50.838.821
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DALLE URNE BRITANNICHE EMERGE IL TRACOLLO LABURISTA E L'AVANZATA DELL'UKIP DI FARAGE: GLI ELETTORI VOGLIONO IL BREXIT

venerdì 6 maggio 2016

LONDRA - Adesso la paura serpeggia tra i sostenitori della permanenza della Gran Bretagna nell'Unione europea. Nel Regno Unito, prosegue il conteggio dei voti delle elezioni amministrative di ieri, e sta mostrando una forte frenata del partito laburista, la principale formazione europeista del Paese.

Cosi', iniziano ora a scrivere analisti e commentatori, l'avanzata dei Tory ma soprattutto dell'Ukip di Nigel Farage, formazione fortemente euroscettica, sarebbe un indicatore della 'pancia' del Regno Unito e potrebbe far prevedere il risultato del prossimo referendum sulla Brexit, in programma il 23 giugno.

Un'eventualita' spaventosa per David Cameron, il primo ministro Tory che, pur avendo indetto la consultazione referendaria, ha sempre detto di volere il regno di Sua Maesta' all'interno del recinto comunitario.

E un'eventualità terrorizzante per gli "europeisti", in vista della tenuta delle istituzioni comunitarie con un eventuale divorzio fra Londra e Bruxelles. E ora, appunto, le urne britanniche stanno parlando. E con il Labour che secondo le proiezioni e i primi risultati si avvia a guadagnare solo la citta' di Londra, perdendo un po' su tutti i fronti altrove, l'ipotesi del Brexit, l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea, si fa sempre piu' reale.

Gli exit poll effettuati a Londra danno comunque per quasi scontata la vittoria del candidato sindaco laburista, Sadiq Khan, avvocato di origine pachistana, musulmano praticante ma anche favorevole ai diritti gay. Proprio per aver votato a favore del matrimonio fra persone dello stesso sesso, da parlamentare laburista a Westminster, Khan ricevette nel 2013 diverse minacce di morte, vedendo il suo apparato di sicurezza rafforzato.

La vittoria del Labour in una delle piazze europee piu' importanti e in una metropoli come Londra sarebbe una consolazione per la dirigenza del partito, diviso ora piu' che mai per quel leader, Jeremy Corbyn, accusato di aver virato troppo a sinistra, ma non cambierebbe la sostanza del voto di ieri; una conferma che il popolo britannico potrebbe davvero far vincere il Brexit, nonostante la campagna martellante e brexit-fobica in corso senza tregua, al punto d'aver usato perfino Obama cone sponsor, con un esito però esattamente opposto al voluto.

E intanto si precisano i numeri della catastrofe elettorale laburista in Scozia, dove si è votato per il rinnovo del Parlamento di Edimburgo.

La leader dei nazionalisti dello Scottish National Party, Nicola Sturgeon, ha rivendicato una vittoria "storica". Lo spoglio dei voti non è ancora ultimato "ma è già chiaro che lo Snp ha ottenuto la terza elezione consecutiva al Parlamento" scozzese, ha commentato. "E questo è storico per l'Snp". Secondo gli ultimi risultati comunicati, ancora provvisori ma praticamente prossimi ad essere definitivi, lo Scottish National Party avrebbe ottenuto 58 seggi (46,8%, sette in meno della maggioranza di 65). Pesantissimo il risultato dei laburisti, che avrebbero perso 12 seggi, conquistandone solo 3 (22,9%), dietro ai Conservatori (6 seggi). Quattro i seggi ottenuti dai liberal-democratici. Di fatto, i laburisti in Scozia sono stati quasi cancellati.

E il Brexit a questo punto s'avvicina al galoppo.

Redazione Milano


DALLE URNE BRITANNICHE EMERGE IL TRACOLLO LABURISTA E L'AVANZATA DELL'UKIP DI FARAGE: GLI ELETTORI VOGLIONO IL BREXIT


Cerca tra gli articoli che parlano di:

LONDRA   ELEZIONI   BREXIT   LABURISTI   FARAGE   UKIP   SCOZIA   PARLAMENTO   SNP   CAMERON   UE   CONSERVATORI   REFERENDUM    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI ITALIANI'' L'AMATA UE

DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI

domenica 20 agosto 2017
Siete ancora in vacanza o siete già tornati? Non ci siete andati? Tutto ciò è irrilevante, perchè c'è un gigantesco debito che vi aspetta a settembre sull'uscio di
Continua
 
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
 
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
 
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL (REPUBBLICANO) WALL STREET JOURNAL E IL (DEMOCRATICO) WASHINGTON POST DANNO DONALD TRUMP VITTORIOSO SULLA CLINTON

IL (REPUBBLICANO) WALL STREET JOURNAL E IL (DEMOCRATICO) WASHINGTON POST DANNO DONALD TRUMP
Continua

 
WASHINGTON POST: ''LA ROTTA BALCANICA E' CHIUSA, L'ITALIA SARA' IL CANCELLO APERTO ALL'INVASIONE DI MIGRANTI IN EUROPA''

WASHINGTON POST: ''LA ROTTA BALCANICA E' CHIUSA, L'ITALIA SARA' IL CANCELLO APERTO ALL'INVASIONE DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!