42.328.012
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA TROVATA DEL ''FONDO ATLANTE'' PER SALVARE LA POP.VICENZA E VENETO BANCA DAL BAIL IN NON FUNZIONA, BANCHE A PICCO.

martedì 12 aprile 2016

MILANO - Fino a ieri sera, sembrava andasse tutto per il meglio, che fosse stata trovata la via d'uscita per salvare il sistema bancario italiano dal tracollo generale, e invece no: "I feedback (le risposte -ndr) raccolti in via preliminare da potenziali investitori istituzionali degli aumenti di capitale della Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca e la possibilità di non attivare la garanzia da parte dei membri dei consorzi rendono molto probabile che una quota preponderante degli aumenti (di capitale -ndr), del valore complessivo di 2,5 miliardi di euro, non venga sottoscritta".

Insomma, un disastro.

E' qiesto che si legge nella presentazione del fondo Atlante pubblicata sul sito internet de Il Messaggero. Il progetto Atlante "dovra' essere implementato tempestivamente, anche alla luce degli aumenti di capitale annunciati dalla Banca Popolare di Vicenz e da Veneto Banca, allo scopo di evitare ripercussioni per l'intero sistema finanziario italiano". Detto chiaramente: la bancarotta di tutte le banche del Paese.

"La tempistica del progetto - c'è scritto - prevede l'intervento nella prima banca  target (cioe' la Banca Popolare di Vicenza - ndr), previa autorizzazione della Bce, il 29 aprile prossimo, data che puo' variare in funzione del calendario dell'aumento di capitale della Popolare di Vicenza". Che è come dire che il tempo rimasto per attuare concretamente l'aumento di capitale indispensabile per evitare il fallimento è pochissimo.

"In assenza di un intervento di sistema vi sarebbe un rischio concreto che le operazioni di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca non trovino pieno riscontro sul mercato, portando, in caso di mancato intervento dei consorzi di garanzia, all'assoggettamento delle banche interessate a una proceduta regolamentare di resolution e conseguente bail-in''. Queste esatte parole le trovate scritte dai promotori del fondo Atlante nella bozza preliminare del progetto resa pubblica dal quotidiano il Messaggero.

In questo scenario, prosegue il documento, "vi sarebbero rilevanti ripercussioni sul sistema economico e finanziario italiano, con impatti molto severi sul settore bancario: ulteriore pressione su corsi azionari e capitalizzazioni di mercato; limitata capacita' di funding, se non a condizioni penalizzanti; riduzione del valore del portafoglio investimenti e potenziali impatti a livello di coefficienti patrimoniali". "Alla luce delle considerazioni esposte - si legge ancora -, riteniamo che il progetto Atlante sia di enorme importanza per contribuire ad una maggiore stabilita' del sistema bancario e per consentire una sua sostanziale ripresa di valore, con importanti benefici sulle prospettive economiche del Paese".

Solo che - fosse poco - adesso le banche promotrici, in testa Unicredit e Intesa, devono obbligatoriamente impegnare al minimo 2,5 miliardi di euro in contanti nel Fondo Atlante, denaro che non possiedono se non a prezzo di ulteriori aumenti di capitale al loro riguardo, oppure smobilitando riserve in titoli di stato che produrrebbero consistenti buchi di bilancio.

E che il Fondo Atlante sia come minimo sottocapitalizzato per sostenere sia gli aumenti di capitale della banche italiane a un passo dal fallimento, sia la mole gigantesca dei crediti marci in pancia di tutto il sistema bancario nazionale, è blazato agli occhi anche del principale quotidano economico mondiale, il Wall Street Journal

"Banche italiane: perche' non puoi risolvere questo problema solo con i soldi". E' il titolo di una lunga analisi del Wall Street Journal all'indomani dell'annuncio del fondo Atlante per gli aumenti e le sofferenze del sistema bancario italiano. Secondo il quotidiano statunitense, confrontando i 45 miliardi di euro che servirebbero per la copertura del costo delle svalutazioni dei prestiti peggiori al 20% del loro valore, i "5-6 miliardi del fondo sembrano inadeguati".

Ma, sottolinea il Wsj, "il peggior problema per i creditori italiani e' sempre stato quello di mettere le mani sulle loro garanzie. Un processo per bancarotta in Italia dura piu' di 7 anni in media, contro i 2-3 in Europa". E' per questo che diventa di importanza "critica" che il Governo mantenga l'impegno di approvare un decreto la prossima settimana per velocizzare la bancarotta: "senza di questo, gli altri sforzi per ripulire le sofferenze andranno sprecati". Secondo il Wsj il "governo non puo' permettersi di sprecare altro tempo. Se non agisce sul processo fallimentare, questo fondo e le intenzioni che gli stanno dietro non conteranno nulla". E sarà una catastrofe che trascinerà al fallimento l'intero sistema bancario dell'Italia. 

E dire che Renzi non più tardi di ieri aveva dichiarato: “Questa operazione privata del Fondo Atlante è utile. In Italia esiste un mercato attivo e responsabile che sta affrontando i problemi con risorse proprie, senza chiedere soldi pubblici”. Come no...

Redazione Milano.


LA TROVATA DEL ''FONDO ATLANTE'' PER SALVARE LA POP.VICENZA E VENETO BANCA DAL BAIL IN NON FUNZIONA, BANCHE A PICCO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FONDO   ATLANTE   WALL   STREET   JOURNAL   POPOLARE   VICENZA   BANCA   VENETO   BAIL IN   FALLIMENTO   GOVERNO   RENZI   MESSAGGERO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CONTINUA IL BOOM ECONOMICO BRITANNICO, INDICI DELLO SVILUPPO DELLE IMPRESE SALGONO COME MAI PRIMA D'ORA. E' BREXIT BOOM

CONTINUA IL BOOM ECONOMICO BRITANNICO, INDICI DELLO SVILUPPO DELLE IMPRESE SALGONO COME MAI PRIMA

mercoledì 7 dicembre 2016
LONDRA - La verità detta con tre parole è: mai così bene. A sentire i sostenitori della UE la vittoria del Brexit avrebbe causato alla Gran Bretagna poverta' e recessione ma
Continua
 
NAZIONALIZZARE, SALVARE E RIVENDERE MPS, CARIGE, BANCHE VENETE, BANCA ETRURIA & SORELLE E' UN GRANDE AFFARE PER L'ITALIA

NAZIONALIZZARE, SALVARE E RIVENDERE MPS, CARIGE, BANCHE VENETE, BANCA ETRURIA & SORELLE E' UN

martedì 6 dicembre 2016
Ricordate le previsioni degli analisti “qualificati” prima del referendum qualora avesse vinto  il NO? Crollo della borsa, spread alle stelle, siccità, carestia, morte dei
Continua
L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE ELETTORALE MAGGIORITARIA

L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE

lunedì 5 dicembre 2016
Abbiamo cercato al telefono Roberto Maroni, Governatore della Lombardia e figura di primissimo piano della Lega, per chiedergli qual è la sua idea, la sua proposta, per la nuova legge
Continua
 
DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL POTERE, DIMISSIONI BUFALA

DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL

lunedì 5 dicembre 2016
ROMA -  Da stentare a crederci, eppure è quanto rilanciano le agenzie:"Resta in campo e dara' battaglia. Di fatto questo referendum si e' trasformato in una vera e propria elezione
Continua
IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE SUE ORGANIZZAZIONI

IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE

lunedì 5 dicembre 2016
LONDRA - Alcuni mesi fa la Slovacchia ha attratto molte critiche per aver rifiutato di accettare rifugiati di religioni musulmane ma se qualcuno pensa che il governo abbia fatto dietrofront si
Continua
 
LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA COSTITUZIONE! CORAGGIO!

LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA

lunedì 5 dicembre 2016
E' l'alba di una nuova stagione per l'Italia. E non è l'inverno, che arriva. Noi di questo giornale abbiamo combattuto contro l'arroganza, l'ignoranza, e la stupidità di un ormai ex
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LE FIGARO LANCIA L'ALLARME: ''360 MILIARDI DI CREDITI INESIGIBILI NELLE BANCHE ITALIANE, LA BCE POTREBBE STUFARSI PRESTO''

LE FIGARO LANCIA L'ALLARME: ''360 MILIARDI DI CREDITI INESIGIBILI NELLE BANCHE ITALIANE, LA BCE
Continua

 
WALL STREET JOURNAL: ''PER SALVARE LE BANCHE ITALIANE SERVONO ALMENO 45 MILIARDI DI EURO, IL FONDO ATLANTE NE HA SOLO 6''

WALL STREET JOURNAL: ''PER SALVARE LE BANCHE ITALIANE SERVONO ALMENO 45 MILIARDI DI EURO, IL FONDO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SALVINI: ''IL FANTASMA DI GENTILONI COME PREMIER?''

10 dicembre - MILANO - ''Il fantasma Gentiloni come Premier? Uno che ha ingoiato ogni
Continua

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua
Precedenti »