44.176.149
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA GRANDE STAMPA TEDESCA PREANNUNCIA LA CACCIATA DELL'ITALIA DALL'EUROZONA: ''POTREBBE ACCADERE GIA' A GIUGNO'' (DIE ZEIT)

venerdì 13 maggio 2016

BERLINO -  In Italia è in vigore - da quando governa il Pd - la regola non scritta ma applicata con ferrea pervicacia di non dare notizie scomode all'esecutivo Renzi, specialmente se provengono dall'estero. Così è "sfuggito" anche quanto scrive in prima pagina uno dei più autorevoli quotidiani tedeschi, il Die Zeit, che senza troppi giri di parole preannuncia la cacciata dall'Italia dall'euro con tutti i cataclismi che provocherà non solo nel Belpaese, anche in tutta Europa.

"Gli storici sanno spiegare in un modo o in un altro il crollo degli imperi: il piu' delle volte succede per colpa di un allargamento geografico o militare - scrive oggi l'editorialista Jochen Bittner sul Die Zeit -. Ma qual e' il fattore o la concatenazione di cause che potrebbe portare al tramonto dell'Europa Unita?"

A questa domanda che riempie da tempo il dibattito politico in Germania, mentre in Italia si è affacendati sull'elezione dei sindaci, fatto certamente rilevante ma altrettanto certamente di minore portata, confrontato all'orizzonte del crollo dell'Unione europea, il giornale risponde in un modo che non lascia spazio a fraintendimenti: la Germania prevede l'uscita dell'Italia dall'euro.

Scrive il Die Zeit: "Ad oggi, uno scenario appare assai plausibile: il 23 giugno prossimo i cittadini britannici potrebbero votare a favore della Brexit, l'uscita dall'Unione Europea. Il loro esempio indurrebbe anche altre nazioni a fare un'analisi dei costi e dei benefici dell'appartenenza al sistema comunitario. Tra questi paesi figura senza dubbio l'Italia, schiacciata economicamente dai vincoli comunitari e in prima linea di fronte ai flussi migratori estivi dal Nord Africa, senza che dai paesi europei vicini giunga un aiuto concreto. La situazione italiana è finanziariamente ed economicamente insostenibile, in queste condizioni".

"Gia' oggi - prosegue il Die Zeit - secondo un sondaggio, il 48 per cento dei cittadini italiani si dice a favore dell'uscita dalla Ue. Poiche' l'Italia, diversamente dalla Gran Bretagna, e' un paese dell'euro, un voto a favore dell'uscita dalla Ue creerebbe una reazione apocalittica sui mercati finanziari. Gli operatori di borsa potrebbe iniziare a speculare, e alcuni si stanno già organizzando in tal senso, contro l'appartenenza del Belpaese alla Ue, portando conseguentemente il paese fortemente indebitato a non potersi piu' finanziare sui mercati".

Evidentemente, questo scenario è reputato possibile, in Germania, e non una farneticazione rispetto la quale non è il caso di perdere tempo in analisi. Se non fosse così, la stampa tedesca che non indugia mai nei modi levantini fatti di sotterfugi e retroscena, non avrebbe neppure per sbaglio dedicato spazio alla possibilità che a breve, si parla di giugno 2016, l'Italia possa essere espulsa di fatto dall'eurozona.

"Nel caso - conclude il quotidiano tedesco - di un fallimento dell'Italia, i piani di salvataggio dell'euro non basterebbero. L'Italia dovrebbe uscire dall'Unione monetaria: situazione che scatenerebbe a sua volta una lunga serie di speculazioni sul successivo paese destinato all'uscita".

Quindi, l'Italia è avvisata: il tempo sta per scadere. 

Redazione Milano.


LA GRANDE STAMPA TEDESCA PREANNUNCIA LA CACCIATA DELL'ITALIA DALL'EUROZONA: ''POTREBBE ACCADERE GIA' A GIUGNO'' (DIE ZEIT)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

DIE   ZEIT   EURO   EUROZONA   BERLINO   RENZI   ITALIA   CACCIATA   ROMA   GOVERNO   BRUXELLES   BCE   BELPAESE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN EURO (QUESTO TEME LA UE)

PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN

mercoledì 22 febbraio 2017
Mentre si avvicinano le elezioni olandesi dove è molto probabile che il partito anti euro e anti Ue di Wilders, alleato di Salvini e della Le Pen, ottenga un risultato incoraggiante e quelle
Continua
 
COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA TROIKA IN ITALIA)

COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA

mercoledì 22 febbraio 2017
BRUXELLES - La Commissione europea oggi ha deciso nuovamente di avviare un monitoraggio approfondito nei confronti dell'Italia per i suoi squilibri macroeconomici eccessivi che potrebbero avere - a
Continua
NUBE RADIOATTIVA CARICA DI IODIO 131 SI AGGIRA PER I CIELI D'EUROPA DA SETTIMANE, MA LA NOTIZIA E' STATA CENSURATA

NUBE RADIOATTIVA CARICA DI IODIO 131 SI AGGIRA PER I CIELI D'EUROPA DA SETTIMANE, MA LA NOTIZIA E'

mercoledì 22 febbraio 2017
Un misterioso aumento della radioattività è stato segnalato da gennaio in vaste aree dell'Europa senza motivo apparente. "Piccole quantità" di Iodio 131, materiale radioattivo di
Continua
 
CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'': PRESIDIARE I CONFINI FUNZIONA

CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'':

martedì 21 febbraio 2017
LONDRA - La chiusura della rotta balcanica ha scatenato accese polemiche tra i sostenitori dell'accoglienza a tutti i costi, ma tale blocco ha avuto risultati positivi in Svizzera visto che ha
Continua
MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO, ITALIA RISCHIO PRINCIPALE)

MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO,

martedì 21 febbraio 2017
BERLINO - "L'Italia e' il 'rischio principale' della stabilita' dell'euro". Lo scrive il senior economist di Deutsche Bank Marco Stringa in un report, secondo quanto riporta l'agenzia internazionale
Continua
 
MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA DEI TASSISTI

MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA

lunedì 20 febbraio 2017
Qualcuno nel Pd non ci sta a sentirsi responsabile del pasticcio combinato dal governo sulla questione Uber: "In questi giorni la città è bloccata dai tassisti, ma non hanno torto loro:
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SPECIALE TURCHIA / L'ACCORDO CON LA UE SUI MIGRANTI E' AL CAPOLINEA, ANKARA MINACCIA L'INVIO DI MILIONI DI CLANDESTINI

SPECIALE TURCHIA / L'ACCORDO CON LA UE SUI MIGRANTI E' AL CAPOLINEA, ANKARA MINACCIA L'INVIO DI
Continua

 
LA BAVIERA OFFRE ALL'AUSTRIA AIUTO CONTRO I MIGRANTI: PRONTA AD INVIARE CENTINAIA DI POLIZIOTTI AI CONFINI CON L'ITALIA

LA BAVIERA OFFRE ALL'AUSTRIA AIUTO CONTRO I MIGRANTI: PRONTA AD INVIARE CENTINAIA DI POLIZIOTTI AI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!