42.179.220
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

WALL STREET JOURNAL: ''IL VERO PERICOLO E' UNICREDIT BANCA DEBOLE PIENA DI CREDITI DETERIORATI IN UN'ECONOMIA MORIBONDA''

martedì 3 maggio 2016

NEW YORK - "Il soccorso di Banca Popolare di Vicenza, settimo istituto bancario italiano, orchestrato dal governo lo scorso fine settimana, aveva un secondo obiettivo non dichiarato: proteggere la prima banca del paese, Unicredit Spa. Popolare di Vicenza ha annunciato nel tardo pomeriggio di sabato la vendita di 1,5 miliardi di euro di azioni di nuova emissione per acquisire nuovo capitale" scrive oggi in prima pagina il Wall Street Journal, principale quotidiano finanziario mondiale.

Stando a fonti citate nell'articolo dal Wall Street Journal, pero', "la banca di cui tutti erano davvero preoccupati era proprio Unicredit. Lo scorso anno la piu' grande banca del paese si era impegnata ad intervenire come garante per l'inoptato della Popolare di Vicenza; i regolatori temevano pero' che la banca non avesse la forza necessaria a tener fede al suo impegno a causa degli stretti margini di capitale; se il salvataggio fosse fallito, con Unicredit sarebbe stato trascinato a fondo l'intero settore bancario italiano".

Rischio che però non è stato scongiurato, dato che l'intervento "di salvataggio" del Fondo Atlante ha superato per dimensioni il 75% dell'aumento di capitale impedendo con questo la quotazione in Borsa della Popolare di Vicenza. 

"E' per questa ragione - ricostruisce il quotidiano finanziario Usa - che il governo Renzi e' intervenuto pressando le banche italiane affinche' sostenessero finanziariamente il nuovo fondo di garanzia Atlante, che dopo la bocciatura da parte della Borsa italiana, ha assunto su di se' l'onere di rilevare l'intera emissione azionaria di Popolare di Vicenza".

Ma il dato molto preoccupante è che a parte il Fondo Atlante nessun investitore ha rischiato il proprio denaro per sottoscrivere l'aumento di capitale e quindi il salvataggio dal fallimento "catastrofico" della Popolare di Vicenza. Sia i privati che le società finanziarie d'investimento italiane ed europee si sono tenuti a debita distanza.

Scrive ancora il Wall Street Journal: "Era necessario un segnale forte, afferma Nikhil Srinivasan, responsabile degli investimenti di Assicurazioni Generali Spa, i maggiore assicuratore italiano, che partecipa al fondo con 150 milioni di euro. La dirigenza di Unicredit riteneva poi che le pessime condizioni del mercato avessero reso la ricapitalizzazione di Popolare di Vicenza il problema fondamentale per l'intero settore bancario italiano, e per tale ragione sosteneva di non dover affrontare da sola quello che a tutti gli effetti era divenuto un problema sistemico"

Definire "sistemico" un problema di una singola banca territoriale italiana dà il segno di quanto sia deteriorato nel suo insieme il circuito bancario dell'Italia.

"Che i problemi di una piccola banca, per quanto gravi, potessero divenire una grave minaccia per il primo gruppo bancario del paese e' una dimostrazione - conclude l'articolo del Wall Street Journal - dello stato di grave vulnerabilita' in cui versa il sistema bancario italiano e della debolezza di Unicredit, che come il resto del settore in Italia patisce a causa degli interessi bassissimi, dell'economia moribonda e del monte crescente dei crediti deteriorati". 

Questo articolo di oggi del Wall Street Journal ha avuto immediata eco sui mercati finanziari, specialmente italiani ma non solo italiani: dell'intera eurozona. La tedesca Commerzbank ha subito già in avvio perdite rilevantissime in Borsa, arrivando a segnare -6% in meno di un'ora dall'apertura, e lo stesso è accaduto a Piazza Affari a Milano, dove l'intero comparto bancario è sommerso di vendite, con cadute dei titoli tra il 4% e il 7% e con l'indice generale precipitato a -1,97% già a metà mattinata.

Redazione Milano


WALL STREET JOURNAL: ''IL VERO PERICOLO E' UNICREDIT BANCA DEBOLE PIENA DI CREDITI DETERIORATI IN UN'ECONOMIA MORIBONDA''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
NAZIONALIZZARE, SALVARE E RIVENDERE MPS, CARIGE, BANCHE VENETE, BANCA ETRURIA & SORELLE E' UN GRANDE AFFARE PER L'ITALIA

NAZIONALIZZARE, SALVARE E RIVENDERE MPS, CARIGE, BANCHE VENETE, BANCA ETRURIA & SORELLE E' UN

martedì 6 dicembre 2016
Ricordate le previsioni degli analisti “qualificati” prima del referendum qualora avesse vinto  il NO? Crollo della borsa, spread alle stelle, siccità, carestia, morte dei
Continua
 
L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE ELETTORALE MAGGIORITARIA

L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE

lunedì 5 dicembre 2016
Abbiamo cercato al telefono Roberto Maroni, Governatore della Lombardia e figura di primissimo piano della Lega, per chiedergli qual è la sua idea, la sua proposta, per la nuova legge
Continua
DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL POTERE, DIMISSIONI BUFALA

DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL

lunedì 5 dicembre 2016
ROMA -  Da stentare a crederci, eppure è quanto rilanciano le agenzie:"Resta in campo e dara' battaglia. Di fatto questo referendum si e' trasformato in una vera e propria elezione
Continua
 
IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE SUE ORGANIZZAZIONI

IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE

lunedì 5 dicembre 2016
LONDRA - Alcuni mesi fa la Slovacchia ha attratto molte critiche per aver rifiutato di accettare rifugiati di religioni musulmane ma se qualcuno pensa che il governo abbia fatto dietrofront si
Continua
LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA COSTITUZIONE! CORAGGIO!

LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA

lunedì 5 dicembre 2016
E' l'alba di una nuova stagione per l'Italia. E non è l'inverno, che arriva. Noi di questo giornale abbiamo combattuto contro l'arroganza, l'ignoranza, e la stupidità di un ormai ex
Continua
 
DOMENICA LE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN AUSTRIA POSSONO CAMBIARE RADICALMENTE L'EUROPA: NORBERT HOFER E' IN TESTA

DOMENICA LE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN AUSTRIA POSSONO CAMBIARE RADICALMENTE L'EUROPA: NORBERT HOFER

giovedì 1 dicembre 2016
VIENNA - Mentre in Italia si voterà su una controversa riforma della Costituzione, che è la Carta di tutti gli italiani ed è grottesco sia "riformata" da una sola parte come
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA GERMANIA DECIDE DI BLOCCARE L'ASSISTENZA SOCIALE AGLI IMMIGRATI EUROPEI: NIENTE WELFARE PRIMA DI 5 ANNI DI PERMANENZA

LA GERMANIA DECIDE DI BLOCCARE L'ASSISTENZA SOCIALE AGLI IMMIGRATI EUROPEI: NIENTE WELFARE PRIMA DI
Continua

 
MICIDIALE ATTACCO DELLA DEUTSCHE BANK ALLA BCE A GUIDA DRAGHI: ''LA BCE E' LA MINACCIA NUMERO UNO PER L'EUROZONA'' (BOOM!)

MICIDIALE ATTACCO DELLA DEUTSCHE BANK ALLA BCE A GUIDA DRAGHI: ''LA BCE E' LA MINACCIA NUMERO UNO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua

BRUNETTA: ''40% DI SI' NON SONO VOTI DI RENZI, CHI LO DICE MENTE''

5 dicembre - Brunetta: ''Dalle parti del Nazareno provano a consolarsi con
Continua

IN SICILIA UNA VALANGA DI NO HA SEPPELLITO RENZI: 80% IN ALCUNI

5 dicembre - ''In Sicilia una valanga di No ha seppellito Renzi, Crocetta e tutto il
Continua

TRENTINO: IL PRESIDENTE PD DELLA REGIONE PRENDA ESEMPIO DA RENZI E

5 dicembre - TRENTO - ''Il risultato del referendum in provincia di Trento, con la
Continua

SALTA L'AUMENTO DI CAPITALE DI MPS, SI VA VERSO IL BAIL IN SE VOTO

5 dicembre - SIENA - Slitta di qualche giorno, almeno tre o quattro, la decisione
Continua

IL PAPA COMUNISTA L'HA PRESA MALE, LA SONORA SCONFITTA DI RENZI.

5 dicembre - CITTA' DEL VATICANO - Il papa comunista l'ha presa male, la sonora
Continua

DIJSSELBLOEM GETTA LA SPUGNA: IMPOSSIBILE SPREMERE L'ITALIA CON

5 dicembre - ''Ho parlato con il ministro italiano Padoan oggi. A causa della
Continua

LA (EX) MINISTRA BOSCHI HA PIANTO? ANCHE TANTI RISPARMIATORI DI

5 dicembre - ''Ieri il ministro Boschi ha pianto? Tanti risparmiatori di Banca
Continua

LUCA ZAIA: MATTARELLA SCIOLGA LE CAMERE, ELEZIONI SUBITO.

5 dicembre - VENEZIA - ''Renzi si e' dimesso e Mattarella puo' solo sciogliere le
Continua

LA UE ''DONA'' LA FORTE SOMMA DI 30 MILIONI DI EURO PER TUTTI I

1 dicembre - BRUXELLES - Gli ''sciacalli'' della Ue non si smentiscono
Continua

+++ESPLOSIONE NELLA RAFFINERIA ENI DI SANNAZZARO DE BURGONDI +++

1 dicembre - PAVIA - Esplosione intorno alle 16 all'interno della raffineria Eni di
Continua

GOVERNO: ''MPS SOLIDA, SIAMO FIDUCIOSI'' BORSA SUBITO DOPO: MPS

1 dicembre - MILANO - BORSA - ''L'aumento di capitale di Mps sta andando avanti e
Continua

RENZI: ''BLOCCHEREMO L'APPROVAZIONE DEL BILANCIO UE!'' (BUFALA:

1 dicembre - BRUXELLES - Ricordate la sparata di Renzi che giorni fa aveva detto
Continua

BORSE EUROPA PEGGIORANO, MALE MILANO (OVVIAMENTE) CON CADUTA INDICI

1 dicembre - Le Borse europee peggiorano, nonostante il buon andamento degli
Continua

L'EURO CADE A 1,05 SUL DOLLARO E ABBATTE I ''PALETTI'' AL RIBASSO

30 novembre - FRANCOFORTE - L'euro è sceso oggi in chiusura a 1,0607 dollari, dai
Continua
Precedenti »