50.715.709
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA TROVATA DEL ''FONDO ATLANTE'' PER SALVARE LA POP.VICENZA E VENETO BANCA DAL BAIL IN NON FUNZIONA, BANCHE A PICCO.

martedì 12 aprile 2016

MILANO - Fino a ieri sera, sembrava andasse tutto per il meglio, che fosse stata trovata la via d'uscita per salvare il sistema bancario italiano dal tracollo generale, e invece no: "I feedback (le risposte -ndr) raccolti in via preliminare da potenziali investitori istituzionali degli aumenti di capitale della Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca e la possibilità di non attivare la garanzia da parte dei membri dei consorzi rendono molto probabile che una quota preponderante degli aumenti (di capitale -ndr), del valore complessivo di 2,5 miliardi di euro, non venga sottoscritta".

Insomma, un disastro.

E' qiesto che si legge nella presentazione del fondo Atlante pubblicata sul sito internet de Il Messaggero. Il progetto Atlante "dovra' essere implementato tempestivamente, anche alla luce degli aumenti di capitale annunciati dalla Banca Popolare di Vicenz e da Veneto Banca, allo scopo di evitare ripercussioni per l'intero sistema finanziario italiano". Detto chiaramente: la bancarotta di tutte le banche del Paese.

"La tempistica del progetto - c'è scritto - prevede l'intervento nella prima banca  target (cioe' la Banca Popolare di Vicenza - ndr), previa autorizzazione della Bce, il 29 aprile prossimo, data che puo' variare in funzione del calendario dell'aumento di capitale della Popolare di Vicenza". Che è come dire che il tempo rimasto per attuare concretamente l'aumento di capitale indispensabile per evitare il fallimento è pochissimo.

"In assenza di un intervento di sistema vi sarebbe un rischio concreto che le operazioni di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca non trovino pieno riscontro sul mercato, portando, in caso di mancato intervento dei consorzi di garanzia, all'assoggettamento delle banche interessate a una proceduta regolamentare di resolution e conseguente bail-in''. Queste esatte parole le trovate scritte dai promotori del fondo Atlante nella bozza preliminare del progetto resa pubblica dal quotidiano il Messaggero.

In questo scenario, prosegue il documento, "vi sarebbero rilevanti ripercussioni sul sistema economico e finanziario italiano, con impatti molto severi sul settore bancario: ulteriore pressione su corsi azionari e capitalizzazioni di mercato; limitata capacita' di funding, se non a condizioni penalizzanti; riduzione del valore del portafoglio investimenti e potenziali impatti a livello di coefficienti patrimoniali". "Alla luce delle considerazioni esposte - si legge ancora -, riteniamo che il progetto Atlante sia di enorme importanza per contribuire ad una maggiore stabilita' del sistema bancario e per consentire una sua sostanziale ripresa di valore, con importanti benefici sulle prospettive economiche del Paese".

Solo che - fosse poco - adesso le banche promotrici, in testa Unicredit e Intesa, devono obbligatoriamente impegnare al minimo 2,5 miliardi di euro in contanti nel Fondo Atlante, denaro che non possiedono se non a prezzo di ulteriori aumenti di capitale al loro riguardo, oppure smobilitando riserve in titoli di stato che produrrebbero consistenti buchi di bilancio.

E che il Fondo Atlante sia come minimo sottocapitalizzato per sostenere sia gli aumenti di capitale della banche italiane a un passo dal fallimento, sia la mole gigantesca dei crediti marci in pancia di tutto il sistema bancario nazionale, è blazato agli occhi anche del principale quotidano economico mondiale, il Wall Street Journal

"Banche italiane: perche' non puoi risolvere questo problema solo con i soldi". E' il titolo di una lunga analisi del Wall Street Journal all'indomani dell'annuncio del fondo Atlante per gli aumenti e le sofferenze del sistema bancario italiano. Secondo il quotidiano statunitense, confrontando i 45 miliardi di euro che servirebbero per la copertura del costo delle svalutazioni dei prestiti peggiori al 20% del loro valore, i "5-6 miliardi del fondo sembrano inadeguati".

Ma, sottolinea il Wsj, "il peggior problema per i creditori italiani e' sempre stato quello di mettere le mani sulle loro garanzie. Un processo per bancarotta in Italia dura piu' di 7 anni in media, contro i 2-3 in Europa". E' per questo che diventa di importanza "critica" che il Governo mantenga l'impegno di approvare un decreto la prossima settimana per velocizzare la bancarotta: "senza di questo, gli altri sforzi per ripulire le sofferenze andranno sprecati". Secondo il Wsj il "governo non puo' permettersi di sprecare altro tempo. Se non agisce sul processo fallimentare, questo fondo e le intenzioni che gli stanno dietro non conteranno nulla". E sarà una catastrofe che trascinerà al fallimento l'intero sistema bancario dell'Italia. 

E dire che Renzi non più tardi di ieri aveva dichiarato: “Questa operazione privata del Fondo Atlante è utile. In Italia esiste un mercato attivo e responsabile che sta affrontando i problemi con risorse proprie, senza chiedere soldi pubblici”. Come no...

Redazione Milano.


LA TROVATA DEL ''FONDO ATLANTE'' PER SALVARE LA POP.VICENZA E VENETO BANCA DAL BAIL IN NON FUNZIONA, BANCHE A PICCO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FONDO   ATLANTE   WALL   STREET   JOURNAL   POPOLARE   VICENZA   BANCA   VENETO   BAIL IN   FALLIMENTO   GOVERNO   RENZI   MESSAGGERO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
 
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LE FIGARO LANCIA L'ALLARME: ''360 MILIARDI DI CREDITI INESIGIBILI NELLE BANCHE ITALIANE, LA BCE POTREBBE STUFARSI PRESTO''

LE FIGARO LANCIA L'ALLARME: ''360 MILIARDI DI CREDITI INESIGIBILI NELLE BANCHE ITALIANE, LA BCE
Continua

 
WALL STREET JOURNAL: ''PER SALVARE LE BANCHE ITALIANE SERVONO ALMENO 45 MILIARDI DI EURO, IL FONDO ATLANTE NE HA SOLO 6''

WALL STREET JOURNAL: ''PER SALVARE LE BANCHE ITALIANE SERVONO ALMENO 45 MILIARDI DI EURO, IL FONDO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!