo messa nelle mani del governo,
Continua

BANKITALIA: L'IMPATTO DEL CORONAVIRUS SULL'ECONOMIA SARA' ENORME

12 maggio - ROMA - ''I dati disponibili sulla fiducia e le aspettative di famiglie e
Continua

RIPRENDONO A CRESCERE I CASI DI COVID IN GERMANIA: DA 357 A 933 IN

12 maggio - BERLINO - Crescono i casi ed i decessi per coronavirus in Germania.
Continua

GERMANIA: SALE ANCORA LEGGERMENTE L'INDICE DI CONTAGIO, ADESSO R0 =

11 maggio - BERLINO - In Germania il tasso di riproduzione del contagio da
Continua

TOTI: LA DISOCCUPAZIONE POTREBBE RADDOPPIARE, ECONOMIA DEVE

11 maggio - GENOVA - ''La produzione industriale e' crollata del 30%. Turismo e
Continua

UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI: DATI ISTAT MOSTRANO UN DISASTRO

11 maggio - Secondo i dati resi noti oggi dall'Istat, la produzione industriale a
Continua
Precedenti »