89.390.859
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

I DATI DELL'INVASIONE: 300.000 CLANDESTINI DAL 2014 3 MILIARDI E MEZZO DI SPESA/ANNO PER MANTENERLI, 300.000 IN ARRIVO

mercoledì 20 aprile 2016

Ormai oltre la meta' della spesa che l'Italia sostiene per affrontare l'"emergenza profughi" riguarda le spese di "accoglienza" di migranti che tutto sono meno che profughi, spesa che nel 2015 ha raggiunto quota 51,2% del totale e nel 2016, secondo le stime pubblicate sul Def (approvato dieci giorni fa dal governo Renzi), arriveranno fino al 58,3% del totale della spesa che si prevede di sostenere nel 2016.

Spesa che sempre il governo Renzi ha stimato essere lo scorso ottobre di ben 3,3 miliardi di euro in contanti per il 2015 e che nel suddetto Def viene addirittura ritoccata al rialzo a quota 3 miliardi 427 milioni di euro per il 2016, senza scordare che la spesa del 2014 è comunque stata di oltre 3 miliardi di euro, sempre in contanti ovviamente.

Quindi, conti alla mano, il governo Renzi ha buttato nella spazzatura oltre un miliardo e mezzo di euro in contanti (il 51,2% dei 3 miliardi e 300 milioni di euro spesi nel 2015) per mantenere in Italia clandestini che invece doveva espellere, a norma delle leggi Ue e italiane. E si appresta a gettare sempre nel cesso quasi 2 miliardi di euro allo stesso modo nel 2016.

Una cifra, quella di 3 miliardi e 427 milioni di euro di spesa-migranti prevista per il 2016, che peraltro si riferisce all'ipotesi di uno scenario costante, ossia in assenza di un ulteriore acuirsi dell'invasione di clandestini africani dalla Libia, come invece previsto sia dall'Austria, che allarmata denuncia l'arrivo di 300.000 coi barconi nell'estate che sta per iniziare, sia dall'ambasciatore della Libia che giusto ieri ha dichiarato che sono pronti ad arrivare in Italia 500.000 migranti entro pochi mesi.

Nell'ipotesi, quindi, di un'invasione esplosiva, il costo sostenuto dall'Italia per la catastrofe migranti - se non verranno fermati in Libia - arriverà ad una stima complessiva per il 2016 di 4 miliardi 227 milioni di euro.

E sia chiaro che la fonte di questo dato come di tutti gli altri presenti in questo articolo è il Ministero Economia, che lo scrive nero su bianco nel Def 2016 datato 8 aprile, meno di due settimane fa.

Fermandosi allo scenario piu' cauto e più improbabile, quello di "soli" 3 miliardi 427 milioni di euro, il Def prevede nel dettaglio una spesa di 1 miliardo 982 milioni di euro per l'accoglienza (pari al 58,3%), di 870 milioni per il soccorso in mare (pari al 25,4%) e di 559 milioni di euro per istruzione e sanita' (pari al 16,3%). Da notare che la spesa sanitaria prevista è del tutto aleatoria perchè centinaia di migliaia di clandestini accedendo ai servizi sanitari nazionali senza spendere niente graveranno in modo devastante anche sulla spesa sanitaria che rimane fuori da questo calcolo.

In termini percentuali, l'incidenza dell'accoglienza sul totale delle spese non e' mai stata, storicamente, cosi' alta: nel 2011 contava il 36,2%, superando il 40% nel 2012 e 2013 e arrivando al 51% nel 2015, mentre la percenutale dei profughi sui migranti non è  mai stata così bassa come in questo 2016: meno dell'1% secondo quanto riferito dalla Presidente del Comitato Schengen oggi.

La previsione 2016, come detto, arriva al 58,3%. Le altre due voci considerate (oltre all'accoglienza) sono il soccorso in mare e la sanita' e istruzione. Si tratta in entrambi i casi di percentuali inferiori rispetto a quelle degli anni passati: il soccorso in mare aveva raggiunto il massimo nel 2014, in coincidenza con Mare Nostrum, con il 44,5% della spesa totale di quell'anno utilizzata a quel fine.

Parlando di soldi, in termini assoluti il costo per l'Italia aumenterà nel 2016 rispetto al 2015 su ciascuna delle tre singole voci di accoglienza, sanita' e istruzione, come sta scritto sempre nel Def data 8 aprile 2016.

Descrivendo il contesto generale, il Def ricorda che nel 2014 e nel 2015 il numero di sbarchi di migranti clandestini sulle coste italiane ha superato i 150 mila l'anno, superando di gran lunga le tendenze dell'ultimo ventennio e anche i valori rilevati nel 2011 e 2012 di fronte alla cosiddetta emergenza umanitaria in Nord Africa. E' ina vera e propria invasione. E la certifica lo stesso governo nel Def, mentre Renzi e Alfano all'opinione pubblica raccontano che non c'è alcuna invasione. 

Continuando a leggere il Def, i dati registrati nel primo trimestre 2016, si spiega, "confermano la situazione di eccezionalita', con circa 15 mila migranti approdati via mare contro i circa 10 mila dello stesso periodo sia nel 2015 sia nel 2014: a questi si aggiungono, sempre nei mesi invernali del 2016, ulteriori 2 mila arrivi via terra".

Anche le presenze nei centri di accoglienza, viene spiegato, segnano un picco: al 31 marzo 2016 sono circa 107 mila i migranti presenti nelle strutture governative, nelle oltre 1800 strutture temporanee e nel sistema Sprar: si tratta di quasi il doppio rispetto alle presenze registrate a fine 2014 e oltre dieci volte il dato medio del periodo 2011-2013.

I minori non accompagnati hanno superato le 10 mila unita' ponendo - dice ancora il Def - "un'enorme sfida in termini di adeguatezza degli alloggi, di supervisione e di introduzione scolastica. I richiedenti asilo, infine, sono piu' che triplicati tra il 2013 e il 2015, da 26 mila a oltre 83 mila domande. Da notare che a fronte di 300.000 migranti arrivati dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2015 - come certifica il Def - solo 83.000 hanno fatto domanda di asilo, ben 218.000 sono scappati e sono diventati vari e propri fantasmi dentro l'Unione europea dei quali non si sa più nulla.

Ora risulta molto più chiaro perchè l'Austria abbia schierato l'esercito lungo la frontiera con l'Italia, e lo stesso abbia fatto la Svizzera e perchè la Francia abbia deciso di prolungare fino a tutto luglio il blocco di Schengen mantenendo fitti e severi controlli alle proprie frontiere con l'Italia.

Ulteriore paradosso di questi dati - pubblici - è dato dal fatto che benchè siano pubblici e quindi disponibili a tutti i giornalisti di tutte le testate radiofoniche, televisive e della carta stampata italiane, nessuno ne scriva e ne abbia scritto da quando il governo ha emanato il Def.

Domandatevi come mai.

Redazione Milano 


I DATI DELL'INVASIONE: 300.000 CLANDESTINI DAL 2014 3 MILIARDI E MEZZO DI SPESA/ANNO PER MANTENERLI, 300.000 IN ARRIVO




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI RESPONSABILITA' LEGALE PER I DANNI

INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI

martedì 19 gennaio 2021
Il mistero sui vaccini, o meglio, sul loro prezzo, sui contratti firmati dalla Ue per acquistarli, sulla responsabilità legale in caso di effetti collaterali avversi, anzichè
Continua
 
RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO TRAVOLGE. NUOVE ELEZIONI

RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO

giovedì 14 gennaio 2021
AMSTERDAM - La coalizione di governo guidata dal premier Mark Rutte si riunira' domani per decidere se rassegnare le dimissioni a fronte delle crescenti polemiche riguardanti il caso di oltre 20mila
Continua
LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

martedì 12 gennaio 2021
Il nostro giornale ospita in apertura quanto scrive Matteo Renzi. Alcune delle sue posizioni sono apertamente condivisibili, e non temiamo di dirlo pubblicamente: "Il 22 luglio 2020 Italia Viva
Continua
 
MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

mercoledì 30 dicembre 2020
''Oltre alle vittime, nel nostro Paese più di 72 mila morti per Covid dall'inizio della pandemia, contiamo 390 mila imprese cancellate e più di 200 mila professionisti che hanno cessato
Continua
LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE HA NASCOSTO L'EPIDEMIA

LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE

martedì 29 dicembre 2020
Alla fine, le menzogne del regime comunista cinese vengono a galla.  A Wuhan, la città cinese in cui ha avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid
Continua
 
AL VIA LE PRIME VACCINAZIONI CONTRO IL COVID ALL'OSPEDALE DI NIGUARDA A MILANO. I VACCINATI STANNO TUTTI BENE.

AL VIA LE PRIME VACCINAZIONI CONTRO IL COVID ALL'OSPEDALE DI NIGUARDA A MILANO. I VACCINATI STANNO

domenica 27 dicembre 2020
MILANO - Sono partite dall'ospedale milanese di Niguarda, dove sono arrivate poco prima delle 8 del mattino, le prime fiale di vaccino anti-covid destinate alla Lombardia. Sono sono state suddivise e
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ECCO L'ELENCO DEI PRODOTTI ALIMENTARI ORTOFRUTTICOLI TOSSICI CANCEROGENI VELENOSI IMPORTATI IN ITALIA (DA NON COMPRARE!)

ECCO L'ELENCO DEI PRODOTTI ALIMENTARI ORTOFRUTTICOLI TOSSICI CANCEROGENI VELENOSI IMPORTATI IN
Continua

 
TUTTE LE PREVISIONI DEL GOVERNO RENZI SI SONO DIMOSTRATE ERRATE (GIA' DOPO 4 MESI) RIMANE SOLO LA PATRIMONIALE A OTTOBRE

TUTTE LE PREVISIONI DEL GOVERNO RENZI SI SONO DIMOSTRATE ERRATE (GIA' DOPO 4 MESI) RIMANE SOLO LA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CONFCOMMERCIO: PIL GENNAIO 2021 -0,8% E -10,7% DA GENNAIO 2020

19 gennaio - Confcommercio stima per gennaio un calo congiunturale del Pil, al netto
Continua

UDC: NO UNANIME ALLA FIDUCIA A CONTE AL SENATO

18 gennaio - ''La segreteria nazionale Udc, che si e' riunita nel pomeriggio, alla
Continua

AL CENTRODESTRA NON FU PERMESSO DA MATTARELLA FORMARE UN GOVERNO DI

18 gennaio - “Governo di minoranza accettabile? No, nel 2018 non fu permesso a
Continua

VERTICE DEL CENTRODESTRA ALLA CAMERA

18 gennaio - E' in corso a Montecitorio, il vertice del centrodestra per fare il
Continua

MATTEO SALVINI: ''CREDONO DI RISOLVERE QUESTA CRISI AFFIDANDOSI A

18 gennaio - Matteo Salvini: ''Renzi l'ha fatto nascere questo governo e adesso dopo
Continua

NEL 2020 ITALIA IN DEFLAZIONE E' LA TERZA VOLTA DAL 1954 (ALTRE DUE

18 gennaio - ''Nel 2020, la diminuzione dei prezzi al consumo in media d'anno (-0,2%)
Continua

TOTI: SE INVECE DEL CSX FOSSE STATO IL CDX A COMPORTARSI COSI' COME

18 gennaio - ''Vorrei capire cosa sarebbe successo se il centrodestra avesse dato
Continua

ARRIVA SAVIANO E PIERLUIGI BATTISTA LASCIA IL CORRIERE DELLA SERA

18 gennaio - ''Qui cane Enzo sta cercando le parole per dirci che si, dal 31 gennaio
Continua

SALVINI: SE CONTE NON HA IN NUMERI, DUE STRADE: VOTO O GOVERNO DI

18 gennaio - ''Oggi il problema per molte famiglie e' la salute con i vaccini che
Continua

FRANCESCHINI: ''NON BISOGNA VERGOGNARSI DI CERCARE VOTI IN AULA''

14 gennaio - ''In questa legislatura sono nati due governi tra avversari alle
Continua

CENTRODESTRA UNITO: CONTE VENGA IN PARLAMENTO E PRENDA ATTO DELLA

14 gennaio - ''Non c'e' piu' tempo per tatticismi o giochi di potere: il centrodestra
Continua

BERLUSCONI IN OSPEDALE NEL PRINCIPATO DI MONACO, CONDIZIONI SERIE.

14 gennaio - MILANO - E' stato Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio
Continua

NUOVO ESSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, GUIDO GUIDESI: RILANCIAMO

14 gennaio - MILANO - ''Dalla prossima settimana mi confronterò con tutti i
Continua

ZINGARETTI: ''IMPOSSIBILE QUALSIASI GOVERNO CON ITALIA VIVA,

14 gennaio - ''C'è un dato che non può essere cancellato dalle nostre analisi. Ed
Continua

IL PD HA DECISO CONTE DEVE VENIRE IN PARLAMENTO: VOTO DI FIDUCIA O

14 gennaio - MONTECITORIO - ''Come gruppo dei democratici vogliamo che la crisi venga
Continua

PD: ''I COSIDDETTI RESPONSABILI NON CI SONO, RISCHIO CONCRETO

14 gennaio - ''I cosiddetti responsabili non ci sono, la maggioranza dopo lo strappo
Continua

MATTEO SALVINI: ''L'UNICA STRADA SONO LE ELEZIONI''

14 gennaio - ''O trovano una nuova maggioranza, affidandosi ai Mastella, oppure la
Continua

FRATELLI D'ITALIA: ''CONTE RIMETTA IL MANDATO E SI VOTI''.

14 gennaio - ''L'atto conclusivo di questa esperienza fallimentare del governo Conte
Continua

GDF DI BERGAMO NEGLI UFFICI DI ALTI DIRIGENTI DEL MINISTERO DELLA

14 gennaio - La Guardia di Finanza di Bergamo sta acquisendo documenti anche negli
Continua

GDF BERGAMO DENTRO MINISTERO SALUTE E ISS A ROMA: INCHIESTA SUL

14 gennaio - BERGAMO - La Gdf di Bergamo, oltre che negli uffici del Ministero della
Continua
Precedenti »