80.738.120
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CENTRO STUDI DI ''IMPRESA LAVORO'' METTE IN GUARDIA TUTTI I CORRENTISTI: L'INTERO SISTEMA BANCARIO E' A RISCHIO FALLIMENTO

mercoledì 11 maggio 2016

MILANO - Nella giornata in cui il Banco Popolare arriva a perdere il 12,5% in Borsa e la Banca Popolare di Milano l'8,7%, il Centro studi di Impresa Lavoro pubblica la propria analisi sulle banche italiane: ed è da panico.

"Duecentonove miliardi: a tanto ammonta il conto che la crisi del nostro sistema bancario ha presentato ai risparmiatori e agli investitori. Tre miliardi e 900 milioni e' il controvalore complessivo di titoli azionari e obbligazionari subordinati di Banca Marche, Banca Etruria, Cassa di Risparmio di Ferrara e Carichieti, andati interamente in fumo nel weekend del 21-22 novembre 2015, in seguito ai provvedimenti di risoluzione emanati dal Governo e da Bankitalia per salvare la parte buona delle quattro banche dell'Italia centrale da anni in stato di crisi" - si legge nell'apertura della relazione d'analisi.

I calcoli sono precisi, documentati e incontrovertibili: il computo fornito dal Centro studi Impresa Lavoro e' stato realizzato sulla base dei dati contenuti negli ultimi bilanci pubblicati dalle banche cadute in liquidazione, nonche' degli ultimi aumenti di capitale e dei dati Reuters sui titoli obbligazionari colpiti.

"I soci delle quattro banche, oltre agli obbligazionisti subordinati, si sono visti infatti letteralmente azzerare il valore dei propri investimenti, senza per loro alcuna chance di recupero poiche' sulle nuove banche, che hanno raccolto la parte buona dei vecchi istituti, non possiedono alcun diritto, ne' patrimoniale ne' di voto". Concretamente, sono stati tutti tagliati fuori, abbandonati a loro stessi e alle loro terribili perdite che hanno distrutto i risparmi - anche di generazioni - dei correntisti letteralmente gettati sul lastrico senza alcuna colpa personale.

"Le quattro banche oggetto del salvataggio hanno bruciato circa 3,1 miliardi di valore in capitale azionario (di cui oltre 500 milioni raccolti - quasi tutti da piccoli risparmiatori - solamente tra il 2011 e il 2013) mentre a quasi 800 milioni corrisponde la perdita per le obbligazioni junior, ovvero subordinate rispetto alle piu' comuni ordinarie, anch'esse collocate per gran parte a piccoli risparmiatori - scrive Impresa Lavoro".

Ma questo è solo l'antipasto, per così dire. 

"Gli azionisti di Popolare di Vicenza e Veneto Banca, poi, in forza del processo di riorganizzazione in atto con aumenti di capitale e IPO, hanno subito o stanno subendo perdite per complessivi 8,2 miliardi di euro. Tali valori sono stati stimati prendendo come riferimento i valori a cui sono state acquistate dagli investitori/risparmiatori le azioni di queste banche e confrontati con gli attuali valori, prossimi allo zero".

Altri otto miliardi e duecento milioni di euro di risparmi cancellati con un tratto di penna.

"Va ricordato, infatti, - prosegue la relazione di Impresa Lavoro - che Banca Popolare di Vicenza valeva al suo massimo 62,50 euro per azione mentre Veneto Banca toccò qualche anno fa quota 39,50 euro per azione posseduta, ora il valore si calcola in centesimi di euro".

Ora si arriva al punto centrale, lo stato delle principali banche italiane, ed è - ripetiamo - da panico.

"Molto piu' trasparente, ma anche molto piu' grave, il conto per le piu' grandi banche italiane quotate in Borsa. Il mercato azionario ha punito i loro investitori sin dai primi inizi della crisi finanziaria, ovvero dal 2007. Secondo i dati di Borsa Italiana - elaborati da Impresa Lavoro - il settore delle banche italiane risulta aver bruciato, rispetto al 2007, 197,6 miliardi di euro divisi tra diminuzione del valore di capitalizzazione con una perdita di 148,7 miliardi e aumenti di capitale effettuati e bruciati in Borsa dal 2008 ad oggi per 48,9 miliardi di euro".

"Le 17 banche quotate capitalizzavano in Borsa nel 2007 circa 230-240 miliardi di euro mentre oggi i valori di capitalizzazione si aggirano attorno agli 85 miliardi. Ma la vera spada di Damocle che incombe sulle banche italiane, sostanzialmente comune a tutto il circuito bancario nazionale - scrive Impresa Lavoro - e' ancora quella dell'elevato volume dei crediti deteriorati, problema ad oggi irrisolto, che corrisponde, secondo le recenti stime della European Banking Authority, addirittura a oltre il 17% del nostro Pil".

La percentuale è insostenibile. In Europa è al massimo un terzo di quella italiana, in alcune nazioni un quinto. Questo significa che le banche italiane sono tutte destinate al dissesto. Ed è ancor più insostenibile la mole effettiva dei crediti deteriorati, che supera i 360 miliardi di euro quando le banche italiane quotate in borsa hanno - tutte assieme - solo 85 miliardi di capitale! Questo è come dire che ogni euro di capitale delle banche, le stesse banche hanno più di 4 euro di perdite da coprire. Sono numeri da bancarotta. 

"Nella sostanziale impossibilita' di un aiuto pubblico in soccorso dei dissesti bancari, rimarcata dalle nuove regole del bail-in, una cosa e' certa: i piccoli risparmiatori dovranno necessariamente aumentare il proprio grado di consapevolezza e ricordarsi che in base alle nuove norme gli unici strumenti davvero tutelati contro il fallimento delle banche saranno i conti correnti e depositi e solo entro i 100mila euro per istituto, mentre gli altri titoli bancari come azioni e tutti i tipi di obbligazioni gia' oggi possono presentare un grado di rischio piu' alto di quanto inizialmente prospettato".

In sostanza, Impresa Lavoro sta mettendo in guadia tutti i correntisti italiani dal concreto pericolo di dissesto di tutte le banche italiane.

Redazione Milano. 


CENTRO STUDI DI ''IMPRESA LAVORO'' METTE IN GUARDIA TUTTI I CORRENTISTI: L'INTERO SISTEMA BANCARIO E' A RISCHIO FALLIMENTO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BANCHE   IMPRESA   ITALIA   BAIL IN   FALLIMENTO   CONTI   CORRENTI   DEPOSITI   AZIONI   OBBLIGAZIONI   PERDITE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA ITALIANA LA CENSURA

LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA

lunedì 25 maggio 2020
  LONDRA - Alcuni giorni fa, in molti sono rimasti sorpresi dal fatto che George Soros si sia mostrato preoccupato per il fatto che l'Italia potrebbe presto uscire dall'Unione Europea e come
Continua
 
CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID. CONSEGNE A SETTEMBRE

CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID.

giovedì 21 maggio 2020
LONDRA - Ci siamo, il vaccino è pronto e la produzione su scala planetaria è al via. La multinazionale Astrazeneca ha concluso i primi accordi per la produzione di almeno 400 milioni di
Continua
GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA: GLOBALIZZAZIONE ADDIO

GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA:

martedì 12 maggio 2020
La battaglia intrapresa dal Giappone contro il coronavirus ha acceso a Tokyo un campanello d'allarme in merito alla dipendenza del sistema paese dalle catene di fornitura della Cina. Gia' da alcuni
Continua
 
COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E ADESSO VUOLE IL MES

COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E

lunedì 11 maggio 2020
Mentre l’Italia prova a ripartire con la Fase2, riprendiamo i nostri interventi e lo facciamo analizzando cosa ha fatto o meglio, cosa non ha fatto il governo pentapiddino per tenere a galla
Continua
IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA DALLE BANCHE PER CREDITO

IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA

martedì 5 maggio 2020
Ricavi quasi dimezzati nel 2020 con il turismo che prevede una contrazione del 66,3%, giudizi in grande prevalenza negativi sui provvedimenti finora adottati dal governo per contrastare la crisi
Continua
 
RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO CHIAVI NEGOZI A SALA!

RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO

mercoledì 29 aprile 2020
MILANO - Regole chiare su come riaprire. Questo chiedono, oltre alla riduzione delle tasse locali, i commercianti milanesi. Tremila di loro, per lo piu' titolari di bar, ristoranti e gelaterie, ma
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MOODY'S LANCIA L'ALLARME GENERALE SU EURO E UE: ''NON E' PIU' QUESTIONE DI VALUTARE SE, MA DI CAPIRE QUANDO CROLLERANNO''

MOODY'S LANCIA L'ALLARME GENERALE SU EURO E UE: ''NON E' PIU' QUESTIONE DI VALUTARE SE, MA DI
Continua

 
UNA FAMOSA BANCA TEDESCA ACCUSA DEUTSCHE BANK: DEBITI INSORMONTABILI, 55.000 MILIARDI DI TITOLI TOSSICI. PUO' FALLIRE.

UNA FAMOSA BANCA TEDESCA ACCUSA DEUTSCHE BANK: DEBITI INSORMONTABILI, 55.000 MILIARDI DI TITOLI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ZAIA: ''L'APP IMMUNI HA GRANDI LIMITI, IMPOSSIBILE GESTIRLA''

3 giugno - VENEZIA - ''L'app immuni ha due grandi limiti, uno legato alla privacy e
Continua

NELLO SCORSO MESE DI APRILE, PERSI IN ITALIA 274.000 POSTI DI LAVORO

3 giugno - ROMA - Una perdita di 274 mila posti di lavoro in un solo mese, quello
Continua

LA BANCA D'INGHILTERRA INVITA LE BANCHE INGLESI A PREPARARSI ALLA

3 giugno - LONDRA - Il governatore della Bank of England (BoE), Andrew Bailey ha
Continua

SENATRICE ELENA TESTOR ADERISCE ALLA LEGA ED ENTRA NEL GRUPPO AL

3 giugno - La senatrice Elena Testor ha lasciato Forza Italia e ha aderito
Continua

IN SPAGNA LA CATASTROFE DEL CORONAVIRUS HA CANCELLATO 133.000

3 giugno - La crisi scatenata dal coronavirus ha provocato in Spagna la scomparsa
Continua

LA POLIZIA DELLA DITTATURA COMUNISTA CINESE SPARA SULLA FOLLA A

27 maggio - La polizia agli ordini della dittatura comunista cinese che a Hong Kong
Continua

MINACCE DI MORTE AL GOVERNATORE FONTANA: ADESSO E' SOTTO SCORTA

27 maggio - Da due giorni il presidente della Regione Lombardia, Attilio FONTANA, e'
Continua

L'IMPATTO DEL COVID SULL'ECONOMIA DELL'EUROZONA SARA' IL DOPPIO DEL

27 maggio - FRANCOFORTE - La Bce ha preparato diverse stime sull'impatto della crisi
Continua

SUPER FLOP DEI TEST COVID: ALLA PROVA DEI FATTI, SOLO IL 25% HA

26 maggio - Tutta questa ''corsa'' (e polemiche di ogni genere) a fare test
Continua

FRANCIA SE NE FREGA DELLA UE: MASSICCI AIUTI DI STATO ALLE AZIENDE

26 maggio - PARIGI - Addio libero mercato, addio regole e regoline della Ue che
Continua

LEGA: LA UE DEVE IMPORRE SANZIONI AL REGIME COMUNISTA CINESE!

26 maggio - ''L'Europa non può essere silente davanti a quanto sta succedendo ad
Continua

INSEGNANTI PRECARI ILLUSI E TRADITI DAL GOVERNO CONTE, TUTTO

25 maggio - ''Polpetta avvelenata di Conte a Pd e LeU durante la trattativa sul
Continua

FONTANA:ZERO DECESSI IN LOMBARDIA E' DATO POSITIVO MA NON

25 maggio - MILANO - ''La cosa che mi rasserena e' il numero dei nuovi contagiati
Continua

L'ACQUISTO DI BTP ''ITALIA'' DEDICATI AI RISPARMIATORI PRIVATI HA

19 maggio - Gli ordini del retail per il nuovo BTp Italia hanno superato i 4
Continua

SALVINI: 120 NAZIONI DEL MONDO CHIEDONO SPIEGAZIONI ALLA CINA, E

19 maggio - ''Ci sono 120 paesi al mondo, in tutto il mondo, in tutti i continenti,
Continua

FONTANA: D'ACCORDO CON ZAIA, ABBIAMO DOVUTO FARE DA SOLI CONTRO IL

19 maggio - MILANO - Il governatore lombardo Attilio Fontana, in collegamento su Rai
Continua

IERI VENDUTI 4 MILIARDI DI BTP ''ITALIA'' AI RISPARMIATORI OGGI 1

19 maggio - MILANO - Parte forte anche la seconda giornata di collocamento, sempre
Continua

SALVINI: AVEVO RAGIONE, ALTRO CHE MES, BOOM ACQUISTI DEGLI ITALIANI

18 maggio - Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta la partenza ''a razzo''
Continua

TOTI: LIGURIA NON HA MAI CHIUSO, ADESSO RIAPRIRE I CONFINI

18 maggio - GENOVA - ''La Liguria non ha mai chiuso: i suoi porti hanno sempre
Continua

PERQUISIZIONI IN CORSO DEL ROS DEI CARABINIERI NELLA SEDE ONLUS

15 maggio - FANO - Perquisizioni in corso, da questa mattina, da parte dei
Continua
Precedenti »